03 apr 2011

“Signora le è caduto qualcosa”….


Continuiamo a recepire esperienze quotidiane dei nostri utenti al fine di dar voce allo sdegno per certi comportamenti dei nostri concittadini e cercare, goccia dopo goccia, di innalzare il senso di civiltà e di rispetto verso la nostra città:

20 MARZO 2011 ORE 18

Strada principale accanto l’ospedale dei bambini. Da una distinta Wolkswagen Maggiolino, RECENTE, con all’interno uomo alla guida - donna e 3 bambini dell’età di 10 anni ciascuno circa,

ESCE,

come sparato da un cannone, enorme carta da pane, appallottolata.

Enorme, e dico enorme, non si poteva non notare.

Mi avvicino con la solita scusa per dire…….”vi è caduto qualcosa?”

La signora con molta serenità mi risponde:  “NO NO, SONO IO CHE HO BUTTATO LA CARTA”

(G.Pelli)

Dare l’esempio è importante, soprattutto alle future generazioni…

 


inciviltàrifiuti

17 commenti per ““Signora le è caduto qualcosa”….
  • Viajero Solitario 2
    03 apr 2011 alle 7:54

    Io ho desistito… L’ultima volta mi è capitato in via Roma e hanno tirato qualcosa di più evidente di una palla di carta da pane. Bensì un sacchetto di spazzatura. Dopo averli richiamati, hanno tentato di prendermi a legnate. Per la cronaca: ho visto fare lo stesso in viale Michelangelo a un paio di suore in auto che schizzavano nemmeno fossero a Maranello.

  • bloodflower 130
    03 apr 2011 alle 8:15

    @viajero solitario a livello ecclesiale ho osservato lo stesso atteggiamento.
    Fermata dell’autobus dinanzi a Trionfante. In attesa dell’autobus osservo il traffico mattutino, quando un automobile cattura la mia attenzione. E’ un macchinone sportivo, bianco, che schizza a tutta velocità lungo la corsia laterale in direzione CT. Velocissima davvero, tanto che, come tradizione panormita diffusissima, inizia a lampeggiare qualsiasi automobile si pari innanzi al suo percorso. Un bolide rombante guidato da uno dei tanti immani idioti cui andrebbe tolta la patente… quando… giunto ormai nei pressi della fermata osservo l’abito del guidatore. Vestito nero, colletto bianco.
    Innumerevoli le cose che ho pensato. Ma ve le tralascio o qualcuno di fede cattolica potrebbe offendersi.

  • Luca 129
    03 apr 2011 alle 8:41

    Via Emilia, poco piu’ di via Empedocle Restivo.
    Signore distinto, con moglie, esce dal cancello di un residence. Due sacchetti di immondizia in mano. Gira a destra, un paio di metri dopo butta i sacchetti sul ciglio del marcipiede. Torno indietro, prendo i sacchetti, e li butto nel piu’ vicino cassonetto. Non tanto vicino a dire il vero. Lui e la moglie si girano, e ridono :-D

    Non vivo a Palermo da 4 anni. Sono nato e ho vissuto a Palermo per i miei primi 27 anni.
    In qualunque parte del mondo, quel maiale, e la sua degna consorte avrebbero passato i guai. Da noi, tutto con grande nonchalance e disinvoltura.

    Grazie Mobpa per aprire ogni tanto questi topics.

  • surferman 100
    03 apr 2011 alle 10:00

    Bhè spessissimo quando sono in auto vedo davanti a me volare carte di gelato, di pane, pacchetti vuoti di sigarette, gettati come se nulla fosse dai finestrini per strada.
    A parte l’inciviltà innata di certa gente che sporca e se ne fotte, è anche pericoloso, per esempio, se passasse qualcuno che guida un motore rischierebbe pure di perdere il controllo per schivare i “missili”….

  • Daniele 444
    03 apr 2011 alle 11:11

    @ Luca: anche io, tra qualche mese, lascio Palermo per trasferirmi .. qui non c’è speranza, secondo me ogni battaglia è persa in partenza ..

