VIDEO | Prima-Dopo: la realizzazione del nuovo Cruise Terminal

Spread the love

Durante l’evento di inaugurazione della nuova stazione marittima del Porto di Palermo, è stato proiettato un video che racconta le fasi della ricostruzione e del restyling.

Le immagini e i passaggi di questo filmato rappresentano una visione diversa della nostra città, vista dal mare e sulla quale sono in corso interventi sul waterfront molto importanti. Il nuovo Cruise Terminal si inserisce tra questi.

Dalla video diretta abbiamo estrapolato questo contenuto, che vi proponiamo di seguito, con il racconto annesso del Presidente Pasqualino Monti. L’intero video è di proprietà dell’ AdSP del Mare di Sicilia occidentale.

Ve lo proponiamo di seguito, buona visione.

Post correlati

6 Thoughts to “VIDEO | Prima-Dopo: la realizzazione del nuovo Cruise Terminal”

  1. Magick

    C’è una cosa che non capisco: il renderig del terminal corciere elaborato dallo studio Valle 3.0 sembra molto diverso rispetto a quanto realizzato, come mai?

  2. punteruolorosso

    bella la stazione marittima, ma secondo me non c’è bisogno delle altre strutture previste sul lungomare.

  3. Vitogol

    E’ possibile clonare Pasqualino ?

  4. punteruolorosso

    @magick,
    purtroppo il restyling del valle 3.0 si farà, e riguarderà tutta la via crispi. abbattuti i muretti, sarà costruito una specie di aeroporto davanti al mare, con buona pace di chi avrebbe voluto che il mare si tornasse a vedere. parcheggi, tettoie, grandi edifici sui moli. non sarà un gioiello di architettura, ma un ennesimo schiaffo alla città. il porto intende fare cassa e ha bisogno di superfici commerciali a ridosso dell’area sbarchi. sarà un centro commerciale e niente più, il più grande in città, con tutta la volgarità che un centro commerciale porta con sé.
    via crispi rimarrà una strada estremamente trafficata, a meno che non si decida di metterla in tunnel e di collegarla con le autostrade. il dott. monti ha presentato un’idea in merito, speriamo che venga assecondata, perché risolverebbe il problema del traffico su tutto il lungomare.

  5. pittonic

    I lavori di riqualificazione dei 4 porti della Sicilia occidentale mi sembra che stiano cambiando faccia alla portualità siciliana. Il porto di Palermo è già trasformato e con il recupero del Castello a mare immagino che vedremo tutti una “restituzione” del porto ad una fruizione di massa, diventando, finalmente, una parte integrante della città.
    Resta, a mio avviso, il nodo della via Crispi. O meglio il problema è il necessario traffico dei TIR che transitano nella via Crispi (ma anche via belgio, via de gasperi, via sampolo via messina marina…).
    Palermo avrebbe bisogno di una mobilità nuova per il traffico commerciale che consenta , da nord e da sud di raggiungere il porto. Un tunnel sarebbe ideale ma non sono un tecnico e il mio è un modo come un’altro per mettere la polvere sotto il tappeto.
    Ma oggi vanno i miei complimenti a Pasqualino Monti.

  6. vicchio65

    Certe considerazioni che leggo nei commenti fanno proprio spola con la realtà che le decisioni non si prendono…
    Un porto è un porto: non è che al porto si ha un contatto con il mare “stile balneare”! Il porto deve essere a) funzionale b) esteticamente bello, ma sempre porto è! E, secondo questo principio, mi sembra (non sono un tecnico) che il realizzato ed il progetto siano esteticamente belli; anzi, si aggiunge una vista sul mare (dalle terrazze) altrimenti impossibile.
    Mi spiegate, se si lasciasse l’attuale conformazione, cosa si vedrebbe del tanto agognato “mare”?!?! Un muretto di recinzione, una banchina?
    Il mare di cui Palermo ha bisogno è la zona del castello (e si sta facendo), la cala (fatto), il Foro Italico (da migliorare), l’Acquasanta (fatto), l’Arenella (magari), la costa sud (forse tra un secolo…)
    Punteruolo, mi piace il tuo commento “bella la stazione marittima”: se si ristruttura in modo funzionale, senza orpelli (Wright insegna) si ottengono belle cose! Se si fa la villetta davanti alla Regione con la “fontanella da villino”, si ottiene un obbrobrio!
    Ma la seconda parte: “secondo me non c’è bisogno delle altre strutture previste sul lungomare” non va bene. Purtroppo gli spazi servono, ed ampi. La stazione esistente (costruita tantissimi anni fa e, a onor del vero, neanche un gioiello di architettura…) non può essere sufficiente per un porto moderno.
    Poi, in ottica gattopardesca, si vuole cambiare tutto per non cambiare niente, è un altro discorso…

Lascia un commento