02 nov 2016

FOTO | Bruciati decine di cassonetti in Via Dei Cantieri. Nessuno ha visto nulla?


Vogliamo riportare il seguente comunicato del Comune di Palermo affinchè si possa far luce su questo spiacevole oltre che gravissimo atto.


Come si può dar fuoco a decine di cassonetti solo per il piacere di farlo? Perché farlo?
E se qualcuno ha visto, perché sicuramente qualcuno ha notato il tutto, perché non ha subito allertato la polizia?
Probabilmente c’è chi preferisce rischiare che la propria macchina posteggiata vicino ai cassonetti vada a fuoco piuttosto che allertare le forze dell’ordine, o c’è chi preferisce gettare l’immondizia in mezzo alla strada piuttosto che nei contenitori appositi.

Ci auguriamo che questi episodi possano essere arginati e possano diminuire drasticamente. Palermo non si merita questi episodi!

Ieri notte sono stati bruciati alcuni dei cassonetti nuovi collocati nei giorni scorsi in via dei Cantieri in sostituzione dei vecchi, per venire incontro alle esigenze rappresentate dai cittadini della zona.
Operatori Rap sono intervenuti già nelle prime ore del mattino per ripulire i siti dove sono avvenuti i roghi.
A darne notizia il presidente della Rap Roberto Dolce, che dichiara:
‘Amareggia e indigna scoprire che stanotte due postazioni di cassonetti nuovi di zecca da 1.700 lt sono stati presi di mira da vandali balordi solo per il gusto di danneggiare un bene comune e danneggiare l’immagine del quartiere. Poiché la zona non è nuova a questi episodi, auspichiamo che tramite le indagini che vorranno disporre a seguito della nostra denuncia, le Forze dell’ordine riescano a identificare i colpevoli. Sono comportamenti che rischiano di vanificare gli sforzi che l’azienda sta compiendo per migliorare la qualità degli spazi collettivi pubblici sia in termini di igiene ambientale che di arredo con il posizionamento di centinaia di cassonetti e cestini nuovi’.
L’episodio è condannato dal Sindaco che invita i cittadini ‘a segnalare e denunciare comportamenti criminali e vandalici compiuti da pochi incivili ma di cui pagano le conseguenze tutti.’
Rap ha dato mandato ai suoi uffici di procedere alla denuncia contro ignoti per danneggiamento e auspica che gli investigatori con il ricorso alle numerose telecamere presenti in quella zona possano rendere giustizia individuando i colpevoli e punendoli.


cassonetti bruciatiimmondiziarapSegnalativia dei Quartieri

5 commenti per “FOTO | Bruciati decine di cassonetti in Via Dei Cantieri. Nessuno ha visto nulla?
    • Irexia 675
      04 nov 2016 alle 19:13

      A me è capitato un paio di volte di passare di là a notte fonda e di trovare in fiamme quella postazione, chiamati i vigili scoprivo che erano già stati avvisati… Certo che c’è speranza!

  • xerses 2
    02 nov 2016 alle 10:34

    Sto li di fronte. Da 13 anni. Il fenomeno è perpetuo e ciclico. Gli attacchi avvengono solitamente all’imbrunire. Chiamo sempre il 118 che interviene tempestivamente (15 minuti max). Non avete idea di quanto tempo passo affacciato al balcone armato di macchina fotografica (e cesta di limoni) per cercare di beccare questo maledetto che costringe me la mia famiglia ed un intero quartiere a respirare lo schifo generato dall’incendio. Nota a margine: I cassonetti fino a 3 gg addietro erano 8. Adesso solo 3. Nuovi di zecca. Distrutti (vedi foto). Altri 3 li hanno ubicati a largo villaura. 3 cassonetti per me sono assolutamente insufficienti.
    Il fenomeno è poi anche più esteso poiché questa è una discarica a tutti gli effetti.
    Basterebbe UN PRESIDIO CIVETTA VVUU PERMANENTE dalle ore 18 alle 24 e la storia finirebbe.
    Volete gli orari? Dalle 18 alle 19:30 i fruttivendoli abusivi che stanno alle spalle di via dei cantieri i quali “sdivacano” quintali di merce invenduta. Dalle 20 alle 23 e dalle 02 alle 04 abbiamo sia dei ragazzi di colore che panormosauri e anche loro “sdivacano” vernici, piastrelle, mobilia, letti, materassi. E dalle 19 alle 21 abbiamo l’incendiario che manifesta la sua arte occasionalmente. Ogni sera e dico ogni sera quest’angolo è indescrivibile. Mi metto sempre nei panni degli operatori RAP che intorno la mezzanotte raccolgono e puliscono TUTTO sempre in maniera impeccabile.

    • danyel 387
      02 nov 2016 alle 11:45

      Con le leggi-barzelletta che ci sono in Italia, questo genere di atti, piuttosto che diminuire, andranno sempre più aumentando .. delinquenza, immigrazione incontrollata, microcriminalità, zone della città dove la polizia non può neanche avvicinarsi … quindi … e questo avviene ovunque, non soltanto a Palermo!

  • Claudio Ferrara 11
    03 nov 2016 alle 14:24

    L’unica vera soluzione è passare alla raccolta differenziata porta-a-porta. Niente cassonetti = niente appoggi per “sdivacare” altro = niente incendi. E non venitemi a dire che non si può fare perché al Sud non c’è la mentalità. A Catania la stanno implementando e quest’anno, nella Top Ten dei Comuni Ricicloni di Legambiente, ci sono 5 comuni del Sud su 10 (4 in provincia di Salerno e 1 di Cosenza), inclusi il primo, secondo e quarto posto.


Lascia un Commento