Linea A tram | Un forum di associazioni si appella al Consiglio Comunale

Spread the love

Riceviamo e pubblichiamo lettera del “Forum Acqua e Beni Comuni” e rivolta al Consiglio Comunale circa il recente stralcio della linea A tram dal piano triennale 2020-2022.

Con lo stralcio della linea A del tram votata il 25 scorso dal Consiglio comunale da Italia viva, Lega, Fratelli d’Italia, Oso, si consuma un danno irreparabile per la città. L’opera, che collegherebbe la stazione centrale con lo stadio attraversando l’asse centrale di via Roma e via Libertà, è fondamentale per interconnettere tutte le altre linee ed annullare le distanze tra periferie e centro, spezzare l’isolamento sociale, muoversi verso l’inclusione e la città circolare; da Mondello allo Sperone da Borgo Nuovo a Sferracavallo allo Zen, al Cep, da Santa Rosalia a Bonagia, dai poli ospedalieri a quello universitario; linee che resterebbero tronche e non sostenibili dal punto di vista economico, ambientale e sociale senza l’opera stralciata dal Consiglio. 

Un’opera già approvata dallo stesso Consiglio nel 2017 che ha passato il vaglio di tutti gli organismi nazionali e regionali deputati alla valutazione del progetto, compresa la Soprintendenza, che insieme alle altre linee già finanziate per 800 milioni di euro di fondi extra comunali rischiano di andare in fumo facendo saltare migliaia di posti di lavoro, viene inspiegabilmente bocciata per oscure ragioni che di politico hanno ben poco. 

La politica, di qualunque colore essa sia, dovrebbe rappresentare gli interessi della collettività che oggi più che mai devono connettersi alla necessità di cambiare modello di sviluppo come chiedono le ragazze ed i ragazzi di tutto il mondo, guardare alla conversione ecologica, alla mobilità sostenibile, alla riduzione di emissioni climalteranti, ed al contempo costruire benessere e servizi efficienti che migliorino la qualità della vita dei cittadini, consentano di abbandonare il trasporto privato, creino lavoro e sviluppo. 

Chiediamo alla politica cittadina ed ai suoi rappresentanti istituzionali di rivedere le proprie posizioni e di non far perdere oggi una fondamentale occasione di trasformazione sostenibile, di lavoro e di inclusione sociale per la città. Di porre una profonda e dovuta riflessione in prossimità del  Piano Triennale delle opere pubbliche 2021-2023 che certamente verrà posto all’Odg nelle prossime settimane. 

Un’occasione per il futuro della città intera e delle nuove generazioni. 

Per aderire all’appello inviare una mail a: [email protected]

Prime adesioni:

