04 nov 2015

Dal 1 Gennaio 2016 corsie preferenziali a pagamento, ma per i consiglieri gratis


Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa la regolamentazione del transito veicolare lungo le corsie preferenziale che diverrà a pagamento per alcuni veicoli.

 

L’Ufficio Mobilità, revocando l’OD n.39 del 14 gennaio 2005, ha emesso una ordinanza di regolamentazione del transito veicolare delle corsie riservate, che sarà in vigore dal 1° gennaio. 

Potranno circolare su corsie riservate e senza alcuna autorizzazione ed esclusivamente per motivi di servizio, individuabili da logotipo o altro, i seguenti veicoli: 

Veicoli adibiti al traporto pubblico collettivo urbano (AMAT Palermo) e veicoli adibiti al soccorso di detti mezzi di trasporto, compreso le autogru in uso alla stessa Amat; Veicoli di trasporto pubblico non di linea; Taxi; Veicoli di autonoleggiatori con conducenti, siano essi con licenza rilasciata dal Comune di Palermo o da altra amministrazione comunale; Veicoli del CarSharing Palermo; Veicoli al servizio di persone invalide detentrici dello speciale contrassegno, con la persona titolare del contrassegno a bordo del veicolo; Veicoli dei servizi di Polizia; Veicoli che espletano servizi di Polizia Stradale; Veicoli della Protezione Civile; Veicoli delle Forze Armate in servizio d’ordine pubblico; Veicoli dei Servizi Antincendio; Autoambulanze; Automezzi degli ospedali e cliniche private solo in caso di comprovato trasporto finalizzato a scongiurare pericolo sanitario; Veicoli di scorte autorizzate con personalità a bordo; Veicoli di proprietà di enti territoriali di rappresentanza circolanti per motivi istituzionali di servizio esclusivamente con la personalità a bordo; Veicoli con a bordo i Consiglieri Comunali per tutta la durata della loro carica muniti di apposito logo esposto.

Ai seguenti veicoli, per il transito sulle corsie riservate, è invece richiesta l’autorizzazione e il contestuale rilascio del Pass (procedura da richiedere ed effettuare entro il 31 dicembre 2015 e dovrà essere esposto sul parabrezza in oroginale), che sarà rilasciato dall’Ufficio Mobilità Urbana a titolo oneroso di 300 euro, oltre il versamento dei diritti di istruttoria (15 euro): 

Veicoli di rappresentanza appartenenti ad enti pubblici non territoriali, con la personalità a bordo; Veicoli di rappresentanza appartenenti al Corpo Diplomatico ed ai Consolati, con la personalità a bordo; Veicoli di Istituti di Credito e Società similari che si occupano di trasporti valori e solo per trasporto valore con valori a bordo; Veicoli delle autolinee private in concessione che svolgono regolare servizio di linea; Veicoli di trasporto turistico; Veicoli delle Poste italiane adibite al trasporto della posta; Veicoli di Società private adibiti al trasporto della posta; 

Il Pass, ma soltanto con il versamento soltanto dei diritti di istruttoria (15 Euro), è obbligatorio per i seguenti veicoli in transito su corsie preferenziali esclusivamente per motivi di servizio:  

Veicoli adibiti al trasporto dei disabili e/o dializzati appartenenti a Società O.N.L.U.S. o similari; Veicoli adibiti al trasporto collettivo di scolari/studenti, appartenenti ad Istituti Scolastici Statali, Provinciali, Comunali ed a Istituti parificati; Veicoli che circolano per comprovati motivi di sicurezza, vigilanza del territorio o che circolano con personalità a bordo che gode di misure particolari di sicurezza;

 

“Poniamo in essere un regolamento votato dal Consiglio comunale nel 2010  che disciplina il transito sulle corsie preferenziali e mai esecutivo – ha detto l’Assessore alla Mobilità, Giusto Catania -. Dal 1 gennaio 2016 tutti gli autorizzati dovranno esporre un pass che sarà rilasciato dall’ufficio mobilità urbana secondo le modalità e le tariffe decise dal consiglio comunale.

Questo provvedimento – sottolinea Catania – servirà a mettere ordine all’uso della corsia preferenziale, dato che non si può comprendere chi effettivamente è autorizzato al transito. Ovviamente il pagamento può essere anche un deterrente al transito così da evitare che i mezzi del trasporto pubblico debbano essere ostacolati da mezzi che non hanno titolo a circolare sulle corsie riservate”.


comune di palermoconsiglio comunale palermocorsie preferenzialimobilita

10 commenti per “Dal 1 Gennaio 2016 corsie preferenziali a pagamento, ma per i consiglieri gratis
  • Giulio Di Chiara 70682
    04 nov 2015 alle 12:44

    15€ mi sembra veramente poco. Soltanto con le linee turistiche rischiamo di riempire le corsie preferenziali e limitare molto il transito del trasporto pubblico.
    Non so..

