Articolo
15 mar 2021

Piazza Mondello, la Regione conferma il finanziamento per il restyling

di antony977

Palermo - Confermato il finanziamento per il restyling della piazza di Mondello. Con decreto n. 344 del 25/02/21 dell'Assessorato regionale ai beni culturali viene confermato il finanziamento del progetto riqualificazione della piazza di Mondello con uno stanziamento di un milione e mezzo circa di euro. Il finanziamento è frutto di un bando cui il Comune di Palermo ha partecipato a giugno 2019, su iniziativa del vice sindaco Fabio Giambrone e dell’assessore all’Ambiente Giusto Catania, per l'assegnazione dei fondi Pac (Piano di azione e coesione) nell'ambito del programma per il “Miglioramento delle condizioni di contesto sociale ed economico dei sistemi urbani e territoriali”. Il progetto prevede il rifacimento della pavimentazione dell'intera area pedonale con un nuovo manto che sfrutta la fotocatalisi con l'ambiente circostante (ossida alcuni agenti inquinanti e li neutralizza), la riqualificazione della fontana, il miglioramento impianti di illuminazione e la creazione di nuove aree a verde. A breve saranno definiti gli ultimi elaborati progettuali e sarà indetta la conferenza dei servizi per il rilascio dei pareri e del nulla osta degli enti competenti. Entro l'anno si espleteranno le procedure per la gara pubblica. "Un importante obiettivo - hanno dichiarato il vice sindaco Fabio Giambrone e l'assessore Giusto Catania - che è quello di rinnovare il decoro della piazza e, più in generale, di tutta la borgata marinara di Mondello, consentendone una migliore fruibilità a beneficio non solo di residenti, turisti e cittadini, ma anche delle attività commerciali della zona. E un nuovo input affinché questi luoghi possano presto tornare ad ospitare manifestazioni e dare sempre maggiore lustro alla nostra Città". Per il sindaco Leoluca Orlando "non c'è modo migliore, in questo momento difficile, che guardare al futuro della nostra città, pensando che si potrà riprendere un percorso di sviluppo turistico ma soprattutto un percorso di vivibilità di tutti i quartieri. Simbolicamente e materialmente un elemento di speranza perché ci ricorda cosa abbiamo costruito in questi anni e cosa possiamo riprendere a costruire insieme".

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
04 mar 2021

AMG Energia | Nuovi impianti di illuminazione a Mondello, consegnati oltre 600 punti luce

di Mobilita Palermo

Consegnati ad AMG Energia oltre seicento punti luce del nuovo impianto di illuminazione di Mondello-Valdesi. Si tratta di una prima parte dei nuovi centri luminosi, progettati da AMG Energia e realizzati dal Comune di Palermo, in riqualificazione di quelli esistenti, con fondi PON Metro (importo contrattuale dell’intervento complessivo euro 3.622.069,26). Vengono assegnati ad AMG Energia per la conduzione e manutenzione: nuova illuminazione più efficiente ma anche interventi di manutenzione più efficaci, i risultati immediati. Gli impianti accesi in modo definitivo e consegnati sono quelli alimentati dai quadri elettrici già attivi, posti in via Euridice (zona viale Margherita di Savoia, via Argonauti, viale Italia, via Niobe), in via Colonia Marina (zona viale Cerere, viale Principe Umberto, viale Principessa Mafalda, piazza Caboto), in via degli Iris (zona via Armida, viale Principe di Scalea, viale Regina Elena, via delle Rose) e in viale Galatea (zona via Cloe, via Ciane, via Mattei, via Saline). I nuovi punti luce sono complessivamente 627. Successivamente si procederà alla consegna della parte rimanente degli impianti (525 punti luce) per i quali si attende l’attivazione della fornitura di energia. Dopo i sopralluoghi di verifica e le prove strumentali effettuate per accertare l’integrità e la funzionalità degli impianti, la consegna è avvenuta nella sede della Direzione Pubblica Illuminazione e Verifiche di AMG Energia alla presenza dei funzionari di AMG Energia che hanno curato le verifiche di rito, dell’impresa che ha effettuato i lavori (l’ATI Gieffe Costruzioni srl – Costantino Tecnologie srl – Camedil Costruzioni srl) e del rup dell’intervento, l’ingegnere Antonio Tiné dell’Ufficio Infrastrutture del Comune di Palermo. I nuovi impianti, realizzati con alimentazione in derivazione, sono equipaggiati con lampade agli ioduri metallici con bruciatore ceramico, a basso consumo, che determinano considerevoli risparmi energetici (oltre il 50 per cento rispetto ai precedenti impianti) ed economici. Quelli precedenti, realizzati in serie negli anni Sessanta, utilizzavano lampade a vapori di mercurio, ormai fuori produzione in tutta Europa, ma anche componenti e pezzi di ricambio non più in commercio. I nuovi impianti, inoltre, secondo le più recenti indicazioni tecnico-impiantistiche, non sono più alimentati da cabine ma da quadri elettrici di bassa tensione. A regime, il nuovo impianto avrà anche la possibilità di essere gestito attraverso un sistema di controllo da remoto per il monitoraggio dei dati elettrici e dello stato di funzionamento dei circuiti, che verrà consegnato successivamente. “Un nuovo importante risultato grazie ai fondi europei del PON – sottolinea il sindaco, Leoluca Orlando – Un nuovo importante risultato che coniuga innovazione, efficienza e sicurezza. Questo a Mondello e Valdesi è comunque solo uno dei tanti interventi di ammodernamento della rete di illuminazione pubblica, con decine di milioni già stanziati ancora con il PON e poi con Agenda Urbana che permetteranno di intervenire su migliaia di punti luce in tutta la città, da nord a sud e a monte della circonvallazione”. “D’intesa con il Comune di Palermo, abbiamo fatto un grosso sforzo e accelerato le verifiche sui nuovi impianti in modo da arrivare, in anticipo rispetto alle previsioni, alla consegna di una prima parte consistente dei punti luce di Mondello – spiega il presidente di AMG Energia, Mario Butera – Questo ci consente in modo strategico di razionalizzare e migliorare le attività di manutenzione in una zona che in precedenza, proprio per la presenza di impianti ormai arrivati alla fine del ciclo di vita tecnica, era più frequentemente soggetta a guasti gravi nonostante interventi e verifiche fossero costanti. I nuovi impianti garantiscono efficienza, manutenzione più agevole ma anche significative economie rispetto ai precedenti, sia in termini di energia consumata che di riduzione delle emissioni inquinanti”.

