02 set 2016

FOTO | Viale Regione: Si torna ai 70km/h, nuova battaglia vinta dai cittadini


Ancora una volta i cittadini l’hanno avuto vinta e tramite l’ordinanza n° 1030 del 02 Settembre è stata modificata la precedente ordinanza che modificava i limiti di velocità su viale regione siciliana da 70km/h a 50km/h.


EDIT: Aggiunto il cronoprogramma dei lavori

Tutto ha inizio qualche settimana fa, quando il comune dopo una sentenza che l’ha costretto a risarcire 600 mila euro per un incidente stradale avvenuto su Viale Regione Siciliana a causa di alcune radici degli alberi che hanno causato il dissesto della sede carrabile si è trovato a dover operare dei lavori per migliorare la situazione attuale ed evitare una pioggia di ricorsi.

Vengono quindi ridotti i limiti di velocità da 70 a 50 km/h e tarati anche gli autovelox per permettere l’avvio dei lavori in sicurezza.
Il popolo insorge sul web ma non solo con proteste su tutti i social network etichettando il provvedimento come provvedimento per far cassa o come ingiustificato.

Duemila sono le multe pervenute al comando della polizia municipale di Via Dogali a pochi giorni dal cambio limite di velocità.

Ma ecco la svolta, questa mattina dopo una nuova ordinanza limita la velocità solo nei tratti dove sono in corso i lavori eccezion fatta per il Ponte Corleone dove il limite è imposto a 30km/h a causa dell’instabilità dello stesso e nel tratto Mineo – Perpignano che era stato imposto a seguito degli incidenti mortali avvenuti.

Intanto però questa mattina un sopralluogo effettuato dal giornalista Roberto Immesi di LiveSicilia ha dimostrato che questo retro-front era ampiamente evitabile. Vi riportiamo la sua esperienza:

Questa mattina, alle 11.04, partiamo dalla rotonda Oreto percorrendo la carreggiata centrale in direzione Trapani. Il traffico è scorrevole, anche se le automobili procedono a velocità contenuta, grazie anche all’autovelox mobile posto poco prima dell’uscita Bonagia. Gli unici operai della Rap all’opera sono nella parallela di viale Regione, nel tratto iniziale che poi porta a via Albiri: una ventina di maestranze sul posto, intente a manovrare i mezzi mentre le auto scontano qualche rallentamento.
All’altezza del ponte Corleone il limite si abbassa a 30, per i problemi di stabilità della struttura: qui la circolazione è veramente lenta, anche se restiamo sorpresi nel notare una vecchia Fiat 500 sorpassarci a destra usando la corsia d’emergenza. Code significative si notano soltanto nella parallela, prima dell’uscita per via Leonardo Da Vinci: qui gli incolonnamenti sono considerevoli, ma non riguardano la carreggiata centrale. L’arrivo, all’altezza del sovrappasso Lazio, fa segnare le 11.19. Da lì in poi il limite torna a 70 chilometri orari.
Proviamo a fare il percorso inverso. Quando superiamo Lazio, sono le 11.22: anche qui il traffico scorre senza problemi. Si notano però, sulla sinistra, alcuni cartelli che delimitano piccole aree dissestate dalle radici, sia all’altezza di Salamone & Pullara che del nuovo Mediaworld. L’arrivo alla rotonda Oreto avviene alle 11.36.

Ancora una volta l’amministrazione comunale non solo ha dimostrato il poco pugno duro su alcuni provvedimenti, ma ha anche dimostrato che l’ordinanza poteva essere migliorata in partenza evitando disagi, multe, lamentele e sopratutto mantenendo un clima disteso.

Ecco il provvedimento

Ordinanza Viale Regione

E una galleria di immagini:

Ecco il cronoprogramma dei lavori:

RAP Cronoprogramma lavori radici Reg. Siciliana


cavalcaviacirconvallazionecomune di palermodecoro urbanointerventilavorimanto stradalemobilita palermonuovo asfaltoraprifacimento manto stradaleSegnalatisicurezza stradalevia ernesto basileviadottoviale regioneviale regione siciliana

10 commenti per “FOTO | Viale Regione: Si torna ai 70km/h, nuova battaglia vinta dai cittadini
  • Orazio 741
    02 set 2016 alle 17:29

    Visto che date l’occasione, Livesicilia, a differenza di quello che cerca di fare (una volta ci riusciva) Mobilitapalermo, fomenta ribellione, quando non odio, verso chiunque ricopra una carica o amministri la cosa pubblica. Sulla vicenda del limite di velocità sono stati come al solito disgustosi, al punto di dover rimpiangere i peggiori GdS o La Sicilia d’epoca, che erano vergognosi, ma almeno sapevano scrivere .

    Mi si scusi l’off topic, però davvero aveva ragione Benigni quando vi ha presi tutti per i fondelli davanti al mondo intero, i palermitani, con la vicenda del ciaffico, e questo – stavolta – vale anche per Mobilitapalermo.

    Firmato: un palermitano dissociato.

    • Palerma La Malata 277
      02 set 2016 alle 19:57

      1. Cooosaaa? Giornalino Di Sicilia sapeva scrivere?
      Sì ma con una capacità informativa, di scrittura ed espressiva pari a quella di mio figlio di 7 anni!