Ottavio Terranova ANPI Palermo

Mario Ridulfo segretario Camera del Lavoro CGIL

Vito Lo Monaco presidente Centro Pio La Torre

Vanessa Rosano Legambiente Palermo

Francesco Liotti Legambiente Circolo Mesogeo

Vincenzo Lombardo Legambiente Circolo Palermo Futura

Nino Lo Bello Fà la cosa Giusta

Zero Waste Sicilia Circolo di Palermo

Attac Palermo, DIEM 25 DSC 2 Palermo

Claudio Riolo politologo

Alfio Mastropaolo politologo

Gianni Silvestrini Kyoto Club

Giuseppe Barbera Docente universitario

Francesco Lo Cascio Consulta della Pace

Giuseppe Notarstefano Docente LUMSA

Gaetano La Rosa Associazione Dyonisus

Lorenzo Palumbo Festival delle filosofie

Ninni Terminelli Sinistra delle Idee

Simone Giuffrida Possibile Palermo

Elvira Rosa Associazione Il Femminile è politico potere alle donne

Andrea Bernasconi Associazione Sicilia in Treno

Associazione Mobilita Palermo

Tommaso Gullo ARCI Palermo

Antonio Tozzi Bocs Open Creative Space

  …….in aggiornamento……

Post correlati

24 Thoughts to “Linea A tram | Un forum di associazioni si appella al Consiglio Comunale”

  1. punteruolorosso

    mail mandata.
    vorrei dire una cosa agli automobilisti incalliti: quando dalle periferie si verrà in centro col tram, avrete strade più libere in cui scorrazzare coi vostri dannati suv.
    più tram non significa meno spazio, ma più spazio per auto, suv, motoscafi ecc.
    un sacco di gente che abita oltre la circonvallazione, e che oggi sale in auto per andare a scuola o al lavoro, potrà lasciarla a casa. solo i cretini non ci arrivano.
    ho sentito fernandelli parlare di “strade di pregio” come via roma e via libertà prossime ad essere distrutte dal tram. costui difende l’asfalto dal rischio che venga intaccato dalle rotaie. è egli stesso intaccato da binari ideologici e da corsie preferenziali in cui le bugie corrono velocissime, più della stessa metro. è in malafede ed è un nemico dei cittadini e della verità, anche storica (via roma è nata col tram).
    a fernandelli, gaglioffi ecc. non dànno nessun fastidio i bus scassati, rumorosi, scomodi e inclinati dal carico di pendolari urbani che arrancano nelle nostre strade “di pregio”. il bus elettrico non è la soluzione, ma un’alternativa mediocre che questa città non merita. la metro leggera non è un’alternativa, ma un’integrazione necessaria. sventolarla adesso è soltanto pretestuoso e ha come unico obbiettivo quello di lasciare le cose come stanno. si chiama benaltrismo. si traduce nella restituzione di centinaia di milioni al mittente.
    penso che l’ottima idea del tunnel per il porto lanciata da pasqualino “mario” monti farà la stessa fine. il benaltrismo la metterà in conflitto con la pedemontana, e alla fine non si farà né l’uno né l’altra. esattamente come nella polemica fra tram e metro che risale agli anni ’90.

  2. punteruolorosso

    @marco via roma, non buttare la palla in tribuna. qui destra e sinistra non c’entrano, c’entra il bene comune. detesto la sinistra, quindi fammi il piacere di non associarmi a quelli lì.

  3. BELFAGOR

    Mentre molti cittadini e associazioni si mobilitano in difesa del tram, questa “amministrazione” comunale continua imperterrita a fare figure di m……
    Nel mese di luglio di quest’ anno un turista vicentino è entrato nella Ztl senza pass.
    Dopo mesi il turista vicentino si è visto arrivare a casa sua “dall’ efficientissima” Polizia municipale di Palermo una multa di 70,78 euro.
    Invece di “cestinarla”, come fanno gran parte dei cittadini palermitani, a deciso di …….pagarla(!!!!!).
    Il turista vicentino, per una distrazione, ha versato 71,07 anziché 71,08 euro.
    Apriti cielo !!!!!!
    “L’ efficientissima” polizia municipale di Palermo ha immediatamente richiesto , con una lettera raccomandata, il recuperò di …1 centesimo ( sob!!!!).
    Ligio alle regole, il turista vicentino ha messo il centesimo in una busta e l’ha spedita “ all’ efficientissima” Polizia Municipale di Palermo accompagnando il cent. con un messaggio:
    “Eccovi la somma contestatami, da non confonderla come obolo, sufficiente a dimostrarvi la mia buonafede e puntigliosità vostra, che stride però con l’accoglienza per cui siete famosi”.
    La notizie è arrivata anche alla stampa locale
    “Non avrei ipotizzato neppur lontanamente – ha detto al Giornale di Vicenza il turista di Vicenza – che mi venisse contestata un ‘errore’ così, da essere di gran lunga inferiore al bollo postale richiesto per la risposta”.
    Il Comune di Palermo e “ l’efficientissima” Polizia municipale hanno così fatto una figura di pezzenti.
    Dal Comune, per il tramite del comandante della polizia municipale, confermano quanto accaduto e , senza il minimo rossore in viso , cercano di giustificare tale vicenda ….. aggrapparsi agli specchi.
    Ma forse il comandante della polizia municipale , l’assessore alla “mobilità” e il sindaco eterno, invece di trovare scuse infantili avrebbero potuto chiedere scusa all’ ormai ex turista vicentino.
    P.S. Per recuperare un cent. quanto ha speso “ l’efficientissima Polizia municipale di Palermo?
    – “L’ efficientissima” Polizia municipale ha lo stesso zelo nei confronti di chi le multe non le ha mai pagate?