Leggi tutto    Commenti 3
Segnalazione
30 nov 2020

Mondello: la strada dopo la tempesta

di Irexia

Palermo la mattina del 29 novembre 2020: a seguito del primo temporale autunnale, a Mondello le strade e i marciapiedi si sono presentati così. Peccato che ancora così fossero il giorno di natale, 25 dicembre... infatti, nulla da allora è cambiato... Sempre durante quell'acquazzone, terra e pietre da Monte Pellegrino sono scese sulla strada all'Addaura, proprio davanti La Marsa: in un primo tempo è stato messo il cartello di pericolo che segnalava anche di spostarsi sull'altra carreggiata; ovviamente un avviso temporaneo, giusto per evitare che nelle more del ripristino della pulizia del manto stradale nessun motore cadesse e nessuna ruota facesse partire come un  proiettile una pietra! E invece, ancora il 25 dicembre, le pietre e il terriccio sono ancora là, solo il cartello non c'è più: rimane il dubbio se per colpa di qualche idiota che se ne è appropriato, visto che il luogo non è presidiato ed è evidente che nessuno dell'Amministrazione passi di là per monitorare la situazione, oppure se proprio chi prima l'aveva messo là, ha dovuto riutilizzarlo  in qualche altra strada dove è necessario segnalare il pericolo, fino alla successiva segnalazione...! Senza però, mai ristabilire lo status quo ante in nome di un decoro inesistente, una manutenzione latitante e un'attenzione a intermittenza!

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
19 nov 2020

La bonifica del canale “Ferro di cavallo” inizia dall’analisi dei residui presenti al suo interno

di Fabio Nicolosi

I tempi per la bonifica e per la messa in sicurezza del canale ‘Ferro di cavallo’ a Mondello sono ormai fissati. Niente più ritardi e lacune. La Struttura contro il dissesto idrogeologico, guidata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, inverte la tendenza, affrontando un problema che non pochi disagi ha creato negli ultimi vent'anni anni agli abitanti di Palermo. E’ stata infatti pubblicata la gara per il Piano di caratterizzazione dei sedimenti presenti all'interno del canale di raccolta delle acque meteoriche. Il termine per la presentazione delle domande scadrà il prossimo 09 dicembre. «Risolviamo nel migliore dei modi – commenta il governatore Musumeci - una questione annosa: un vero e proprio dramma per i residenti delle borgate marinare di Pallavicino, Partanna e Mondello in costante pericolo per gli allagamenti, molto frequenti nel periodo invernale. La salvaguardia del territorio rimane una priorità del mio governo e interventi come questo ne sono una tangibile dimostrazione». La giunta regionale aveva deliberato il trasferimento di risorse pari a 5,5 milioni di euro del Patto per il Sud alla Struttura commissariale, diretta da Maurizio Croce, per il progetto di sistemazione definitivo. Il Piano di caratterizzazione è il primo indispensabile passo: l'analisi dei residui presenti nel canale, che serve il bacino nord della città, permetterà di individuare le soluzioni più adeguate. L'obiettivo è quello della sua pulizia: rifiuti e detriti ostruiscono il regolare deflusso delle acque. Ed è ormai chiaro che, dopo un'attesa così lunga, si avvicina sempre di più la data di inizio dei lavori su un canale che si sviluppa per una lunghezza di circa due chilometri e mezzo, passando sotto terreni e abitazioni e che si è contraddistinto per una lunga e infausta storia di mancata manutenzione. L'intervento prevede l'esecuzione di 39 sondaggi a rotazione. Il costo complessivo è di 84.082,86 € così suddivisi: Analisi di laboratorio e preparazione e analisi di prove di carotaggio 53.645,91 € Esecuzione dei carotaggi 30.436,95 € Il termine ultimo per l'ultimazione dei servizi viene fissato in 90 giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data di redazione del verbale di avvio dell'esecuzione di cui all'art. 11, comma 3 del CSA.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
15 set 2020