  • huge 2198
    03 apr 2011 alle 11:15

    Il problema è che chi compie simili gesti se ne fotte altamente e continua a vivere le proprie giornate nella “pace dei sensi”, mentre chi quotidianamente cerca di rispettare le regole e vivere civilmente si fa il sangue amaro e il fegato marcio, oltre a rischiare di prendersi una buona dose di legnate quotidiane. Provocatoriamente, ne vale la pena? Ha senso in una città dove le istituzioni per prime danno il cattivo (eufemismo) esempio? E’ un po’ come combattere contro i mulini a vento. Tempo ed energie sprecate…

  • Nio 156
    03 apr 2011 alle 11:36

    Non si può insegnare ad un porco il vivere civile…un porco resta e sarà sempre un porco,questa è una scena ormai quotidiana, gente che sdivaca in strada con disinvoltura ogni genere di munnizza, neanche fossimo nell 800 e se entri nelle case di questi vermi….le trovi linde e pulite più di un’ospedale, vorrei che certe persone emigrassero per sempre o almeno li si potessero confinare tipo in un ghetto da dove non possano nuocere….ma purtroppo non accadrà…l’unica cosa che si può fare se nn insegnare il vivere civile sarebbe colpirli in quello che hanno più caro….i soldi, ma questo è ancora più utopico nel far west che si chiama Palermo.

  • Luca 129
    03 apr 2011 alle 15:20

    @Daniele
    Mi sono chiesto anche io perche’ non c’e’ speranza da noi, o la si perde. E la risposta e’ proprio in questi gesti, in questa mentalita’, nella vita ANARCHICA di ogni giorno.
    E tutto lo schifo che ci circonda e’ connesso alla nostra mentalita’, ecco perche’ non cambiera’ mai nulla.
    Auto in tripla fila, parcheggio abusivo, parcheggiatore abusivo, gazebo abusivo, casa abusiva, ambulante abusivo, corse di cavalli abusive, discariche abusive. cantieri abusivi, lavoro nero.
    Tutto e’ fatto alla luce del giorno, lo sanno tutti, lo fanno tutti. Tutti lo accettano.
    E possono pure darci miliardi di euro, per lo sviluppo, le infrastrutture, la mobilita’.
    E’ tutto inutile. Da’ tutto fastidio. La costa non serve per il turismo, ma per il villino a 1 metro dal mare. Che schifo!
    Gli agrumeti e le campagne non servono a produrre frutti da esportare, come fanno in spagna, ma sono terreni da cementificare per far lucrare qualcuno.
    E’ tutto egoismo, incivilta’, e ignoranza.

    La speranza potra’ tornare solo con una rivoluzione culturale, e forse anche con un po’ di forze dell’ordine che insegnino la gente a rispettare le regole. Ma ci dicono sempre che non ne abbiamo bisogno…Certo, altrimenti come si fa a prendere i voti di questi maiali, che a quanto pare sono la maggioranza!

  • pinowolf 125
    03 apr 2011 alle 15:57

    quoto tutti
    il problema è sempre lo stesso: l’assenza di sanzioni.se i porci fossero multati voglio vedere se preferirebbero pagare “x” euro piuttosto che gettare la spazzatura nei contenitori, posteggiare bene, rispettare i pedoni, etc etc
    UTOPIE UTOPIE UTOPIE

  • Amo_Palermo 161
    03 apr 2011 alle 16:12

    Anchio quoto tutti.
    Da circa un mese nel mio quartiere è partita la raccolta differenziata, tolti i vecchi cassonetti, rimane sotto casa mia solo la campana del vetro.
    Beh, è da un mese che la gente (non tutta ovviamente, anzi sicuramente una minima parte, ma è quella più evidente) continua a lasciare sacchetti della spazzatura e rifiuti ingombranti. Ogni 4-5 giorni passano gli operatori dell’Amia a ripulire, ma doponeanche mezz’ora ecco il primo sacchetto, poi il secondo, e così via.
    Inoltre, se veramente facessero controlli seri, si accorgerebbero subito che tra i rifiuti gettati vi sono spesso scatole di cartone che contenevano frutta (Forse del vicino discount?!?!?), ovvero scatoloni che riportano esternamente il simbolo di una bicicletta (forse il vicino rivenditore di biciclette?!?!?!?), oppure ancora sacchi enormi pieni di residui di polli e carni varie (e questa, lo so per certo perchè l’ho visto in prima persona, è la vicina macelleria che la sera, prima della chiusura, pensa bene di depositare lì la monnezza del giorno).
    Insomma, io mi scervello dove buttare la carta sporca o il cotone idrofilo, ed i miei vicini di quartiere…se ne fottono!!!

