09 ott 2009

Uno spartitraffico per C.so Alberto Amedeo?


Per la rubrica “Diventa articolista per un giorno”:

Non ho foto per documentare quanto scrivo,ma è sotto gli occhi di tutti ogni giorno.

Corso Alberto Amedeo, ci sono ancora i cordoli. OK, Ma arrivando quasi alla fine per girare a destra verso piazza indipendenza, o a sinistra verso Corso Vittorio, si nota uno strano fenomeno :

Le auto impegnano tutte le corsie, anche quelle che vorrebbero girare a destra, se ne fregano, occupando anche la corsia di sinistra, ostruendo la via a quelle auto che vogliono andare a sinistra verso corso vittorio.

Cosa fare?

basterebbe uno spartitraffico, anche di 200 mt, posizionato sulla sinistra del corso, per obbligare gli automobilisti a incanarlarsi nella corsia giusta, in modo tale da non rendere intasato tutto il corso alberto amedeo, spesso dall’incrocio con corso Lascaris in poi.

Semplici accorgimenti per risparmiare 20 minuti ( minimo) di vita, della nostra vita, al giorno.

G.P.


CORDOLIcorso alberto amedeopiazza indipendenzaspartitrafficosvolta

5 commenti per “Uno spartitraffico per C.so Alberto Amedeo?
  • Andrea Bernasconi 12
    09 ott 2009 alle 13:41

    si, è una cosa a cui ho spesso pensato anch’io. Tra l’altro si potrebbe farla anche esteticamente gradevole (prato in mezzo?) e sarebbe “spendibile” per situazioni similari in altri punti cittadini

  • fwn 10
    09 ott 2009 alle 19:30

    certo.. effettivamente la strada è larga e le auto sono poche.. oltre al cordolo mettiamoci anche lo spartitraffico con le aiuole e perchè no? anche due palme nel mezzo della carreggiata magari..

  • mansell 48
    09 ott 2009 alle 20:06

    assolutamente d’accordo! così si evita anche l’attraversamento da via colonna rotta direzione cattedrale, è quello il vero problema! ci vuole proprio..

  • Andrea Bernasconi 12
    10 ott 2009 alle 10:50

    per fwn:
    si trattarebbe di piantumare la zona triangolare che dividerebbe i flussi. Circa la larghezza della strada… l’imbuto te lo ritrovi passando dalla larghezza di carreggiata di corso Amedeo e quella di corso Calatafimi. E’ quello il problema: tu puoi anche far girare per tutta la sua larghezza il flusso di macchine alla fine di corso Amedeo, ma ti ritroveresti (così come avviene ora) Corso Calatafimi con una corsia minore. Lo spartitraffico servirebbe proprio per regolarizzare la larghezza del flusso di auto in immissione su Piazza indipendenza (a sx o a dx) impostandola per le attuali dimensioni delle corsie disponibili.


Lascia un Commento