27 nov 2017

Atti vandalici davanti al Palazzo di Giustizia


Da poche settimane, lo Skatepark di Palermo, sito in piazza Vittorio Emanuele Orlando, è stato chiuso per atti vandalici e attende il suo ripristino. Oltre questo scempio è stata danneggiata la barriera protettiva della piazza. Delle lastre di vetro, molto spesse, sono state distrutte da alcuni vandali.

Ma come può succedere tutto questo in un luogo sensibile come il Tribunale?


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


barrierecentro storico palermocomune di palermoSegnalatisicurezzaskateparkspazi pubblicitribunaletribunale di palermovandalici

9 commenti per “Atti vandalici davanti al Palazzo di Giustizia
    • giacomo176 27
      27 nov 2017 alle 12:16

      Ci sta dicendo indirettamente che lei è uno dei vandali? Diversamente, non si spiega il suo commento in un articolo in cui si parla di un atto vandalico, che andrebbe condannato a prescindere dal fatto che la struttura vandalizzata piaccia o meno.

      • fedeledisantarosalia 98
        27 nov 2017 alle 12:21

        lei ha problemi seri……IO SONO UOMO DI DESTRA CRESCIUTO CON I VALORI DI DESTRA DI PAOLO BORSELLINO,contro droghe alcool scritte e devasta ..menti tipici della ze…. di sinistra…

        • giacomo176 27
          27 nov 2017 alle 14:00

          Qui l’unico che ha problemi è lei: ha fatto due commenti che, al di là di essere scritti in modo incomprensibile, non si capisce che attinenza abbiano con l’articolo in questione. Faccia pace col cervello, uomo di destra. Ed eviti di tirare in ballo persone che non si definivano di destra, ma semplici difensori della legalità (che non ha colore politico).

  • cnicosia 7
    27 nov 2017 alle 11:17

    Possibile che non ci sia un impianto di videosorveglianza? Dovrebbe essere inserito in ogni nuova opera pubblica. Di per se non risolve il problema perché i vandali sono espressione di ignoranza se non peggio di vera e propria criminalità, ma se non altro potrebbero facilitare l’identificazione di questi soggetti e le conseguenti sanzioni.

  • friz 927
    27 nov 2017 alle 19:13

    ….ovviamente la persona, ubriaca o drogata, che compie atti vandalici andrebbe multata… non ci sono dubbi… ma mi chiedo se uno Skatepark simile sia bello o funzionale…
    …a mio avviso non è bello…. e neanche funzionale…
    …è ovvio che se spendi 4 soldi (se non ricordo male circa 30.000 euro per realizzare uno skatepark in legno) risparmi una bella cifra, ma alla fine qual è la sua durata e qual è il suo impatto estetico?
    L’impatto estetico è negativo… in una piazza molto brutta hanno messo uno skatepark altrettanto brutto…
    …sì… è vero che realizzandolo in legno hanno risparmiato molti soldi… ma spesso mangi quello che paghi…
    In molte parti del mondo gli skatepark vengono realizzati in muratura, ovviamente a costi superiori, e in certi casi sono anche belli a vedersi… infatti se vengono interpellati studi di architettura adeguati i risultati estetici sono anche notevoli…
    ….se tu vai da un Grande architetto e gli chiedi di progettarti uno skatepark ovviamente spendi cifre alte… però alla fine potresti rendere la tua città più bella…
    Inoltre ovviamente uno skatepark in legno non può durare molto…. il legno è un materiale bellissimo, ma che si usura sotto la pioggia…. ed inoltre se viene sottoposto a continui passaggi di gente con lo skatebord non durerà per sempre… ovvio…

  • Maruhn 2
    12 dic 2017 alle 14:07

    Scarsa attenzione da parte della nostra galassia di forze dell’ordine (Polizia Municipale, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza ecc.): una volta di pomeriggio mi è stata vandalizzata e danneggiata la bici legata a un palo nel tentativo di rubarla a 10 metri di distanza dall’ingresso del Palazzo di Giustizia in una zona videocontrollata e presidiata… Che dire!


Lascia un Commento