Articolo
20 giu 2017

Raccolta differenziata, consegnati nuovi mezzi alla Rap

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa della Rap circa l'operatività dei nuovi automezzi dedicati allo svuotamento delle campane per la raccolta di plastica e carta. Da oggi sono operativi a Palermo tre nuovi autocompattatori grandi ad alimentazione a metano (monoperatori) che saranno dedicati allo svuotamento delle campane stradali di plastica e carta. Gli stessi, dopo una prima fase di test avvenuta questo fine settimana, sono già in azione in alcuni quartieri della città dove si erano riscontrati rallentamenti dovuti ai guasti dei vecchi mezzi oramai vetusti. Nello specifico, i nuovi mezzi stanno intervenendo nei quartieri 5, 14 (Calatafimi) e 13 (Villagrazia - Falsomiele)  e continueranno a tappe forzate per recuperare l’arretrato. I suddetti mezzi a caricamento laterale sono stati acquistati attraverso l’utilizzo dei fondi Jessica Energia Sicilia (bando regionale con fondi ministeriali) deliberato dal precedente CdA e finalizzato dall'attuale Governance. Il finanziamento è destinato anche all'acquisto di 60 autocarri con vasca, per i quali la consegna è prevista in autunno, dopo un lungo iter che ha visto ricorsi al TAR e al CGA. Tutti mezzi sono rigorosamente a metano e contribuiranno a contenere l’inquinamento dell’aria in città. Il progetto oltre ad avere lo scopo di ridurre l’impatto ambientale, ha come priorità il rinnovo del parco automezzi oramai vetusto ereditato dall’Amia fallita. Con l’avvio al servizio di questi mezzi monoperatori l’azienda potrà nuovamente procedere alla corretta programmazione e gestione del servizio di svuotamento delle campane puntando alla regolarità. Ancora in tema di sensibilizzazione dei cittadini e potenziamento della raccolta differenziata, nell'ambito del progetto " Questa Estate Cambia Costume...fai la differenziata", partirà in diversi lidi balneari nel fine settimana il servizio a Mondello e a Sferracavallo. Oltre 60 i carrellati consegnati. I lidi coinvolti sono: Albaria, La Marsa, il Trinacria, Le Lunette, l'Ombelico del Mondo, il Circolo Lauria comprese le spiagge attrezzate della “Mondello Mare”. Sempre la prossima settimana si avvierà progressivamente la Raccolta Differenziata in alcuni alberghi come: “Addaura Hotel residence” e  “Hotel la Torre”. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
16 giu 2017

Perchè il progetto porticciolo di Sant’Erasmo è sfumato? Nel 2017 ancora attendiamo…

di Giulio Di Chiara

Di questo progetto se ne parlò diversi anni fa, quando uscirono anche le prime immagini di cosa "sarebbe diventata" un 'area oggi abbandonata a se stessa e facente parte di quella Costa Sud sempre al centro del degrado e di tante belle parole. In effetti poi tutto è caduto nel dimenticatoio, ma l'accantonamento del progetto sembra un dato di fatto. In questo articolo raccontavamo l'iter della progettazione che prevedeva la riqualificazione dell'area, ma le opposizioni nate da ambientalisti e dallo stesso Comune di Palermo avevano interrotto il percorso. L'ultima notizia che riportavamo era quindi la seguente: P.S Bisogna dare atto al Comune che, più che con le parole, ci ha risposto con i fatti.  Qualche settimana fa, e precisamente il  29/9/16, l’assessore comunale alla Cittadinanza sociale, Agnese Ciulla, ha comunicato che sorgerà ,di fronte al Porticciolo di Sant’Erasmo, un dormitorio pubblico, con ben 40 posti letto Ma le belle notizie non vengono sole, infatti giorni dopo un gruppo di ROM, con i loro camper dotati di tutti i confort, si sono accampati di fronte al Porticciolo. Vista mare.  Tra l’altro, davanti all’Istituto di Padre Messina da tempo dormono alcuni senza tetto e alcuni immigrati, tra la sporcizia e il degrado. Nel 2017, con la conferma della sindacatura Orlando, non conosciamo quale sarà il futuro di quest'area dalle mille potenzialità. E allora vale la pena rinfrescare la memoria ai nostri amministratori affinchè ci dicano qual'è la loro visione del porticciolo. Possiamo comprendere che le motivazioni della bocciatura siano motivate, ma vogliamo sapere anche l'alternativa. Una delle ultime dichiarazioni a riguardo furono dell'allora assessore Gini, che nel 2015 dichiarava: sono in cantiere imponenti opere per restituire qualità alle acque del mare e restituirlo potenzialmente alla balneabilità . Con questi interventi vogliamo restituire alla città l’antico rapporto visivo e percettivo con il mare e implementare la fruizione della costa.”Tra i diversi interventi promessi c’era anche  un  progetto di “riqualificazione” del Porticciolo di Sant’ Erasmo.  Tale progetto prevedeva :” oltre la pulizia e bonifica, alcuni arredi e strutture per la fruizione pubblica con un’area giardino, un’area pavimentata ed un area a verde con installazioni scultoree- architettoniche nella ex porzione del piano di Sant’Erasmo a fianco del bastione settecentesco oggetto di interramenti successivi Due anni dopo è tutto immutato. Dalla nuova amministrazione vogliamo sapere se questi interventi sono confermati e da quali fondi si attingerà per realizzarli. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 29
Articolo
15 giu 2017

