Palermo Pride 2012: quello che ho visto

Spread the love

Ho visto una ragazza con un cartello che diceva “REGALO ABBRACCI”. Ha donato sorrisi a tantissima gente.

Ho visto migliaia di persone attendere per più di due ore e mezza sotto il sole cocente l’inizio del corteo.

Ho visto famiglie di immigrati coi bambini affacciate ai balconi e salutare la folla sorridenti.

Ho visto una signora anziana calare dal balcone un cesto con dell’acqua fredda per rinfrescare i passanti.

Ho visto un’altra signora anziana riconoscere e indicare suo nipote tra la folla, che, scoperto, si è inizialmente nascosto…per notare solo dopo che la tenera nonna gli stava mandando baci dal balcone!

Ho visto ragazzi in festa e felici, come non è mai successo a Palermo.

Ho visto folle oceaniche seguire i carri con la musica.

Ho visto gay, lesbiche, trans, bisex, etero, bianchi, neri, donne, uomini, bambini e meno giovani.

Ho visto cittadini italiani.

Ho visto tantissimi colori.

Ho visto voglia di riscatto.

Ho visto una città aperta e tollerante.

Ho visto una città gioiosa nonostante il momento di crisi.

Ho visto ORGOGLIO, e non solo gay, ma quello appartenente a un’intera città: orgoglio autentico.

Ho visto mega isole pedonali, e mi è piaciuto.

Ho visto turisti cantare e danzare per le strade: magari si porteranno un bellissimo ricordo di Palermo.

Ho visto tantissime macchine fotografiche.

Ho visto un uovo spalmato a terra.

Ho visto personaggi assurdi che non penseresti nemmeno possano esistere in questa città!

Ho visto ballerini di talento.

MA SOPRATTUTTO, HO VISTO RINASCITA

Ripenso all’articolo di Frommer’s di qualche giorno fa, che indicava la Sicilia come la culla dell’omofobia italiana, sconsigliando di conseguenza ai turisti omosessuali di visitarla.

La risposta l’abbiamo già data coi 40 mila di ieri, e un’altra la daremo l’anno prossimo col Pride Nazionale 2013.

Frommer’s prendi nota

Post correlati

58 Thoughts to “Palermo Pride 2012: quello che ho visto”

  1. Chiara.C

    Bellissimo articolo veramente! vedere tutto ciò non può che renderci orgogliosi. A Palermo non c’è solo il teppistello che aggredisce la gente sugli autobus o il posteggiatore abusivo, c’è molto di più e la giornata di ieri ne è stata una dimostrazione!

  2. ligeiro

    io ho segutio tutta la parata e ho partecipato all’evento con i miei ragazzi della capoeira Zumbi e di mestre zoi..
    BELLISSIMAAA

    ps: spero che quei ballerini di talento era riferito anceh a noi…heheheh

  3. @ligeiro

    se eravate tre bianchi e un nero sì, era riferito a voi 😀

  4. Viajero Solitario

    Io direi anche: ho visto anche il sindaco e 4 assessori sfilare in prima linea. Alemanno e soci prendano nota.

  5. palermoimprenditrice

    adesso si che abbiamo lavoro e civiltà

  6. sebastièn

    @ palermoimprenditrice
    Spiegati meglio, non capisco.

  7. @blackmorpheus: potresti specificare “personaggi assurdi che non penseresti nemmeno possano esistere in questa città” ?

  8. mi riferisco ad alcuni personaggi pittoreschi, eccentrici che difficilmente potresti vedere tutti i giorni, in una città dove l’omologazione è solitamente prassi.

  9. ivan306

    Poi mi spiegate che c’entra questo articolo con la mobilità di Palermo.
    Visto che siete a corto di argomenti ve lo do io uno bello su cui discutere e che sia voi e sia l’amministrazione comunale fa finta di niente: i ponti pedonali in viale regione siciliana. Quando li finiscono una volta per tutte e spengono quei maledetti semafori?

  10. @ivan306

    al di là del tuo commento imbecille, offensivo e grettamente e schifosamente ignorante -prontamente rimosso- è mio dovere avvisarti che verrà valutato il tuo ban definitivo dal sito. Certi appellativi medievali non sono graditi su Mobilita Palermo, puoi andare a sfogare le tue pulsioni intolleranti in qualche sito estremista, che ti assicuro non mancano.

  11. Argo

    Ho visto MobilitaPalermo nascere.

    Ho visto MobilitaPalermo migliorarsi.

    E, oggi, ho visto MobilitaPalermo completarsi.

    Grazie mille ragazzi, per uno dei più grandiosi articoli mai scritti.

