Articolo
22 apr 2017

La domenica Favorita, il 23 aprile “il parco apre alle persone”

di Antony Passalacqua

Domani  domenica 23 aprile, tra le 8 e le 14, si svolgerà il terzo appuntamento de “La domenica Favorita” all’interno del Parco della Favorita. Anche per questa occasione - dopo il grande successo della prima e della seconda giornata con una presenza di più di 15 mila persone – sono in programma numerose iniziative, tra corse a piedi o in sella alle mountain bike, passeggiate, musica, pattini, calcio, corsi per bambini, aree picnic con tavoli e panchine, attività ludiche, sportive e culturali dedicate ai ragazzi e ai loro genitori, letture ad alta voce e spettacoli di danza. Il palinsesto completo della attività è visibile al link http://www.ladomenicafavorita.com/palinsesto/ Previsti la chiusura al traffico delle strade interne (viale Diana e viale Ercole,  dalle 8 alle 14) e servizi a supporto della manifestazione. Tre bus navetta gratuiti per gli spostamenti all’interno del Parco della Favorita con 13 nuove fermate insieme ad alcuni stalli di bike sharing e 6 parcheggi in prossimità dei rispettivi ingressi al Parco. Per il raggiungimento della zona interessata alla manifestazione, Amat ha previsto per quelle domeniche il biglietto unico per l'intera città per poter raggiungere il Parco della Favorita e Mondello e sarà operativo anche il servizio di Taxi sharing. Informazioni utili • Parcheggi: sono previste 5 aree destinate a parcheggio posizionate agli ingressi al Parco. Il parcheggio della Fiera non sarà disponibile. • Orari di Interdizione al traffico: dalle 8.00 alle 15.00 • Mobilità all’interno del Parco: garantita con bus navetta (fermate indicate nella mappa) e/o con mezzi non motorizzati (bici, monopattini, etc); sono presenti anche stazioni di bike sharing e rastrelliere per il deposito bici • Servizi Igienici: presenti e indicati nella Mappa • Comportamento: è severamente vietato accendere fuochi, cucinare, gettare carte, andare in bici negli assi viari non rispettando il codice della strada, usare gli assi viari come zona pedonale in quanto utilizzati dai bus navetta • Trasporti Pubblici: a) servizio AMAT con biglietto unico per muoversi tutto il giorno ; b) servizio di taxi collettivo garantito da Coop. Auto RadioTaxi (091 8481) Coop Trinacria (091.6878) presso le stazioni di Piazza Castelnuovo, Politeama, De Gasperi, Valdesi Mondello, Mondello Paese con costo corsa 2 euro per movimenti all’interno della città o 4 euro tratta palermo/mondello (i costi sono per un minimo di 4 pax); • Attività: il parco è aperto a tutti; potranno essere svolte le attività in maniera autonoma o partecipando a quelle proposte dalle associazione secondo quanto riportato nel Palinsesto. Il Comitato La Domenica Favorita cura l’attività di promozione di tutte le attività che rimangono sotto la diretta responsabilità delle Istituzioni/Enti/Associazione proponenti La manifestazione “La domenica Favorita” si svolge a domeniche alterne. I prossimi appuntamenti, dunque, sono in calendario per il 7 ed il 21 Maggio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 apr 2017

Nuova area giochi nella villetta di Via Tiepolo

di Fabio Nicolosi

Sono in corso i lavori di posizionamento dei nuovi giochi nella villetta di Via G.B. Tiepolo nel quartiere Uditore. L'area di trova a pochi passi dalla scuola Uditore - Setti Carraro Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 apr 2017

“La domenica Favorita”, domenica 9 aprile chiusura parco

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo inerente la seconda domenica di chiusura del parco della Favorita. Palermo - Dopo il grande successo della prima giornata con una presenza di circa 15 mila persone, il 9 aprile, tra le 8 e le 14, si svolgerà il secondo appuntamento de “La domenica Favorita” all’interno del Parco della Favorita. Anche per questo secondo appuntamento vede in programma un buon numero di iniziative tra Corse a piedi o in sella alle mountain bike, passeggiate, musica, pattini, calcio, corsi per bambini, aree picnic con tavoli e panchine, attività ludiche, sportive, culturali dedicate ai ragazzi e ai loro genitori, letture ad alta voce e spettacoli di danza. Il palinsesto completo della attività è visibile al link http://www.ladomenicafavorita.com/palinsesto/ (sito ufficiale http://www.ladomenicafavorita.com/), Ricordiamo che la manifestazione “La domenica Favorita) si svolge a domeniche alterne. I prossimi appuntamenti saranno il 23 Aprile, il 7 e il 21 Maggio.  Anche per domenica 9 aprile è prevista la chiusura al traffico delle strade interne, viale Diana e viale Ercole dalle 8 alle 14. Sono previsti anche dei servizi a supporto della manifestazione. Tre bus navetta gratuiti per gli spostamenti all’interno del Parco della Favorita con 13 nuove fermate insieme ad alcuni stalli di bike sharing e 6 parcheggi in prossimità dei rispettivi ingressi al Parco. Per il raggiungimento della zona interessata alla manifestazione, Amat ha previsto per quelle domeniche il biglietto unico per l'intera città per poter raggiungere il Parco della Favorita e Mondello e sarà operativo anche il servizio di Taxi sharing. Rap ha previsto un piano di pulizia al termine della manifestazione, mentre Reset nell’arco della mattinata metterà in campo 20 unità dislocate all’interno del Parco della Favorita, così come la polizia municipale ha disposto l’utilizzo di 18 Agenti per la defluidificazione del traffico che saranno coadiuviate da 14 persone di alcune associazioni di volontariato. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 apr 2017