Illuminazione: interventi urgenti a Mondello, riaccesi oltre 600 punti luce

di Fabio Nicolosi

Un guasto ingente a Mondello e una riparazione tempestiva conclusasi con esito positivo. L’intervento degli operatori di AMG Energia ha consentito di ripristinare il funzionamento della cabina di pubblica illuminazione “Valdesi” di via Cerere, costruita negli anni Settanta, e dei 598 punti luce alimentati. Nel fine settimana appena trascorso le squadre di AMG sono state impegnate in altri due vasti interventi, uno sempre a Mondello, nella zona di via Mater Dei, e l’altro nella zona di via dell’Olimpo. La cabina “Valdesi” si è spenta giovedì sera, a causa del guasto ingente dell’interruttore tripolare di media tensione. “Immediatamente è scattata la verifica da parte della nostra squadra e ne stata programmata la riparazione – spiega il presidente di AMG Energia, Mario Butera – Gli operatori venerdì hanno lavorato senza sosta: l’intervento di manutenzione ordinaria è stato fortunatamente risolutivo e il disservizio limitato soltanto ad una sera, dal momento che proprio gli impianti di questa zona e i dispositivi delle cabine sono tra i più datati della città, in quanto ormai in esercizio da ben oltre quarant’anni”. Sono stati rimessi in funzione cabina “Valdesi”, i circuiti di media tensione e tutti i punti luce collegati che, per maggiore sicurezza, sono stati tenuti sotto controllo anche durante il fine settimana, che è stato caratterizzato da altri interventi impegnativi, in seguito a guasti causati da piogge e maltempo. Un’attività urgente è stata eseguita domenica per il ripristino della cabina di pubblica illuminazione “Olimpo” che alimenta i circuiti e gli impianti di illuminazione di via dell’Olimpo e traverse e, inoltre, per la riparazione di guasti sui due circuiti primari collegati alla cabina “Mater Dei” a Mondello. In questo momento rimangono in funzione a punti luce alternati gli impianti delle vie Saline, Garofalo e Marinai Alliata, dove l’intervento di ripristino è ancora in corso. Operatori di AMG Energia al lavoro anche nelle zone di via Iandolino-Partanna Mondello e di Boccadifalco. Un altro intervento di manutenzione ordinaria ad ampio raggio è stato concluso, invece, sull’impianto di illuminazione del Giardino della Zisa. Le attività hanno riguardato la riparazione di un circuito guasto lato area giochi ed interventi di ripristino e verifica delle paline dei viali e delle luci segnapasso che si trovano a bordo della vasca centrale. Nel dettaglio sono stati riaccesi 28 faretti segnapasso, sostituite 25 lampade ed otto portalampada.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
30 lug 2020

DIRETTA |Via Palinuro: aperta la strada che permetterà la pedonalizzazione di Mondello

