01 dic 2011

Le foto dell’inaugurazione del sovrappasso di via Nina Siciliana


Ringraziamo Fabion54 per questi scatti inerenti l’inaugurazione del primo sovrappasso su Viale Regione Siciliana, quello in corrispondenza del parcheggio di via Nina Siciliana:

Il prossimo sovrappasso dovrebbe essere inaugurato a Febbraio.


cammaratasovrappasso pedonale palermoufficio trafficovia perpignanoviale regione sicilianavideo sovrappasso pedonale

24 commenti per “Le foto dell’inaugurazione del sovrappasso di via Nina Siciliana

Comment navigation

  • piero82 503
    01 dic 2011 alle 14:35

    Ottimo, vorrei veder sparire quel semaforo di v.perpignano..ma purtroppo (penso che) lo spegneranno solamente dopo che avranno attivato l’altro sovrappasso!

  • loggico 393
    01 dic 2011 alle 14:36

    ha detto il signor cammarata.. non ce ne alcun motivo.. noooooo e allora vogliamo fare e pubblicare le prove fonometriche???

  • Metropolitano 3509
    01 dic 2011 alle 14:43

    Belle photo. Non vedo l’ora di passarci, perchè io a differenza di Cammarata e dei cittadini selvaggi sono per una città più vivibile ed europea.
    Se entro un certo periodo non spegneranno quel semaforo, e la cosa si ripete anche con l’evento di apertura del secondo ponte che apriranno l’anno prossimo che dovrebbe spegnere Di Blasi a 200 metri da quello di via Nazario Sauro e il Nazario Sauro, propongo una dura class action contro il mantenimento di questi maledettissimi semafori pedonali attivi. Cammarata ha anche disatteso le sue promesse ed illuso ancora una volta e come sempre i cittadini, perchè egli stesso aveva detto che con questi ponti la circonvallazione sarebbe stata resa tutta tangenziale sena intoppi cioè tutta a scorrimento veloce.

    Ci ha ripensato ?! Beh ha i giorni contati…

  • Orazio 1164
    01 dic 2011 alle 18:15

    Metropolitano scusa la domanda personalizzata, ma cosa c’entra la “class action” con il mantenimento o lo spegnimento di un semaforo?

    Questo è un bel sito, anzi bellissimo, ma frequentato da qualcuno che, a furia di sparare alla luna, allontana le “normali” persone civili palermitane, quella che ogni giorno applicano il loro essere civili alla esistenza propria ed al rapporto coi terzi, come testimoniato dai dati di frequentazione del sito.

    Comunque per fare meglio l’europeo (e non il provinciale) ti suggerisco di farti, per turismo, un tour del ponte a/r, prima di giorno e poi in notturno, per ammirare al meglio le nuances luminose. E prova anche l’ascensore. Anche se stai a 20 km e da li non hai motivo di passarci. Io dal canto mio proporrò le foto all’Azienda per il Turismo.

    Viva l’Europa, viva Palermo, viva Palermo Europea.

    :-)

  • Viajero Solitario 2
    01 dic 2011 alle 21:09

    Belle foto, ma allo stato dei fatti, piegarsi innanzi alle angherie del comitato di quartiere di Altarello significa avere sprecato 500mila euro. Evidentemente c’è gente che ha a cuore la viabilità e i miglioramenti, chi i lavavetri e i motorini che devono fare inversione.

