06 lug 2011

Tram, i lavori per la posa del ponte a piazza Einstein 3


Puntuali come un orologio anche questa sera la SiS ha chiuso le carreggiate centrali di Viale Regione, si spera per l’ultima sera, cercando di finire gli ultimi lavori che richiedono la chiusura della circonvallazione.
Ecco come si presenta il ponte alle ore 21.15

Alle ore 21.30 sono arrivati gli ingegneri che armati di lampadine a led sono saliti sulla piattaforma mobile e hanno controllato ogni saldatura, ogni bullone, per verificare se tutto fosse stato fatto come loro avevano previsto.

Intanto mentre gli ingegneri facevano i loro controlli un gruppo di operai della SiS installava le barriere (stile inferriate) sul ponte e spostava gli striscioni in modo tale che si possano vedere da chi percorre Viale Regione

Ma i tempi stringono e la SiS cerca di accellerare i tempi, quindi sul ponte sono presenti anche i saldatori che si occupano di fissare definitivamente le due parti del ponte

Ho intrattenuto una breve chiacchierata con un operaio che mi ha spiegato, che se i saldatori riescono a finire i lavori entro stasera il resto degli interventi (posa del calcestruzzo e dei binari) potrà essere effettuato di giorno, quindi non ci sarà più bisogno di chiudere viale regione.
Ecco altre foto che completano la mia serata a piazza einstein

 

 


Einsteinlinea 2piazzaponte tram piazza einsteinSegnalatiTram

15 commenti per “Tram, i lavori per la posa del ponte a piazza Einstein 3
  • piero82 503
    06 lug 2011 alle 13:28

    Confermo quanto detto in passato, fosse per me affiderei ogni appalto alla SIS.
    si vede la mano di persone esperte,che svolgono il propio lavoro in maniera professionale e senza perdite di tempo! COMPLIMENTI per il reportage

  • antony977 165955
    06 lug 2011 alle 13:38

    Un lavoro fatto a regola d’arte, soprattutto senza creare tanti intralci alla circolazione stradale. Bellissimo

  • Fabion54 48474
    06 lug 2011 alle 14:12

    Mi sono scordato di aggiungere che un operaio mi ha anche accennato ad un probabile marciapiede che si creerà sul ponte tra le due corsie che permetterà l’attraversamento della piazza in sicurezza ai poveri pedoni e magari (spazio permettendo) anche ai ciclisti :)

  • giovanni75 319
    06 lug 2011 alle 22:07

    in effetti ad oggi questo consorzio di imprese ha rispettato i tempi, ha svolto i lavori a regola d’arte (credo) e ha curato la sicurezza sul lavoro, e inoltre a limitato i disagi nei confronti della circolazione, nn so quali procedure si dovrebbero attuare per dargli in affidamento i lavori del sottopasso di via Perpignano, ma è palese che se nn a loro a chi?

  • Metropolitano 3236
    07 lug 2011 alle 2:27

    Se è previsto un percorso pedonale sul ponte perchè non disattivare i due attraversamenti semaforici sull’arteria principale più vicini ad esso ? Con un’ordinanza si può deviare il percorso pedonale da Giotto e da Nazario Sauro a Piazza Einstein, anche se per la verità due ponti pedonali esistono già per questo.
    Questo dipende se il Comune abbia REALI INTENZIONI (e non siano solo chiacchiere) di rendere tutto il Viale Regione una tangenziale interna.

  • kersal 90
    07 lug 2011 alle 7:51

    Il comune di Palermo sta trattando per affidare a loro tutte le opere dalla “fu” Cariboni e cioè: Collettore, Sottopasso Perpignano e Ponte su via Oreto.
    Ovviamente lo scoglio più grande è quello economico in quanto il comune vorrebbe affidarglieli allo stesso prezzo con cui la Cariboni se li è aggiudicati 10 anni fa…

  • huge 2154
    07 lug 2011 alle 9:59

    @kersal, che significa che il comune sta trattando? Quelle opere non possono essere affidate direttamente, ma bisognerà rifare le gare d’appalto.

  • Metropolitano 3236
    07 lug 2011 alle 11:33

    Infatti, bisogna lanciare una nuova gara d’appalto per il sottopasso. Per motivi economici credo che non si farà purtroppo. Inoltre spero che con l’attivazione della prima passerella pedonale il Comune sia interessato a dismettere l’attraversamento pedonale più vicino ad esso.

  • kersal 90
    07 lug 2011 alle 12:57

    @Huge:
    non è esattamente così. Soprattutto per il collettore fognario in quanto è un’opera di vitale importanza per la città e perchè gran parte delle opere previste nel raddioppio ferroviario davano per finito tale collettore

  • huge 2154
    07 lug 2011 alle 13:10

    @kersal: che sia un’opera di vitale importanza non significa che può essere riaffidata direttamente. Potresti spiegare la tua affermazione che il comune sta trattando? cosa intendi esattamente?

  • Metropolitano 3236
    07 lug 2011 alle 14:23

    Lo stop ai lavori del Collettore fognario sudorientale è stata la più grande batosta che la fallimentare Cariboni potesse darci, per commentare.


Lascia un Commento