  12. palermoimprenditrice

    ivan hai tutta la mia solidarietà,conosco ragazzi che sono stati bannati dal sito solo perchè in “disaccordo”. praticamente o la pensi come loro o non puoi dire la tua. naturalmente adesso prenderanno la scusa che certi appellativi non sono graditi e sono retrogradi. In attesa di essere bannato cerco solo di spezzare una piccola lancia a tuo favore, analizzando strettamente i fatti e naturalmente non entrando nella discussione che fa riferimento alla manifestazione, che è assolutamente legittima:anche a me pare che non c’entri proprio niente con la mobilità di Palermo, che tu non abbia usato parole offensive, al massimo il contrario (“commento offensivo imbecille e ignorante”).

  13. @palermoimprenditrice

    che non ha usato parole offensive non credo che tu lo possa giudicare dato che il commento incriminato è stato rimosso prontamente dopo 10 secondi. Ti ricordo inoltre che le decisioni dello staff non sono contestabili se non privatamente, per non creare inutili diatribe che non interessano a nessuno e andare fuori argomento. Non verrai bannato perché non hai violato alcuna netiquette, e sinceramente non mi interessa se sei d’accordo o meno, mi interessa che non venga violato il regolamento e che vengano rispettati utenti, etnie, religioni e orientamenti sessuali di ciascuno. Non scriviamo articoli per ricevere il compiacimento della gente, scriviamo articoli per creare dibattiti civili. Che tu possa essere d’accordo o meno è un tuo diritto, e non spetta a me giudicare la tua mentalità. Nel momento in cui però si sconfina, e si diventa pesantemente offensivi utilizzando un linguaggio barbaro, così come l’utente in questione, allora è dovere dello staff intervenire. Parentesi aperta, parentesi chiusa.

    Infine provo a colmare la tua ignoranza (nel senso che ignori), facendoti notare che MOBILITA è senza accento, e non sta per mobilità ma per MOBILITARE. E’ un’esortativo per la precisione. Quindi è erroneo pensare che in questo blog si parli solo di mobilità, perché come puoi ben notare esistono più di 20 categorie di argomenti che trattano tutti i temi di questa città. Che poi la mobilità ci stia particolarmente a cuore è un altro conto, ma la polemica che stai facendo è del tutto inutile e la trovo solo una forzatura per velare la tua probabile omofobia

  14. palermoimprenditrice

    Poi mi spiegate che c’entra questo articolo con la mobilità di Palermo.
    Visto che siete a corto di argomenti ve lo do io uno bello su cui discutere e che sia voi e sia l’amministrazione comunale fa finta di niente: i ponti pedonali in viale regione siciliana. Quando li finiscono una volta per tutte e spengono quei maledetti semafori?

    io leggo questo, mi baso su questo commento. quanto alla mia ignoranza hai ragione, non c’entra soltanto la mobilità ma si esorta a mobilitare lo sviluppo della città, infatti questa manifestazione ha portato un aumento del pil pro capite cittadino!!!(fosse stata una manifestazione di tifosi del palermo, per dirne una, ve ne sareste completamente fragati, solo che questa manifestazione fa figo). Quanto al fatto di chi non la pensa come voi viene bannato…(ma tanto uscirete sempre l’argomento degli appellativi offensivi, per due-tre paroline del linguaggio comune)

  15. @palermoimprenditrice

    hai letto il commento sbagliato, come ti ho già detto quello incriminato è stato rimosso. Il pil pro capite cittadino non c’entra, ma in compenso si parla di un enorme passo avanti verso la sensibilità, la cultura e la solidarietà di questa città finora considerata retrograda, ma che ieri si è dimostrata esattamente l’opposto. Se pensi che la civiltà di un posto si misuri dal PIL, allora non ci siamo proprio. La manifestazione dei tifosi del Palermo non capisco cosa c’entri, dato che non è una manifestazione per i diritti civili, e dato che tocca temi totalmente superficiali e privi di senso. Evidentemente ignori ciò che sta alla base di manifestazioni di questo tipo, e ignori anche il fatto che al PRIDE non c’erano solo omosessuali, ma anche disoccupati, studenti e persone di differenti classi sociali, età anagrafica, etnia o religione. Il tuo bollare una manifestazione così importante, che ha coinvolto 40 mila cittadini di Palermo e non solo, mi sembra un’estrema manifestazione di superficialità…e se permetti, è proprio questo genere di mentalità che blocca la crescita della nostra città. Ora l’argomento è definitivamente chiuso, qualsiasi commento successivo non a tema verrà rimosso. Ho avuto fin troppa pazienza

  16. fabrizio22861

    [email protected] il PIL è un indicatore sicuramente importante, ma ce ne sono anche altri non meno importanti, quali la democrazia e la tolleranza. Oggi Palermo ha dimostrato di essere un pò più simile a Berlino e a Madrid e un pò più lontana da Teheran e Kabul… di questo si sta parlando, non di PIL ed economia, di cui perlatro nessuno disconosce l’importanza

