23 gen 2011

La deroga per i consiglieri: ecco cosa succede ogni seduta


Dopo le risposte e gli impegni presi da alcuni consiglieri in questo sito, abbiamo pensato che ieri fosse il caso di vedere cosa sarebbe successo in piazza Pretoria in occasione di una seduta consiliare.

Non vogliamo accanirci sulla questione, però vogliamo vederci chiaro.

Buone speranze?

Dispiace deludervi. Non tutti i mali vengono per nuocere, perchè il sopralluogo di ieri ci ha permesso di capire con chiarezza come funziona l’ingresso alla Piazza e scoprire che ci sono “due righe di deroga” di cui nessuno ha parlato ma a cui tutti facevano riferimento (tutti=consiglieri).

In estrema pragmaticità, a scanso di lunghi giri di parole, mozioni e proclami, riassumiamo qui una seduta consiliare qualunque:

prima dell’orario di inizio della seduta consiliare, la pattuglia della Polizia Municipale, su disposizione del responsabile alla sicurezza (figura sempre interna al corpo della Polizia Municipale) si pone con la vettura a chiudere l’ingresso a TUTTI i veicoli (consiglieri compresi) provenienti da Piazza Bellini per far rispettare l’ordinanza …fin quando….

fin quando qualcuno dei consiglieri si lamenta dell’impossibilità di posteggiare il suo veicolo all’interno di Piazza Pretoria e, pressando sul Presidente del Consiglio (attualmente è Campagna) che ne ha potere, fa valere la deroga all’ordinanza, tramite semplice comunicazione VERBALE.

Come è possibile tutto ciò?

Occorre sapere che questa deroga è in realtà una determinazione dirigenziale, non consiliare, che dunque può andare in deroga anche all’ordinanza stessa. Questo documento, secondo il funzionario, è un atto interno e pertanto non è possibile visionarlo.

In questa determinazione ci sono due righe che lasciano al presidente del consiglio la facoltà, attraverso comunicazione scritta o verbale, di far accedere ogni qualvolta che lo desidera le auto a tutti i consiglieri.

Alla municipale pertanto occorre una semplice “voce” del presidente Campagna per sgomberare il blocco e far entrare tutti.

Per correttezza occorre dire che ieri diversi consiglieri non hanno parcheggiato le loro auto in piazza, forse in risposta a quanto dibattuto in questo sito, ma altrettanti se ne sono infischiati e non hanno rinunciato al privilegio.

Questo è quanto abbiamo appreso, ma potrebbe esserci dell’altro che renderebbe la vicenda ancora più grave e paradossale. Di questo però vogliamo prima accertarci per non dare delle conclusioni affrettate.

Per dovere di cronaca, di seguito postiamo alcuni scatti della piazza il 19 sera, con relative auto parcheggiate e, dove possibile, citazione dei proprietari.

Segnaliamo che abbiamo visto arrivare e parcheggiare i consiglieri Inzerillo, Miceli; accompagnato in auto anche il consigliere A. Ribaudo. L’auto fra l’altro è rimasta parcheggiata nella piazza.Altre auto presenti

Il consigliere Monastra, incurante della nostra presenza, parcheggia regolarmente la propria auto sotto il palazzo.


angelo ribaudoantonella monastrapalazzo delle aquileparcheggio piazza pretoriapiazza Pretoria

38 commenti per “La deroga per i consiglieri: ecco cosa succede ogni seduta

Comment navigation

  • pepposki 310
    21 gen 2011 alle 14:59

    @giuseppe leggi questo articolo e capirai tante cose sui nostri consiglieri comunali..
    http://palermo.repubblica.it/cronaca/2010/12/03/news/ai_consiglieri_di_palermo_i_compensi_pi_alti_d_italia-9787206/

    Aggiungo anche che la macchina comunale conta di un gettone di presenza anche per i consiglieri di circoscrizione, i quali ad onor del vero non hanno fisso, ma qualora si presentassero a tutte le sedute dei consigli di circoscrizione arriverebbero a prendere circa 1200 euro mesi (buttali via) ps non si riuniscono ogni giorno

  • Freddie 1052
    22 gen 2011 alle 12:44

    Ottimo; se si interessano pure i giornali al problema evidenziato da mobilita, il “rumore” della questione stessa sarà ancora più forte e forse si arriverà ad una soluzione.