di Mobilita Palermo

E' in corso di svolgimento la cerimonia di inaugurazione del tratto di completamento della via Palinuro, che collegherà la via Mondello e la via Galatea e che consentirà di raggiungere la borgata marinara con un percorso alternativo a quello attuale, che costeggia il mare. Foto di Giacomo B. che ringraziamo Ulteriori foto che mostrano la strada già aperta e utilizzabile Riportiamo il comunicato stampa: Si è svolta oggi pomeriggio la cerimonia di inaugurazione del tratto di completamento della via Palinuro, che collegherà la via Mondello e la via Galatea, e che consentirà di raggiungere la borgata marinara con un percorso alternativo a quello attuale, che costeggia il mare. Al taglio del nastro hanno preso parte, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando, il presidente della VII Circoscrizione Giuseppe Fiore, gli assessori Maria Prestigiacomo, Sergio Marino e Leopoldo Piampiano e diversi consiglieri comunali. Rispondendo alle domande dei giornalisti, il sindaco ha annunciato che l'isola pedonale sul lungomare di Mondello partirà il primo settembre. "Ad agosto - ha chiarito - monitoreremo l'andamento del traffico con il naturale alleggerimento del lungomare, determinato dalla disponibilità del nuovo percorso, e valuteremo insieme con la Circoscrizione, con i residenti e con i commercianti le modalità di attuazione di tale pedonalizzazione. In particolare, dovremo valutare la possibilità di chiudere tutto il lungomare da Valdesi sino al paese o solo un tratto. Ritengo personalmente che vada presa in considerazione una pedonalizzazione più ampia possibile, come strumento per supportare sia la vivibilità sia le attività commerciali della borgata". Il vicesindaco Fabio Giambrone, che già aveva curato alcuni incontri analoghi nelle scorse settimane, ha affermato che già dalla prossima settimana convocherà tutti gli attori coinvolti per affrontare insieme il tema. Sempre per quanto riguarda la borgata marinara, da lunedì saranno riaperti i due parcheggi Mongibello alto e basso, che erano stati chiusi per ragioni di sicurezza. Infine, anche a Mondello come nel resto della città, saranno attive nuovamente le zone blu da lunedì, ma tutti i pass già rilasciati per la stagione 2019 si intenderanno automaticamente validi per il 2020, mentre quelli nuovi potranno essere richiesti unicamente presso la postazione decentrata di Pallavicino, via Eleonora Duse, 31 – Tel. 091.7409440. La cronistoria dei lavori: - dicembre 2014: il completamento è approvato dal Consiglio comunale su proposta della Giunta. Spesa prevista due milioni di euro, di cui 1,75 dalla Regione e 0,25 dal Comune; - aprile 2015: la Giunta comunale approva il progetto. Il progetto finale è stilato internamente all'Amministrazione; - giugno 2017: il Coime avvia la pulizia dell'area con rimozione del verde; - ottobre 2017: consegna del cantiere alla ditta Condor per l'avvio dei lavori; - gennaio 2018: avvio dei lavori della durata prevista di 8 mesi; - luglio 2018: interruzione dei lavori per necessità di perizia di variante (dell'importo di circa 60.000 euro) per la realizzazione di una soletta di rinforzo della volta del "Ferro di Cavallo", il canale di scolo delle acque piovane che passa sotto l'incrocio fra le vie Palinuro e Mondello; - ottobre 2019: la Regione approva la perizia di variante; - novembre 2019: ripresa dei lavori; - marzo 2020: interruzione dei lavori per Covid; - maggio 2020: ripresa dei lavori; - 30 luglio 2020: inaugurazione.

Leggi tutto    Commenti 18
Articolo
28 lug 2020

Allagamenti | Finanziati 15,3 mln per Mondello e Ciaculli

di Salvatore Galati

Sono stati finanziati 15,3 milioni di euro per prevenire frane e allagamenti nelle borgate di Mondello e Ciaculli. La convenzione per l'utilizzo dei fondi è sottoscritta dal Comune di Palermo e la Regione. Entrambi i progetti, essendo finanziati tramite il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020, dovranno essere completati entro la fine del 2023. Responsabile dell’attuazione degli interventi, dalla progettazione alla esecuzione, sarà il Comune di Palermo. In particolare, il primo intervento quello di Mondello avrà un costo di 3,5 milioni ed il secondo di 11,8 milioni. Quest’ultimo intervento prevede anche una riqualificazione igienico-ambientale ed architettonica della storica “Sorgente della Favara” di origini arabe. “La stipula delle due Convenzioni, che ha subito un leggero ritardo a causa del Covid-19 – spiega il sindaco Leoluca Orlando – mette finalmente in moto tutte le procedure tecniche ed amministrative perché queste due aree, che spesso subiscono allagamenti, possano essere messe in sicurezza. Sono interventi indispensabili e speriamo risolutivi, nella coscienza che da un lato la massiccia cementificazione dei suoli e dall'altro il cambiamento climatico hanno reso estremamente difficile garantire condizioni di sicurezza a tutti i territori, soprattutto quando si tratta di aree come queste che per loro natura sono esposte ad un altissimo rischio idrico". Nella zona di Partanna Mondello, il progetto prevede la realizzazione di 4 vasche in aggiunta a quelle in costruzione, e un bacino di di circa mille metri cubi. Altri interventi sono previsti in via Grotta Partanna con la realizzazione di 4 pozzi drenanti. Più complesso l'intervento previsto a Ciaculli e Croceverde, dove si prevede di realizzare diverse opere per la raccolta delle acque provenienti dai valloni del sovrastante Monte Grifone. Gli interventi, che in parte occuperanno il tracciato dell’ex acquedotto di Scillato in disuso, si estenderanno dalla Discesa dei Mille, lungo la strada per Gibilrossa, fino a via Laudicina, passando in prossimità della Sorgente della Favara, di cui è prevista una riqualificazione igienico-ambientale ed architettonica.

Leggi tutto    Commenti 2

Ultimi commenti