  17. palermoimprenditrice

    bravo, cancella i commenti. questo è da città libera, da Berlino e Madrid, non da Teheran e Kabul

  18. @palermoimprenditrice

    eri stato avvisato, ora chiudila qui o il prossimo ad essere cancellato sarà l’account

  19. Luca S.

    Il riscatto di una città, economicamente parlando, può cominciare solo nel momento in cui la cittadinanza e’ culturalmente in grado di generare idee, superare preconcetti, ribellarsi all’oppressione e all’ignoranza che la soffocano.
    Le motivazioni, la voglia di rinascere, la tolleranza (mi fa schifo questa parola, implica disuguaglianze inesistenti) e in generale la cultura potranno riportare Palermo nelle posizioni che le conpetono.

    Circa l’articolo, un ennesimo bravo all’autore.
    Circa i commenti di altri lettori, credo che presto sarete voi la minoranza, si quella degli ignoranti (nel senso che ignorano :)) che non hanno capito nulla di come il mondo stia cambiando.

  20. Luca S.

    Errata corrige: coMpetono.
    Evito l’arrivo di commenti inutili da parte di certuni…

  21. Templare

    @ Blackmorpheus:

    l’account lo vorrei avere cancellato io, perchè purtroppo non riesco a scrivere quello che gli altri vorrebbero farmi scrivere, è una questione di personalità.

    La solita storia dell’intolleranza sbattuta in faccia agli altri, quando invece si è per primi intolleranti agli altrui giudizi.

  22. fabrizio22861

    @templare, scusa se mi intrometto, ma come si fa a chiedere rispetto e tolleranza per opinioni razziste, sessiste e che violano i diritti fondamentali di cui tutti gli esseri umani, di qualunque sesso, razza, religione, orientamento sessuale, classe sociaale, età, ecc dovrebbero godere?

  23. Templare

    @fabrizio22861:

    io ho letto il messaggio (spero sia stato solo uno) cancellato a palermoimprenditrice e non c’era nulla di tutto questo.

    Poi vorrei capire: se io dico che non credo affatto che le manifestazioni come quella di ieri siano “un enorme passo avanti verso la sensibilità, la cultura e la solidarietà di questa città finora considerata retrograda”, vuol dire che sono razzista, sessista e violo i diritti fondamentali degli esseri umani?

    Qui, in questo articolo almeno, devi soltanto dire “che bello”, altrimenti vai fuori tema e Blackmorpheus prima ti cancella i messaggi e poi ti banna…

    A me dell’argomento non importa nulla, ma se le regole sono queste allora voglio essere bannato prima di palermoimprenditrice.

  24. ing.giacomo

    @ Blackmorpheus sono perfettamente in accordo con la tua posizione in riguardo
    Vorrei ricordare a palermoimpenditrice che alcuni giornali esteri hanno invitato gli omosessuali a non venire in sicilia e palermo principalmente perchè omofoba e arretrata, vedi che i soldi dei gay hanno la stessa importanza di quella degli etero, manifestazioni del genere oltre che aprire la mente alla gente serve a far capire che Palermo non è solo coppola e lupara ed è pronta ad accogliere tutti…Sono contento che era presente anche il sindaco Orlando

  25. fabrizio22861

    @Templare ti spiego perché si tratta di un commento razzista e sessista. Hai mai sentito tanta gente contraria alle sfilate di carnevale con i carri allegorici? io onestamente no.. e perché tanta gente si dice contraria alla “carnevalata” del pride, come la definiscono? evidentemtne c’è un pregiudizio di base, non nascondiamoci dietro un dito…

  26. Viajero Solitario

    Quello che dico sempre è che prima di criticare aprioristicamente, uno prima dovrebbe almeno partecipare. Sei mai stato al pride di Palermo? Sicuramente no. Ti sei perso una grande festa in cui si era davvero tutti insieme nella speranza che la società civile migliori e che tutti siano trattati ugualmente. Invece di scagliarmi contro, ti invito al prossimo pride, sono convinto che vedresti le cose sotto una prospettiva diversa e saresti galvanizzato dalla gioia e la voglia di stare insieme, il colore senza però essere volgari che caratterizza la manifestazione a Palermo. La vita bisogna viverla, non solamente guardarla in tv o leggerla dai giornali. 😉

  27. Templare

    @fabrizio22861:

    ma vorrei capire perchè pregiudizio e non idea. Io posso avere la mia idea? O deve essere per forza pregiudiziale?

