19 mar 2014

Altarello, il prolungamento di Via Belvedere


Oggi vorrei farvi conoscere questa idea che ho in mente da molti anni. Si tratta del prolungamento di Via Belvedere (zona Altarello). In passato si è parlato spesso di questa possibilità ma non è stata mai realizzata.

Quella segnata in rosso, è la strada da creare che dovrebbe partire da via Pitrè per terminare in via G. Evangelista Di Blasi anche utilizzando una strada attualmente senza uscita, così da collegare velocemente via L. Da Vinci. Si potrebbe prolungare anche l’altro pezzo di strada mancante poco più a destra (via San Domenico Savio).
Il terreno sul quale si andrebbe a lavorare è privo di immobili e strutture che richiederebbero difficili espropri. Parte del terreno è sicuramente appartenente all’aeroporto di Boccadifalco (di spazio ne hanno a sufficienza).

Da quest’altra immagine si può vedere che l’attuale via Belvedere è larga circa 5 metri (ci passano 2 macchine appena) e non ci sono parcheggi, si dovrebbe quindi allargare la stessa di diversi metri (sempre sul terreno dell’aeroporto).
Di sicuro si avrebbero benefici sul traffico che verrebbe alleggerito  lungo la corsia laterale di Viale Regione Siciliana e presso gli svincoli Pitrè e L. Da Vinci.
Che ne pensate?


boccadifalcoinversione marcia via pitrèstradavia belvedere

12 commenti per “Altarello, il prolungamento di Via Belvedere
  • peppe2994 2833
    19 mar 2014 alle 7:12

    Che è un’ottima idea.
    Sarebbe una delle tante strade che a Palermo servirebbero, in molte zone c’è un’urbanizzazione incompleta. Se si decidessero a creare le strade che mancano il problema traffico diminuirebbe in diversi punti critici.

  • walter 45
    19 mar 2014 alle 8:59

    è una delle tante idee sensate che abbiamo noi cittadini, ma non ha il comune e l’ufficio opere pubbliche

  • Giovanni 319
    19 mar 2014 alle 9:32

    si alleggerirebbe di molto il traffico su via Bologni-via Roccazzo e si eviterebbe il giro da fare per via regione con inversione su ponte c.so calatafimi per chi proviene da Baida o da via U. Maddalena, peccato che tali proposte nn li può presentare il cittadino o un gruppo…

  • cuter 63
    19 mar 2014 alle 9:59

    Ma perché mai all’ufficio Opere Pubbliche dovrebbe preoccuparsi di pensare, mica li pagano per quello…

  • rasputin 151
    19 mar 2014 alle 10:38

    Ne posso pensare sicuramente bene, è una buona idea e di sicuro il traffico ne trarrebbe beneficio, (parlane con la tua circoscrizione).
    Purtroppo a Palermo di queste strade che terminano di botto davanti ad un cancello privato, ad un terreno incolto/immondezzaio o addirittura davanti ad una palazzina, ce ne sono diverse.
    Secondo me l’amministrazione comunale dovrebbe dedicare più fondi a questa criticità, ma non soltanto per alleggerire il traffico ma anche per una questione di sicurezza e vie di fuga. Ricordiamoci che Palermo è zona sismica 2 e ci sono alcuni quartieri (Cruillas, Boccadifalco, Guadagna e altri) che sono trappole per topi.

  • marcelloriina 38
    19 mar 2014 alle 11:56

    Ottima proposta – Occorrerebbe che l’Ufficio Traffico del Comune di Palermo esegua, accuratamente e con assiduità, studi e simulazioni sulle proposte di viabilità alternativa. Inoltre occorre che l’Amministrazione comunale attivi un canale preferenziale che consenta di intervenire, in tempi celeri e certi, su possibili ed eventuali espropri finalizzati alla realizzazione delle opere, specie se gli stessi riguardano aree di pertinenza statale e/o militare, anche mediante l’apertura di apposite “Conferenze dei Servizi e/o Tavoli Tecnici” che raccolgano i pareri positivi di ogni attore (Enti, Amministrazioni, etc) coinvolti, a vario titolo, alla realizzazione di ciascun intervento.

  • andrewg87 13
    19 mar 2014 alle 20:12

    Mi fa piacere che vi trovate d’accordo con questa idea, @rasputin come si fa a parlarne alla circoscrizione?

  • dnapanormita 62
    20 mar 2014 alle 7:29

    Mi sembrerebbe che ci sia un progetto a riguardo della futura cittadella della polizia che prevedeva la definizione di questa strada.

  • bkdagos 41
    20 mar 2014 alle 12:37

    …sarebbe un opera importantissimo per alleggerire il traffico su quel budello mal progettato che è il ponte di via Pitrè!

  • Garrone71 73
    20 mar 2014 alle 17:18

    Condivido su quanto detto.

    Unica variante, la farei congiungere anche con via falconara, angolo via roccazzo in modo da congestionare anche il traffico di quella zona.

    Sarebbero due proposte dal costo irrisorio se consideriamo i benefici di traffico su via evangelista di blasi e via perpignano e via pitre’

  • stanislao66 1
    21 mar 2014 alle 16:23

    Sarebbe un’ottima valvola di sfogo, in un quartiere in cui la viabilità interna è fatta di vicoli, stradine strette e contorte e, spesso, bloccate da costruzioni abusive realizzate proprio sulla carreggiata. E’ il caso della via Margifaraci, della via Termini Imerese, dove sono state costruite delle baracche che restringono la strada. Una strada destinata a collegare la via Pitrè con via Di Blasi esisterebbe, in realtà: la via Benedetto Croce. Basta, però, collegarsi a GoogleEarth per verificare l’incredibile situazione di questa strada, interrotta in più puntida palazzi, interi condomini, muri e cancelli, tutti ovviamente abusivi, e spezzata in 5 o 6 tronconi, alcuni dei quali “privatizzati”. Una situazione che risale ai decenni scorsi e sulla quale mai alcuna amministrazione è intervenuta: oggi, sarebbe troppo tardi, quindi la proposta di una nuova strada mi sembra ottima


Lascia un Commento