19 mag 2010

La replica di Ferrandelli


Riportiamo qui di seguito la replica del consigliere comunale Fabrizio Ferrandelli, all’articolo inerente la protesta contro il passante ferroviario organizzata dal comitato di Cardillo e alcuni esponenti del partito, pubblicato da noi in data 17 maggio 2009

Ciao a tutti

Non vi nascondo sinceramente che essere accusato di pressapochismo e di tutto quello che leggo, mi dispiace molto.

Io lavoro realmente per questa città e per i palermitani ogni giorno per oltre 14-16 ore senza sosta (e vi assicuro che sono realemnte tante) con l’unica spinta che è quella di cambiare Palermo in meglio per tutti noi, per quanto possibile nelle mie forze e capacità, e per i nostri figli.

Non è un autoelogio, ovviamente, e non mi aspetto di sentirmi dire bravo x questo, perchè è quello che faccio solo perchè voglio farlo..lo farò sempre e comunque…ma sono sincero sentirsi sparare addosso con la stessa superficialità della quale mi si accusa, non aiuta nè me (anzi noi perchè io non sono uno e basta) nè “gli altri”.

relativamente al passante ferroviario anch’io sono ovviamente dell’idea che sia un’opera pubblica importantissima di sviluppo, l’ho già detto altre volte, e la mia posizione viene fuori dopo aver studiato un documento di analisi dei rischi e dei danni che mi hanno sottoposto.

ho ascoltato questi cittadini, ho letto il documento, mi sono convinto di certe cose ed ho agito secondo il mio modo di fare e secondo le mie strategie..che molti leggono come pressapochismo o superficialità, altri come egocentrismo ma, non ha importanza, io so che quando penso che una cosa sia giusta, il mio modo, condivisibile o meno, mi ha sempre fatto portare a casa i  risultati sperati.

anche perchè non tutti forse comprendono che il passo successivo alle mie proteste è sempre la diplomatica strategia politica che si sviluppae si traduce nei confronti e nei dialoghi attorno ai tavoli istituzionali… e parlare con certi squali non è così facile come a qualcuno può sembrare.

la richiesta di “aiuto” di questi cittadini che si sono sentiti inascoltati, mi ha convinto e sono andato a sostenerli…questo è uno dei compiti primari di un consigliere comunale.

Quello che è mancato forse è conoscere la posizione di MOBILITAPALERMO, ma come avrei potuto farlo da me?

molto probabilmente, visto che alcuni di voi mi dicono conoscere la mia buona fede e condividere parte delle mie idee, sarebbe stato opportuno un confronto…non mi sarei tirato indietro, questo sono sicuro che lo sapete, e vi garantisco che sono sempre pronto a rivedere le mie idee e posizioni se mi accorgo che è giusto farlo.

Anzi proprio perchè quello che a me interessa è realmente il bene di questa Palermo, invito ufficialmente una delegazione (una al max due persone) di MOBILITAPALERMO a partecipare al tavolo tecnico che si terrà domani con l’ass. al traffico e quallo alle opere pubbliche e ad esprimere quindi le vostre posizioni e ragionare tutti insieme sul da fare!

vi ringrazio comunque tanto, questa esperienza ci servirà x la prossima volta, ed anzi mi auguro realemnte di potervi incontrare sui temi della mobilità di questa città che come tutti gli altri temi mi sta a cuore.

apprezzo cmq il vostro lavoro e vi garantisco che l’informazione libera mi rassicura (anch’io ne ho fatta all’universita fondando pure un piccolo giornale) ed a modo mio cerco di farla ogni giorno condividendo ogni azione e situazione con tutti.

solo x far conoscere ai criticoni una cosa in più di me sappiate che lavoro sempre per unire e costruire e mai per dividere e distruggere! sono realmente fatto così, chi mi conosce lo sa.

sempre in lotta per una Palermo libera e migliore

Fabrizio Ferrandelli


cantierecardillocomitatocomitato cardillocomitato cardillo passante ferroviarioferrandellilavorimobilita palermopassante ferroviariopfpprotestaprotesta cardilloprotesta cardillo passante ferroviariotommaso natale

43 commenti per “La replica di Ferrandelli

Comment navigation

  • Luca 129
    19 mag 2010 alle 21:11

    Ragazzi, una cosa e’ dissentire su una parte del progetto, una cosa e’
    bloccare lavori approvati, finanziati e avviati!
    Ma che paese civile e’ mai questo!

