22 ott 2018

Vandalizzata l’indicazione della stazione di Palermo Lolli


La mamma degli idioti è sempre incinta…

Purtroppo non possiamo commentare diversamente, uno dei tanti atti vandalici che ci troviamo a raccontare e che purtroppo trovano spazio in queste pagine

Abbiamo già provveduto ad avvisare i tecnici affinché si possa provvedere alla pulizia dell’insegna nel minor tempo possibile

Gesti simili non possono che essere duramente condannati ed è per questo che vi chiediamo massima collaborazione, perché speriamo che qualcuno abbia visto e abbia avuto il coraggio di denunciare.

Non possiamo tollerare atti simili, gesti che danneggiano l’intera collettività


accacc ferrovieacc palermoacc trenitaliafermata guadagnaguadagnalollimetropolitana palermomobilita palermonuova stazione lolliorari guadagnaorari lollipalermo accpassante ferroviario palermostazione Lollitrenitaliatrenitalia acc

19 commenti per “Vandalizzata l’indicazione della stazione di Palermo Lolli
  • moscerino 271
    22 ott 2018 alle 10:03

    Queste persone vanno punite in maniera esemplare, facendogli non solo ripulire la scritta, ma tutta la stazione per un mese, controllati nel rendimento, se recidivi agire più pesantemente con aumento della pena fino a 6 mesi e risarcimento morale e materiale al danno d’immagine alla città e ai suoi cittadini!!!!!

    • unaltronicola 98
      22 ott 2018 alle 12:30

      Salvo rare eccezioni aumentare la pena serve solo a dare effimera soddisfazione a chi si indigna, se si fa davvero è marketing politico.
      Servirebbe piuttosto beccare i responsabili ma, visto che per i vandalismi è quasi impossibile, si può sperare solo in una crescita del senso di civiltà della cittadinanza.

  • punteruolorosso 1950
    22 ott 2018 alle 14:19

    quando libereranno la parte nascosta dietro allo steccato? immagino si tratti dei terreni da destinare alla nuova strada che non si farà.
    uno dei motivi del vandalismo è il cul de sac di questa stazione. è stato scelto di escludere la vecchia stazione, che sarebbe stata rinnovata e sarebbe diventata un punto di riferimento per la piazza e il quartiere. che se ne fa della vecchia stazione? quella nuova è anonima come tutte quelle del passante.

    • renard 244
      23 ott 2018 alle 10:02

      C’è lo steccato perché ancora devono fare i lavori nella fermata lato monte, bloccati per via di vicolo Bernava,
      La vecchia stazione è di privati che avevano presentato a suo tempo un PRUSST, ma credo che non se ne farà più niente.

  • se68 437
    23 ott 2018 alle 13:21

    Concordo con punteruolorosso..
    E mi viene da aggiungere: mi sembra paradossale imbastire un post su una , per quanto deprecabile, scritta su un cartello..quando la vera assurdità e’ stata proprio quella descritta da punteruolo rosso..avere escluso la vecchia stazione che poteva diventare l’accesso in superficie della nuova, diventando riferimento per la piazza e per l’intero quartiere..

  • bottarisali 164
    23 ott 2018 alle 13:48

    …e altra assurdità è quella di aver costruito l’uscita/entrata su Via Marconi quando avrebbero dovuto farla su Via Dante dove passano gli autobus e asse centrale che porta dritto al Politeama.
    Se vuoi convincere i cittadini ad usare i trasporti pubblici devi fare le cose bene e sensate.

  • Orazio 1008
    23 ott 2018 alle 15:46

    Si poteva ripristinare la stazione certo, però non vedo cosa cambi in termini di fruibilità (uscire 30 metri più a destra o 30 più a sinistra) e soprattuto in termini di non vandalizzazione delle infrastrutture e degli arredi.

    Personalmente sposterei l’attenzione sulla possibilità di aprire un’entrata dall’altra parte cioè in direzione via Parlatore. Qualcuno lo aveva detto su questo forum e condivido la priorità.

  • se68 437
    23 ott 2018 alle 16:42

    Orazio,
    sarebbe cambiato tanto, ma tanto…soprattutto nel caso in cui l’antica stazione Lolli fosse diventata lo snodo tra passante e anello.
    Non ti soffermare solo sulla fruibilità..Nel disegnare un sistema di trasporto questo aspetto non è l’unico da valutare.
    Pensa che rivoluzione sarebbe stata per Palermo avere una stazione di snodo così importante..e bella..
    Adesso ci ritroviamo con una scatola bella, ma vuota.
    Ma a Palermo la logica sembra non avere molti fans..

    • Orazio 1008
      23 ott 2018 alle 22:35

      Però la stazione di snodo sarà Notarbartolo, che ha tutto lo spazio che serve mentre per fare l’interscambio a Lolli avrebbero dovuto scavare moltissimo, senza dimenticarci che l’anello probabilmente seguirà sotto terra il tracciato via Dante – piazza Virgilio – via Malaspina andando a interferire il meno possibile con gli edifici. Ce la vedi poi una linea di treno che sale dritta fino a piazza Lolli e poi vira a 90 gradi? :)

      Insomma resto della mia idea.

      • bottarisali 164
        24 ott 2018 alle 11:44

        Io invidio persone come te Orazio; avete la fortuna e la forza mentale di accontentarvi della continua mediocrità, approssimazione e pressapochismo con cui si fanno sempre le cose a Palermo.