  • Fulippo1 1357
    22 gen 2011 alle 13:03

    Si Mobilità è citato sull’edizione online di repubblica, grande cose ma sopratutto grande messa in vista della situazione.
    Speriamo ci sia qualcosa anche sul cartaceo.

  • emmegi 717
    23 gen 2011 alle 15:23

    Off Topic ? E perchè ?

    Riporto dalle righe scritte in alto: “…pressando sul Presidente del Consiglio (attualmente è Campagna) che ne ha potere, fa valere la deroga all’ordinanza, tramite semplice comunicazione VERBALE”.

    Non è piuttosto questa un’ “iniziativa in contrasto con la funzione istituzionale coperta” ?

  • fabdel 989
    23 gen 2011 alle 15:35

    l’eloquenza delle immagini la dice lunga sullo squallore e il degrado civico di questi personaggi. strafottenza e sfregio delle regole il loro unico credo

  • Andrea 0
    23 gen 2011 alle 15:38

    come ho già scritto all’amico Andrea… questo articolo porta due notizie, una buona: mobilitapalermo funziona e anche al meglio, smuove le coscienze e sa mettere sotto i riflettori problemi e assurdità di questa derelitta città. la cattiva notizia è che i giornalisti della cronaca di palermo di repubblica.it non hanno iniziativa, non indagano e si limitano a spulciare dispacci di agenzia o urban blogs!

  • mars 76 0
    23 gen 2011 alle 18:30

    A proposito di difficoltà nel votare certi politici, oggi alle 9 e 30 c’è stata la riunione all’Imperia “Insieme per Palermo”, forum di numerosi movimenti civici (come giustamente proponeva Blackmorpheus).
    Si è parlato delle problematiche della città e di scenari per eventuali future e vicine elezioni

  • Luca 129
    23 gen 2011 alle 19:03

    Preopotenza, incivilta’, illegalita’ e menefreghismo: pochi sostantivi per definire questi consiglieri e questa giunta…

    A mio modesto parere, in futuro sara’ indispensabile NON votare alcun esponente di qualunque lista politica gia’ esistente, e VOTARE chi nel suo Curriculum mostri di NON avere mai avuto a che fare con questa gentaglia!
    In qualche modo, e’ necessario avere qualcuno che non sia COLLUSO (
    a buon intenditor poche parole…) con questa classe/generazione politica.

  • antony977 166269
    23 gen 2011 alle 20:05

    @Andrea, Dare voce ai cittadini, anche sotto questo punto di vista è essenziale per mettere alla luce problemi noti ma che non tutti sono a conoscenza.Posso assicurarti che Repubblica ha scoperchiato molte pentole qui in città.

  • AngeloCh 104
    24 gen 2011 alle 14:01

    34 commenti. Nella maggioranza di questi sembra che i consiglieri vengano calati dall’alto e non eletti.
    Mi fa piacere che MP ci tenga informati di quello che succede.. ottimo lavoro!
    Ma mettetevi una mano sulla coscienza e scrivete quante a elezioni avete partecipato e quante volte avete votata una persona perché AVEVA GIA’ FATTO bene in una occasione precedente.
    Vedrete che è il limite che tende a 0.

  • Viajero Solitario 2
    24 gen 2011 alle 15:33

    Ti rispondo per primo io. Ho votato ad un’elezione comunale. Non sono saliti né il sindaco da me votato, né il consigliere comunale.

  • emmegi 717
    25 gen 2011 alle 21:48

    Se i moderatori ritengono di dover cancellare questo intervento che lo facciano ;)

    Io sento di dover mettere al corrente chi legge, dato che il Comune rende partecipe la cittadinanza degli atti che approva, che sono stati spesi circa 2400 € per “fornitura e servizio di coktail” per 273 persone tra Consiglieri ed invitati vari.


Lascia un Commento