Articolo
31 ott 2018

Riaccesa l’illuminazione pubblica nelle piazze Giulio Cesare e Cupani

di Salvatore Galati

Alleluia! E' stata riaccesa l'illuminazione pubblica nelle piazze antistanti la stazione centrale. Si tratta della piazza Giulio Cesare e piazza Cupani. Dopo circa 7 mesi della relativa apertura al pubblico, riqualificate grazie al progetto di "Grandi Stazioni", eccole di nuovo illuminate. Si tratta dei lampioni centrali accesi dopo circa 7 mesi di riapertura delle piazze. Non possiamo non notare la lungaggine burocratica fra Grandi Stazioni e Comune di Palermo circa le competenze sull'attivazione di "un contatore elettrico" che ha impedito fino a ieri l'accensione del restante impianto.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
29 ott 2018

BiciPa | Danneggiati gli stalli di Viale delle Scienze, piazza Marina e biciclette rubate in Via Archirafi

di Fabio Nicolosi

Fine settima da dimenticare per il servizio BiciPa Presso il ciclo parcheggio di UniPa Architettura, sabato notte sono stati danneggiati i sistemi di aggancio e rubate 4 bici. Per fortuna sono state ritrovate tutte nella zona di viale delle scienze dalla Polizia. Contemporaneamente nello stallo di via Archirafi ignoti hanno danneggiato i sistemi di aggancio di 5 postazioni rubando 4 bici (la quinta non sono riusciti a tirarla via). Tre di queste sono state buttate a mare, nella zona del foro italico, vicino Padre Messina e recuperate dai sub, mentre la quarta è stata ritrovata in via Marchese di Villabianca grazie alla segnalazione di una cliente. Altri atti di vandalismo sono avvenuti la notte tra Sabato e a Domenica a piazza Marina dove sono stati danneggiati alcuni ganci e alcune biciclette. BiciPa ringrazia le forze dell'ordine per la grande e preziosa collaborazione. Tutte le bici sono state recuperate ma al momento inutilizzabili è in più diversi sono i sistemi di aggancio da ripristinare. Non facciamo alcun commento a questi episodi, BiciPa afferma che continueranno ad impegnarsi per offrire un utile servizio alla gente, perché sono consapevoli che ci volete.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
23 ott 2018

Viale dei Picciotti: isola ecologica o isola deserta?

di Roberto Ales

Non c'è nessuna notizia sull'apertura del Centro Comunale di Raccolta ( o Isola Ecologica) di viale dei Picciotti, prevista il 10 ottobre 2018; lo scorso 25 settembre, infatti, il Presidente della RAP, assicurava che entro 15 giorni sarebbe diventata attiva l'Isola Ecologica di Brancaccio. Come si evince dalle immagini, più che un'Isola Ecologica sembra un'isola deserta la quale lascia presagire che i tempi di apertura potrebbero essere ancora lunghi. Eppure, il Centro è stato ritenuto necessario per massimizzare le percentuali di raccolta differenziata e minimizzare lo smaltimento in discarica, che contribuirà, in modo efficace, alla riduzione del fenomeno di abbandono incontrollato dei rifiuti. Si rimane in attesa di una risposta concreta dal Presidente della RAP, Giuseppe Norata, sull'attuale situazione di urgente necessità, in quanto garantirebbe un elevato livello di tutela dell'ambiente e della salute pubblica. Speriamo di non dover assistere all'ennesima superficialità sulla gestione della cosa pubblica da parte dell'Amministratore Comunale. Roberto ALES

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 ott 2018

Vandalizzata l’indicazione della stazione di Palermo Lolli

di Fabio Nicolosi

La mamma degli idioti è sempre incinta... Purtroppo non possiamo commentare diversamente, uno dei tanti atti vandalici che ci troviamo a raccontare e che purtroppo trovano spazio in queste pagine Abbiamo già provveduto ad avvisare i tecnici affinché si possa provvedere alla pulizia dell'insegna nel minor tempo possibile Gesti simili non possono che essere duramente condannati ed è per questo che vi chiediamo massima collaborazione, perché speriamo che qualcuno abbia visto e abbia avuto il coraggio di denunciare. Non possiamo tollerare atti simili, gesti che danneggiano l'intera collettività

