09 nov 2015

Rissa via Chiavettieri, denunciati i primi 3 giovani


La Polizia ha denunciato 3 ragazzi che hanno partecipato al rissa avvenuta in via Chiavetteri, alle 4 del mattino e che ha coinvolto circa 20 persone. I giovani sembrerebbe siano stati segnalati dai medici del Bucheri la Ferla, dove si erano recati per le ferite riportate durante la rissa. La polizia sta risalendo agli altri partecipanti della rissa, grazie ad altre telecamere.

Ma la domanda principale non può che essere la seguente: il problema era il recente regolamento della Movida? O affrontare il prossimo regolamento sulla zonizzazione? Oppure bisogna discutere e attuare un piano per la sicurezza pubblica, con un coordinamento Interforze guidato da Comune e Prefettura?

O riproporre l’operazione Vespri Siciliani in città, visto che qui si c’è un serio problema di ordine pubblico. A voi i commenti

 

 

 


comune di palermocorso Vittorio Emanuelemovidamovida palermonightlifeoperazione vespri sicilianirissarissa via chiavettierivia chiavettierivucciria

17 commenti per “Rissa via Chiavettieri, denunciati i primi 3 giovani
  • sanso 38
    09 nov 2015 alle 7:33

    Secondo me non ci sono seri problemi,in città in quanto proprio di sabato gira tanta polizia e vigili.Sono dei tristi eventi che purtroppo possono capitare e che subito la polizia ha saputo arginare…..io lo definirei un caso sporadico di violenza,il problema sarebbe se accadesse ogni sabato.Aspettiamo l ordinanza sulla movida cosi si sistema tutto e sarà più semplice per tutti lavorare e vigilare

  • huge 2107
    09 nov 2015 alle 12:17

    Si parla di rissa, ma dalle immagini io vedo dei teppisti che scaraventano sedie contro le vetrate di due esercizi commerciali. S’è capito cos’è successo realmente? C’era un secondo gruppo all’interno degli esercizi commerciali, motivo per cui quelli fuori attaccavano? O s’è trattato unicamente di un gruppo di fuori di testa che ha deciso di creare il caos vandalizzando e distruggendo senza motivo il primo posto che gli è capitato sotto mano?

    Episodio comunque che va preso per quello che è. Un episodio di follia. Quando mai s’era sentito di situazioni del genere a Palermo? Non mi sembra sia il caso di farne un problema di ordine pubblico, perché non ne vedo gli estremi. Dovesse ricapitare, allora ne riparliamo.

  • Riccardo S. 2
    09 nov 2015 alle 12:29

    Di sicuro dalle immagini non si vede alcuna rissa, episodi del genere non nascono senza un motivo. Di certo si evince l’assenza delle forze dell’ordine. Forse troppo impegnate a multare le auto qua e là nel centro storico.

  • kutra 37
    09 nov 2015 alle 12:40

    Ero nel locale di fronte e improvvisamente si è scatenato l’inferno. Non conosco il motivo della rissa, ma si tratta di animali che non hanno nulla a che vedere con il popolo della notte che vuole andare a bere e divertirsi.
    Non vado a rompere le vetrate di un locale per una parola di troppo, nemmeno dopo 10 birre. Animali, punto.
    La strumentalizzazione della rissa è abbastanza divertente: è necessario attuare il regolamento sulla movida per evitare episodi del genere. Ma che c’entra?? Il regolamento non impedisce ad un commando di idioti di fare atti vandalici, su richiesta dell’amichetto di turno che è stato offeso.
    @riccardo s. : la polizia è arrivata dopo 5 minuti, evitiamo inutile demagogia

  • trinacria82 13
    09 nov 2015 alle 15:01

    Ovviamente non voglio generalizzare,ma quando leggo un serio servizio di forze dell’ordine mi viene da ridere!
    Io frequento i chiavettieri da anni,fra lì e la vucciria c’è una rissa ogni sera,ma io le uniche voltanti che vedo in giro a palermo sono quelle che si fermano a parlare con prostitute o fare posti di blocco fermando “casualmente” solo ragazza sole!
    Quella zona è priva di controlli,ed è assurdo se si pensa che vi sono risse continue, tutto questo illudendomi nel credere che in un posto frequentato ogni sera da migliaia di persone non ci sono ragazzi appartenenti alle forze dell’ordine in borghese!

  • trinacria82 13
    09 nov 2015 alle 15:45

    Mi fa piacere che sei un tipo allegro, ma ti smentisci da solo…dato che è successo e non c’era nessuno pronto ad intervenire.

