31 lug 2019

Dal 1° Ottobre parte la distribuzione delle carte di identità elettroniche


La rivoluzione digitale della carta di riconoscimento doveva partire a Novembre 2018, tante le difficoltà che l’amministrazione si é trovata a dover affrontare, ma sembra che finalmente si avvicina la data 0.

Sarà emessa il prossimo 1 ottobre la prima carta di identità elettronica del Comune di Palermo.
Il costo di rilascio sarà di 22.20 euro di cui 16.8 andranno al Ministero dell’Interno, mentre per ottenere il duplicato in caso di danneggiamento, furto o smarrimento il costo sarà di 27.35 euro.

In città saranno 32 le postazioni cui si potrà fare riferimento per il rilascio del nuovo documento.
Il passaggio integrale della struttura comunale incaricata dall’emissione dal vecchio al nuovo sistema avverrà il 17 settembre.
L’ultimo documento cartaceo sarà quindi emesso il 16 settembre.

Per questo passaggio fino allo scorso 10 luglio si è svolto un corso di formazione del personale appartenete all’Ufficio Anagrafe e Stato Civile e quello delle postazioni decentrate, Elettorato e di altri uffici comunali che hanno lavorato sulla piattaforma dell’ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente).

Dalla stessa data è iniziata la definizione delle “pratiche di completamento iscrizioni anagrafiche italiane” dove si seguiranno le seguenti scadenze:
- in queste ore si stanno definendo circa 100 pratiche di iscrizione anagrafiche di cittadini stranieri;
- entro il 30 agosto saranno definite circa 950 ulteriori pratiche complesse già avviate e che comportano rapporti con altri enti;
- entro il 6 settembre saranno completate ulteriori 1800 pratiche da “bonificare” circa la corretta intestazione delle schede e la verifica delle convivenze.

Per ottimizzare il nuovo servizio di rilascio delle carte di identità elettroniche, dal 9 al 13 settembre l’Ufficio Anagrafe resterà chiuso per la definizione delle pratiche inoltrate con l’attuale sistema, mentre dal 16 al 20 settembre il personale dello stesso Ufficio Anagrafe e quello dello Stato Civile tasterà la nuova piattaforma con il subentro dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. In questi giorni resteranno chiuse le postazioni decentrate.

“E’ stato sicuramente un percorso lungo e anche accidentato – affermano il sindaco Leoluca Orlando e l’Assessore Mattina – ma abbiamo preferito fare le cose per bene, con una piena integrazione con l’anagrafe nazionale che renderà la CIE non un gadget ma un vero e proprio strumento operativo per dialogare con la pubblica amministrazione e per accedere a tanti servizi digitali. Peccato per un costo di rilascio elevato, che è legato però ai costi dell’infrastruttura curata dal ministero dell’Interno”.


AnprCarta identità elettronicaCarta identità palermoInpsmobilita palermoPalermo città europeSegnalatisispi

6 commenti per “Dal 1° Ottobre parte la distribuzione delle carte di identità elettroniche
  • peppe2994 3373
    11 ago 2019 alle 15:50

    Ed anche per questa estate mi è toccato e continuerà a toccarmi di essere l’unico sui voli a presentare questo pezzo di carta logorato.

    Per la cronaca, la CIE è attiva in 7505 comuni, mancano 409 comuni, uno è Palermo e gli altri 408 sono comuni microscopici che hanno problemi con le connessioni internet.

    Dai, se l’amministrazione si impegna possiamo ritoccare ancora un po’ questo record.

    • Irexia 775
      21 ago 2019 alle 13:11

      La nuova carta d’identità ti verrà fornita quando l’attuale (di carta) sarà scaduta o l’avrai persa, previa denuncia alle autorità di P.S., e questo anche se il servizio fosse già attivo

      • peppe2994 3373
        21 ago 2019 alle 17:08

        Sì, come no. Non ci credo che l’hai scritto davvero.

        La carta d’identità viene rilasciata anche in seguito a deterioramento. Non aggiungo altro.

  • Irexia 775
    30 ago 2019 alle 0:19

    Qua a Milano sono in tanti che ancora esibiscono quella cartacea; spesso mi capita di vederne davvero malridotte e quando chiedo perché non provvedano a sostituirla mi rispondono che dovrebbero fare la denuncia di smarrimento, altrimenti non gliela cambiano prima della scadenza naturale.
    La procedura prevede che la carta ti venga consegnata circa un mesetto dopo il primo appuntamento in Comune: l’anno scorso Milano aveva accumulato fortissimi ritardi e quelli che avevano l ‘esigenza di prendere un volo e avere quindi il documento d’identità in tempi ristretti continuavano a ricevere quello cartaceo…

    Sul mio volo per Milano invece tanti dall’inconfondibile accento lombardo avevano il mio stesso documento, come il tuo, di carta filigranata: c’ho fatto caso proprio perchè avevo letto il tuo commento.
    Comunque tieni duro, poco più di un mese e avrai il tuo nuovo documento fiammante

    • Orazio 1239
      30 ago 2019 alle 15:11

      … no dai non può essere, la carta d’identità cartacea a Milano… ma dai… avrai visto male :)


Lascia un Commento