    Che se ne parli in separata sede! Che sono questi atteggiamenti NO GLOBAL tipo blocco dei lavori!
    Ma che protesta e’!!!
    Se varianti ci saranno, queste saranno discusse ad un tavolo tecnico.

    Le parole di risposta di tale Ferrandelli sono di vittimismo assoluto, nonche’ vuote di ogni contenuto argomentabile, che avvalorano sempre piu’ la visione di chi lo etichetta come solito politico ciarlatano e demagogo.
    Dimostri coi fatti, con azioni CIVILI e LEGALI, e soprattutto con ARGOMENTI, di avere ragione!

  • lelemania 6
    19 mag 2010 alle 21:14

    @antony977
    Tranquillo, non la prendo come una provocazione perchè davvero stimo profondamente il vostro lavoro…e credo che parlare, e confrontarsi, faccia sempre bene, se con toni rispettosi… :-)

    Alla tua domanda non saprei rispondere sinceramente se non con un’altra domanda…
    Se Ferrandelli non avesse sollevato la questione appoggiando, a torto o a ragione, le proteste del comitato di cardillo, ci sarebbe stato oggi un tavolo tecnico a cui far partecipare parte della società civile, che si occupa di queste tematiche, come voi, liberamente, fate?

    Non voglio essere provocatoria, sto divagando con voi sul tema…
    certo è che il polverone c’è e c’è anche il vostro interesse alla questione, per questo, non volevo essere provocatoria, e anche a costo di sembrare ripetitivi, andate a dare le vostre ragioni al tavolo tecnico, e ringraziamo che ancora c’è spazio per dire e dare le proprie opinioni, in questo blog come nella vita di tutti i giorni e negli scontri politici di tutti i giorni.

  • emmegi 722
    19 mag 2010 alle 21:15

    Sì è assolutamente fuori tema ma, come ho detto in più occasioni, questo blog ha il grande limite di non consentire l’ inserimento di notizie calde di attualità se non all’ interno di discussioni già aperte (cosa che non avviene in un forum).
    Così in più d’ una occasione mi sono dovuto “arrangiare” ;)
    E lo scandalo dei “centri benessere” per i dirigenti del Comune di Palermo meritava di essere messo in rilievo anche su MobilitaPalermo, affinchè tutti i lettori ne fossero al corrente.

  • antony977 168054
    19 mag 2010 alle 21:22

    @lelemania, rispondo tranquillamente alla tua domanda: si, in passato ci sono stati diversi tavoli tecnici, conferenze di servizio ed anche seminari con ingegneri dove si è anche discusso della problematica.

    @emmegi, però qui parliamo di mobilità e traffico ;)
    Concordo con quanto scrive ultimo82, ovvero quanto sosteniamo da sempre: chi vuole un futuro migliore per la nostra palermo non può non occuparsi del passante ferroviario.I dubbi possono essere leciti o infondati ma ogni cosa ha i suoi tempi.E se ogni attimo poniamo dubbi o vogliamo apporre qualsiasi cosa a tutti i costi, ovvio che ci ritroveremo con cantieri biblici.E questo Palermo, non se lo può più permettere.
    La nostra posizione è stata sempre chiara, netta e correlata di prove e documenti fotografici.

  • lelemania 6
    19 mag 2010 alle 21:52

    @antony977
    si, immaginavo che ci fossero stati, ma probabilmente nessuno aveva interesse a invitarvi, e su questo conveniamo della scorrettezza, anche a fini strettamente politici, visto che il vostro blog è un punto di riferimento per questo tipo di tematiche….ma torno a dire, a rischio di sembrare davvero ripetitiva, (:-) )
    capisco l’amarezza per non essere stati invitati prima, ma non possiamo sfruttare l’occasione che adesso ferrandelli offre?
    Si è dimostrato sensibile al dialogo e interessato a che il dialogo ci fosse realmente, così che oguno potesse esprimere il proprio parere, e così anche voi.

    Detto ciò auspico a che qualsasi tipo di aggiornamento sulla questione venga comunicato, qui non interessa capire chi ha torto e chi ha ragione per il puro piacere della “vittoria”, qui l’importante è fare chiarezza e fare in modo che i lavori si svolgano nel migliore dei modi, nell’interesse dello sviluppo di tutta la città.