    In ogni caso il mio intervento qui non era per la manifestazione. Ma per sottolineare l’alto senso democratico di chi dice: o la pensi come me oppure sei fuori tema e ti banno.

  28. fabrizio22861

    anche Hitler aveva le sue idee quando spediva gli omosessuali col triangolo rosa nei campi di sterminio, o Mussolini che li spediva al confino… poi se quelle idee fossero da rispettare mi pare che la storia abbia scritto il contrario, per fortuna.
    Non si può chiedere il rispetto per le proprie idee se queste sono lesive della dignità e della libertà degli altri.. il mio è un paragone estremo per spiegare il mio punto di vista e non sto paragonando nessuno dei presenti a Hitler

  29. MarcoC

    Non mi piace il Palermo pride, secondo me è un segno della decadenza della civiltà. E poi girare così dentro quei carrozzoni è una specie di gogna.. secondo me la maggior parte dei cittadini che vedono questa sfilata si fanno quattro risate e sfottono tutti questi gay e lesbiche!

  30. Allora, giusto per chiudere definitivamente l’argomento: il commento incriminato – e che è stato rimosso – era il seguente: La solita festa di froci, finocchi e lesbiche! In nome della tolleranza si permettono cose che l’ordine naturale delle cose non ha previsto. Che siamo diventati… Il mondo è veramente giunto alla sua fine! Vergognatevi!
    L’utente palermoimprenditrice ha dato tutta la sua solidarietà all’autore di questa vergogna. Ora, al di là che avesse capito male, era stato avvertito di chiudere l’argomento lì perché completamente fuori tema. Era stato AVVISATO che qualsiasi altro commento non attinente sarebbe stato cancellato, quindi vorrei capire secondo Templare dove sia la mia censura. Che poi si spaccino per “idee” concetti da Mein Kampf come quelli espressi dal caro ivan306 mi sembra l’ennesima arrampicata sugli specchi. Se censurare significa isolare affermazioni aberranti come le sopra citate, allora sì…ben venga questa “censura”. In quattro anni di gestione di Mobilita Palermo sono stati rimossi meno di 30 commenti in tutto, quindi mi sembra assurdo accusare lo staff di censura. Anzi, se volete ripesco dei commenti postati in passato nei quali ci accusavano del contrario, ovvero di essere troppo morbidi riguardo la moderazione. Ora, mi sembra a dir poco curioso che venga pubblicato un articolo che parla di Gay Pride, e improvvisamente mi trovo a moderare tantissimi commenti. Mobilita Palermo si è sempre vantato della maturità del proprio pubblico, che non ha mai avuto bisogno di moderazione…spero a questo punto che tale motivo di vanto possa restare immutato anche di fronte ad argomenti delicati come questi, che necessitano di comprensione e tanto senso civile e democratico. Qui non c’entrano nulla le idee. MarcoC ha espresso la sua e non verrà punito per questo, sebbene non sia completamente d’accordo con lui. Ma tra l’esprimere un parere e arrivare a quel genere di insulti vergognosi di distanza ce ne sta. Spero di essere stato chiaro. Saluti

  31. ing.giacomo

    Bravo Blackmorpheus..quando ce vo ce vo!!

  32. Templare

    Ah perfetto, ho capito male e chiedo scusa. Quindi qui è possibile anche pensare e dire che “enorme passo avanti verso la sensibilità, la cultura e la solidarietà di questa città finora considerata retrograda” non è una verità assoluta, ma un’idea di chi ha scritto l’articolo, che può essere condivisa o meno.

    Ne prendo atto con piacere.

  33. Giovanni

    bah i soliti commenti destrorsi.. u cavuru fa male..

  34. palermoimprenditrice

    vedi Templare…censura e “minacce”…loro gestiscono il sito decidono cosa è giusto e cosa è sbagliato e affibiano etichette. i soliti sinistroidi che tutto sanno e tutto possono e sono padroni della verità assoluta(per citare l’ultimo commento)

  35. Viajero Solitario

    Io vorrei porre delle domande a coloro che si sono scagliati contro e prego loro di rispondermi con altrettanta serietà. A voi, che ci vengano riconosciuti gli stessi diritti come qualsiasi cittadino che lavori e paga le tasse, cosa cambia? Pensate che gli/le omosessuali non esistano, che esistano solo con il riconoscimento delle unioni da parte delle istituzioni e della legge? Pensate che aumentino? Vorrei capire le vostre preoccupazioni.

