27 apr 2013

Sosta selvaggia, ancora anarchia in zona Policlinico


Un’altra immagine dello scenario che si presenta giornalmente nelle aree circostanti i due poli ospedalieri Civico e Policlinico, nonché la via Parlavecchio.  Sempre M.Bonomo che ci invia uno scatto come i precedenti, stavolta risalente al 26/04 e che mostra la situazione quotidiana nella piazza.

26_4_13(1)

 

Tali strade sono invece perennemente sorvegliate da individui che gestiscono la sosta assolutamente vietate, chiedendo anche il pizzo per tale attività, e creando situazioni di congestione del traffico ed occupando anche i marciapiedi. Ma indubbiamente non si tratta solamente di questa zona, ma di tante altre sparse in città e che rappresentano delle vere e proprie zone franche.

Gli organi preposti al controllo? In perfetta sintonia col principio del Non vedo, non sento, non parlo…anzi vedono perchè le email inviate  Comando di via Dogali e al Generale Messina vengono lette. E quindi?

Eppure basterebbe poco per sottrarre quest’area all’attività dei posteggiatori abusivi: una rotatoria rialzata con verde.


comune di palermoparcheggi palermoparcheggio selvaggiopolizia municipale palermoposteggiatori abusivi palermotrafficoufficio traffico

Articolo precedente

10 commenti per “Sosta selvaggia, ancora anarchia in zona Policlinico
  • manu70 79
    27 apr 2013 alle 8:35

    Allora signori miei , in altre occasioni il comando dei vigili è stato reattivo e deciso, se qui non si muove una foglia invitiamo la magistratura a guardarci dentro.

  • KINGDOM 20
    27 apr 2013 alle 11:13

    devo assolutamente dire la mia perchè abito in zona e la frequento quindi ogni giorno. è una vera vergogna. secondo me c’è più ordine e disciplina in una bidonville della tanzania. non potete capire quello che succede ogni giorno. a causa di queste strade trasformate in maxi parcheggi il traffico in quasi tutte le ore del giorno arriva fino in via perez. potete tranquillamente immaginare i disagi. le ambulanze alcune volte ci impiegano anche 15 minuti per fare il tratto da corso tukory al policlinico. è inaccettabile. a peggiorare il quadro della situazione è direi anche il cimitero, perchè via del vespro aimè di giorno si trasforma in un mega parcheggio con macchine parcheggiate ovunque e con posteggiatori di colore abusivi che bloccano il traffico per consentire l’uscita e l’entrata delle macchine. è inaccettabile. nella zona occorrono misure drastiche e risolutive:
    1: la rotonda deve essere trasformata in una più ristretta aiuola in modo tale da rendere impossibile il parcheggio al suo interno.
    2: deve ASSOLUTAMENTE essere regolarizzato l’accesso al cimitero, e consentirlo SOLO in determinate giornate e in determinati orari. io personalmente lo aprirei solo un giorno a settimana, ad esempio il mercoledì, e nel fine settimana il sabato mezza giornata e la domenica tutto il giorno. stop.

  • KINGDOM 20
    27 apr 2013 alle 11:19

    POSTO SCRIPTUM: ma quando è previsto il completamento del cantiere di sta benedetta fermata vespri? manca veramente poco credo. non è il caso di concentrare tutti gli sforzi per completarla invece di fare interventi a macchia di leopardo?

    inoltre, qualcuno sa quando partiranno i lavori per l’anello ferroviario. andando a memoria credo che si era parlato di un inizio ei lavori per metà febbraio massimo primi di marzo. come mai ancora c’è il nulla del nulla? già due mesi di ritardo.

  • emmegi 717
    27 apr 2013 alle 12:17

    La soluzione è semplicissima !! :)

    Ricordate cosa hanno fatto in viale Croce Rossa, davanti l’ ingresso di Villa Sofia, per buttare fuori i posteggiatori abusivi che hanno aggredito i Vigili ?

    HANNO REALIZZATO UNA ROTATORIA VERA CON TANTO DI PIANTE !
    Il risultato è sotto gli occhi di tutti ;)

  • Filippo B. 25
    27 apr 2013 alle 16:24

    provo vergogna nel guardare questa foto.. ma realizzare dei parcheggi a piani o sotteranei per eliminare questo indecoroso paesaggio? a quando?

  • Luca S. 129
    29 apr 2013 alle 9:58

    Vabbe’ e’ inutile pure discuterne ormai.
    Mi sento in un loop, anzi, in una spirale che converge nel nulla!


Lascia un Commento