Perché a Palermo c’è troppo traffico…

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa il seminario "Mobilità sostenibile nella città metropolitana" svoltosi presso l'Univesità degli Studi di Palermo. Un'ulteriore conferma dopo svolgimento del progetto Muovity a cura di Mobilita Palermo dove abbiamo evidenziato inoltre la necessità di sconfiggere il sostanziale individualismo dell'automobilista. Palermo ha oltre il 50 per cento di utenti che si spostano in auto. L’indice di motorizzazione è di 56,59 auto ogni 100 abitanti, tra i più alti d’Italia ma il 40 per cento si dice pronto a passare ad un sistema intermodale (servizi ferroviari e gommati) se viene assicurato un buon servizio in termini soprattutto di frequenza dei collegamenti e velocità di percorrenza. I dati sono stati presentati oggi durante il seminario “Mobilità sostenibile nella città metropolitana” organizzato dal Rotary club area Panormus in collaborazione con La Scuola Politecnica dell’Università e con gli ordini professionali degli Architetti e degli Ingegneri. I dati sullo studio dei flussi di ingresso e circolazione in città presentato da Marco Migliore del Dipartimento di Ingegneria civile mostrano situazioni di grande congestionamento soprattutto sugli assi di ingresso dai centri limitrofi e dalle periferie insieme alla fotografia degli utenti, per lo più studenti e lavoratori. "Un’iniziativa che dimostra quanto sempre più diffusa e condivisa sia la sensibilità per una mobilità dolce e sostenibile – ha detto il sindaco Leoluca Orlando, salutando i lavori in mattinata -. Il mondo accademico e della ricerca è indispensabile per fare scelte tecnicamente sostenibili ed efficaci, così come è indispensabile il mondo della società civile, perché quelle scelte siano culturalmente accettate e praticate”. “Chi viene a Palermo per motivi di lavoro – ha detto Migliore - ancora oggi non riesce ad usufruire dei sistemi intermodali per l’offerta ancora insufficiente in termini di frequenza e intermodalità.”. Anche perché oltre 500 mila persone gravitano nelle aree periferiche della città. “Persone a cui oggi è precluso il diritto alla mobilità”, ha detto il presidente dell’Ordine degli Architetti, Francesco Miceli. ”L’amministrazione comunale – ha aggiunto - ha predisposto un progetto ed è prioritario sviluppare un confronto aperto  per individuare e condividere linguaggi e strategie comuni  sia per la città che per l’area metropolitana”.  Considerazione condivisa nei saluti anche dal presidente dell’Ordine degli Ingegneri, Giovanni Margiotta che ha sottolineato come “sia necessario coniugare gli elementi centrali come il passante ferroviario e l’anello con gli elementi complementari, cioè bus, tram e tutta la cosiddetta mobilità dolce”. "Ripensare la mobilità metropolitana – ha spiegato Maurizio Carta - significa però anche fare rigenerazione urbana e ripensare la città creando nuove centralità. Palermo deve diventare città arcipelago, capace di prosperare attraverso una migliore connessione delle sue centralità, anche attraverso il sottosuolo con il passante e l’anello ferroviario  così come avviene nelle grandi città europee”. "La risposta alla domanda di mobilità nella visione dell'Amministrazione  - ha aggiunto Orlando - va ricercata su più fronti, ognuno dei quali fornisce un importante contributo al problema: il car sharing, anche elettrico e per portatori di handicapp, il bike sharing, le pedonalizzazioni, la ZTL. Inoltre, il sistema della rete tranviaria che, oltre a soddisfare una indubbia domanda di trasporto, assolve alla importante funzione sociale di ricucire le periferie con il centro della città, contribuendo a modificare in positivo il rapporto fra le varie zone urbane. In sostanza, la mobilità urbana è parte integrante dell'idea di città che si sta portando avanti con convinzione e con risultati tangibili". L'assessore all'Innovazione, Gianfranco Rizzo, ha rimarcato come "l'attuazione dell'agenda digitale, basata sull'informatizzazione dei servizi, avrà anche lo scopo di rendere superflui molti spostamenti che la popolazione compie per raggiungere gli uffici, migliorando così indirettamente la mobilità in città. Il sistema dei pagamenti elettronici PagoPA da poco introdotto è un tassello importante di questo percorso". Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 7
Proposta
03 apr 2017