  36. Giovans1985

    Complimenti per l’articolo 🙂

  37. bbjack

    Premettendo che ho avuto modo di partecipare anche in veste di fotografo ad alcuni pride in giro per l’europa,sostanzialmente non condivido l’idea che un evento allegorico,festoso,venga “tipizzato”accostandogli l’etichetta gay,lesbo,etc..quando poi ai pride partecipano praticamente tutti..Discorso a parte sarebbe quello portato avanti anche da molti omosessuali a cui i pride non piacciono per le rappresentazioni in molti casi anche estreme che viene fatta del mondo omosex,in molti casi anche a mio avviso certe rappresentazioni piu che eliminare pregiudizi contribuiscono a ridicolizare le categorie che dovrebbero(forse) sentirsi rappresentate.
    Ovviamente si puo o meno essere daccordo con i pride,e non sarebbe la prima volta che questi vengono criticati,odiati etc in quanto ci sono interi siti internet pieni di pareri contrastanti.
    Per quanto riguarda le accuse fatte ai gestori del sito Mobpa,vorrei semplicemente far presente,che chi critica i gestori per la censura di commenti che violano le basi della netiquette,e quindi giustamente cancellati,non è abituato a frequentare forum ed esserne partecipe,in quanto la moderazione di Mobpa,è anzi molto ma molto morbida rispetto a forum con moderazioni estremamente severe, e nulla c’entrano le idee politiche,si fa solo riferimento alle regole e alla netiquette,bastano un paio di off-topic,per ricevere prima un richiamo e poi la cancellazione totale dell’account,figurarsi scrivere frasi come quelle di cui ci si meraviglia per la loro cancellazione…Anzi mi meraviglio molto di come persone che altrove sarebbero state immediatamente bannate qui invece continuino ad avere seconde possibilità

  38. caudino

    Alla faccia ragazzi vi siete scatenati coi commenti… nn vi ho letto tutti xkè alcuni sono così poerili… così inutili.. così mentecatti.
    E’ OVVIO che i gestori del sito debbano avere una linea antistro…zi.
    E questo articolo CI AZZECCA SULLLA MOBILITA!

  39. punteruolorosso

    d’accordo con l’autore dell’articolo.
    su teheran: spero che torni ad essere un grande centro culturale, e che un giorno anche noi si voglia essere come quella città.

  40. Fenil

    Complimenti all’autore dell’articolo. Al contrario di quello che alcuni hanno scritto, questa è stata una significativa dimostrazione che Palermo, se vuole, può essere una grande città.

  41. Templare

    @Viajero Solitario:

    ti rispondo con piacere, anche perché il tuo modo di porti, civilissimo a differenza di tanti altri, lo merita. Io non odio alcuna categoria del genere umano, odio soltanto quelli che credono di potere camminare un metro e mezzo sopra di me in nome di etichette autoaffibiatisi, quelli che vengono a esporre il loro pensiero oggettivizzandolo e spacciandolo per verità assoluta, qualunque sia il tema in questione e dimostrando comuqnue disprezzo per idee diverse dalle proprie.

    Tu non conosci la mia storia personale, ma posso garantirti che per tutta una serie di motivi che non sto qui ad esporti, nei ghetti creati dalla morale comune e dai regolamenti vigenti ci sono stato, ci sono attualmente e probabilmente continuerò a starci e purtroppo non solo io, ma anche mio figlio. Figurati quindi se proprio io posso pensare che gli omosessuali non debbano avere pari diritti civili degli eterosessuali o debbano essere discriminati.

    Ma non discriminare non significa per me fare apologia di tutte le idee dei movimenti e di tutte le manifestazioni, proponendo una sorta di paradiso terrestre cui soltanto gli stolti e gli ignoranti non vogliono avvicinarsi.

    Il punto per me è questo. Il moderatore del forum (e i forum di ogni tipo li conosco, li frequento ed in alcuni casi li modero pure, da almeno quindici anni…) ha esercitato il suo potere di censura (magari adesso sta ancora dormendo o si è distratto, visto che forse qualche altro intervento dal suo ultimo messaggio ad ora ci starebbe), ma non tollero, e lo dico chiaramente, il tono saccente con cui si pone e si è posto non soltanto ieri e non soltanto riguardo questo argomento.

    Un po’ di umiltà non farebbe male, in certi casi, ma mi rendo conto che è difficile ammetterlo.

  42. MarcoC

    @Viajero Solitario
    Buongiorno non vorrei andare fuori tema perciò cercherò di essere breve.. Per me gli omosessuali possono vivere insieme ma non devono parlare di matrimonio, ci sono 100 nomi.. hanno tanta fantasia ne scelgano un’altro ma lascino il copyright di questo termine agli etero sessuali. In quanto agli altri diritti dipende da cosa intendi.. se ti riferisci alle agevolazioni cioè ai soldi ad esempio facendo gli scongiuri in una coppia gay muore il compagnio se pensi che l’altro compagnio dovrebbe ricevere l’eventuale pensione di reversibilità come avviene per coppie sposate non sono d’accordo. Io come contribuente italiano non voglio che le mie tasse finanzino gli omosessuali. Questo non è un diritto è richiedere troppo.

