Articolo
05 set 2018

Impianti fognari | Inaugurati i lavori di via Ripellino

di Fabio Nicolosi

Ieri pomeriggio il sindaco Leoluca Orlando insieme all'assessore alla riqualificazione, Emilio Arcuri, ha partecipato alla inagurazione dei lavori di realizzazione della fognatura a sistema separato nelle vie Ripellino e Carmine dalla via Pomara alla via Messina Montagne. I lavori hanno lo scopo di razionalizzare la raccolta e la veicolazione delle acque piovane e la razionalizzazione degli scarichi di acque nere provenienti dalle abitazioni. Si elimineranno pertanto tutti gli allagamenti che si verificano a seguito di eventi meteorici significativi. "In questa zona della città, che qualquno potrebbe definire solo "periferia" - ha detto il sindaco Leoluca Orlando - questa amministrazione porta avanti una opera molto importante, fondamentale e chiesta da tanto tempo anche da residenti e che garantirà una migliore vivibilità entro i prossimi dodici mesi. Questo è un altro passo avanti per la costruzione di una "unica città", senza centro o periferia". Per l'assessore alla Riqualificazione Emilio Arcuri, l'inizio dei lavori segna "la rottura di un incantesimo, trattandosi del primo degli appalti di quelle opere che impropriamente erano stare commissariate in passato. Oggi noi abbiamo un rapporto di collaborazione con il Commissario nazionale che gestisce queste opere ed altri interventi seguiranno in futuro. Entro l'anno infatti è previsto l'avvio di altri due cantieri a Palermo sempre legati ad opere fognarie." scheda tecnica lavori: Sono previsti due collettori separati per le acque bianche e le acque nere, che dipartendosi dalla via Pomara, si sviluppano per circa 400,00 m. sulla via Ripellino, per circa 100,00 m. su piazzale privato, per proseguire per circa 240,00 ml sulla via Carmine alla Figurella ed ha recapito finale nella fognatura esistente di via Messina Montagne realizzata nel 2007 e collaudata nel 2011. La popolazione servita dall'intervento che si andrà a realizzare è di circa 320 – 350 abitanti. L'attività di progettazione, prima preliminare e poi esecutiva, è stata svolta da funzionari comunali dal 2012 al 2014; nel 2014 a conclusione della progettazione esecutiva, c'è stata la validazione del R.U.P. e la successiva approvazione del Progetto esecutivo da parte della G.M. (deliberazione della G.M. n. 215 del 11/12/2014) anche ai fini dell'assunzione del mutuo con la Cassa DD.PP. 2015 - riconoscimento finanziamento dalla Cassa DD.PP. per € 399.906,28, la rimanente parte (€ 860.382,08) è finanziato con Delibera CIPE 60/2012; L'intervento in questione è inserito nell'A.P.Q. "Depurazione Acque Reflue". E' passato nella competenza prima del Commissario Straordinario Regionale (D.P.C.M. 07/12/2015) e poi del Commissario Unico Nazionale (D.P.C.M. 26/04/2017) che ne ha curato le fasi successive dall'indizione della gara fino all'aggiudicazione all'impresa Edil Aurora Strade S.r.l. di Favara con ribasso d'asta del 22,643%. Il contratto è stato sottoscritto il 12/06/2018, la consegna dei lavori è avvenuta il 10/07/2018. L'importo contrattuale è pari a € 771.874,74 comprensivo degli oneri per la sicurezza. il tempo utile per dare compiuti i lavori è stabilito in giorni 365 naturali e consecutivi, cosicché l'ultimazione dei lavori stessi dovrà avvenire entro il 10 luglio 2019.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
03 lug 2015

Collettore Fognario | Iniziati i lavori per l’eliminazione degli scarichi fognari del porto

di Fabio Nicolosi

Riportiamo questo interessante articolo di Fabio Settimo Marineo che ringraziamo: L’area di cantiere che è stata recintata in via dell’Arsenale è relativa ai lavori per la eliminazione degli scarichi fognari attualmente presenti all’interno dell’area industriale dei Cantieri Navali di Palermo. Come è noto, in quest’area convergono alcuni tra i principali collettori fognari cittadini: il collettore Molo (dalla zona della Zisa), il collettore Notarbartolo (dalla zona di via Castellana a Borgo Nuovo), il collettore Sampolo (da Villa Adriana). Inoltre nello stesso ambito ricade lo sbocco del Canale Passo di Rigano. Il progetto prevede che, con un sollevamento iniziale nell’area dei Cantieri Navali e poi con collettori a gravità, tutte le acque reflue saranno addotte sino all’impianto esistente a Porta Felice, realizzato qualche anno fa. Da qui esse saranno rilanciate con un secondo sollevamento sino al collettore sud-orientale, nel tratto già in esercizio oltre il fiume Oreto, e quindi perverranno al depuratore di Acqua dei Corsari. Tornando alla via dell’Arsenale, lungo il tratto di essa che va dal cancello del deposito laminati dei cantieri sino all’ingresso carrabile dell’area containers è prevista la costruzione di un tratto della condotta premente che convoglierà i reflui dall’area prima indicata sino alla via Filippo Turati. La condotta è prevista con tubazioni di acciaio del diametro 1.200 mm e sarà collocata con modalità normali in trincea. Il tracciato della condotta raggiunge la via dell’Arsenale dalla via Pasqualino, tagliando via dei Cantieri. Oltre via dell’Arsenale il tracciato si sviluppa all’interno dell’area portuale sino ad uscire a piazza Strazzeri per proseguire lungo corso Scinà. È previsto in quest’ultimo tratto il sovrappasso della galleria che sarà realizzata per l’anello ferroviario. Per le foto ringraziamo A. Bernasconi:

Leggi tutto    Commenti 2