Una proposta per migliorare la circolazione a Piazza Indipendenza

di darix

Salve, avrei da fare una proposta per snellire il traffico in piazza Indipendenza. Chi viene da Corso Tukory e vuol andare in via Ernesto Basile, attualmente deve necessariamente percorrere la via Re Ruggero, imboccare il Bypass della piazza Indipendenza e tornare di nuovo in via Re Ruggero nell'opposto senso di marcia. Per fare questa manovra, bisogna intersecare per 2 volte il flusso veicolare con quello proveniente dal corso Calatafimi/Pisani che voglia raggiungere il corso Alberto Amedeo. Naturalmente, questo "paralizza" l'intera piazzai che voglia raggiungere il corso Alberto Amedeo. La soluzione più ovvia è rendere il Bypass a doppio senso di circolazione, cosa che risulta semplicissima, data la larghezza dello stesso. Naturalmente, tale modifica permetterebbe lo scorrimento delle vetture provenienti dal corso Calatafimi /Pisani dirette in corso Alberto Amedeo SENZA interferire con quelle provenienti dal corso Re Ruggero, liberando, di fatto, l'intera piazza (nelle immagini è mostrato il solo tratto in prossimità del bypass e della via Re Ruggero)

Leggi tutto    Commenti 4
Segnalazione
21 mar 2017

Roghi, alberi bruciati e lampioni “sciolti”: le foto dei bombardamenti di guerra..

di Mobilita Palermo

Dal nostro gruppo Facebook, raccogliamo gli scatti di due utenti per raccontare cose inaudite ma ancora, purtroppo, attualissime, quando c'è da celebrare una ricorrenza come la "vampa di San Giuseppe". Nessun commento. Il Palazzo Magnisi, al Castello a mare, ospita la sede del servizio civile nazionale. In questo luogo simbolico, per San Giuseppe, abitanti del luogo hanno organizzato una vampa che ha nell'ordine: distrutto una panchina nuova di zecca, bruciato un albero e sciolto il lampione dell'illuminazione pubblica nella foto. Ma non è possibile creare delle zone apposite per consentire a questi soggetti di festeggiare San Giuseppe? Un po' come le aree per i cani nei parchi... (A. Di Piazza) Spostiamoci in via Filippo Corazza, dove un cratere di cenere occupa un intero incrocio, a pochi passi dagli ospedali. Casi analoghi in tutta la città. Nel 2017.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
20 mar 2017

Genius loci: il progetto che vi apre le porte dei beni confiscati

di Andrea Baio

Il progetto Genius Loci, in collaborazione con l'associazione Libera (ed altri supporter), tratta il riuso dei beni confiscati e mira in particolare alla sensibilizzazione e consapevolezza dei giovani professionisti sul tema. La nascita delle normative per il riutilizzo sociale dei beni confiscati rappresenta un momento cruciale nell’impegno dello Stato nella lotta alle mafie, concretizzato nell’atto di sottrarre quella ricchezza simbolo di potere e prestigio sui territori. Questi beni, tornando “comuni” possono costituire una grande opportunità per il consolidamento e lo sviluppo di iniziative attraverso cui costruire modelli socio-economici alternativi e liberi dalle mafie. In tal senso, la conoscenza delle norme e procedure che regolano tali processi rappresenta anche un dovere civile e culturale. Le azioni dell'iniziativa sono due: - un ciclo di quattro incontri sui beni confiscati (aperto a tutti gli interessati) per affrontare diverse tematiche: la normativa vigente, le procedure di accesso ed assegnazione ai beni, le tipologie di riuso possibili, buone pratiche di riattivazione dei beni, casi studio, metodologie di intervento per il riuso ed il recycling. Prime date a Palermo: 22/03/2017 - 15:30 presso l'aula Savagnone - Edificio 9 dell'ex-facoltà di Ingegneria in viale delle Scienze 4/04/2017 - 16:30 presso la Bottega dei Saperi e dei Sapori di Libera, piazza Castelnuovo 13 - un contest di progettazione aperto a giovani professionisti e studenti UNDER 30 (età 18-30 anni). Attraverso il sito www.geniuslocipalermo.it saranno resi disponibili dei documenti inerenti casi studio selezionati (foto, rilievi, informazioni, etc) di beni confiscati ed i partecipanti potranno elaborare una proposta di riuso (il bando sarà presto online con i dettagli). La proposta dovrà essere illustrata sinteticamente inviando online in formato pdf la documentazione richiesta da bando (in fase di bozza il bando prevede due tavole ed una relazione di 3 cartelle max). Tutte le proposte saranno incluse nella pubblicazione degli atti dei seminari, è previsto un piccolo premio all’idea pari a 250 euro. Per tutte le informazioni ed aggiornamenti si faccia riferimento al sito e alla pagina facebook

Leggi tutto    Commenti 1

Ultimi commenti