26 mag 2011

Dentro il cantiere Imera


 Si è svolto ieri il Seminario sulle grandi infrastrutture in corso di realizzazione nella provincia di Palermo, organizzato dal CIFI e in collaborazione con il Dipartimento dell’Energia sezione Ingegneria dei Trasporti,  Italferr, Rfi, Sis, Cefalù20.

Un incontro al quale ha avuto seguito una visita presso il cantiere Imera, e di cui vi mostriamo le immagini

In corso di spostamento il canale Papireto

In primo piano la soletta della galleria pari, che passerà sotto il piano della galleria dispari. Da notare il punto d’incrocio fra le due

Panoramica dell’area di cantiere

L’Ing. G. Galluzzo (Direttore Tecnico Contraente Generale SIS) ha fatto da guida al gruppo illustrando tutte le varie fasi operative del cantiere, le tecniche impiegate,  e vari aggiornamenti

La trincea della futura galleria pari

In corso le operazioni preliminari per la realizzazione dell’imbocco del futuro tunnel

In primo piano, Ing. G. Palazzolo (delegato CIFI Palermo), Ing. G. Galluzzo (Sis)

Da destra: G. Di Chiara (Mobilita Palermo), Ing. Saia (Sis), Ing. Frigione (Sis), …

I 2 sifoni appositamente realizzati per la deviazione del canale Papireto

L’imbocco della galleria dispari in direzione Orleans. Da notare il piano del ferro notevolmente ribassato

Si notano in lontananza i cordoli laterali. In primo piano in basso,  un dosso (non ancora lavorato) e che racchiude la botola d’accesso al  vecchio  canale Papireto

Il vecchio ingresso al canale Papireto, ricoperto

Si ringraziano: CIFI Palermo nelle persone dell’Ing. Palazzolo e Ing. Trapani, Ing. Galluzzo (SIS), Dipartimento dell’Energia sezione Ingegneria dei Trasporti-Palermo, Italferr, Rfi, Cefalù20,  che hanno reso possibile la riuscita di questo incontro molto produttivo.


canale papiretocantiere imerapapiretopassante ferroviario palermopiazza indipendenzavia imera

Articolo successivo

26 commenti per “Dentro il cantiere Imera

Comment navigation

  • wpalermo 14
    26 mag 2011 alle 20:10

    @Huge
    Hai ragione ! Mi sembrava la metro ferroviaria …. invece sono Tram, boh! Allora perchè la chiamano metro fds? Stì sardi.

    Comunque sia spero che oltre i minuetto mettano anche convogli stile ‘Metro’ pesante nel Pfp. Voglio dire, visto che dovrà passare un convoglio ogni 5-10 minuti, penso siano più funzionali ed economici convogli sitle linne Metro Roma, più che i Minuetto.

    Ciaooo.

  • Antonio Beccadelli 0
    30 mag 2011 alle 11:43

    Vi segnalo l’articolo “Il cemento di Cosa Nostra nella metro di Palermo”, pubblicato dall’edizione on line de “la Repubblica” di oggi (http://palermo.repubblica.it/cronaca/2011/05/30/news/il_cemento_di_cosa_nostra_per_la_metro_di_palermo_i_segreti_dei_boss_scoperti_in_un_pizzino_blitz_della_dia-16879786/).

    La notizia è già di per sé inquietante e c’è da sperare che il calcestruzzo eventualmente “fornito” dai “galantuomini” di Cosa Nostra non sia poc’altro che acqua e sabbia.Non vorrei che fra tre-cinque anni il servizio sia sospeso/abolito per ineliminabili problemi di sicurezza dovuti all’uso del “famoso” calcestruzzo “depotenziato”.

  • Antonio Beccadelli 0
    30 mag 2011 alle 18:15

    @mediomen
    Veramente l’articolo sostiene che almeno nel 2006 forniture “esterne” di calcestruzzo ci siano state e che la SiS – per quanto costituita da ditte “polentone” e perciò impermeabile alla mafia per definizione! – non avrebbe fatto (diciamo così!) molta attenzione ai suoi fornitori.

    Preciso, a scanso d’equivoci, che io considero il passante ferroviario un’opera importante per l’area metropolitana di Palermo, ma allo stesso tempo sono più che convinto che essa non debba essere realizzata ad ogni costo, magari chiudendo gli occhi davanti ad episodi come quelli narratti dall’articolo che ho prima indicato.

  • caudino 118
    01 giu 2011 alle 18:19

    Qualcuno mi sa dire cosa ne sarà di quelle case abbandonate a ridosso del cantiere? (parlo del palazzetto che fa da incrocio tra colonna rotta via imera)
    E poi cosa ne sarà dell’immenso spazio in superficie?…. non mi dite l’ennesima colata di cemento……..


Lascia un Commento