13 feb 2013

Passante Ferroviario, il nuovo svincolo di Viale Francia


Nell’ambito dei lavori della tratta B del Passante Ferroviario (Notarbartolo-La Malfa/ex E.M.S.), è prevista la realizzazione di una nuova opera viaria quale il prolungamento di viale Francia. I lavori della tratta B infatti, prevedono il totale interramento della linea ferrata fra lo svincolo Belgio e la stazione San Lorenzo Colli.Pertanto, fra le altre fermate che in questa tratta sorgeranno, si procederà anche alle costruzione del nuovo innesto viario lungo la circonvallazione,  in modo da consentire le uscite e le entrate sia per la direzione Trapani che per la di rezione Messina dei veicoli diretti al parcheggio di scambio (come da progetto preliminare).

 

Svincolo Francia

Svincolo Francia-attuale

Il nuovo progetto prevede lo svincolo completo e una rotatoria sotto la circonvallazione, assieme a una nuova racchetta viaria che supererà a raso il tracciato della ferrovia  opportunamente interrato.

Viste le attuali criticità nell’accedere all’attuale parcheggio di viale Francia e al raggiungimento di viale Strasburgo (conseguente intasamento dello svincolo Belgio), notevole sarà il beneficio che apporterà l’opera all’intera zona, che distribuirà meglio i flussi di traffico attualmente concentrati su via Nuova e  via Belgio. A tutto ciò, si aggiungeranno  le nuove fermate interrate Belgio e Francia.


cantiere passante ferroviario palermopassante ferroviario palermosvincolo franciasvincolo francia palermovia belgiovia nuovaviale franciaviale strasburgo

42 commenti per “Passante Ferroviario, il nuovo svincolo di Viale Francia

Comment navigation

  • GIUSEPPE MESSINA 0
    15 feb 2013 alle 18:44

    ciao ragazzi,
    per tutti coloro che chiedevano notizie sull’inizio lavori Anello Ferroviario , segnalo che il giornale di oggi La Sicilia di Catania edizione Palermo riporta in prima pagiana che per l’inizio lavori occorrono ancora 5 passaggi burocratici tra Cipe, Regione e Comune e se tutto va bene se ne riparlerà dopo l’estate considerato i tempi ” veloci ” della burocrazia siciliana. Invece è scomparsa qualsiasi ripresa del raddoppio Fiumetorto-Ogliastrillo per fallimento della ditta ,mentre per Cefalù-Castelbuono pare che siano stati revocati o alienati i finanziamenti.Ma dove sono i politici di cefalu’?La tratta B del passante è in grave pregiudizio,stante i nuovi progetti di RFI . Ragazzi a voi le conclusioni.

  • John 49
    15 feb 2013 alle 21:26

    MA è vero che dall 11 marzo tutti i treni per Giachery saranno soppressi? Io pensavo che era per l’inizio dei lavori e invece…


Lascia un Commento