  • antony977 168054
    19 mag 2010 alle 22:01

    @lelemania, ma quale amarezza…..anzi….l’ultimo seminario è stato organizzato da noi.Aperto a tutti.Così come anche quelli organizzati dall’Università di Palermo e dal Cifi al quale abbiamo partecipato :)
    Tutto rigorosomamente pubblico, senza necessità di inviti.Secondo te perchè dall’altra parte nessuno si presentava a fare queste obiezioni o a farle in tempi in cui era opportuno farle?

  • lelemania 6
    19 mag 2010 alle 23:11

    @antony977
    Ok, perfettamente ragione, scusami se sono disinformata sulla questione…

    Che dire, le tue considerazioni sono più che comprensibili, anche alla luce delle nuove informazioni che mi dai…
    continuo a dire però che, vabene la chiarezza e raccontare i fatti per come si sono svolti, ma rimurginando su come siano andate le cose a ben poco si arriva… il “casino” è esploso adesso, voi avete una posizione forte in merito maturata con studi e ricerche… andate all’ennesimo tavolo e spiegate le vostre ragioni….

    E allo sfinimento ripeto che l’ha scritto lui stesso, ferrandelli, che ha risposto alla richiesta d’aiuto, che si è convinto della documentazione che gli hanno fornito e che ha cercato a quel punto di svolgere il suo compito al meglio…portando la questione sui tavoli tecnici della politica…
    Dimostra un’enorme disponibilità al dialogo, seppur convinto delle sue posizioni, non è stato chiuso e offensivo, anzi, ha rinnovato il suo interesse nel voler chiarire tutti i termini della questione…
    se ci sono dei nodi che devono venire al pettine, verranno fuori.

    detto ciò, per quanto mi riguarda, passo al prossimo post!
    :-)
    buon lavoro e buona notte

  • samir 230
    19 mag 2010 alle 23:35

    Apprezzo la risposta di Ferrandelli, però non ha scritto manco una motivazione tecnica del perchè della sua posizione!!! non ha spiegato il perchè di nullla!!!…peccato ha perso un’ occasione!!!

  • huge 2284
    20 mag 2010 alle 2:04

    Davvero apprezzabile la risposta di Ferrandelli, soprattutto l’invito a partecipare al tavolo tecnico. Meglio di qualsiasi spiegazione.

    Ragazzi, c’andate? Se mi rispondete di no vi vengo a prendere a pietrate.

  • fatamorgana 255
    20 mag 2010 alle 8:00

    La risposta del cons. Ferrandelli è stata incentrata al dialogo ed è questo l’approccio più efficace per costruire. Non ha posto l’attenzione su argomenti tecnici che per la loro complessità credo debbano essere trattati prima dal vivo per poi essere sintetizzati in un post del blog al fine di informare tutti. Infatti ha lanciato un invito al tavolo tecnico istituzionale. Quindi va giudicato positivamente per questo approccio dello “stare insieme intorno ad un tavolo per meglio capire”.
    AL tavolo tecnico si affronteranno inevitabilmente, prima l’informazione tecnica corretta sul progetto e i suoi impatti sul territorio, e dopo con il buon senso, le conoscenze scientifiche e la logica si arriverà alle conclusioni che possono essere, comunque, diverse da individuo a individuo a seconda se si da maggiore o minore peso ad indicatori più di carattere sociale che squisitamente tecnico. E’ fuor di dubbio che un tavolo tecnico dove si siedono istituzioni pubbliche insieme alle associazioni del territorio è nettamente migliore del tavolo tecnico dove siedono solo le istituzioni pubbliche che decidono dell’uso del territorio.

    Sicuramente MobilitaPalermo per l’azione che ormai svolge da qualche anno nel territorio di Palermo, cioè quello di informare tecnicamente e puntualmente sulle opere della città, ha il CV e la missione sociale idonea per sedere ai diversi tavoli tecnici istituzionali e non, al fine di poi fornire sul blog le informazioni dettagliate e supportate da immagini che purtroppo a Palermo mancano frequentemente soprattutto da parte delle istituzioni pubbliche (comune di palermo docet).
    Un canale di informazione quotidiana supportato da uno staff costantemente e quotidianamente impegnato rappresenta una categoria di interessi dei cittadini, una categoria tanto importante quanto le associazioni a difesa dei consumatori o quanto le categorie produttive.
    Quindi al fine di continuare a fornire quotidianamente le informazioni alla cittadinanza, sarebbe sempre auspicabile che i consiglieri comunali, gli assessori comunali e provinciali, il sindaco, i vertici delle ex Aziende Municipalizzate le Ferrovie dello Stato, l’Autorità Portuale e Aeroportuale e tutte le Società responsabili di opere nella città di Palermo invitassero lo staff di MobilitaPalermo ai vari tavoli tecnici. Ciò permetterebbe alla cittadinanza ed ai vari comitati spontanei sparsi per la città di avere informazioni tecniche chiare su ogni tipo di opera si va a realizzare, eliminando al nascere le opportunità per la disinformazione o la malafede di chi ci prova a tutti i costi sicuramente non in nome del bene comune di Palermo !

