18 set 2008

Importante: Convocazione Assemblea


 

Abbiamo appena ricevuto una comunicazione da parte del coordinamento di Palermo Ciclabile, estendiamo l’invito a tutti voi:

Nell’ambito delle manifestazioni della Settimana Europea della Mobilità, domani 19 settembre 2008 alle ore 15:00, si terrà presso la Sala delle Lapidi di Palazzo delle Aquile l’Assemblea Straordinaria del coordinamento Palermo Ciclabile-FIAB, occasione di confronto con le istituzioni pubbliche locali e le associazioni ambientaliste sull’uso della bicicletta come mezzo alternativo di trasporto, utile al miglioramento della qualità dell’aria e della vivibilità urbana.

L’Assemblea, dopo una breve presentazione delle Federazione Italiana Amici della Bicicletta, sarà invitata a discutere sul seguente ordine del giorno:

-Stato della ciclabilità a Palermo

-Istituzione dell’ufficio Biciclette

-Rapporti con le istituzioni

-Proposte a breve, medio e lungo termine

 


annuncicomitatoeuropeamobilitamobilita palermopalermo ciclabileSegnalatisettimana

Articolo precedente

14 commenti per “Importante: Convocazione Assemblea
  • Daniele 444
    18 set 2008 alle 20:02

    Ciao a tutti ..

    Vi ho sempre letto, ma non mi ero ancora deciso a scrivere .. Sito bellissimo .. inoltre noto con grande piacere che questo comitato viene sempre più coinvolto da chi di dovere .. perfetto!
    A proposito di “Palermo ciclabile” .. una cosa fondamentale che manca a questa città: i VIGILI URBANI .. praticamente inesistenti .. I cittadini non sono ancora abituati alla “cultura della bicicletta”, per cui mi è capitato di vedere spesso che le piste vengono utilizzate come posteggio, come dice giustamente freddie80, o certi negozianti (come in via Lincoln) che espongono la merce fuori dai negozi .. e sulle piste ciclabili appunto. Insomma, le multe dovrebbero fioccare … solo in questo modo possiamo iniziare ad inculcare nella gente la cultura dell’uso della bicicletta .. Non serve a niente riempire la città di piste ciclabili, senza però ducare i cittadini, prepararli a tutto questo ..

  • Davide Epifanio 0
    18 set 2008 alle 20:35

    WELCOME!
    ottima riflessione..sai a Palermo i vigili sono cosa troppo rara purtroppo..non ho mai capito veramente i motvi,forse amano starsene alla larga dai problemi?forse amano starsene al bar?forse amano stare in ufficio seduti?sta di fatto ke grazie a queste negligenzze la città risulta con una viabilità alo sfascio e con tanta gente che fa ciò ke vuole..Si deve punire chi non vigila sui vigili!!Propongo di chiudere gli uffici delle forze armate così ci sarà maggiore sicurezza nelle città!

  • blackmorpheus 54519
    18 set 2008 alle 20:38

    Ragazzi alcuni di noi hanno già protestato coi vigili. All’inizio ci siamo pure lamentati perchè i vigili si sono del tutto disinteressati. Poi l’ingegnere che ha progettato alcune delle piste ci ha spiegato che le piste ancora è come se non esistessero in quanto i lavori non sono stati consegnati, si aspetta il collaudo e la segnaletica verticale. Purtroppo finchè non si decidono a farle collaudare c’è poco da lamentarsi…

  • r302 191
    19 set 2008 alle 17:37

    Come sempre accade in Italia ancora prima che un’opera (in questo caso le piste ciclabili) venga inaugurata è già decrepita e occorre bandire un nuovo appalto per ripristinarla…

  • dado25 68
    23 set 2008 alle 15:03

    Speriamo bene, ma intanto leggo su Repubblica Palermo di oggi che il Comune non ha soldi per i vigili e che ce ne saranno in strada solo 80!!! Turni e servizi saranno dimezzati.
    Se non ci sono i vigili a disciplinare gli automobilisti incivili e cafoni, è impossibile portare avanti qualsiasi programma…farei volentiere una sfilza di multe a chi parcheggia l’auto dove non dovrebbe, ma non è compito mio. Stamattina all’uscita delle scuole, in via galilei un egregio sig. ha posteggiato l’auto sopra la pista ciclabile e sopra il marciapiede proprio mentre stavo passando in bici… ho dovuto frenare per non finirci sopra. Come un pazzo gli ho urlato contro, e come se niente fosse mi ha risposto “sto solo 5 minuti, devo prendere la bambina”… ho cercato lì intorno un vigile ma ovviamente niente di niente. E’ una battaglia persa.

  • panormus79 311
    23 set 2008 alle 15:15

    La mancanza di fondi del comune è preoccupante, spero tanto che non faccia la fine di Catania.
    Per quanto riguarda il dimezzamento del personale della polizia municipale impegnato per le strade di Palermo non credo che porterà grossi stravolgimenti in città, tenendo conto che anche in “tempi migliori” non hanno mai fatto sentire la loro presenza. Palermo è una città anarchica in tutto e pertanto non rimane che affidarsi al buon senso del singolo cittadino, merce rara in questa città di strafottenti.

  • Paco 7942
    23 set 2008 alle 15:42

    ragazzi non ascoltiamo repubblica che non dice mai una cosa vera, noi stessi in più occasioni li abbiamo sbugiardati con prove fotografiche

  • panormus79 311
    23 set 2008 alle 16:04

    Che “La Repubblica” sia spesso catastrofica è vero, raramente si legge qualcosa di positivo, ma in questo caso è vero, ne hanno parlato anche i telegiornali locali oltre ad aver intervistato un funzionario della polizia municipale che ribadiva questo concetto il quale affermava che le stime sulla raccolta di fondi provenienti dalle multe si ridurrà da 27 milioni a 20 milioni di euro. Non posso negare di essere rimasto stranito da queste cifre perchè non credevo che venissero fatte così tante multe a Palermo.

  • Federico II 80
    23 set 2008 alle 21:01

    Io penso che a Palermo e in Sicilia non esistano giornali locali decenti. La Repubblica è semplicemente un giornale di partito, come “il Giornale , “Libero” o “l’Unità”. Quindi il suo ruolo è fare disinformazione quando c’è l’amministrazione di centro-destra.
    La Sicilia e il Giornale di Sicilia dicono solo balle e tante inesattezze. E magari privilegiano argomenti di cui non frega niente a nessuno.
    Poi è ovvio che il cittadino pensi male o sia disinformato.


Lascia un Commento