Leggi tutto    Commenti 19
Articolo
25 set 2018

Avviati i lavori di ristrutturazione e manutenzione dello Stadio delle Palme

di Fabio Nicolosi

Sono cominciati la settimana scorsa i lavori di manutenzione dello Stadio “Vito Schifani” di viale del Fante, che saranno divisi in due tranche, di cui la prima terminerà fra 5 mesi, con fondi comunali per circa 500 mila euro ed una seconda si svolgerà fra aprile e dicembre 2019, con un importo di circa 600 mila euro finanziato dalla Regione con fondi comunitari. In particolare, il primo gruppo di interventi prevede il rifacimento degli spogliatoi maschile e femminile, del locale destinato alla pista indoor, del muro di recinzione, del campo di basket, dei bagni pubblici, dei cancelli, della tribunetta e degli uffici. Questo primo gruppo di interventi, che sarà realizzato nell’ambito dell’Accordo Quadro stipulato nel 2016 per la manutenzione generale degli immobili di proprietà comunale, è destinato soprattutto al rifacimento delle pavimentazioni e alla manutenzione muraria e dell’impiantistica igienico-sanitaria. Con la seconda tranche di lavori si interverrà invece sull’impiantistica più prettamente tecnico-sportiva, in particolare il rifacimento dello strato di usura delle piste di atletica, sia outdoor sia indoor, della pista di defaticamento, della gabbia lanci, della fossa per il salto in lungo e del sistema di rilevamento degli arrivi. Si interverrà inoltre sulla tribuna principale. “Anche per lo stadio Vito Schifani – affermano il Sindaco Leoluca Orlando e l’Assessore Emilio Arcuri – è arrivato il momento di un corposo intervento di manutenzione ordinaria e straordinaria, che fa parte del complessivo piano di interventi sugli impianti sportivi della città che sono già stati eseguiti o sono in corso. Dopo il PalaOreto e il PalaMangano, la piscina comunale, il pattinodromo di via Mulè, il velodromo, la palestra di villa Gallidoro e gli impianti delle scuole, un nuovo importante intervento per il “più anziano” degli impianti comunali, a servizio di centinaia di dilettanti, delle società e degli appassionati.”

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
21 set 2018

Brancaccio | Un nuovo nome ad una piazzetta del quartiere

di Salvatore Galati

A Brancaccio, adiacente a viale Dei Picciotti, si trova una piazzetta denominata "Anita Garibaldi", ed è proprio li dove vi è la Casa-Museo di Padre Pino Puglisi. Da oggi cambierà nome in "piazzetta Beato Padre Pino Puglisi". Il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando dice: “di un ulteriore modo per confermare la gratitudine e l’affetto della città per Don Pino e per conservare la memoria"

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
29 ago 2018

Ma la costa di Palermo è tutta balneabile?

di Salvatore Galati

Nel sito del Ministero della Salute, c'e una MAPPA consultabile, che indica le parti di costa inquinata e balneabile. Da Isola delle Femmine fino al confine con Vergine Maria, le acque risultano balneabili. Solo la spiaggia di Vergine Maria risulta inquinata, anche se tutta la spiaggia dell'Arenella non viene classificata. La stessa situazione nel tratto dopo il porto di Palermo arrivando a Romagnolo. Solo un punto che è dove c'e lo scarico di via Armando Diaz, che è definito inquinato. Ma da Acqua dei Corsari fino ad Aspra, la balneabilità è a tratti. Per poter disinquinare la costa sud di Palermo, bisogna concludere i lavori del collettore fognario che arriverà fino al depuratore di Acqua dei Corsari.  Con questi interventi si andranno ad intercettare i collegamenti fognari abusivi, allacciati al canalone del maltempo, da evitare gli scarichi delle acque nere a mare. Quindi si avrà questa configurazione, i canaloni come quello di via Armando Diaz rimarranno, perché servirà a far defluire le acque piovane ed  evitare gli allagamenti; infine il collettore fognario che verrà utilizzato per le acque nere e portate al depuratore. In pratica saranno due sistemi distinti e separati uno per le acque piovane e uno per le acque nere. Comunque una volta conclusi i lavori del collettore fognario (al netto di proclami e di altri annunci) si passerà ad ulteriori analisi delle acque al fine dell'ottenimento delle certificazioni volte alla balneabilità dell'intero tratto di costa.    

Leggi tutto    Commenti 11