        • filotramviaria 235
          24 ott 2018 alle 14:42

          Io sarei del parere che bisogna accontentarsi…..adesso il passante funziona e la gente lo usa, si dice che il prossimo anno apriranno la stazione di via Belgio; via Lazio non aprira’ per colpa dei comitati di via Lazio che hanno causato ritardi e aumento delle spese,quindi chi e’ causa del suo mal pianga se stesso. Con l’orario di dicembre di quest’anno apriranno Palermo Maredolce e i treni saranno ogni 20 minuti invece di 30 minuti.

        • Orazio 1008
          24 ott 2018 alle 14:45

          No bottarisali non hai nulla da invidiare, non mi accontento della solita mediocrità, ho provato a dimostrare che una linea ferroviaria non può innescarsi a “T” su un’altra ed inoltre ho provato a spiegare che Notarbartolo é appropriata a fare da snodo invece che Lolli per i motivi che esplicitare sarebbe sterile esercizio di retorica.

          Non invidio persone come te che invece hanno sempre una cosa che non vanno anche quando vanno.

          Ma che ti cambia piuttosto, oltre al un mero amore per una palazzina antica?

          • punteruolorosso 1950
            24 ott 2018 alle 19:46

            ok orazio, il problema qua era restituire la stazione alla sua antica vocazione. ora chissà se e quando ci faranno qualcosa. un museo? difficile che ci vada qualcuno. la piazza è desolata ma sarebbe una delle più belle se fosse piena di gente. la vecchia stazione si prestava ad essere ammodernata con negozi, biglietterie e un bel giardino. adesso non se ne farà più niente per chissà quanti anni.
            ho capito il discorso dell’innesto a T, si vede che c’erano dei limiti tecnici. forse con un po’ più di coraggio si poteva provare. le vecchie stazioni vengono restaurate in tutto il mondo, e sono un’attrattiva delle città e un incentivo a usare i treni, intrecciando bellezza, trasporto e socialità. le nuove staioni del passante non invogliano all’uso, essendo anonime, sparute e soggette al vandalismo perché periferiche rispetto al flusso della gente.
            speriamo di vedere qualcosa di meglio al politeama.
            soprattutto, bisogna assolutamente che ripartano i lavori sul resto della linea, in modo da avere un passante raddoppiato per tutto il percorso.

          • bottarisali 164
            25 ott 2018 alle 14:58

            Orazio, non mi cambia niente nella mia vita strettamente personale; posso guardare la stazione Lolli così com’è, e analogamente posso saltellare fra i cumuli di spazzatura piccola e grande con contorno di cacca canina, muovermi nelle strade del mio quartiere al buio quando arriva la sera, sopravvivere al venditore ambulante del sale che mi sveglia ogni sabato mattina alle 8:15 e alla mia costante paura estiva di rimanere con i rubinetti senza acqua…
            Quello di cui ho veramente bisogno nella mia vita è dormire, bere e mangiare. Tutto il resto è, onestamente, superfluo.
            So che tu hai la capacità intellettiva per capire che mi riferivo a cose totalmente inutili quali il bello, l’armonico, l’ideale, l’estetica, l’equilibrio, l’organizzazione e l’ordine geometrico e spaziale,…

          • bottarisali 164
            25 ott 2018 alle 19:31

            …e posso anche sopravvivere attraversando incroci e percorsi impossibili e crudeli nelle più larghe strade di Palermo senza sottopassaggi pedonali…

          • Orazio 1008
            25 ott 2018 alle 21:01

            :) Botta, io se guardo la stazione Lolli per com’è non ho i sommovimenti di stomaco che hai tu mentre li ho esattamente come te per tutte le altre cose che te lo fanno sommuovere. Per me la stazione Lolli la potrebbero pure tirare giù… mica è da quella (peraltro per me brutta) palazzina che deve passare la rigenerazione di piazza Lolli… te lo dico con simpatia e stima.

  • mdm 328
    25 ott 2018 alle 12:31

    puntuerolorosso, senza entrare nel merito della questione circa il riutilizzo della vecchia stazione Lolli, se affermi che le stazioni non invogliano all’uso perché anonime, sparute e soggette al vandalismo, sei proprio fuori dal mondo. Nonostante le poche corse ancora presenti e nonostante l’opera non sia ancora completa, dalla sua riapertura, il passante è utilizzato da tantissime persone. Ti invito a visionare, cercando sul web, video di treni stracolmi ed una foto della stazione Notarbartolo dove la gente si accalca sin quasi sopra i binari…
    Parli poi di un numero sparuto di stazioni quando, considerando il solo passante, ve ne sono, o meglio saranno, 18 nel solo territorio comunale. Il tracciato del passante poi era già definito da quello vecchio. Le tue affermazioni dunque non capisco esattamente su casa si basino.
    Vero è invece che le stazioni risultino abbastanza anonime: sarebbe stato troppo chiedere qualcosa all’altezza delle fermate della metropolitana di Napoli? In ciò si, c’è stata parecchia mediocrità.

    • punteruolorosso 1950
      25 ott 2018 alle 12:46

      volevo dire che la bruttezza invita al vandalismo. non giustifichiamo questi signori che hanno imbrattato, ma sono sicuro che una bella stazione verrebbe vandalizzata meno, perché i cittadini stessi ne sarebbero orgogliosi e la proteggerebbero dai signori che distruggono. la bruttezza di certe periferie porta alla criminalità, c’è un legame fra queste due cose. la nuova lolli è a rischio scippo, perché si trova in un vicolo cieco senza uscita.


Lascia un Commento

Ultimi commenti