28 mag 2017

Barcarello | Al via i lavori di risanamento della passerella lignea


Cominceranno lunedì prossimo, 29 maggio, i lavori di manutenzione straordinaria della passeggiata lignea di via Barcarello a Sferracavallo, affidati all’Impresa Mar.Edil per un importo di circa 85.000 euro.
Il lavoro è necessario per mettere in sicurezza e ripristinare la piena funzionalità ed il decoro dell’opera, oggi in pessime condizioni di conservazione.
I lavori comprendono la revisione dei sistemi di appoggio in conci di tufo e travi in legno e la sostituzione del tavolato, oramai in gran parte irrecuperabile, oltre la revisione della recinzione e degli accessi al mare.

I lavori dovrebbero durare all’incirca 3 mesi.

In considerazione dell’ approssimarsi della stagione estiva, sarà richiesto all’Impresa, di contenere quanto più possibile i tempi di esecuzione, al fine di rendere fruibile la passeggiata quanto prima.
La passeggiata è costituita da un deck in legno che si sviluppa parallelamente alla linea di costa per una lunghezza di circa 600 metri e con larghezza media di 3 metri.

Riportiamo dalla relazione generale lo stato dei luoghi e l’intervento che verrà effettuato:

Il camminamento è costituito da un tavolato (deck), in essenza lignea tropicale “Angelim Amargoso”, composto da doghe di sezione mm 140 x 21 ancorate alla sottostante struttura portante per mezzo di viti in acciaio. Quest’ultima è costituita da travi di abete lamellare di sezione mm 120 x 160 (poste a coltello ad un interasse medio di mm 600) appoggiate su basamenti di conci di tufo sovrapposti a secco, poggianti a loro volta sul terrapieno di cui si è fatto cenno. Sul lato del marciapiede le travi sono ancorate al cordolo in calcestruzzo di cemento armato.

Nonostante gli interventi manutentivi siano stati effettuati con periodica regolarità, si è registrata una costante accelerazione del processo di ammaloramento della struttura lignea sia degli elementi di calpestio, che della sottostante struttura portante. Si è potuto constatare infatti che gran parte delle doghe del tavolato risultano fortemente deformate, spesso non ancorate alle sottostanti travi di appoggio, tanto che molte di queste risultano pericolosamente sollevate rispetto al piano di calpestio. Un processo di ammaloramento dovuto in parte anche alla inidoneità dell’essenza scelta, non adatta a resistere in ambiente esterno scoperto e fortemente aggressivo per la vicinanza del mare.
Ssono state utilizzate viti inadatte a sopportare il carico indotto dagli agenti ambientali particolarmente aggressivi del luogo e quasi tutte risultano aggredite dall’ossidazione. Gli agenti chimici hanno aggredito e distrutto» la struttura.
Infine, i conci di tufo posti alla base portante, sono di modesta qualità. Con l’azione di dilavamento delle acque meteoriche e con quella indotta dalle mareggiate, un numero significativo di conci si è assottigliato e hanno indotto cedimenti nella struttura. Si prevede la sostituzione del 70% dei conci di tufo presenti.


Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:

 Sito internet: http://palermo.mobilita.org
 Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/
 Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/
 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA
 Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo


abusivibarcarellodecoro urbanolungomareSFERRACAVALLO

2 commenti per “Barcarello | Al via i lavori di risanamento della passerella lignea
  • Binario 73
    29 mag 2017 alle 1:42

    Praticamente, risulta da demolire in toto.
    “Nonostante gli interventi manutentivi siano stati effettuati con periodica regolarità”: nel leggere questo pezzo c’è da sbellicarsi dalle risate!!!

  • fedeledisantarosalia 71
    29 mag 2017 alle 11:28

    Barcacello e’ una delle tante occasioni perdute o buttate, poteva essere un bellissimo lungomare come il belvedere di Mondello, invece di fare quello squallido passaggio in legno, oppure come Via delle Indistrie Navali con una sorta di balausta e inferriata con lampioni davvero bello
    Invece siamo a Palermo sono 40 anni che parlano del Water-Front hanno a parte la Cala voluta da Cammarata/Bevilacqua ,il Sindaco Orlando ha detto NO anche a Sant’Erasmo che era il proseguimento della Cala c’erano soldi e progetti ma il Sindaco Orlando ha detto NO come suoi solito per tenersi buono i pseudo integralisti ambientalisti.


Lascia un Commento