  4. vicchio65

    Marco continua imperterrito a vomitare in maniera convulsa, potrebbe essere che sulla previsione della chiusura del suo negozio ci ho centrato…comunque, voglio seguire il consiglio di Davide e chiudo qui.
    Non sono un appassionato delle votazioni online (Forello dovrebbe esserlo, visto da dove viene…e non è detto che non cambi idea 😉 ) ricordo la pagina Facebook di Via Roma (1.081 iscritti) e la petizione pro-tram (4.235 pro contro 1.087 contro).
    @Belfagor: a parte che non c’entra niente con l’argomento, purtroppo è un problema della burocrazia informatica: anche l’Agenzia delle Entrate (è capitato anche a me!) ti fa la multa per queste stupidaggini!
    Abbiamo acceso i computer e spento il cervello…nei forum certamente ma anche nella pubblica amministrazione 🙂

  5. @marcoviaroma in questo post non è stato cancellato un bel niente.
    Non è che scrivendo ripetutamente “++++ commento rimosso per toni inappropriati ad un dibattito +++” equivale a commenti cancellati 😀
    No, i suoi commenti li lasciamo altrimenti nessuno capirebbe la differenza rispetto a chi si esprime con pacatezza e soprattutto educazione. E già da un pò di giorni lo stanno constatando in tanti.
    Ma poi che parole….disinfesteremo…..parole che venivano usate nei campi di sterminio….
    Quando non si hanno più argomenti, si passa a screditare gli interlocutore….ci risparmi anche questi trucchetti di retorica politica

  6. BELFAGOR

    @ vecchi65 : so bene che questa notizia, apparentemente, non c’entra niente con l’appello pro tram, però volevo che gli amici potessero essere informati di questa ennesima “perla” di questa “amministrazione” d’ incompetenti.
    Ho detto “apparentemente” perché questa “amministrazione” è la stessa che in questi anni non è riuscita a completare nessuna opera pubblica, facendo perdere milioni di finanziamenti .
    Nelle elezioni amministrative del 2017 Orlando ottenne ben 24 consiglieri su 40, sostenendo il progetto del tram, eppure non è stato capace di far approvare , dal consiglio comunale, queste nuove linee.
    Perché?
    Oggi, a pochi mesi dalla fine del mandato, Orlando si ritrova con soli 9 consiglieri superstiti ( e gli altri 15, molti dei quali “orlandiani” storici, perché hanno cambiato idea?).
    Sono tutti dei volta gabbana o hanno cambiato idea perché si sono resi conto che il progetto presentava troppe criticità?
    Ma siamo certi , nell’ ipotesi auspicabile che il consiglio comunale cambi idea, che questi “zombi “ politici, sono in grado di realizzare un opera complessa e delicata come quella delle nuove linee tranviarie?
    Siamo sicure che dopo l’appalto e l’inizio dei lavori ci ritroviamo con nuovi cantieri fermi e la città paralizzata ?

  7. davide

    “++++ commento rimosso per toni inappropriati ad un dibattito +++”

    STO VOLANDO ahhahahahahahhaha sono proprio indiinnnnniatoh!!!11!1!

  8. Fefe42

    @BELFAGOR continuo a sentire dichiarazioni di consiglieri che hanno votato contro il tram in Via LIbertà (e di loro sostenitori) che parlano di”criticità” nel progetto, ma nessuno che mai spieghi di quali criticità si tratta; la parola è talmente generica che si può trattare di problemi veramente seri nel progetto o di roba perfettamente risolvibile strumentalizzata ad arte per fare casino alla faccia degli interessi dei palermitani. Tu che sei certamente più competente di me, o chi altri voglia farlo, puoi spiegare quali sono queste benedette “criticità”?
    Così giusto per capire di cosa stiamo parlando e chi ci sta prendendo per i fondelli. Grazie!

  9. punteruolorosso

    @fefe42, provo a risponderti in attesa che lo faccia belfagor.
    la seconda che hai detto. si tratta soltanto di ostruzionismo. se fossero intelligenti, si potrebbe dire che ci stanno prendendo per i fondelli. non sanno fare neanche quello. toninelli aveva il “costi-benefici”, questi hanno le criticità.
    personalmente ci sono delle cose di questo tram che non piacciono neanche a me. avrei lasciato i fili, sono più caratteristici del mezzo. mi piace anche il filobus.
    penso che l’alimentazione a batteria sia stata annoverata fra le criticità (costi di smaltimento, inquinamento). è l’unica criticità che mi trova d’accordo.
    l’altra criticità è la sovrapposizione con la futura metro leggera automatica, risolta sdoppiando la linea su via marchese di villabianca e chiarendo che il tram è un mezzo molto più capillare della metro, adatta alle medie-lunghe distanze.
    certi consiglieri dicono che mantenere in piedi una rete tram costa molto di più che mantenere una metro, e che i cittadini si troverebbero a pagare un conto salato. questi consiglieri dicono sciocchezze. una metro ha costi di gestione superiori, ma non per questo non va fatta. ci sono politici la cui principale occupazione è parlare ai cittadini di quanto potrebbero risparmiare se non si facesse qualcosa. ma i soldi risparmiati non entrano nelle tasche dei cittadini. tornano indietro al ministero, che non aspetta altro per destinarli a qualche città del nord. nessuno fa il conto di quanti soldi in benzina spendono i palermitani. se si facessero le linee tram, potremmo risparmiare un sacco di soldi e di tempo. dall’argiroffi mai un’idea. solo calcoli al ribasso. questa politica micragnosa e votata al risparmio è la messa in pratica della decrescita felice, che da noi significa lasciare tutto com’è.

