16 nov 2010

L’indagine di Mobilita Palermo sul GDS


Il Giornale di Sicilia di oggi, martedì 16 novembre 2010, ha ripreso il nostro sondaggio sul traffico. Emerge la nostra posizione a favore della chiusura di via Perpignano, alla luce dei dati allarmanti rilevati, che testimoniano serie ripercussioni sulla viabilità a Palermo e sulla salute dei suoi cittadini. I commercianti lamentano questa chiusura e ne chiedono la posticipazione a dopo le feste. Noi riteniamo che, come già accaduto per quanto riguarda la chiusura della rotonda di via Oreto, di piazza Indipendenza e via Malaspina, non ci saranno gravi ripercussioni sul commercio. In compenso salterà finalmente (sebbene in via temporanea) l’ultimo tappo di viale Regione, alleviando di molto la circolazione veicolare. Una soluzione non priva di disagio, certo, ma necessaria per tamponare le gravi conseguenze del ritardo nella costruzione del sottopasso Perpignano, che dovrà essere riappaltato. I risultati positivi non tarderanno a manifestarsi già da giovedì

Qui potrete consultare i rilevamenti sui flussi veicolari, da noi effettuati presso l’incrocio di via Perpignano.


18 novembrechiusurachiusura via perpignanogdsgiornale di siciliamobilita palermoSegnalativia perpignanoviale regioneviale regione siciliana

28 commenti per “L’indagine di Mobilita Palermo sul GDS

Comment navigation

  • giosafat 306
    17 nov 2010 alle 10:21

    ma perchè tutti questi commercianti non hanno mai fatto fronte comune nel chiedere una repida realizzazione del sottopasso?

  • Antonio Beccadelli 0
    17 nov 2010 alle 10:49

    Mi scuso in anticipo se la domanda è (ma forse solo apparentemente) “fuori tema”: qualcuna/o può confermare un mio vecchio ricordo secondo il quale uno dei progetti per Viale Regione Siciliana – abbandonato a causa di presunti costi “esorbitanti” -prevedeva la realizzazione delle due corsie centrali totalmente “in trincea” e addirittura la messa in opera di due linee di metropolitana della stessa “lunghezza” dell’arteria stradale in questione?

    Tale realizzazione oltre a costituire un vero collegamento fra due autostrade (la PA-CT e la PA-TP), avrebbe ridotto l’inquinamento acustico e, in ultimo, non avrebbe stravolto un consolidato tessuto viario creando il paradosso – vale per Via Perpignano, ma vale, ad esempio, anche per Via Villagrazia – di strade che mantengono il nome e la numerazione originarie, ma che in realtà consistono in due “tronconi” separati (e, il più delle volte, malamente collegati) uno “a valle” e uno “a monte” di Viale Regione Siciliana.

  • Fulippo1 1356
    17 nov 2010 alle 11:06

    Personalmente sono veramente stanco di sentire questo genere di cose da parte dei commercianti!!!!

    L’unica cosa a cui pensano sono le loro tasche fregandosene altamente del bene collettivo!!!! Tanto a loro cosa interessa delle migliaglia di persone che spendo migliaglia di euro in carburanti, e ore del loro tempo incolonnati in quel c***o di incrocio ogni santo giorno!!!

    A Max Living brucia l’apertura dei centri commerciali?? Bene!! finalmente è finito un decennio di monopolio forzato!

    Ovviamente per quanto riguarda i cittadini che subiranno disaggi, purtroppo è il prezzo da pagare per il bene della collettivita, sempre se come diceva qualcuno questo disaggio e questi sacrifici un giorno verranno premiati!!!

  • Fulippo1 1356
    17 nov 2010 alle 11:32

    A scusate dimenticavo…..volevo precisare all’autore dell’articolo che via perpignano non è assolutamente l’ultimo tappo della circonvallazione ma il penultimo, visto che rimane ancora la GRAVE situazione del ponte Corleone!

  • Fabiofr 54
    17 nov 2010 alle 19:20

    Da non palermitano ma abitante di questa città:
    1. i commercianti della zona si lamentano? e allora? anche se, per ipotesi, avessero ragione, i clienti da loro persi non sparirebbero, andranno da un’altra parte e gli, eventuali, loro lincenziati, potrebbero essere assunti dai centri commerciali che acquisirebbero i clienti da loro persi;
    piuttosto si preoccupassero di dare servizi, anche mettendo propri dipendenti nei parcheggi per dissuadere gli abusivi ! costruendo, a loro spese, parcheggi invece di ‘approfittare’ del parcheggio selvaggio lungo le strade;

    2. vanno fatti rispettare i divieti di sosta lungo le laterali (… andrebbero fatte rispettare tutte le leggi, ma è inutile sperarci !) soprattutto in prossimità degli svincoli dalle corsie centrali

    3. per andare dal lato mare verso CT si potrebbe usare anche via Pitrè, se solo i VV.UU. facessero rispettare i divieti di sosta lungo quella strada, sia a valle che a monte, invece quelle sono due, delle tante, zone franche di questa città ! (assieme a c.so Finocchiaro Aprile, via Lascaris, c.so Tukory, ecc. tutte zone dove i commercianti ‘impongo’, o ‘favoriscono’, questo non lo sò, il rispetto dei propri interessi)

    4. la ‘rotonda’ è nata male, spesso già oggi è al collasso, da venerdì sarà peggio, l’unica soluzione (sempre valida, anche quando si farà il sottopasso di via Perpignano, l’allargamento del ponte sull’Oreto, ecc) è imporre il rispetto delle regole: rimozione forzata per tutti coloro che posteggiano in doppia fila perchè “un minuto, devo accattare u pane, le sigarette..”, ecc..
    non è concepibile che il nuovo parcheggio vicino VillaMariaElenora sia sempre vuoto, mentre proprio li di fronte, davanti fornaio-bar e ora concessionario Audi, ci sia un tappeto di auto !

    5. i tecnici/operai facessero il loro lavoro:
    -gli svincoli appena modificati sono delle ‘trappole’: i cordoli centrali erano stati costruiti per agevolare in flusso nelle direzioni opposte: non dico di farlo per la nuova direzione, ma almeno renderli ‘neutri’ e soprattuto rifare la segnaletica orizzontale in modo molto più chiara, cancellando per bene la vecchia ed imponendo divieti di sosta nelle vicinanze !
    -la nuova immissione su v.le Regione doveva essere fatta più vicino all’incrocio, così da poterla prendere, provenendo lato valle, utilizzando la strada adiacente il nuovo parcheggio!
    -non esiste segnaletica verticale con indicazioni delle direzioni ‘consigliate’;

    ecc.. ma tanto è tutto tempo perso !


Lascia un Commento

Ultimi commenti