09 lug 2014

FOTO & VIDEO | Ecco il tram ufficialmente per strada


Il tram esce finalmente fuori dal deposito e si presenta alla città. Cominciano quindi le prove su strada lungo il percorso della linea 1, da Roccella fino al terminal temporaneo di piazza Scaffa. Ricordiamo che le vetture avevano già percorso svariati chilometri di collaudo all’interno del deposito, e che ora cominceranno il collaudo per strada.

Ringraziamo Gabriele Gumina per gli scatti.

10300528_10203497378788688_4738926162332150246_n

10348623_10203497435030094_3880530745647852880_n

10487443_10203497435990118_1134422996623509211_n   Qui all’uscita dal Centro Commerciale Forum.

Foto by Vale Brancatello.

10462444_556724227770982_1798412114038401562_n

10481465_556724324437639_4643924701222817435_n

10534057_556724111104327_2098603943254320074_n

Foto by: Piersergio Bonsignore

10531168_10203990957757970_1265564823_n

Foto by: mediomen

tram031_zpsedc0a352

tram047_zps9b22d671

 

Ecco come saranno le banchine delle fermate e come potete vedere sono abbastanza larghe anche per chi è meno abile

tram052_zps0098e9f4

 

Ovviamente non sono mancate le auto e i motocicli lasciati incustoditi sulle rotaie, che sono stati rimossi grazie all’ausilio della Polizia Municipale

tram060_zpsbf997c71

tram082_zpsab1dab62

Ed ecco un paio di video:

Ringraziamo Gabriele Gumina

Ringraziamo Chiara Giuffrè

Ringraziamo Vincenzo Stira


centro commerciale forumcorso dei Milleforumimpianto semaforico tramlavori tram corso dei millelavori tram palermolavori tram piazz scaffalavori tram speronelavori tram via amedeo d'aostalinea 1linea 1 tram palermolinea tram 1mobilita palermopiazza scaffaponte dei milleSISsistema tram palermosperone palermostazione centralestradaterminal stazione centraleTramtram brancacciotram linea 1tram palermotram speroneuscita tram palermovia amedeo d'aosta palermovia balsamovia bennicivia diaz palermovia messina marinevia padre puglisivia padre puglisi palermovia paolo balsamovia pecori giraldivia pecori giraldi palermovia portella della ginestravia portella della ginestra palermovia puglisi palermoviabilità piazza scaffa

48 commenti per “FOTO & VIDEO | Ecco il tram ufficialmente per strada

Comment navigation

  • jonscorpion 12
    09 lug 2014 alle 16:32

    Ragazzi non voglio smorzare gli entusiasmi, ma a me personalmente mette un pò di tristezza ri-vedere un tram dopo circa 70 anni dall’ultima volta. Il tram a Palermo è esistito dalla fine dell’ 800 sino al 1947.

    Una conferma delle pessime scelte dei nostri amministratori e “manciafranchi”. Oggi ci ritroveremo con (forse) 3 linee, quando negli anni ’20 ne avevamo 16. Tra cui una faceva già Stazione Centrale-Romagnolo. Un secolo fà!
    http://it.wikipedia.org/wiki/Rete_tranviaria_di_Palermo_(1887-1947)

  • luigitall 4
    09 lug 2014 alle 16:48

    che emozione però vederli girare, finalmente qualcosa di buono per le citta di palermo.
    spero solo che mettano un controllore fisso per ogni tram come accade all’estero per evitare di far salire gente che potrebbe distruggere(panormosauri)

  • luigitall 4
    09 lug 2014 alle 16:50

    @joinscorpion, non possiamo scavare sottoterra perchè troviamo l’acqua e numerosi reperti che bloccherebbero continuamente i lavori.
    al nord(non ti sto parlando di lontanissimo) i tram esistono e le persone li utilizzano.
    non puoi pretendere che mettano subito 16 linee altrimenti la citta sarebbe tutta un cantiere,…almeno gia hanno cominciato con 3 e vanno spediti…non ho mai visto fare lavori cosi velocemente

  • MAQVEDA 17489
    09 lug 2014 alle 17:20

    @jonscorpion
    Purtroppo i tram sono stati smantellati da tutta la penisola, da tutta Europa, tranne pochissime eccezioni, nel dopo guerra venne preferito il filobus, e dopo ancora il bus, ritenuto più semplice da mantenere e versatile. Qui le amministrazioni locali palermitane c’entrano ben poco (non voglio difendere nessuno) è stata miopia mondiale.

