29 feb 2012

Foro italico: cominciati i lavori dopo la mareggiata


Da questo lunedì sono iniziati i lavori lungo tutta la passeggiata a mare del foro italico, devastato dalla recente mareggiata.

L’area rimarrà interdetta ai pedoni.

Si procederà con il ripristino della pavimentazione. Anche l’illuminazione sarà oggetto di intervento in quanto a rischio corto circuito. Infine si lavorerà per salvare il prato che ha assorbito eccessiva salsedine. Pertanto verrà trattato con acqua dolce e sostanze alcaline.


comune di palermoforo italicolavori foro italicomareggiata

10 commenti per “Foro italico: cominciati i lavori dopo la mareggiata
  • pepposki 310
    29 feb 2012 alle 8:29

    at mediomen hai tristemente ragione….eppure il prato e la passeggiata a mare si potrebbero riaprire in appena una o due settimane senza spendere grosse cifre, magari in via momentanea in attesa di recuperare tutti i fondi.
    Per rendere sicura l’area basterebbe 1) ripristinare la ringhiera costo circa 300 euro
    2) Rimuovere i massi e le parti distrutte della passeggiata a mare (lavoro in economia utilizzando i mezzi comunali) 3) Sostituire momentaneamente la passeggiata in calcestruzzo con un fondo in ghiaia, materiale che, in ogni caso, in una fase successiva sarà necessario per formare il nuovo letto di posa della futura passeggiata a mare (costo da un listino prezzi del 2007 30 €/mq attualizzando il prezzo non credo si vada oltre i 50€) 4) verifica e riattivazione dei punti luce (lavoro fatto in economia). Secondo me con meno di 10000 euro, si riuscirebbe a far tornare decente la passeggiata, cosi da poter programmare e reperire i fondi, al fine di portare a termine i lavori definitivi a regola d’arte. Ci avviamo verso la primavera e l’estate, tenere chiusa la passeggiata a mare è un danno per noi palermitani e per i turisti.

  • bacillino80 87
    29 feb 2012 alle 8:32

    Ieri ho fatto un reportage fotografico. Passeggiata aperta e di lavori neanche l’ombra.
    In compenso tanta gente che camminava fra le macerie. Se volete le foto ve le posto tutte….

  • VL 2
    29 feb 2012 alle 13:10

    Siamo in campagna elettorale…magari ripristineranno tutto nel più breve tempo possibile, ‘dissesto’ permettendo…

  • Nio 156
    29 feb 2012 alle 14:58

    @VL

    questa a me pare più una leggenda metropolitana che và di moda ribadire, il sindaco dimissionario non si ripresenterà, i candidati dell’opposizione e del terzo polo non hanno nè la possibilità nè l’interesse di agire in tal senso, il centrodestra ancora non ha neanche presentato il proprio candidato, e allo stato attuale ricordo c’è un commisario…ovvero un governo tecnico, come và di moda per ora; vero è che oltre al sindaco ci sono in bilico altre cariche…ma che questo possa accelerare certe situazioni mi sembra obiettivamente difficile, poi non sò se sapete qualcosa di cui magari gli altri sono all’oscuro ditelo, però che abbia anche una logica

  • Marco1984 76
    01 mar 2012 alle 7:31

    Per i lavori di ripristino ci vorrà tempo, soprattutto se verranno affidati con pubblico incanto a imprese esterne. In teoria il comune dovrebbe poter essere in grado di intervenire da sé ma ogni occasione è buona per favorire gli amici.
    Detto questo ritengo che i lavori di cui sopra, siano subordinati a quelli che in teoria dovrebbero mettere in sicurezza l’area da eventuali future mareggiate altrimenti ogni intervento risulterebbe vano.


Lascia un Commento