22 ott 2015

Collettore fognario, disagi in viale dei Picciotti


Sono passati tre mesi, proprio il 15 Luglio giorno di festa a Palermo sono iniziati in Viale dei Picciotti i lavori per la posa dei nuovi tubi del collettore fognario nel tratto di strada compreso tra Via S.Cappello e Via Anna Buccheri La Ferla. Ebbene sono appunto tre mesi che i residenti e i commercianti sopportano notevoli disagi e danni economici. La prima ordinanza del Comune diceva che si sarebbe proseguito per tratti di 100 mt per limitare i disagi ai residenti,agli studenti,ai docenti,agli operatori scolastici e ai genitori che accompagnano i figli a scuola dato che in Viale dei Picciotti ci sono sei scuole.In condizioni normali ogni giorno durante l’orario di ingresso e uscita degli studenti il traffico è intenso soprattutto nelle giornate di pioggia.In una strada ad alta densità scolastica dovrebbe esserci la presenza quotidiana dei vigili urbani che sono totalmente assenti.Invece ci ritroviamo da Via Cappello a Via Amedeo D’Aosta con metà carreggiata e finalmente soltanto ieri è stata asfaltata il primo tratto di carreggiata.image

image

image

image


collettore fognariocomune di palermotechnis

6 commenti per “Collettore fognario, disagi in viale dei Picciotti
  • giovix63 34
    22 ott 2015 alle 8:42

    Condivido pienamente le vostre considerazioni poiché passo quotidianamente (in scooter) dal Viale dei Picciotti negli orari in cui entrano ed escono i ragazzi dalle scuole. Devo far notare che, anche quando la viabilità non era ridotta per lavori in corso, Il caos regnava sovrano a causa delle auto posteggiate in doppia fila da entrambe i lati; oggi, con i lavori in corso non mi pare che il caos sia aumentato, anzi paradossalmente ho notato che sia meno caotico. Ho provato a dare una spiegazione… può darsi che il panormosauro, visto le condizioni limitate della viabilità, ha rispolverato la vecchia abitudine di accompagnare i figli (soprattutto i bambini di asilo e scuola elementare) a scuola a piedi come si usava fare tanti anni fa? Ovviamente ci sono tante mamme e tanti papà che si recano al lavoro per cui il tempo è cronometrato e quindi la “santa macchina” risulta necessaria, ma credo che ce ne siano tanti altri che potrebbero permettersi di fare una passeggiatina mattutina a piedi!

  • belfagor 312
    22 ott 2015 alle 9:28

    Vi invio un articolo che abbiamo trovano in rete.

    Posted on luglio 23, 2015 by articolodueuno

    E’ tramite i residenti e i commercianti di Viale dei Picciotti che veniamo a conoscenza di un progetto che ha del ridicolo. Gli automobilisti che qualche mese fa hanno percorso l’asse Bennici – Cappello – Viale dei Picciotti, si sono resi conto dei grandi disagi alla viabilità che la zona ha subito da quando sono iniziati i lavori per il collettore fognario. Se in fondo alla strada, lato fiume Oreto, la carreggiata era molto più larga e consentiva la marcia su un’unica corsia, ora che i lavori sono giunti nei pressi dell’Istituto tecnico Industriale Alessandro Volta i tecnici si sono resi conto che manca lo spazio materiale per effettuare la posa delle tubazioni.

    Abbiamo chiesto delucidazioni al Presidente della Seconda Circoscrizione Antonio Tomaselli : ci ha confermato che il problema alla base di tutto è che i lavori sono stati effettuati sulla base di mappe delle tubazioni rilasciate alla ditta esecutrice da parte di AMAP e AMG, le tubazioni del Gas e dell’acqua seguono i marciapiedi passando molto vicino alle case, superato l’incrocio con Via Salvatore Cappello le tubazioni si sono spostate sempre più verso il centro della carreggiata non seguendo più quello che era il loro percorso prestabilito.
    Questo è il motivo quindi per cui lo spazio per le tubazioni della fognatura non basta, già da qualche giorno infatti l’escavatrice ha abbandonato il cantiere e gli operai sono tornati a casa, si prospettano due alternative adesso : o il cantiere verrà rimosso e successivamente riaperto in seguito a una valida alternativa o, sotto suggerimento del Presidente Tomaselli, l’AMAP acconsentirà a sfruttare la vecchia e antica fognatura in cemento, adattandola. Pare infatti difficile che AMG trovi i fondi per spostare le proprie tubazioni, si preferisce ad ogni modo evitare di creare disagio agli abitanti disconnettendoli dal metano per qualche giorno. Quando questo problema sarà risolto il cantiere si sposterà su viale Amedeo D’Aosta, dove, una volta arrivato su corso dei mille, si congiungerà con Via Cirrincione.
    Altra novità è che, vista la chiusura di Via Salvatore Cappello, il Presidente Tomaselli acconsentirà a sfruttare la vecchia e antica fognatura in cemento, adattandola. Pare infatti difficile che AMG trovi i fondi per spostare le proprie tubazioni, si preferisce ad ogni modo evitare di creare disagio agli abitanti disconnettendoli dal metano per qualche giorno. Quando questo problema sarà risolto il cantiere si sposterà su viale Amedeo D’Aosta, dove, una volta arrivato su corso dei mille, si congiungerà con Via Cirrincione.
    Altra novità è che, vista la chiusura di Via Salvatore Cappello, il Presidente Tomaselli ha chiesto al servizio viabilità se era possibile rendere doppio senso via Saetta in modo da snellire il traffico generato dal cantiere.

    Come avete letto il problema è molto più serio e , attualmente, non si sa come sarà possibile e soprattutto quando riprenderanno i lavori.

  • Mr.Head 242
    22 ott 2015 alle 9:37

    I lavori sono giunti in Viale A.D’Aosta in prossimità della sede tranviaria… intanto ho notato un altro cantiere in Via Giuseppe Pianell ( Trav. Corso dei Mille lato monte )… quindi immagino che il cantiere proseguirà con la chiusura parziale del Viale A.D’Aosta per poi riallacciarsi con il cantiere di Via Pianell… confermate?

  • Fulippo1 1321
    22 ott 2015 alle 11:10

    Premetto che secondo me si dovrebbe trovare una soluzione in brevissimo tempo che dia meno impatto possibile sul traffico in zona, e quindi che riporti meno disagi ai cittadini, chiudendo se è il caso i cantieri e riaprendoli quando si avrà la certezza sul possibile svolgimento dei lavori.
    Detto questo che mi pare abbastanza ovvia come cosa, mi vorrei soffermare sulla questione lamentele. Sono sacrosante, e sopratutto un diritto, ma per quale motivo quando la strada è in condizioni normali, senza nessun cantiere e nessuno scavo, c’è più traffico di oggi e nessuno si lamenta? Forse perchè conviene un pò a tutti lasciare la macchina in doppia fila, o letteralmente in mezzo alla strada per fare i propi porci comodi. Quindi direi a tutti i cittadini che si lamentano giustamente dei disagi, di passarsi una mano sulla coscienza e lamentarsi dei disagi creati da chi non rispetta le regole anche senza cantieri aperti.

    • Mr.Head 242
      22 ott 2015 alle 11:23

      Quoto quanto hai detto… molti parcheggiano l’auto vicino l’ingresso delle scuole e in doppia fila creando disaggi soprattutto quando deve passare un mezzo pubblico!!!!


Lascia un Commento