  43. @Templare

    tu non tolleri?! Censura? Il bagno d’umiltà dovresti farlo tu caro mio. Il mio dovere di moderatore è quello di far rispettare l’ordine nel forum; non devo starti simpatico né devo assumere toni che possono fare piacere a te. Premesso che la questione non ti riguarda, e premesso che ti sto dando anche una grande manifestazione di tolleranza e pazienza dato che, come ho specificato prima, le decisioni dello staff possono essere contestate in privato e non pubblicamente, e come vedi si sta creando una discussione chilometrica su argomenti completamente fuori tema, ti invito a non strumentalizzare il tuo astio verso il mio modo di pormi per contestare una decisione giusta presa nei confronti di un’affermazione che in questo blog, checché ne dica tu, non mi sogno neanche di tollerare. E non spacciare il discorso come se volessi far credere che è una questione di tolleranza delle idee altrui, perché se le idee altrui vengono esposte in maniera altamente barbara e offensiva, me ne frego della tolleranza. In questo forum si interloquisce nel rispetto di tutti, PUNTO. Se la cosa non ti piace, se pensi che io sia arrogante o che le decisioni dello staff siano esagerate (trovami un altro sito che in quattro anni di attività ha eliminato solo 25 commenti), sei libero di andare a informarti altrove, il web è pieno di fonti di informazione. LA QUESTIONE E’ CHIUSA. D’ora in poi ad ogni ulteriore post sull’argomento verranno presi seri provvedimenti. Non dite che non vi ho avvertito, perché poi non voglio sentire parlare di censura. Ma roba da matti…

  44. marcone83

    Ma da uno che accosta la parata dei tifosi del palermo ad una manifestazione del genere che ti aspetti!?!??!?! cooooomunque! io non sono favorevole a questo tipo di carnevalate, anche se gli anni passati ho partecipato e devo dire che una cosa è vedere la manifestazione da fuori e una cosa è parteciparvi! Ti mette dentro allegria e gioia e non ti preoccupi della gente che ti guarda con la faccia schifiata!!! No alle esagerazioni come gente nuda o che fa porcate, questo si, ma si al manifestare il proprio orgoglio e ricordare i propri diritti.

    ps… ma questo uovo spalmato a terra?!??? Almeno era marcio o in un momento di crisi sciupano il cibo per fare i trogloditi?

  45. sud

    @MarcoC
    “Io come contribuente italiano non voglio che le mie tasse finanzino gli omosessuali.”

    ma è un’affermazione seria????
    però immagino che non trovi nulla in contrario che le tasse degli omosessuali finanzino te e gli altri eterosessuali, e per andare ulteriormente fuori tema, finziono anche uno stato estero come il vaticano.
    curioso punto di vista…

  46. marcone83

    @MarcoC… che cose assurde che dici! Posso scegliere a chi dare la mia pensione? Posso scegliere a chi intestare il mio testamento? Le tasse le pago ANCHE IO COME TE? Preferisci che i soldi finanzino la classe politica? No all’adozione, questo si, ma se due persone dello stesso sesso vogliono sposarsi o paxarsi a te non interessa, non ti toglono il pane di bocca!!! Io di contro non voglio finanziare i tuoi bisogni!!

  47. Templare

    @Blackmorpheus:

    volevo solo ringraziarti per la grande manifestazione di tolleranza che mi hai concesso, malgrado i miei interventi mentecatti e la linea antistro…zi del sito. Cancellalo pure, mi basta che lo hai letto tu. Buona continuazione.

  48. Signori,
    anche se l’intera discussione è degenerata in discorsi sinceramente poco costruttivi e propositivi, siamo tutti in tempo per dimostrare di non appartenere a quella frangia di internauti che scrivono tanto per passarsi il tempo.

    Non verrà bannato eccezionalmente nessuno utente, così forse sarà più chiaro a TUTTI che nessuno guadagna o ci gode nel rimuovere dal database l’account di uno piuttosto che di un altro.

    Deve essere chiaro, così come sottolineato da BlackMorpheus, che la moderazione viene applicata ai modi, non ai contenuti.
    Si può essere d’accordo o meno sul pride, sul passante ferroviario, sui tram, sulle opinioni altrui, e lo si può tranquillamente scrivere e manifestare con i dovuti MODI RISPETTOSI dell’educazione e del pensiero altrui.