  • Metropolitano 3509
    01 dic 2011 alle 22:57

    @Orazio. Quando tornerò in città sia pur a malincuore me lo farò volentieri il giro, dal benzinaio vicino a via di Blasi fino a Max Living passando non più dal sottopasso via Portello ma dal sovrappasso di via Nina.
    Credimi piuttosto, meglio essere provinciale che palermitano incivile quale abitante di una metropoli con scarse ma sempre e comunque benvolute prospettive di sviluppo locale. Chiamami pure provinciale ma sono stato io stesso a scegliere il male minore.A mali estremi, estremi rimedi. Almeno in Provincia non c’è tutta questa confusione e/o smog o assurdità da record come a Palermo.
    Passate le Feste ed il mese di Gennaio abbandonerò nuovamente la città.
    Quando ci sarò Ii ho detto che farò, attraverserò sempre dai ponti o sottopassi da pedone, ma mai a raso. Quando guido dovrò restare sempre con il cuore in gola specie la notte, quando viaggio e raggiungo quel semaforo pedonale assurdo, che se fosse in un’altra strada non avrei motivo di fare storie: infatti con la decisione di installare semafori pedonali in via E. Basile o in un’altra strada urbana che non è un’autostrada e non ha l’aspetto di una tangenziale io non avrò nulla da obiettare. Sul Viale Regione (sole corsie centrali) invece sì che ci si lamenta. Ringrazia lo zio Dieghito per il regalo che vi ha fatto, in barba alla viabilità sostenibile ed alla sicurezza dell’arteria. Altra occasione mancata per togliere di mezzo quel semaforo. Mi auguro che il sindaco ma quello vero che dovrebbe salire al potere nel 2012 risolva il problema laddove questo pagliaccio ha miseramente fallito per volontà o per incapacità generale. Non ci vuole nulla a far venire un tecnico autorizzato per abbassare un interruttore e spegnere una lanterna semaforica. Da oggi in poi al primo morto che ci scappa non vi faremo neppure le condoglianze non appena apprendo la notizia sul giornale. E così vediamo se non c’è ancora bisogno di spegnerlo. Forse Cammarata disse “non c’è nè bisogno”, perchè in realtà non c’è bisogno più fermarsi se qualcuno preme il bottone e peggio per chi non usa il percorso sicuro ora che esiste… A volte un male o un disordine combatte l’altro. Anzi c’è anche che è difficile fermarsi con una velocità di 60-70 con auto ancora più veloci dietro che incalzano mentre qualcuno sta facendo scattare il semaforo pedonale. Ma io spero si risolva nel migliore dei modi in seguito: con pedoni sopra, e autisti sotto. Buonanotte !

  • domenique 2
    02 dic 2011 alle 0:19

    per me è una spesa inutile.Vi immaginate una persona anziana che attraversa il ponte accedendo da un ascensore ,che per potrebbe bloccarsi.Esempio dei ragazzi che entrano non rispettando la capienza .E i soliti vandali dove li mettete.Per funzionare dette strutture ci vuole personale sul posto 24su 24 e quanto ci costa? Si poteva costruire un’autostrada sopraelevata.

  • Viajero Solitario 2
    02 dic 2011 alle 1:34

    @domenique: tutti i problemi da citati valgono per qualsiasi ascensore di un qualsiasi condominio. La tua argomentazione è pretestuosa.
    Quella della sopraelevata è una cavolata di portata epocale, vatti a documentare su Genova e il piccolo tratto napoletano e ti rendi conto degli alti costi di realizzazione, soprattutto quelli di manutenzione oltre l’impatto visivo e ambientale.
    Viva i lavavetri, viva i motociclisti che fanno inversione a U, viva quelli che pur di non fare un passo in più preferiscono farsi mettere sotto e farsi fare un santuario presso un albero della circonvallazione con tanto di sciarpe rosanero, come se la circonvallazione fosse un polo decentrato di Sant’Orsola.

  • giuseppe77 99
    02 dic 2011 alle 9:04

    sto valutando di denunciare per danno erariale il sindaco e l’assessore Milone. sovrappasso inutilizzato e semaforo Perpignano rosso perenne… è inutile che vi dica dove sta i ldanno erariale perchè ci arrivate da soli

  • V:E:N:D:E:T:T:A 154
    02 dic 2011 alle 11:10

    Guardade che a Napoli ci sono 3 ascensori pubblici , i cui predessori risalgono agli anni 60, che sono utilizzati molto di più di quanto lo saranno quelli dei sovrappassi.

  • thedoctor 137
    02 dic 2011 alle 21:30

    Mi sa che quel semaforo fino a quando non realizzeranno il fantomatico sottopassaggio di via perpignano non verrà mai spento… e per certi versi è anche giusto… Riguardo questi sovrapassi pedonale mi sembra che si tratti di soldi pubblici spesi in maniera pessima… Poi rifletto che sono stati fatti per il futuro tram e in parte capisco… In ogni caso per essere efficienti c’è bisogno di personale addetto al sovrapasso 24h/24h… Ma a questo punto che ci abbiamo concluso??? Perchè non si metteva questo personale nei sottopassaggi che già esistono?? Questo è uno dei motivi per cui verranno utilizzati pochissimo questi sovrappassi… Non credo saranno tanto più sicuri dei sottopassaggi visto come sono stati oscurati e se non metteranno del personale di sorveglianza… Eterno spreco e magna magna…