Ci meritiamo le spiagge libere? NO.

di Giulio Di Chiara

Giusto qualche giorno fa mi sono recato a Isola delle Femmine con amici per passare una giornata al mare. Alla ricerca di un spazio più grande per poter giocare a pallavolo, abbiamo optato per la spiaggia libera immediatamente dopo il lungomare. Giunti in loco, volevamo scappare via. La vista era terribile: una distesa enorme di immondizia, cumuli di sacchetti, plastiche, carte e qualsiasi altro genere di rifiuto accatastati e abbandonati da presunte "persone", ma soprattutto tantissimo vetro. Bottiglie rotte ovunque e frammenti che sbucavano dalla sabbia in ogni dove. Una scena impressionante se commisurata alla dimensione della spiaggia stessa. Le uniche aree parzialmente accessibili erano quelle ripulite dalle famiglie per poter posizionare i propri ombrelloni. Senza voler elencare tutti i suppellettili e significare ulteriormente il rischio di farsi male, la domanda mi è sorta spontanea: quando ci lamentiamo dei lidi che occupano gran parte dei nostri litorali, siamo veramente nella ragione? La mia è una provocazione ma anche una amara riflessione: davvero meritiamo di avere le spiagge libere se tanti trogloditi poi la riducono in un luogo di pericolo da cui scappare? E ancora: il comune di riferimento in tutto questo dove si colloca? La dimensione e l'estensione dei cumuli lascia intendere che quella zona non è pulita da mesi e mesi. Quindi l'altra domanda è: se un comune non SA garantire un decoro al suo territorio, fa bene ad affidarlo ai privati per le loro attività economiche? Ripensando alla mia ultima esperienza, ci sarebbe da consegnare le chiavi del mare ai privati, perchè di una spiaggia stuprata dal degrado non ce ne facciamo niente e dunque meglio preservarla attraverso attività terze piuttosto che trasformarle in discarica. Certa gente fa schifo. Oltre il danno, la beffa generazionale: il parcheggio adiacente non poteva essere più pulito della spiaggia. Dunque, il bambino con il sacco di immondizia in mano lo lancia a bordo della strada, insieme a tanti altri accatastati lì: tanto uno in più cosa cambia. I genitori lo guardano, aspettano che salga in auto e vanno via. Senza proferire parola. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
13 giu 2017