    @joinscorpion
    Non è vero, e poi se lo fanno a Roma, lo possono fare ovunque, i reperti ci sono, ma si possono aggirare, infatti la metro è previsto passi in via Roma, dove secoli fa c’era mare, ergo, probabilità di trovare reperti pari quasi a zero. E poi lo stiamo già facendo, sono 5 anni che scavano per il passante ferroviario. La questione del vicolo Barnava è un palese errore, ma oggi come oggi si scavano tunnel persino sotto il mare. Quindi nulla di impossibile.

  • fabdel 989
    09 lug 2014 alle 19:02

    mi sembra un po’ quel proverbio che afferma “quando il dito indica la luna, lo stolto guarda il dito”. io vedo tutto intorno una città da terzo-quarto mondo, voi invece il tram nuovo fiammante che l’attraversa

  • KINGDOM 20
    09 lug 2014 alle 20:01

    In uno dei video si sente un bambino del popolino dire “ora iu ci acchianu ogni buota”, e immagino senza biglietto, aggiungo io! Vediamo questi piccoli animali cosa saranno in grado di fare quando utilizzeranno il tram, loro ed i loro genitori che non gli hanno insegnato l’educazione e il rispetto

  • MAQVEDA 17489
    09 lug 2014 alle 20:36

    @fabdel
    sei troppo testa quadra per entusiasmarti per qualcosa, e anche per pensare che una tranvia nuova fiammante possa essere l’inizio per una maggiore cura verso certe zone oggi abbandonate. Di fatto quella zona da terzo mondo è stata oggi privilegiata per la costruzione di un nuovo mezzo di trasporto, quindi non si può più parlare di totale abbandono e disinteresse. Ma sono sottigliezze, non mi aspetto che le cogli.

  • jonscorpion 12
    09 lug 2014 alle 21:12

    @luigitall Ma infatti il mio commento non voleva dire che voglio 16 linee dall’oggi al domani. Ma per me festeggiare per qualcosa che c’era già un secolo fà a PALERMO, e che per colpa di amministratori stupidi ora ci ritroviamo a ri-costruire mi fa un pò rabbia.
    Probabilmente oggi ne avremmo avute già 20 di linee; come in molte altre città.
    p.s. vivo già al Nord.

  • jonscorpion 12
    09 lug 2014 alle 21:21

    Non ho mai parlato ne di reperti, ne che non si possa fare; anzi spero che si acceleri vivamente.

    Anche se i lavori sono piuttosto lenti, i lavori per la M5 di Milano sono partiti 2 mesi prima del tram linea 1 (sono già al 50%)

    E fare una linea metropolitana mi sembra più impegnativo che fare una linea del tram di 5,5 Km. Di questo passo…

    Che siamo scandalosamente indietro sul tema mobilità rispetto a molte altre città é oggettivo. Per fortuna esistono persone/gruppi/movimenti/testate che spingono ed affrontano il tema come Mobilità Palermo.

  • kazakistan 61
    09 lug 2014 alle 21:55

    Io non considero il bimbo che vuole “acchianare” sul tram un figlio di palermitani maleducati e irrispettosi come è stato definito da qualcuno qua dentro… Piuttosto lo ritengo uno dei tanti bimbimink… che sono felici e quasi si commuovono a vedere un giocattolone a forma di trenino (vero) nuovo nuovo che scorre sui binari davanti a loro… loro sì che li compatisco, mischini, manco avessero visto la madonna…

  • MAQVEDA 17489
    09 lug 2014 alle 22:37

    @jonscorpion
    Forse mi son spiegato male, contestavo la solita questione “hanno tolto il tram a Palermo per gli amministratori locali” le tranvie sono state smantellate OVUNQUE, tranne forse solo a Milano, Torino, e pochissime altre città d’Europa (tolto l’est europeo), se il problema erano le amministrazioni, erano un problema ovunque. A Parigi la tranvia è stata reintrodotta pochi anni fa. Non nego l’arretratezza locale, ma non è stata miopia esclusivamente palermitana. Asserire questo è falso. Negli anni ’40 in Europa subentra il filobus, che soppianta il tram, e successivamente anche questo sparisce perché vi si preferisce il bus, ritenuto più versatile visto che si poteva cambiare percorso a piacimento. E’ il momento in cui il trasporto privato ha il suo boom, e questioni come inquinamento e sostenibilità erano ancora inesistenti.

    la linea 1 è quasi completa, era stato dichiarato al 95%. Manca in pratica solo il ponte, gli ultimi metri di binario vicino la stazione e le finiture, quindi il paragone con i lavori della metro ci sta, ma non in senso denigratorio, sono partiti in contemporanea, il tram è stato completato prima.
    Ora speriamo nella prima linea di metro per Palermo.

