26 ott 2017

TARI | Il comune risponde alla campagna “Pago di paga la TARI”


Era il 19 Settembre quando lanciavamo ufficialmente la campagna “Pago chi paga la TARI

La campagna ha da subito riscosso grande successo, sopratutto sui social network e oggi raccogliamo i frutti. E’ stato proprio in queste ore rilasciato un comunicato stampa del comune che ha risposto positivamente alla nostra campagna.

Abbiamo ottenuto quello che era il risultato che ci aspettavamo e quindi che il comune desse la possibilità a tutti i commercianti che sono in regola con il pagamento delle tasse di farlo presente e di metterlo in bella vista in vetrina o all’ingresso dell’esercizio commerciale.

Adesso però tocca a voi valorizzare il commerciante in regola rispetto a quello che ancora non lo è. Quindi passate parola e cercate di convincere chi non paga a farlo nel minor tempo possibile. Perché bisogna sempre ricordare che le tasse e le imposte sarebbero decisamente più basse se tutti le pagassero.

Vi lasciamo al comunicato stampa:

Il logo personalizzato sarà rilasciato annualmente e inviato al cassetto tributi virtuale di cui ogni esercente è sollecitato a richiedere l’apertura, registrandosi al Portale dei servizi online del Comune di Palermo servizionline.comune.palermo.it. Registrarsi è semplice e utile per trasmettere istanze di rimborso, richieste di agevolazioni o di annullamento accertamenti, accedere ai servizi digitali e per dialogare digitalmente e semplicemente con il Comune.

Per il solo anno 2016, da lunedì 30 ottobre, in aggiunta al cassetto tributi, sarà attivato un apposito link “Io pago la TARI 2016″ sull’home page del Comune. Ciascun esercente, inserendo la partita iva, potrà ricevere il proprio logo nella casella di posta elettronica che sarà indicata.

E’ poi in fase di studio un’iniziativa congiunta con le associazioni di categoria per premiare le imprese che sono in regola fin dall’istituzione della TARI e cioè per l’intero triennio 2014-2016.

“Questa iniziativa è anomala – dichiara il Sindaco Leoluca Orlando – perché è anomalo che l’eccezione sia costituita da chi è in regola con il pagamento delle tasse. Le tasse, soprattutto una tassa come la TARI, servono per pagare servizi indispensabili ed indifferibili.

Chi paga le tasse non soltanto quindi rispetta le regole ma, soprattutto, rende un servizio a tutta la comunità. Vogliamo dare la giusta visibilità a quegli imprenditori che interpretano il proprio ruolo non solo come persone d’affari ma anche come cittadini che sono parte attiva e viva della propria comunità.”

L’Assessore ai Tributi, Antonino Gentile sottolinea che “in un contesto di diffusa morosità, è giusto che i titolari di aziende che hanno mostrato la loro lealtà fiscale al Comune siano indicati come esempio da seguire. E’ venuto il tempo dei virtuosi. Ogni cittadino che fa il suo dovere deve sentirsi orgoglioso di contribuire al bene comune. I tempi siamo noi, come siamo noi così sono i tempi”.

Locandina


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

 


casse comunalievasione fiscale palermograsciaimmondiziaimmondizia palermomobilita palermoraptaritassetasse immondiziatasse palermo

8 commenti per “TARI | Il comune risponde alla campagna “Pago di paga la TARI”
  • Fabio 32
    26 ott 2017 alle 9:22

    Questo a mio avviso era il senso della celebre frase dell’ex ministro Padoa-Schioppa circa la “bellezza” nel pagare le tasse; ma nessuno capì il senso di questa frase che risuona come un dazio da pagare a Cesare! Questo è il prezzo da pagare nell’Italia dei delinquenti non “furbetti”. Prima cominciamo a cambiare mentalità e meglio sarà per il paese intero….ma il mio è solo un sogno….

  • filotramviaria 23
    26 ott 2017 alle 9:31

    Il Comune di Palermo,con le tecnologie di oggi potrebbe controllare facilmente chi paga e chi non ha mai pagato: Tutti siamo iscritti al Comune: bne,basta controllare ogni nucleo familiare se paga o non paga.Se non paga basta obbligarlo a pagare.Non ci vuole niente a farlo; evidentemente il COMUNE NON LO VUOLE FARE !!!per cui ci saremo i FESSI come me che hanno sempre pagato tutte le tasse e i furbi che continueranno a non pagare. W Palermo, W il Sindaco Orlando.

  • alocin 2
    26 ott 2017 alle 16:09

    Dire non ci vuole niente a farsi pagare è estremamente semplice. io invece trovo questa trovata del sindaco intelligente. La mia esperienza mi dice che la gente che per sua intrinseca natura tende ad evadere, se si trova anche in difficoltà economica non è costringibile in nessuna maniera a pagare. Si diventa nullatenenti e quindi intoccabili a tutti gli effetti.

    • filotramviaria 23
      26 ott 2017 alle 18:37

      A parte quelli che non avendo reddito e’ giusto che non paghino, la realta’ e’ che al sud moltissima gente ha il reddito ma non vuole pagare: prima non pagavano neppure il canone TV, poi finalmente hanno trovato il modo di farlo pagare a tutti.Naturalmente tutti si sono ribellati .La tassa sui rifiuti TARI va pagata da tutti e non dai fessi e cretini soltanto,mentre la maggior parte non solo non paga e non ha mai pagato,ma se ne fa pure un vanto.Quanto all’iniziativa del manifesto IO PAGO LA TARI e’ una gran cretinata inutile.

      • filotramviaria 23
        26 ott 2017 alle 18:40

        per altro io,facendo parte dei cretini perche’ ho sempre pagato tutto,chiedero’ al sindaco di inviarmi il manifesto di cui sopra cosi’ lo appiccico dietro la porta di casa mia.

        • Orazio 790
          26 ott 2017 alle 21:38

          Scusa la curiosità, ma com’è che ti accanisci adesso quando finalmente dal Comune stanno mandando i pignoramenti? Prima che non facevano nulla invece stavi calmo…

  • pipopipo 45
    26 ott 2017 alle 17:28

    beh dato che viviamo a palermo aspettiamoci su larga scala una serie di loghi TAROCCHI. Qualcuno poi controllera’ la regolarita’ di detti loghi? altrimenti non avra’ senso


Lascia un Commento