MAPPA | Palermo si riscopre ricca di Street-Art anche tramite un Bot

di Fabio Nicolosi

Spesso dovremmo guardare la città più con gli occhi e la curiosità del turista che con quello di cittadino che la vive ogni giorno. Sapevate che a Palermo sono stati realizzati oltre 250 opere di street-art? La street-art consiste nell'abbellire uno spazio pubblico con dei disegni caratteristici, una pratica più raffinata rispetto ai classici graffiti, anzi diametralmente opposta. Perché la prima è un'arte, la seconda è solo un modo di imbrattare la città. A qualcuno però è sorta la necessità di catalogare tutte queste opere per mostrarle al turista appassionato e hanno quindi creato Street Art Factory, una piattaforma che consente di localizzare le opere di street art, ottenere informazioni sugli artisti e comprare stampe e serigrafie firmate per supportare progetti artistici e sociali sul territorio. Inoltre per conoscere tutti le opere lo sviluppatore palermitano Gabriele Dell’Aria ha dato vita ad un nuovo servizio utile a tutti gli appassionati di arte urbana: un bot di telegram che fornisce informazioni relative alla Street Art del capoluogo in modo semplice ed interattivo. Cercando tra gli utenti di telegram @StreetArtPaBot e avviando il bot si accede ad un semplice menù dal quale è possibile filtrare i contenuti in base al nome delle oltre 250 opere contenute, dei 30 artisti rappresentati, o dei 7 progetti scelti. Per ogni opera sono presenti informazioni sugli autori e sui singoli progetti, con la segnalazione della fonte da cui sono tratte. Inoltre è anche possibile richiedere di visualizzare la mappa delle opere scegliendo tra 18 aree distinte, o in modo ancor più semplice, utilizzando la sezione “cerca opere” si può indicare la propria posizione ed ottenere direttamente l’elenco dettagliato di quelle più vicine. Questa è la cartina realizzata da Street Art Factory e disponibile online oppure in versione cartacea:

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 giu 2017

Tornano le boe di delimitazione dell’area marina protetta tra Capo Gallo e Isola delle Femmine

di Mobilita Palermo

Avviato dal 5 giugno il ripristino delle Boe di perimetrazione della zona A dell'Area Marina Protetta Capo Gallo Isola delle Femmine. Le Boe per mancanza di una adeguata manutenzione si erano spiaggiate o perse, togliendo così alle barche di pescatori e diportisti la segnaletica necessaria per il rispetto dei regolamenti, che prevedono il divieto di navigazione nella zona A della Riserva. I lavori sono iniziati ieri con la posa in opera degli ancoraggi e delle Boe, nei medesimi luoghi da dove si erano staccate. Immediatamente dopo il ripristino si provvederà al posizionamento dei Gavitelli , operazione fondamentale per evitare che le imbarcazioni si ancorino sul fondale marino, arrecando danni meccanici al fondale tutto, e in modo particolare alla Posidonia, indispensabile per la tutela della biodiversità, nonché habitat unico per la riproduzione della fauna ittica. Il tempo previsto per il ripristino delle Boe di perimetro e il posizionamento dei Gavitelli è di due settimane a partire dall'avvio dei lavori. Il lavoro è stato possibile grazie all'Ente gestore dell’Area Marina Protetta, Regione Siciliana (per l’Area di Capo Gallo) e Città Metropolitana di Palermo (Comuni di Palermo e Isola delle Femmine ) che si sono prodigati a dare un nuovo impulso nell'attività gestionale dell’Area Marina Protetta. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 giu 2017

RAP | Avviata la raccolta del vetro in Piazza Garraffello

di Mobilita Palermo

L'azienda sta intervenendo, nell'ottica di estendere la raccolta differenziata alle attività commerciali, anche nel centro storico di Palermo. Oltre ai pub ricadenti in via Alloro, piazza Spinuzza, piazza Olivella, via dell'Orologio, piazza Sant'Anna, piazza Magione, piazza Rivoluzione, piazza Kalsa, per citarne alcuni, già serviti da un servizio dedicato di ritiro del vetro, ora è la volta di piazza Garraffello. Sono stati infatti consegnati agli esercenti (pub) che ricadono nella piazza, 10 carrellati da 240 litri con l'augurio che vengano utilizzati correttamente per il conferimento e contestualmente con l'impegno di Rap di svuotarli con cadenza di 5 volte a settimana nello specifico: domenica, lunedì (di mattina), martedì, giovedì e sabato (il pomeriggio). Il vetro raccolto andrà regolarmente smaltito nella piattaforma di Marsala per il recupero. Oltre al servizio di raccolta differenziata sono programmati con regolarità sulla piazza Garraffello interventi per il mantenimento del decoro con interventi congiunti con operatori addetti allo spazzamento e addetti al ritiro degli ingombranti abbandonati.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
04 giu 2017

