30 mag 2011

Best practices per Palermo “Ridurre tempi di attesa ai semafori”


Un’ulteriore proposta (da ItaliaFutura) per Palermo segnalataci dall’utente P. Messina:

RIDUZIONE TEMPI DI ATTESA AI SEMAFORI

presentato da marco al saudi

tema: mobilità sostenibile

tipologia: profit

Ambito di applicazione

mobilita’ urbana

contesto del problema

snellimento del traffico, meno inquinamento, risparmio carburante

descrizione dell’idea

attraverso dei rilevatori e dei sensori del traffico, installati nelle strade e in prossimita’ delle fermate degli autobus nelle corsie preferenziali, tramite una centralina computerizzata, controllare attraverso un programma il funzionamento dei semafori, calcolando il flusso ottimale in una via dritta colma di incroci e di relativi semafori, ottenendo cosi’ il flusso migliore del traffico attraverso l’accensione del segnale verde, cosi’ da rendere il traffico piu’ fluido a seconda del flusso diversificato dei veicoli durante i diversi orari e a seconda della diversa intensita’ del traffico, permettendo comunque l’intervento della polizia municipale in caso di necessita’.

Cosi’ facendo si ridurrebbe l’inquinamento causato dai veicoli in sosta al semaforo rosso, si creerebbe una risparmio di carburante e se ne trarrebbe un beneficio a livello di salute dei cittadini e risparmio per il servizio sanitario nazionale. se ne trarrebbe anche una riduzione dei tempi di spostamento in una citta’ grande e congestionata come roma. Il successo dell’iniziativa e’ garantito in quanto in una via lunga circa 2 km, come ad esempio viale Regina Margherita a Roma, sono presenti circa 20 semafori (una media di un semaforo ogni 100 m) e la percorrenza di tale tratto in assenza di traffico eccezionale, richiede circa mezz’ora.

luogo di intervento

viale regina margherita, roma

tempi di realizzazione

dipendono dai tipi di rilevatori, di sensori e di rete che verranno utilizzati. nel caso di utilizzo di una rete senza fili e di sensori e rilevatori facilmente installabili si ridurrebbero i tempi di preparazione e di conseguenza anche i tempi di realizzazione anche se il costo e’ maggiore.

dipendono dai tipi di rilevatori, di sensori e di rete che verranno utilizzati. nel caso di utilizzo di una rete senza fili e di sensori e rilevatori facilmente installabili si ridurrebbero i tempi di preparazione e di conseguenza anche i tempi di realizzazione anche se il costo e’ maggiore.

benefici

riduzione dell’inquinamento, risparmio energetico, ottimizzazione dei tempi di percorrenza, usura dei veicoli e del manto stradale, guadagno per la salute , maggiore scorrevolezza dei mezzi di trasporto pubblico (bus- tram)

costi di gestione

5 mila euro per il costo dell’installazione di tutto il sistema. la manutenzione richiede un costo minimo.

costi di investimento

25 mila euro – per il materiale , i rilevatori, sensori, reti wifi. si puo’ risparmiare prevedendo l’utilizzo del fotovoltaico.


attese semaforirilevatori trafficosemaforitraffico


Lascia un Commento