  • gi_gio 30
    03 apr 2011 alle 18:51

    Stessa storia qui a Capaci, tolgono i cassonetti per i lavori in corso, gli abitanti del condominio antistante continuano a buttarsi l’immondizia sotto casa, tra una ruspa ed una transenna.
    Non condivido però chi dice che Palermo sia senza speranza, quando sono solo i porci incivili ad esserlo.
    Io sono per la lunea dura, durissima: sei troppo porco per convivere civilmenre con gli altri? Te la faccio pagare, in tutti i modi previsti dalla legge, dalle multe al carcere.
    Certo, fiché il buon esempio arriva da gentaglia che pur di essere eletta continua a promettere condoni (tanto fiscali quanto edilizi)… e finché le forze dell’ordine non intervengono per “quieto vivere”, non si andrà lontano.

  • gabry81 10
    03 apr 2011 alle 20:37

    appropisito di incivilta qualcuno di voi è a conoscenza di quello che succede ogni fine settimana in piazza garraffello nel cuore della vucciria? ve lo dico io,l’ho visto con i miei occhi..una sorta di party ovviamente illegale con tanto di amplificazione potentissima fino all’alba che spara musica senza nessuna autorizzazione,per non parlare di tutti i venditori di alcolici abusivi,non credo esista nulla di simile sul pianeta terra e incredibile tutto ciò non si capisce come mai le forze dell’ordine non intervegano non capisco come gli abitanti riescano a dormire non capisco come le amministrazioni possano restare a guardare questo scempio…illuminatemi

  • Vispi 63
    04 apr 2011 alle 10:09

    Evidentemente non ci abitano molte persone, visto che la piazza è composta da edifici per lo più pericolanti, a parte un paio nelle dirette vicinaze appena restaurati.
    Gli abitanti convivono perchè alimenta il commercio notturno, li il sabato chiunque vende da bere, anzi l’evento diciamo che potrebbe essere sponsorizzato anche da loro. Per la cronaca, piazza garraffello è così da circa un decennio, sabato per sabato. E’ rimasto uno dei pochi posti liberi della città, sicuramente tutto abusivo, ma tra le piazze libere dove sostare escluso la magione in estate è l’unica a rimanere sempre aperta. In realtà non è proprio uno scempio, basterebbe regolamentare un pò di cose, prima di arrivare a chiamare questa inciviltà credo ce ne voglia.

  • gabry81 10
    04 apr 2011 alle 12:44

    quà si parla di illegalita allo stato puro e poi sarebbe libera se potessi andare a vendere io le mie birre ma credo che chiunque ci provi verrebbe eliminato a coltellate,quella gente guarda solo i propi interessi,la piazza e dei cittadini non dei venditori di alcol abusivi per mè è peggio dei parcheggiatori!

  • cicinho 27
    04 apr 2011 alle 15:08

    gabry81 credimi che se secondo te quello è uno scempio vuol dire che hai girato ben pochi posti in italia e nel mondo! nelle grandi metropoli si trovano sti posti! a me sinceramente che i ragazzi si ritrovino la non da fastidio anzi …..la cosa che mi scandalizza è che da anni si parla di riqualificare vucciria e ballaro’ e ankora osserviamo i nostri mercati storici famosi in tutto il mondo sventrati dalle bombe della seconda guerra mondiale! il vero scandalo credo sia questo!!

  • gabry81 10
    04 apr 2011 alle 15:40

    ma infatti è quello che sto dicendo questo è ABBANDONO il quartiere è in mano a gente a cui interessa solo la propia tasca e state tranquilli che a loro fa comodissimo che li sia tutto diroccato,io ho viaggiato molto e vi assicuro che non c’è nulla di simile da nessuna altra parte,anzi se qualcuno conosce un posto simile me lo indichi.poi non è affatto vero che non da fastidio a nessuno basta farsi un giro per i vicoli la domenica mattina la puzza di pipi è atroce che poi io abito in corso v.emanuele e solo nel mio palazzo ci sono moltissime famiglie che chiamavano abitualmente la polizia che non è mai i ntervenuata adesso credo si siano arresi,di andare a parlare con chi organizza vuol dire andare a prendere botte quindi credo che nessuno può dire che non ci sia nulla di male,forse solo mobilitapalermo può far qualcosa


Lascia un Commento