04 giu 2019

FOTO | Passante ferroviario: ripresi i lavori per la costruzione della fermata a Capaci


I lavori di completamento della stazione di Capaci su via Kennedy erano stati consegnati in data 27 Febbraio, da allora poco o nulla si era mosso in zona.

Alcuni cittadini avevano iniziato ad essere diffidente e molti si domandassero che fine avessero fatto i lavori.

Oggi lasciamo parlare le immagini che sono sempre meglio delle parole.

I lavori affidati all’associazione temporanea d’imprese costituita da Cogen Srl, Vi.D.R. Srl ed Eurofer Costruzioni.
L’importo dei lavori della fermata è di circa 3 milioni di euro, dei quali 1,8 milioni per opere civili e 1,2 milioni per l’impiantistica.
Trecento i giorni necessari per completare la fermata, cui aggiungere il periodo necessario per ottenere il rilascio dell’Autorizzazione alla Messa in servizio da parte dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF).

Ringraziamo RFI per le foto:


capaciItalferrmarco falconepalazzopassante ferroviariorfiSegnalatiSISstazione di capacivicolo bernava

12 commenti per “FOTO | Passante ferroviario: ripresi i lavori per la costruzione della fermata a Capaci
  • matteo O. 171
    05 giu 2019 alle 10:25

    Ne aggiungo una anche io: esiste una data prevista verosimile per la conclusione totale dei lavori di raddoppio del passante?

    • peppe2994 3346
      05 giu 2019 alle 10:55

      Risposta per tutti.
      Uno non scrive nulla perché non c’è niente da dire.

      La SIS se ne va, e tutto resta per com’è. Se va bene al massimo, c’è speranza di vedere tra un anno la galleria scavata dalla TBM operativa. Per il resto tutto tace.
      Vicolo Bernava neanche a parlarne, fermata Lazio cancellata, Imera senza speranza, Belgio da riappaltare, quindi se tutto va bene tra un numero imprecisato di anni vedrà la luce.
      Non dimentichiamo anche la soppressione del nuovo svincolo Francia.

      Lo schifo che si è visto e si continua a vedere con questo passante non ha eguali.
      Ci tengo sempre a precisare che al momento, a parte la soppressione dei passaggi al livello, questi lavori hanno portato solo disagi che non accennano a terminare.
      Basta ricordare che con un solo binario a suo tempo i treni per Trapani si attestavano a Pa. Centrale, oggi no per misteriosi motivi.

      • Metropolitano 3561
        05 giu 2019 alle 13:56

        Non esagerare. Comprendiamo il problema delle fermate Lazio e Belgio, della galleria Bernava e della conseguente fermata Imera una volta ultimato lo scavo, ma non vedo a cosa serva un nuovo appalto per mettere il binario e l’attrezzaggio tecnologico ed energetico nella galleria appena scavata dalla talpa Marisol per il raddoppio Notarbartolo-San Lorenzo Colli. Io paventavo un ritardo nel completamento dell’opera, ma non una rescissione dei contratti ad opera quasi finita !!! All’assurdo non c’è limite e per questo va cambiato il codice degli appalti.
        AD OGNI MODO IO SPERO CHE QUESTA SIS DEVA CORRISPONDERE UNA PENALE PER I RITARDI, ANZI PER IL MANCATO COMPLETAMENTO DELL’OPERA E CONSEGUENTI DISAGI ARRECATI. E’ comunque un’opera da completare assolutamente in tempi brevi se non brevissimi, perfino più importante dell’Anello Ferroviario.

        • peppe2994 3346
          05 giu 2019 alle 14:16

          Nessuna esagerazione. Ho scritto solo quella che è la realtà dei fatti.
          Chi ha parlato di nuovo appalto per la galleria ? Quella si farà.

          Comunque non ci sono state rescissioni, ma modifiche in corso d’opera concordate con RFI, dovute all’aumento dei costi dopo 10 anni.

          • Metropolitano 3561
            05 giu 2019 alle 19:41

            La galleria scavata dalla TBM esiste, ma è ancora senza binario. Manca solo questo, e mi sembra superfluo e controproducente fare un’altra gara d’appalto solo per l’armamento ferrato di qualche kilometro. RFI è complice di questo risultato, non lo escludo.
            Invece, data la complicazione, faranno un nuovo appalto per completare l’altra galleria con lo scavo tradizionale, per quei 58 metri di tunnel con annessa opera di mitigazione ambientale sotto via Bernava, e per gli altri F.V. sottoterra relativi alle fermate non ancora realizzate.

  • saverioragusa 96
    05 giu 2019 alle 18:29

    è evidente però che ci sia da parte di RFi una volontà di tenere poco o per nulla informata la cittadinanza sullo svolgimento della situazione e sulla risoluzione di questi lunghi intoppi. Perchè non fare una conferenza stampa o un comunicato ufficiale in cui si comunica lo stato e le soluzioni da applicare in ogni tratto?invece di lasciare a noi cittadini supposizioni su come andrà a finire…

  • pittonic 71
    06 giu 2019 alle 13:32

    allora facciamo domande facili e senza bisogno di appalti: notizie del biglietto unico passante-amat?

    • peppe2994 3346
      06 giu 2019 alle 13:46

      Sì. Notizie chiare e certe.

      Non se ne farà nulla. E’ stato eliminato dalla finanziaria regionale.


Lascia un Commento