      2. Comune di Palermo e Polizia Municipale siete tutti delle pappemolli!

    • medoro 132
      06 set 2016 alle 18:51

      Quindi Orazio, deduco che tu sei uno di quelli che percorrono tutta viale regione siciliana alla velocità massima di 50 Km/h con (rare) punte di 70 Km/h e senza superare neanche i 30 Km/h imposti in parecchi tratti…. quindi guidi cosa? Un carretto siciliano? Perché dai, diciamocelo chiaramente che questi limiti sono assurdi. Io mediamente la percorro a 80 Km/h e sfido qualunque guidatore che non sia la vecchietta col cagnolino nel lato passeggeri a fare diversamente. Eppure in 20 anni di guida a palermo non ho MAI avuto un solo incidente. Fortuna, o magari la cosa più importante è mantenere la distanza di sicurezza, e rallentare opportunamente quando c’è troppo traffico? Sono limiti RIDICOLI che sono impossibili da rispettare tant’è che NESSUNO lo fa, neanche chi li ha imposti. Inoltre sono anche diseducativi perché data la loro assurdità non solo non vengono rispettati, ma spingono anche a pensare che non servano a nulla, quindi quando magari vedi un limite che ha effettivamente ragione d’essere tendi a non rispettarlo, o quantomeno a “sottovalutarlo”, è un po’ la favola di quello che gridava “al lupo al lupo”.. la circonvallazione la puoi tranquillamente attraversare quasi tutta anche a 90 Km/h (salvo lavori o tratti particolari ), quando è libera ovviamente, mantieni la distanza di sicurezza (cosa che il 90% dei palermitani NON fa), rallenti non appena vedi traffico, e non fai sorpassi azzardati, insomma basta solo saper guidare con criterio (e prendere la patente dovrebbe supporre questo..). Ma certo con quel limite di velocità è molto più difficile “fare cassa” con le multe, e se avviene un incidente a causa , che so, di una buca non segnalata né tantomeno prontamente riparata è molto più difficile far ricadere la colpa sul guidatore perché magari superava la folle velocità di 30 Km/h…

  • danyel 378
    02 set 2016 alle 19:43

    Certo .. dopo che mezza Palermo ha protestato! .. Ma loro pensano che i cittadini siano stupidi e fessi, tutto qui!
    Mi auguro facciano la manutenzione che non hanno fatto in tutti questi anni … lungo Viale Regione Siciliana ci sono punti in cui radici fuoriuscite dall’asfalto sono diventate alberi .. per non essere mai state tagliate e a causa di una quasi totale assenza di manutenzione ordinaria … Adesso devono fare un LAVORONE!!

  • Giuseppe1 2
    02 set 2016 alle 23:50

    Non riesco a capire perchè hanno ridotto il limite di velocità sulle corsie principali di Viale Regione se poi stanno lavorando sulla bretella laterale tra la rotonda Oreto e lo svincolo Bonagia, i cantieri erano ben protetti dalla regolare segnaletica sulla apposita corsia. Cinquanta metri più avanti vi era posto un Autovelox mobile, controllava la velocità sulla corsia centrale. ore 12,45 circa.

  • belfagor 352
    03 set 2016 alle 3:28

    Non ci voleva molto per capire che tale provvedimento era sbagliato. Francamente non so se serviva a “fare cassa” o per preservarsi dalle possibili cause di rimborso per i danni subiti a causa del manto stradale disastrato , però vorrei ricordare che mesi fa la circonvallazione è stata “attenzionata” dalla RAP, dalla GESIP ecc. ecc. per un intervento di ” manutenzione straordinaria” presentato in pompa magna dal nostro sindaco. Allora nessuno si accorse che il manto stradale era dissestato ? E mai possibile che le radici dei Pini, in pochi mesi hanno reso il manto stradale pericoloso?.

  • peppe2994 2798
    03 set 2016 alle 10:15

    Non capisco la provocazione dell’articolo. Cioè non era necessario riportare il limite a 70 e 50 andava bene?

    Da Oreto a Lazio sono 9 km. Con un limite di 50 km/h si percorrono in 10,8 minuti. A 70 in 7,7 minuti. Poco più di 3 minuti di differenza, che su 9 km sono una enormità.

    Non capisco se per Live Sicilia 15 minuti sia un tempo accettabile, perché secondo me è follia. 15 minuti sono una velocità media di 36 Km/h, di gran lunga inferiore ad un viaggio in altre arterie cittadine.

    Comunque, tutto risolto, vorrei solo capire perché c’è voluto tipo un anno prima che si rendessero conto che le radici dei pini avevano distrutto tutto…

  • Gaetano Fontana 1
    04 set 2016 alle 12:26

    Ci voleva una laurea per capire che era sbagliato !
    Un metodo per fare cassa , sempre a discapito del cittadino ! Se davvero vogliono punire trasgressori o furbetti delle situazioni , basta piazzare telecamere fisse lungo le corsie d’emergenza che sono invase da veri furbetti stradali che sfrecciano a velocità sostenuta per loro in corsia preferenziale ( corsia per furbi ) e non vengono mai presi !
    Un suggerimento che ho fatto milioni di volte

    • peppe2994 2798
      04 set 2016 alle 12:58

      Per diversi mesi hanno impegnato una pattuglia per multare chi si trovava in corsia di emergenza. Non è vero che non se ne occupano.

  • fabio77 700
    04 set 2016 alle 14:37

    A quanto pare i cartelli con il limite 70 km/h verranno riposizionati martedì prossimo.
    Quindi stiamo tutti attenti perchè sicuramente per oggi e lunedì il limite rimane a 50 km/h.


Lascia un Commento

Ultimi commenti