09 mar 2018

Decoro e bellezza 2019, ma le pensiline sono ancora lì


Parliamo di decoro e di programmazione delle attività e lasciamo la parola a questo utente che ci ha inviato questo sfogo in privato:

Ma possibile che Piazza Verdi c’e’ ancora una Pensilina Amat e nessuna la rimuova ? Oltre che il tabellone delle fermate e anche le cabine Enel (che nelle città’ civili vengono interrate) .

Questo fa’ capire le capacita’ ed efficienza di questa amministrazione di professoroni cultori della bellezza(????????) e dell’estetismo e della cultura. Davanti al Teatro Massimo di Palermo sembra una bazar, oltre alle solite bancarelle di extracomunitari abusivi ovviamente.

Accogliendo lo sfogo, comprensibile, occorre far notare come questo tratto di via Maqueda sia pedonale per gran parte della giornata e destinata a diventarla h24. L’apposizione dei blocchi in cemento ha ulteriormente fortificato questo segmento pedonale, tanto che anche i mezzi pubblici hanno deviato i loro percorsi. Dunque l’osservazione è lecita: nell’anno della “Capitale Italiana della Cultura”, davanti il principale simbolo della cultura palermitana, è tollerabile che marciapiedi e strade siano ancora “invase” da strutture vecchie o fatiscenti che cozzano tremendamente con la bellezza della piazza e del teatro?

2pensilina e cabine enel

Nello specifico, le pensiline AMAT non servono più a nulla, mentre i venditori abusivi si muovono come le onde del mare sulla battigia, avanti e indietro in base alla posizione dei vigili. Poi vanno registrati quei venditori ambulanti che “asssistono” (diciamo così) piccoli animali, i quali vengono adagiati al di sopra delle panchine e lungo il marciapiede. Chiaramente nulla contro i piccoli amici, ma sicuramente anche questa è una forma di arbitrarietà che nessuno regolamenta o monitora.

Siamo già in pieno 2018 e tutto sembra proseguire in perfetto “old style”.

Vediamo se AMAT o chi di competenza al Comune, ad esempio, saranno in grado di rimuovere il superfluo a breve..


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


amatdecoro urbanopensiline amatpiazza verdivia maqueda

6 commenti per “Decoro e bellezza 2019, ma le pensiline sono ancora lì
  • Benny S 6
    09 mar 2018 alle 8:59

    Avete perfettamente ragione, è uno schifo vedere ancora situazioni di degrado del genere, soprattutto in un punto così centrale e turistico. Spero riuscirete a far arrivare la segnalazione a chi di competenza.

  • filotramviaria 196
    09 mar 2018 alle 12:16

    La pensilina come pure la tabella di fermata NON SONO DI PROPRIETA’ A.M.A.T. ,per cui,anche se da tempo inutili,non e’ facile rimuoverle ,almeno l’AMAT non puo’ farlo,la ditta che le ha collocate credo sia fallita da tempo,per cui grazie alla burocrazia e alle leggi inutili che abbiamo restera’ tutto in loco per un altro decennio.

    • Michele Lo Chirco 5
      12 mar 2018 alle 8:45

      Ecco il mostro della burocrazia! Carte, bolli, domande, ricorsi, opposizioni e nessuno, un dirigente, un assessore, un vicesindaco, un sindaco, si prende la responsabilità di autorizzare l’espianto di qualche decina di chili di ferro da una delle principali piazze cittadine, per paura di chissà cosa, o soltanto per indifferenza suprema ai destini della città.

  • filotramviaria 196
    09 mar 2018 alle 12:18

    Con l’occasione chiedo anche se non siamo nel tema il BIGLIETTO a banda MAGNETICA previsto tra fine gennaio 2018 e inizio febbraio 2018 lo faranno ? oppure ci vogliono decenni pure per questo ?

  • punteruolorosso 1895
    10 mar 2018 alle 10:09

    probabilmente nei lavori del basolato rientra anche la rimozione di queste strutture. gli extracomunitari saranno collocati sul nuovo basolato.

  • Athon 879
    14 mar 2018 alle 7:16

    Anche Piazza San Domenico è mortificata da un’accozzaglia di robaccia che fa da muro tra la via Roma e la stessa piazza, impedendo che questa si apra generosamente allo sguardo. Sono cose che andrebbero risolte in due giorni…


Lascia un Commento