    Che serva a TUTTI per le prossime discussioni 😉

  49. palermoimprenditrice

    la cosa più bella sai qual è? che non c’è stato un solo commento di noi str**** che ha fatto riferimento a gay/lesbiche o parate e pride. hanno fatto tutto loro dando etichette. La differenza sta tutta qui. Allora dico la mia…per quanto riguarda la parata non dico proprio di essere contro ma mi sta proprio indifferente (nonostante un commento in disaccordo di un altro che tuttopuò e tuttosa preferisco partecipare a eventi sportivi che questi si innalzano lo sviluppo sotto tutti i punti di vista della città, per quanto riguarda chi ci partecipa viviamo in democrazia(neanche faccio la distinzione in categorie gay/lesbiche perchè neanche mi pongo il problema, cosa invece che voi avete sempre fatto.(etichette) certo se qualcuno pensa di essere discriminato ci sono i tribunali

  50. Micky

    Premesso che ho letto tutti e quarantasette post, e che sono un affezionato lettore di questo sito, vorrei semplicemente dire due parole. Ma alla fine un Gay Pride cosa toglie ad una città? (Tra l’altro città ormai ridotta all’osso, causa precedente amministrazione comunale…) Riflettete su quanto può essere bello aggiungere un valore piuttosto che toglierlo o privarlo….io credo che sia un momento di civiltà per TUTTI e per tutti non intendo solo GLBT, ma TUTTA LA CITTA’… A quei pochi che non riescono a “vederlo” questo valore aggiunto, gli chiederei di documentarsi o se possono di fare un viaggio verso qualche città europea e andare ad assistere ad un Gay Pride… certo non si può essere necessariamente d’accordo su tutto quello che rivendicano i gay lesbiche trans etc…ma almeno per un giorno dell’anno possono essere felici di vivere un momento di condivisione e di rivendicazione o no?

  51. Fulippo1

    Sono dispiaciuto di non aver potuto prendere parte al pride, credo che debba essere un vanto per la nostra città, aver partecipato moralmente e fisicamente a rendere più concepibile il concetto di omosessualità, che purtroppo ancora oggi viene ancora troppo non tollerato.

    C’è ancora molta strada da fare però, per far capire a tanta gente che ogni essere umano è LIBERO di fare ciò che vuole della propria vita, senza intaccare quella altrui.

    In molti commenti ho letto un odio (per me inconcepibile) verso una manifestazione del genere, che forse neanche verso un ladro o un mafioso di solito viene espresso, credo non ci sia da aggiungere altro.

    Sono felice però che anche tramite MobPa, se ne parli e se ne discuta, solo cosi la nostra “in” civiltà potrà fare dei passi avanti.

  52. MarcoC

    @sud
    Non trovo nulla male se le tasse degli omosessuali finanzieranno me “semmai andrò in pensione” perchè già da ora le MIE tasse finanziano (certo in piccolo) le pensioni degli omosessuali che hanno giustamente pagato i contributi. Ma se parliamo di altre agevolazioni tipiche del matrimonio come la pensione di reversibilità che è un’altra cosa non sono d’accordo. Sono contrarissimo che l’Italia finanzi il vaticano,
    dipendesse da me toglierei tutti i privilegi della Chiesa.

    @marcone83
    Marcone guarda che sono d’accordo con te per me gli omosessuali si possono unire.. dico solo che il nome “matrimonio” lo devono lasciare agli etero per una questione di sensibilità e rispetto verso chi come me vuole un matrimonio tradizionale tra uomo e donna. Non è che ora vieni
    tu e vuoi cambiare le regole per tutti! Del testamento non ne ho mai parlato cosa c’entra.. uno può lasciare a chi vuole.
    E sulla pensione di reversibilità sinceramente non so più come altro dirlo è un diritto della coppia tra uomo e donna. Cosa sarebbe la nostra società senza matrimonio, chi li farebbe i figli? E’ giusto salvaguardare con questo contributo il motore della nostra società!

  53. gkm

    OT
    Molta gente in questo forum non conosce le regole base INTERNAZIONALI dei forum, netiquette, moderazione, ban.

    In qualsiasi forum del pianeta, fosse nella democratica e libera america o nel talebano afganistan, parecchia gente sarebbe stata bannata e moderata. Perchè I FORUM FUNZIONANO COSì, e anche lì avrebbero pianto di presunta censura, comunismo e simili bambinaggini – il fatto che non sappiano leggere e capire le REGOLE dei forum non c’entra niente con la loro opinione. Un sito non è una piazza, il giudizio del proprietario\moderatore è insindacabile, sia esso oggettivo, soggettivo, marziano, divino o presuntuoso, ma le cose fondamentali sono il MODO ed i TERMINI utilizzati nel commento.

    Dovreste essere più severi nella moderazione.
    FINE OT

    Sono andato ad un GP 2 o 3 anni fa, ero un po’ titubante, poi ho visto e capito molto meglio. E’ una bella festa e fa bene alla gente e alla città. Quest’anno purtroppo me lo sono perso.