  • Luca 129
    20 mag 2010 alle 9:30

    @fatamorgana
    Scusa ma cosa c’entra quella risposta nel contesto della discussione avvenuta in questo forum?

    Si chiedevano ragioni tecniche, e lui ha parlato di aria fritta, delle sue lotte, delle sue idee e BLA BLA BLA.
    Le campagne elettorali si facciano in separata sede, e non dove si lavora, bloccando i cantieri, o dove si discute di PROBLEMATICHE e SOLUZIONI.

    Circa il suo invito al tavolo tecnico, mi sembra che i primi ad invitarlo a discussioni tecniche siano stati i ragazzi di MobilitaPalermo e i partecipanti a questa discussione.
    Non mi sembra che gli vada attribuito alcun merito nemmeno in questo contesto.

  • huge 2284
    20 mag 2010 alle 10:44

    Dispiace vedere che sul blog tanti sono bravi a criticare e basta.
    Comunque gliela poni, non va mai bene.
    Ferrandelli a mio avviso ha certamente sbagliato nei modi e nei metodi unendosi alla manifestazione dell’altro giorno, e ancor meno mi sono piaciute le sue dichiarazioni successive. Ma ha dimostrato d’essere aperto al dialogo e di accettare serenamente le critiche e non sterilmente come alcuni di voi vorrebbero far credere. L’invito all’incontro con l’assessore vale più di mille spiegazioni, visto che al tavolo tecnico ci sarà tempo e modo di capire quali siano effettivamente le sue posizioni, su cosa fosse basata la sua protesta.
    Poi se vogliamo fare del qualunquismo la nostra bandiera, possiamo pure continuare ad attaccare gratuitamente.

  • blackmorpheus 54519
    20 mag 2010 alle 10:46

    @huge

    concordo, il tavolo tecnico sarebbe un’opportunità per chiarire le cose una volta per tutte. Purtroppo non so se oggi faremo in tempo ad andare a villa Trabia perché avevamo già concordato un impegno per dei progetti che presto speriamo di portare avanti

  • fatamorgana 255
    20 mag 2010 alle 11:02

    @Luca
    il tavolo tecnico congiunto potrà chiarire meglio le posizioni personali del consigliere che ha espressamente dichiarato “sempre pronto a rivedere le mie idee e posizioni se mi accorgo che è giusto farlo”.
    Dopo il tavolo tecnico congiunto, quindi, Ferrandelli potrà dichiarare di essere sempre della stessa opinione sull’opera oppure di cambiare idea a seguito di approfondimenti tecnici.
    Personalmente credo che le valutazioni sulle persone vadano fatte dopo il tavolo tecnico (dove si approfondirà tecnicamente) e non ora, proprio in virtù della dichiarazione che ha fatto il consigliere.
    Sono abituato a rileggere più volte proprio per non lanciare giudizi avventati.

  • Antonio Beccadelli 0
    20 mag 2010 alle 11:34

    Nel frattempo – come suol dirsi – “mentre il medico studia il malato se ne va”. Vi “incollo” l’URL di un articolo del Giornale di Sicilia on line: http://www.gds.it/gds/sezioni/cronache/dettaglio/articolo/gdsid/111149/.

    Se siamo al grottesco (o al ridicolo, fate voi!) di una città che non ha nemmeno la mappatura dei servizi a rete, come possiamo ancora credere che nel 2012 Palermo avrà una vera metropolitana (sia pure “insufficientissima”)?

  • mimusso 157
    20 mag 2010 alle 11:42

    Risposta educata e cordiale, ma molto demagogica anche in questo caso. La sostanza dov’è? Dopo che si è lanciato in una protesta così vigorosa, mi sarei aspettato una risposta altrettanto forte (non nei toni, ma nei contenuti).
    Senza scomodare malafede o pressapochismo di cui è stato tacciato Ferrandelli, però posso dire che l’invito a posteriori mi sembra un pò una “paraculata”?


Lascia un Commento