  10. se68

    Incredibile. Palermo non cambierà mai.
    Leggo di munnizza, bare, multe a turisti …
    Ma si parla (dovrebbe) qua di tram. Di un opera che va al di là della semplice viabilità perché prevede parcheggi, aree pedonali, verde. Palermo è abitata da personaggi immobili..che odiano qualsiasi cambiamento ( certo, il sacco invece ce lo siamo accollato) Adesso, adducendo ipocritamente motivazioni tecniche, bloccano un opera che già esiste in tante altre città. Leggo commenti di chi non conosce nemmeno il progetto presentato, di chi parla di ‘scempio’ della via Libertà…incredibile.

  11. se68

    …parecchi anni fa, andai ad un comizio di Riccardo Nuti, candidato a Sindaco di Palermo. Mi incuriosiva il M5stelle, volevo capirci di più. Ebbene, durante i consueti sermoni contro questo o quello, mi sono reso conto che dietro al palco dal quale parlavano ( sul quale sarebbe poi salito anche Grillo) c’era il triste sito di villa Deliella. Ebbene, ricordo che pensai: adesso dicono qualcosa su quello che hanno dietro alle spalle…il nostro ground zero…se lo fanno divento militante 5stelle…Ecco, ovviamente non lo fecero, e io non sono mai diventato un militante ne un elettore. Oggi questa triste situazione sul tram, cavalcata-causata da quelle stesse persone, mi conferma che avevo visto giusto.

  12. se68

    Lo scempio a Palermo non è di certo costituito da un paio di binari su una corsia preferenziale …lo scempio lo abbiamo davanti agli occhi costantemente. Lo abbiamo in via Messina Marine, con I mammelloni costituiti dai detriti delle ville liberty e dagli scavi per le fondamenta dei palazzoni che hanno preso il loro posto.. lo abbiamo lungo l’Oreto, sulla circonvallazione, nelle decine di pompe di benzina in viale Campania con il suo ‘roseto’, nel caos urbanistico di quella zona della città, priva di verde, soffocata dalle auto…Nel centro storico ancora sventrato dalle bombe, ricoperto ancora oggi di asfalto…nel degrado del foro italico, con il cosiddetto ‘parco della salute’ con le sue ringhierine bianche e i campetti in sintetico e limitrofo depuratore. Nella villa a mare, sul lato opposto, con le sue brutte aiuolette delimitate in muratura -marmo tutte sconocchiate che sembrano loculi. È ovunque lo scempio a Palermo. Palermo dal dopoguerra in poi è stata devastata. Oggi è una brutta città. Perché non bastano i monumenti del passato…troppo facile.
    Lo conosciamo tutti lo scempio, dovreste combattere, da consiglieri comunali, contro tutto questo, per cambiare il volto di questa città. E invece, ve la prendete contro due binari…

  13. vicchio65

    @Fefe42: qui trovi il parere https://www.siciliainprogress.com/2021/08/16/sistema-tram/ ed una sintesi delle criticità evidenziate da chi è contrario; l’articolo è esplicitamente di parte, ma serve per capire quali elementi adduce il Consiglio.
    Non è da cosa da comune cittadino capire “se” e “quanto” sono critici i rilievi; mi hanno risposto che ci sono consiglieri ingegneri, ma ci sono anche assessori e tecnici comunali ingegneri…quindi l’unica conclusione cui posso giungere è che ci sono domande e chi deve rispondere dovrà rispondere: il resto è solo tifo da stadio.

  14. Orazio

    Rispondo a se68. I 5 stelle sono quelli che non hanno voluto le Olimpiadi a Roma. Nel loro DNA sono no tutto.

