24 nov 2020

AMG ENERGIA | Guasti gli impianti di illuminazione di Valdesi e nella zona Strasburgo-Ausonia


EDIT 21.30: Sono tornati in funzione gli impianti di pubblica illuminazione della vasta zona compresa fra viale Strasburgo, via Ausonia e via Resuttana. E’ stato riparato il guasto di pertinenza Enel che si era verificato nella cabina di media tensione “Collodi” e ne aveva determinato la disattivazione. Gli operatori di AMG Energia hanno riacceso circa 450 punti luce fra le vie Strasburgo, Ausonia, Valdemone, Resuttana, De Gasperi e traverse.


AMG Energia comunica la presenza di due guasti di rilevante entità agli impianti di pubblica illuminazione della zona di Mondello-Valdesi e di quella compresa fra viale Strasburgo, via Ausonia e via Resuttana, in quest’ultimo caso per un problema alla rete Enel. Sulle criticità hanno inciso fortemente le condizioni meteo avverse e la pioggia incessante, provocando disservizi soprattutto negli impianti più datati: gli operatori di AMG Energia sono al momento impegnati in numerose attività di verifica e riattivazione di impianti in varie zone della città.

Le situazioni più critiche a Mondello e nella zona di viale Strasburgo. A Mondello le piogge e gli allagamenti hanno provocato il guasto della cabina primaria di media tensione denominata “Valdesi” e la disattivazione dei due circuiti Palme-Colombo che alimentano gli impianti della zona. Stasera rimarranno spenti gli impianti della zona di lungomare Cristoforo Colombo, di viale delle Palme, di viale Principe Umberto, di viale Principessa Mafalda, di viale Principessa Iolanda, di viale Principessa Giovanna e traverse. “In considerazione dell’allerta meteo diramato per oggi, AMG Energia ha attivato immediatamente tutte le procedure previste in questi casi, con il rafforzamento delle squadre in servizio e il monitoraggio delle zone più critiche – sottolinea il presidente di AMG Energia Mario Butera -. Domani mattina a Mondello verranno immediatamente avviati gli interventi di riparazione”.

Un guasto di pertinenza Enel, invece, ha spento la cabina di pubblica illuminazione “Collodi” e gli impianti alimentati della vasta zona compresa fra viale Strasburgo, via Ausonia, via Resuttana, via Valdemone e traverse. Al momento rimangono spenti circa 450 punti luce. I lavori di riparazione da parte del personale Enel sono in corso.


amg energiailluminazione palermoimpianti illuminazionemaltempomaltempo palermomobilita palermoSegnalati

9 commenti per “AMG ENERGIA | Guasti gli impianti di illuminazione di Valdesi e nella zona Strasburgo-Ausonia
  • vanni 19
    25 nov 2020 alle 9:32

    In effetti è stato riparato il guasto nella zona Ausonia, Trinacria, Valdemone Emilia etc; ricordo che in questa zona, che è dotata di due impianti in parallelo a pali alternati, uno dei due impianti è fuori servizio da inizio NOVEMBRE 2019, cioè da oltre 1 anno. In pratica abbiamo metà dell’illuminazione prevista da progetto, con lampadine ormai vecchissime e a basso rendimento luminoso; in pratica tutta la zona, quando non ci sono guasti, è praticamente al buio. Per la riparazione del guasto dovremo aspettare il nuovo secolo? (2100) o una nuova società di gestione dell’illuminazione pubblica?

    • Fabio 58
      25 nov 2020 alle 10:40

      Pienamente d’accordo, in tutta la zona via Val di Mazara, Via Liguria, via Emilia, i pali sono accessi uno si e uno no, e quelli accesi hanno una resa terribile! In pratica l’illuminazione è molto carente, come lo è anche la pulizia delle strade, visto che la RAP ha avuto la decenza di eliminare queste vie dal programma “spazzamento manuale” settimanale…..insomma…sempre meglio! Però Tasse sempre puntuali! Le pagherei volentieri se i servizi fossero all’altezza!

    • peppe2994 3608
      25 nov 2020 alle 13:58

      Ah, ma tutta la città è combinata così. Gli impianti sono vecchi, vanno rifatti, tutti. Qualcosa è stato fatto, ma Palermo è grande, e con questo ritmo non c’è speranza di vedere gli impianti nuovi in tutta la città neanche tra un decennio.
      La AMG ripara quello che può e come può.

  • belfagor 987
    25 nov 2020 alle 15:20

    Riparare un impianto vecchio è difficile, spesso impossibile, perché i pezzi di ricambio sono difficili da reperire. Mentre per progettare e installare impianti nuovi è complicato perché i tempi della burocrazia comunale sono lunghi.
    L’unica strada percorribile è modificare il contratto di servizio consentendo all’azienda di avere maggior libertà sugli impianti.
    Appena insediato, più di 2 anni fa, l’attuale presidente dell’ AMG propose una soluzione a tale circolo vizioso :
    “ Nelle altre città si dà una concessione pluriennale, dai 12 anni in su, a una società che si impegna a rifare tutta l’illuminazione pubblica e alla fine restituisce gli impianti. Come guadagna? Col risparmio, dicendo all’ente ‘Dammi gli impianti e ti do il servizio. Al momento paghi 10 milioni? Per i prossimi X anni ti faccio risparmiare con gli interventi, e se hai risparmiato ad esempio 3 milioni, li dai a me’”.
    Ma per fare questo era necessario avere un interlocutore attento e credibile.
    Dopo più di due anni ancora si continua a riparare impianti vecchi e obsoleti e a perdere i milioni dei vari finanziamenti europei.

  • loggico 653
    25 nov 2020 alle 20:30

    Ieri sera alle 19.00 ho fatto una bellissima passeggiata in via Volturno.. al buio pesto
    Indimenticabile!!

  • bottarisali 221
    26 nov 2020 alle 11:26

    …e via Volturno è fra il teatro Massimo e il Palazzo di Giustizia; non è Ciaculli o Passo di Rigano, con tutto il rispetto per Ciaculli e Passo di Rigano. Questo solo per dimostrare che anche il centro città non è questo fior fiore.

  • peppe2994 3608
    26 nov 2020 alle 13:23

    Ah, a proposito di impianti d’illuminazione, sono già un paio di mesi che lavorano nella zona industriale di Brancaccio per rifare completamente l’impianto di illuminazione. Chissà se finalmente è la volta buona, e mi riferisco in particolare al passaggio di consegne della manutenzione dall’IRSAP al comune.


Lascia un Commento