  54. maikko

    Se posso dire la mia, senza fare polemiche o ingenerare chissà quale discussione, la questione è abbastanza semplice.
    Si può essere o non essere d’accordo con manifestazioni di questo tipo, ma vorrei spezzare una lancia a favore di quella tenutasi a Palermo.
    La manifestazione si chiama “Palermo pride”, letteralmente “l’orgoglio di Palermo”. Io non ho partecipato ma, mi pare di aver capito che è stata una festa aperta a tutti uomini, donne, bambini, giovani e meno giovani, omosessuali e non.
    Che male c’è a fare una festa a cui sono invitati tutti?
    Perchè chiamarlo “Gay Pride”, quindi? perchè fare tutti sti discorsi su omosex, lesbiche etc?
    Io quello che non condivido molto è, per esempio, il gay village di Roma… quella, a mio avviso, è una sorta di autoghettizzazione che gli omosessuali fanno. Una sorta di autogol… perchè creare un luogo apposito, un luogo di incontro si socializzazione e di non so cosa e chiamarlo “Gay Village”? ma perchè, al di fuori di quel luogo è così strano che si socializzi (gay e non?)
    Ecco, quando di organizza il cosiddetto “Gay pride” si è più soggetti a speculazioni di sorta e, mi perdonino gli amici omosessuali che leggeranno questo post, qualche volta ve le andate proprio a cercare!
    Non dovete organizzare manifestazioni di celebrazione di un qualcosa che, al di là degli orientamenti di ciascuno di noi, DEVE essere considerato normale…
    Bravi gli organizzatori del PALERMO PRIDE, una manifestazione libera, di festa, di condivisione e che sono sicuro qualsiasi altra città di italia e d’europa ci ha invidiato!

  55. Viajero Solitario

    @Templare: ti ringrazio per la risposta e capisco le tue motivazioni circa il modo di agire che non sempre condivido. Però mi rendo conto che a volte è veramente difficile gestirsi quando si leggono certi commenti che aizzano contro e di tutto sono pieni tranne che di comprensione e tolleranza, figuriamoci amore. E quando li leggo ci rimango davvero male. Io per primo non volevo più rispondere o leggere alcunché perché mi sento nauseato (non da te). Poi mi rendo conto che tutto sommato non sono io quello diverso a leggere determinate cose. Vedi ad esempio MarcoC: per lui, come a molti, pecunia non olet. Blatera di rapporto solo fra uomo e donna, famiglia naturale. Di pensione di reversibilità. È notorio che le sacre scritture parlino di reversibilità di pensione solo tra un uomo e una donna. 🙂
    Come si dice? Il sazio non può credere mai al digiuno. Certe volte vorrei vedere un po’ come si sentirebbero certuni a vivere almeno per un giorno dall’altra parte della barricata. Vorrei vedere come si sentono a vedersi giudicare chi occupa le proprie lenzuola, chi occupa un posto nel proprio cuore, a dire chi può entrare e chi no a far parte della propria vita. Mi piacerebbe vedere come si sentono ad essere giudicati diversi, pedofili (perché sapete, la pedofilia è solo omosessuale, non esiste mica quella eterosessuale, eh!), mezze donne, mezzi uomini, mezzi qualcosa, sciddicati, malati, anormali. Discriminati. Per un piacere voyeuristico, perché vogliono mettere il naso nel mio letto. Ma pretendono poi il riserbo se i loro genitali occupano più letti. E non di rado, letti di persone dello stesso sesso. Perché si sa, certe cose si fanno, ma guai a dirle.

  56. Real

    Complimenti all’autore dell’articolo per averci resi partecipi delle sue emozioni e del suo pensiero…. Ho letto più o meno tutti i commenti, si capisce perché in questa città le cose vanno così male. Ci sono soggetti che pensano di essere migliori di altri perché sono etero ecc dicendo chi deve avere un diritto o no, mettendosi sopra un piedistallo e giudicando gli altri, evidentemente sono talmente frustrati, che devono trovare dei capri espiatori con cui prendersela.Tipica espressione di un pensiero nazzi-fascita e veterocomunista , visto i danni che tali ideologie hanno provocato nel secolo scorso con milioni di morti, ben vergano i pride e quant’altro.

  57. Irexia

    @ MarcoC
    L’art. 9 della Carta di Nizza, che l’Italia ha firmato, sancisce il DIRITTO di sposarsi e di costruire una famiglia.
    Un diritto riconosciuto soltanto ad alcuni e negato ad altri non è più tale, ma degrada a mero privilegio.

  58. lilibeo

    Bellissimo articolo. Questa è la Sicilia che vogliamo!

Lascia un commento