  • Fabio Nicolosi 48431
    04 nov 2015 alle 18:03

    Io vorrei capire come mai l’amministrazione comunale ritiene prioritario lo spostamento di un consigliere comunale rispetto ad un flusso di turisti tutti all’interno di un solo bus.

    • Fulippo1 1343
      04 nov 2015 alle 18:29

      Lasciando perdere i bus turistici, a me pare assurdo che si ritenga prioritario lo spostamento di un consigliere, in ogni caso.

  • peppe2994 2856
    05 nov 2015 alle 8:06

    Fatemi capire, quindi per gli anziani c’è questo sbattimento di dover andare in ufficio e pagare €15?
    Della serie come rendere la vita impossibile alle persone e fare cassa.
    Come osano parlare di decongestionamento delle corsie quando nessuno si prende il disturbo di multare tutte le auto IN SOSTA nelle corsie preferenziali? Che poi quali sarebbero, quelle senza cordoli e con le strisce completamente sbiadite ed assenti a tratti?

    Come sempre non si guarda mai ai problemi veri.

  • marcus 171
    05 nov 2015 alle 9:09

    Leggere prima di rispondere:
    1) Sono tutti mezzi che già viaggiano nelle corsie preferenziale e Gratis, quindi non capisco cosa si intaserà di più

    @Giulio: 15€ è solo per ONLUS e varie, i Pullman turistici ne pagheranno 300 €, e comunque come già detto ci viaggiano gratis ad oggi
    @Basilea: Non capisco il commento: “Fottere gli autobus urbani” ? Continueranno a viaggiare gratis (Urbani = SOLO AMAT) e non troveranno alcun mezzo in più (anzi qualcuno in meno dato che magari qualcuno per non pagare non le userà)
    @Peppe2994: Gli anziani in quanto tali non hanno alcun diritto di viaggiare nelle corsie preferenziali, se disabili non hanno bisogno di alcun Pass aggiuntivo, né dei 15€ né di alcuno sbattimento

    E’ sicuramente un modo di fare cassa e di decongestionare le corsie preferenziali, dato che oggi ci viaggiano praticamente tutti i soggetti indicati nell’ordinanza ma gratis e senza regole; sui consiglieri poi mi sembra il minore dei privilegi e dato che sono consiglieri della stessa amministrazione comunale (e che si specifica “per motivi di servizio”) non mi sembra un “benefit” (che neanche è tale) così assurdo

    Venghino signori venghino alla fiera della polemica gratuita…

    • Full1960 6
      06 nov 2015 alle 14:28

      Mi meraviglio di te!
      Questo blog tanto utile nel diffondere notizie riguardanti la città e per chi ci vive, fa sorridere (per dirla gentilmente) nei commenti. C’è un obbligo sottinteso lamentarsi di tutto e di tutti.
      Come hai scritto all’inizio del tuo commento, alcuni manco leggono l’articolo forse si fermano al titolo.
      E via con critiche, polemiche, giudizi, battibecchi, fantasie a dir poco infantili, chi la vuole cotta e chi la vuole cruda, e chi più ne ha più ne metta.
      Una cosa mi sono sempre chiesto, questi commentatori rispettano le regole al 1000×1000?
      Prima di scrivere hanno mai verificato se all’interno delle loro famiglie tutti rispettano le regole?
      Perchè tu commentatore potrai essere “integerrimo” nel non posteggiare in doppia fila o nel rispettare il codice stradale o ancora nel pagare il biglietto sull’autobus (tutte cose sacrosante), ma ti sei mai chiesto se il tuo congiunto paga la “munnizza” correttamente, o il canone RAI, oppure se fa ricorso ad un amico per prenotare una visita medica o anche semplicemente per saltare la fila. Perchè anche questo è malcostume!
      Ahi ahi!!

  • Fulippo1 1343
    05 nov 2015 alle 11:37

    Quello dei consiglieri è un capitolo a parte, come dici tu probabilmente è il minore dei privilegi ma è anche l’ennesimo.
    Per il resto sono assolutamente d’accordo, mi sembra tutto abbastanza corretto.
    Il problema rimane sempre quello dei controlli, che se non intensificati, renderanno nulla l’ordinanza ed il regolamento.

  • The.Byfolk 43
    05 nov 2015 alle 15:46

    Er i consiglieri il problema è morale!! Bastava farli pagare per avere il servizio è sarebbe stato tutto più normale. Invece si è scelto di regalare loro questa possibilità.

  • The.Byfolk 43
    05 nov 2015 alle 15:48

    Considerato che è lo stesso consiglio comunale che ha approvato la delibera la cosa appare come un sopruso ed un privilegio a se stessi


Lascia un Commento