  • peppe2994 3447
    09 lug 2014 alle 23:46

    Solo per dovere di cronaca, i lavori per una metropolitana sono molto più veloci e facili di una tranvia poichè fanno tutto le TBM.
    Il tram è realizzato interamente a mano. Le due cose non sono confrontabili.

    Fare riferimento alle vecchie linee tranviarie non serve. Prima o poi dovevano essere smantellate per gravi problemi di usura (la tecnologia era quel che era) e disturbo. A Milano per esempio hanno dovuto rifare tanti tratti per via delle vibrazioni incontrollate causa di danni strutturali e dell’inaccettabile rumore.

    Discorso generale:
    Il tram è un enorme passo avanti, da qualche parte si doveva pur cominciare. Non ammetterlo è solo ipocrisia

  • drigo 404
    10 lug 2014 alle 0:59

    “i lavori per una metropolitana sono molto più veloci e facili di una tranvia poichè fanno tutto le TBM”.
    Mi permetto, sommessamente, di dissentire.
    Per realizzare un tracciato di 20km con 6 TBM in esercizio e cantieri a pieno ritmo, ci vogliono 5 anni circa (velocità di scavo di 45 mt al giorno, con realizzazione di stazioni, sottostazioni di servizio, infrastrutture di rete, annessi e connessi).

  • lorenzo80 582
    10 lug 2014 alle 8:09

    @MAQVEDA
    Non è vero che sono stati smantellati in tutta la penisola, qui a Roma ci sono tram del 1940 ancora in servizio.

    @KINGDOM
    Spero che il bambino di cui parli non danneggi con i suoi amici il tram e, comunque, meglio vederlo sul tram che in mezzo alla strada a scorazzare con motorini rubati e senza assicurazione… Riqualificare una zona significa anche questo.

  • amatrix87 62
    10 lug 2014 alle 8:35

    i lavori del tram si sono velocizzati di molto da quando l’anno scorso si è rischiato di mandare in fumo tutto. I lavori potrebbero essere molto più veloci del normale se non fosse che ogni volta che scavano trovano cose nuove..tubi da spostare o altro..50 anni fa scavavi mettevi i sottoservizi e ciao senza “dichiarare” la loro ubicazione..tempi che furono..pazientate gente

  • peppe2994 3447
    10 lug 2014 alle 8:56

    @drigo:
    Come fai a far lavorare 6 TBM sulla stessa galleria? Massimo due, una per lato.
    45 metri al giorno è troppo generoso, in media se ne scavano 30.
    Con una TBM per 20 km ci vogliono due anni, usandone due un anno.
    Altri due anni per completare i servizi ed in 4 anni massimo è tutto pronto.
    Poi se la costruzione delle linee diventa una barzelletta come a Roma è un’altro discorso.

    Il tram è stato iniziato a Settembre del 2007. La linea 1 dubito aprirà prima dell’estate 2015.
    Se togliamo i due anni di cantieri lumaca più fermi che attivi abbiamo superato abbondantemente i 5 anni di lavori.

  • MAQVEDA 17489
    10 lug 2014 alle 9:07

    @lorenzo80
    Roma è uno di quei casi in cui si è mantenuto, sai la penisola è grande e piena di comuni.
    Un tempo il tram era presente persino a Sulmona.

    @amatrix87
    hai perfettamente ragione, non esiste nessuna mappatura delle sottoreti, tutto questo ha portato ad un prolungamento dei tempi che in situazioni normali non ci sarebbe stato. Però c’è da dire, a chi parla di cantiere troooooppo lungo, che non bisogna dimenticare che i primi 2 anni e passa sono stati impiegati per la costruzione dei depositi. Facile quindi supporre, che se un domani si prolungassero le linee, sarebbe tutto molto più veloce, visto che certe strutture sono già presenti.

  • huge 2283
    10 lug 2014 alle 9:09

    @peppe, tecnicamente è possibile utilizzare più di due TBM per galleria lanciando le frese aggiuntive da pozzi intermedi. Chiaramente a fronte di una grossa riduzione dei tempi, i costi aumentano enormemente, per cui è una soluzione raramente usata e solo per gallerie molto lunghe.
    Per scavare 20km con una sola TBM (soluzione che nessuno adotterebbe) ci vorrebbero come minimo, imprevisti esclusi, 6/7 anni.
    L’avanzamento tipico è dell’ordine della decina di metri al giorno, quindi sui 3-3.5km l’anno. Vanno però aggiunti anche i tempi tecnici necessari per la manutenzione della fresa lungo percorsi così lunghi, periodi in cui lo scavo viene fermato e la fresa controllata, eventualmente sostituendo i componenti deteriorati (di solito lo si fa in corrispondenza delle fermate).


Lascia un Commento