  15. VALERIO

    Inutile sperare che in questa terra possa nascere qualcosa di buono. Non si farà mai né il Tram né tanto meno la metropolitana perché siamo un popolo mediocre che si sa solo lamentare.
    Non è un problema di partiti. Lo scenario di questa città è sempre stato desolante. Non ci sono mezzi di trasporto, non ci sono centri congressi, non ci sono Palasport, non ci sono tangenziali, etc etc. Non sappiamo creare o gestire nulla. Il siparietto della gestione degli impianti di risalita (due e appena 3 km di piste) è l’ultimo esempio lampante.
    Lasciate stare Orlando e Catania e non perché sono degli amministratori efficienti, ma perché una classe dirigente mediocre espressione di un popolo mediocre, non ha mai saputo creare una valida alternativa in appena 35 anni….

  16. Fefe42

    @vicchio65 interessante; pur nela complessità delle questioni tecniche che un non tecnico non può valutare, hai ragione quando dici che l’unica cosa seria sarebbe sentire le risposte alle domande, da una parte e dall’altra

  17. punteruolorosso

    @se68 parole sante, le condivido in pieno. città irredimibile. condivido soprattutto la tua analisi del lungomare. ultimamente fernandelli parlava di scempio del lungomare causato dai futuri binari del tram, e di città storica offesa. costui non vede tutto quello che tu hai elencato. parcheggi per camion, discariche, scoli, detriti, ripascimenti, cantieri fognari, villa a mare e parco del foro italico che sembrano steppe di periferia. il problema è il tram…
    @orazio, forse in quel caso i 5s avevano ragione

  18. Orazio

    Punteruolo, dici? Sarà, ma loro sono per il “no tutto”. Dicono sempre “no” come i bambini di due/tre anni. Ecco perchè ho qualche dubbio.

    Quanto a Fernandelli, è lui ad essere irredimibile, un personaggio pubblico che tra tutti disistimo maggiormente.

    Comunque ‘sta fesseria l’hanno fatta, ora sta a loro stessi risolverla. Loro e quell’altro cambia-bandiera di Faraone.

  19. Francesco

    Bene elettrificare i mezzi pubblici.Male continuare a distruggere uno dei più bei viali d Europa.Meglio studiare alternative lato mare, od altro, ed eseguire manutenzioni (vedi sottopassi etc. ) che vengono regolarmente trascurate.Tanto le sovvenzioni € le intascano comunque.O no?

  20. davide

    Mentre certuni abbaiano e sbraitano, questo è quello che succede a tolosa (francia): https://actu.fr/occitanie/toulouse_31555/toulouse-voici-le-projet-definitif-pour-la-rue-de-metz-comment-il-va-bouleverser-le-centre-ville_47016729.html

    @Francesco, io non lo trovo poi cosi bello. Mi dice esattamente cosa c’è di bello, togliendo il politeama? 🙂 Purtroppo non ho la passione per quei disgustosi palazzoni/casermoni post-sacco.

    @marco via roma e adesso come faro? Cavolo, adesso la mia vita è stravolta da questa sua grande verità. Mannaggia, l’avessi saputo prima…….

  21. se68

    https://youtu.be/uY_kVctsIxE
    Esattamente, in cosa consisterebbe lo ‘scempio’?

  22. punteruolorosso

    se68, nel fatto che molti culi piatti non potranno più posteggiare in seconda fila. a dire il vero, la corsia del tram è più stretta di quella del bus, quindi non si vede quale sia il problema. l’unica pedonalizzazione riguarderà, se non sbaglio, via marchese di roccaforte, una delle strade più inquinate di palermo. un imbuto in cui va a finire tutto il traffico diretto verso nord. gli abitanti di quella strada, fra cui mio zio che è contrario al tram, non potranno che giovarsene. respireranno aria più pulita, avranno un parcheggio a disposizione e avranno delle fermate di tram sotto casa per andare ovunque senza dovere posteggiare, fare benzina, pagare…
    ecco lo scempio.

  23. se68

    Punteruolorosso, non solo via Marchese di Roccaforte..anche via Roma, le riqualificazioni a verde di svariate piazze: p.zza cassa di risparmio, due palme, p.zza sturzo, p.zza nasce’, la rambla di via Libertà..parcheggi sotterranei.. etc.
    Un vero scempio, da bloccare assolutamente.

Lascia un commento