RAP | Nuovi aspiratori elettrici per migliorare il servizio di spazzamento strade

di Fabio Nicolosi

Sono stati presentati ieri mattina i 6 nuovi aspiratori elettrici semimoventi che miglioreranno il servizio di spazzamento strade Le macchine sono noleggiate per una durata di tre anni a un costo di circa 20 mila euro, comprese le spese di manutenzione I Glutton 2411, questo il loro nome, sono dotati di due motori elettrici indipendenti da 48 volt e 1500 watt. Il sistema aspirante dei Glutton è costituito da una turbina in acciaio che aspira l'aria a circa 130 km/h tramite il bocchettone in carbonio con la punta in gomma. Il macchinario ha un particolare sistema di abbattimento delle polveri che consiste nella presenza del grande filtro antipolvere di forma cilindrica con una superficie filtrante che è in grado di trattenere le polveri sottili. “Il test sui primi due aspiratori, partito l'anno scorso, ha dato buoni risultati – spiega il presidente della Rap, Roberto Dolce – queste macchine hanno una buona resa sotto i marciapiedi e nelle aiuole e saranno azionati da due operatori. Funzioneranno su un doppio turno”. “L'impiego degli aspiratori – spiega Dolce – si inserisce nella riorganizzazione dei servizi di spazzamento, che ha visto l'abbandono dei vecchi “ambiti”. Adesso ogni spazzino esce ogni giorno con un itinerario per garantire la pulizia di ogni strada almeno una volta alla settimana. Partiremo a breve anche con l'iniziativa “La notte spazziamo meglio le strade”, un piano che riguarda le strade dell'Ottava circoscrizione. D'accordo con l'Amat sarà sistemata la segnaletica per la rimozione delle auto, in modo da consentire una migliore pulizia delle strade”. Il sindaco Leoluca Orlando commenta: “Ci allontaniamo sempre di più dalla cattiva gestione dell'Amia fallita”. Ecco gli itinerari: Con il nuovo piano, ce ne sarà uno per ogni circoscrizione. Nella Prima verranno collocati in uno spazio all'interno dell'area tecnica del teatro Massimo e saranno in funzione lungo tutto il Cassaro, via Maqueda e piazza Pretoria, tutto attorno a piazza Marina, in via Butera e in piazza Fonderia. Nella Seconda circoscrizione, si muoveranno da piazzetta Cairoli e puliranno via Lincoln, via Archirafi, piazzetta Porta Reale, via Archirafi, una parte di corso dei Mille e via Balsamo. Nella Terza, saranno operativi nelle strade attorno alla stazione centrale e lungo via Roma. Nella Quarta, dalla sede Rap di via dei Cappuccini, puliranno corso Calatafimi e piazza Indipendenza. Nella quinta, dai Cantieri culturali della Zisa, ripuliranno tutte le strade attorno al Castello della Zisa, da piazza principe di Camporeale a via Zisa, mentre in un secondo itinerario saranno impiegati in piazza San Paolo, in piazza Santa Cristina e in viale Piazza Armerina. La Sesta circoscrizione sarà servita a partire dal polo tecnico di via Ausonia, con viale Croce rossa, via De Gasperi, piazza Cellini, via Paladini. Più ampio l'itinerario della Settima, con le borgate di Mondello e Sferracavallo: qui i Glutton spazzeranno, fra le altre, le vie Mondello, Teti, Torre di Mondello, piazza Beccadelli, via Torretta, via Marina. Infine, nell'Ottava, gli aspiratori saranno in azione in via Principe di Belmonte, via Principe di Granatelli, via Stabile, piazzetta Regalmici, via Magliocco, via Sperlinga, via Ruggero Settimo, piazza Castelnuovo, via Dante, piazza San Francesco di Paola, via Villa Filippina, piazzale Ungheria, via Cerda, via Villaermosa. E i turni previsti: Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 3

Ultimi commenti