  • totiago 3
    02 dic 2011 alle 21:51

    Viale Regione Siciliana è una circonvallazione che unisce due autostrade, non una strada urbana. I sette km si dovrebbero fare in 5 minuti non in 60. E’ questa la verità. I politici che ci rappresentano non hanno buonsenso, mi spiace dirlo ma lo hanno dimostrato in vent’anni. Bastava fare come nelle grandi capitali europee che valorizzano i sottopassi, non li abbandonano. Si è deciso di spendere altri soldi? Bene, o male, dipende dai punti di vista, ma se non vengono spenti tutti i semafori esistenti in Viale Regione saranno soldi buttati e i sovrapassi non saranno altro che ecomostri inutili. Fate finta che Viale Regione sia un fiume: Fareste due ponti a 200 metri l’uno dall’altro? Voglio pensare che invece un pò di buonsenso sia rimasto nella zucca di chi ci rappresenta e che il semaforo non sia stato ancora spento perchè aspettano di completare l’altro sovrapasso. Se così fosse non avrei niente da dire, capirei la logica. Viceversa, sarebbe uno spreco di denaro pubblico pazzesco.

  • emmegi 717
    02 dic 2011 alle 22:04

    Qualcuno lo ha scritto, ma evidentemente non è ancora del tutto chiaro.
    I sovrapassi fanno parte della rete tranviaria e non sono stati realizzati per eliminare i semafori del viale della Regione.
    Che poi è un’ assurdità (oggi necessaria !) che ci siano dei semafori in questa strada è un altro discorso.
    Per un caso (fortuito ?) salterà il semaforo di via Uditore.
    Ma perchè non parliamo di quello del parcheggio Giotto, di gran lunga quello col rosso più lungo per i veicoli ?
    E quell’ altro di via Di Blasi ? Forse non da troppo fastidio perchè anch’ esso è in realtà costituito da due impianti indipendenti.
    Eppure non c’ è differenza tra Perpignano, Di Blasi ed Uditore.
    Chissà perchè si parla solo di Perpignano…

  • totiago 3
    03 dic 2011 alle 15:27

    I sovrapassi fanno parte della rete tranviaria? Non capisco che attinenza abbia questa affermazione nel contesto della discussione. E’ un’opera pubblica e in quanto tale deve essere di pubblica utilità. Che senso ha realizzare un sovrapasso a 200 m. da un semaforo pedonale? Sarebbe uno spreco di risorse, utile a pochissimi. La realizzazione del sovrapasso è l’occasione attesa da venti anni. Abolendo i semafori (tutti !!!) si snellirebbe il traffico e si eliminerebbero i pericoli per i pedoni. Lo sviluppo della città passa necessariamente dalla riduzione dei tempi di percorrenza della circonvallazione che è una delle strade più trafficate di tutta Italia. E’ inevitabile che chi abita nelle vicinanze dei semafori abbia tutto l’interesse a mantenerli. Ma non è ragionando in questi termini che se ne viene fuori.

  • emmegi 717
    03 dic 2011 alle 16:15

    @totiago
    Tutto quello che dici sullo sviluppo della città, ecc.
    Ma c’ è qualcosa che sfugge.

    IL PROGETTO DEI SOVRAPASSI E’ STATO REALIZZATO BEN PRIMA ED INDIPENTEMENTE DALLA CHIUSURA DELL’ INCROCIO di via Perpignano, eseguito dal Comune in tempi tutto sommato recenti

    (Scusate per il maiuscolo)

    Dunque associare la chiusura dell’ incrocio con la realizzazione della passerella pedonale NON E’ esatto.
    Vero è invece che il Comune ha ritenuto di anticipare i tempi di realizzazione della passerella a seguito delle disgrazie accadute.
    Tutto questo ha generato delle false aspettative perchè il Sindaco ha dichiarato durante l’ inaugurazione che i semafori rimarranno.

  • giuseppe77 99
    03 dic 2011 alle 18:06

    @emmegi: fare un’opera con la motivazione degli incidenti mortali e poi non liminare il pericolo significa spreco di denaro pubblico, quindi danno erariale… quindi o il sovrappasso è un’opera inutile (e non lo è) o il semaforo acceso è uno spreco di denaro pubblico (la bolletta enel).
    Quindi da parte mia resta la convinzione che Cammarata gioca con il fuoco!

  • Metropolitano 3509
    04 dic 2011 alle 2:09

    Potete tranquillamente denunciare il rappresentante della città ed il suo fido assessore, tanto troveranno sempre un modo per pararsi il didietro.
    E’ vero che questi sovrappassi sono stati realizzati per i tram e con fondi non certo pubblici, ma se lo hanno inaugurato in anticipo che cavolo aspettano a spegnere quel semaforo ?? Ho paura che non spegneranno neppure quello di via Uditore benchè il prossimo ponte sarà realizzato a meno di 50 metri dal semaforo. E’ assurdo ma è così… Denunciamoli pure. Ma a che serve ? Sono degli incapaci.


Lascia un Commento