  • Marcello Vitaliti 1
    09 nov 2015 alle 17:41

    La vergogna non sono questi o altri balordi che ormai imperversano indisturbati ma la gestione della città che non esiste. Forze dell’ordine insufficienti, polizia municipale che fa da esattore o per meglio dire gabelliere, nessuna iniziative volte a migliorare il rispetto di tutto ciò che abbiamo attorno. Regolamentare la movida? Si sì faccia pure ma il far west palermitano non è solo la sera e anche durante il giorno, sei morti nelle strade in 4 giorni é un bel record d’inciviltà. Grazie sindaco grazie assessori, grazie ai tanti deputati regionali, nazionali e senatori palermitani che non avete alcun amore per la vostra città. Un cittadino innamorato della propria città e libero pensatore.

    • Jerax 33
      11 nov 2015 alle 14:27

      In questo blog leggo solo di gente che si lamenta delle istituzioni e basta… Si lamenta se i vigili fanno multe, si lamentano dei morti sulle strade dando la colpa alle istituzioni… La colpa è sempre dei piani alti,mai dei piani bassi…Si ci lamenta della polizia che non ci sta…E bla bla bla… Sapete solo lamentarvi!! Sempre a guardare l’orto del vicino e mai il vostro che è deserto da anni…!!!

      Le forze dell ordine insufficienti è un problema dell’italia(e non solo) non della sicilia. Mancano i fondi ovunque non solo a Palermo. La polizia municipale palermitana è da considerarsi “Santa”, perche se lavorasse come lavora al nord italia, dareste il vostro stipendio in multe tutti i mesi, Ma vi lamentate anche di questo. Nessuna iniziativa volta a migliorare? ed il tram? e le zone pedonali che stanno arrivando(e vi lamentate anche qui) quando al nord esistono da 20anni? E meno male che ami palermo O.o … Pero lamentati degli assessori e compagnia bella…perche è loro la colpa della gente senza casco(ma se il vigile vi multa è lui lo stronzo) o è di loro la colpa che non abbiate idea di come funzionano i segnali stradali(stop e precedenza servono per abbellimento non per regolamentare il traffico a palermo). E’ colpa di loro se nessuno e dico nessuno sa come funziona una cavola di rotaria, a chi dare o non dare la precedenza. E’ colpa loro se usate la 2fila e 3fila come se fosse parcheggio privato…è sempre e solo colpa di loro. Se al nord ci sta la civilità(ma neanche qui è paradiso)lo è in primis per la gente che ci vive e non per le istituzioni…

  • loggico 366
    11 nov 2015 alle 15:15

    Sopporto tutto.. ma definire santa la polizia di palermo no!!!!
    1400 agenti e solo 50 per strada..santa??????????
    Non scriviamo bugie.. ci si informi quanti sono gli agenti a bologna firenze genova.. ma anche a napoli
    quanti stanno in ufficio e quanti lavorano per strada..
    E magari se chi lavora in ufficio lavora pure coi turni per strada..
    2000 persone lavorano in via dogali.. posso sapere cosa fanno?
    e’ vero e’ una giungla ma se metti tutti i vigili in citta angolo per angolo voglio vedere se le cose non funzionano…
    Il sindaco per primo dovrebbe intervenire..

    • Jerax 33
      13 nov 2015 alle 14:11

      Penso di aver scritto in italiano…non in Greco antico :)

      A parte che mi riferivo alla polizia municipale e non il corpo di polizia. E poi l’ho definita “santa” sul quantitativo di multe che emette. Visto che ci stava qualcuno che si lamentava che ne faceva tante, ho risposto che rispetto al nord, la MUNICIPALE è da considerarsi “SANTA” in quanto ne emette un quantitativo sicuramente inferiore e ne lascia correre ancora di piu. Al nord prendi la multa per la ruota fuori dalla striscia BLU di 20cm… a palermo puoi parcheggiarla in curva opposta al senso di marcia, lasciarla li 3 settimane e non ricevere neanche per errore una multa.

  • drigo 404
    13 nov 2015 alle 16:42

    Anche se si blindasse la città, ci vorrebbero per lo meno 15 anni per avvertire un minimo cambiamento nell’aria. Il problema di Palermo è molto semplice: è una città la cui popolazione è costituita per la maggior parte da selvaggi.
    Solo la scuola, la cultura e l’educazione civica sono strumenti utili per cambiare gli usi e costumi di un popolo. Senza quelle, la repressione da sola acuirebbe enormemente il problema, senza risolverlo alla radice. Anzi… certi comportamenti si moltiplicherebero.
    Per intenderci, il problema non è che chi vive alla Zisa entra al castello in motorino: il problema vero è che ci entra perchè non capisce (e non può, dato che non sa nemmeno cos’è) il valore di quel luogo. Perchè? Perchè nessuno gli ha mai spiegato cosa sia.


Lascia un Commento