22 ott 2010

Parco urbano costiero…parole parole parole.


Prusst, riqualificazione, grandi progetti, nuovi varchi a mare, allestimento a verde pubblico, recupero del litorale tra Piazza Sant’ Erasmo ed Acqua dei Corsari. Belle parole.
Quello che vediamo purtroppo si chiama campo nomadi in via Ponte di Mare (new entry), muri e baracche che impediscono la visuale a mare, discariche di ogni tipo lungo la costa, carcasse di auto/moto, scarichi fognari abusivi a go-gò lungo tutta la costa (proposta: li tappiamo di nascosto nottetempo e gli rispediamo i liquami in casa???) e sporcizia sparsa lungo tutta la spiaggia.
Desolante il nuovo pontile con terrazza e belvedere…sembra malinconicamente attendere il giorno in cui i palermitani potranno bere un caffè godendo di quella visuale, o passeggiare lungo il pontile ed accorgersi che lì dove comincia il mare a Romagnolo l’acqua è pulita.



abusividiscariche abusivefiume oretoparco dell'oretopolizia municipaleromagnoloSegnalati

30 commenti per “Parco urbano costiero…parole parole parole.

Comment navigation

  • sempriunacinne 91
    23 ott 2010 alle 21:23

    intanto non è un problema di destra o di sinistra e non si può certo pensare che il sindaco sia l’unico capo espiatorio…
    il pesce fete sempre dalla testa ma se le budella sono fradicie allora…
    infatti abbiamo assessori che non conoscono l’italiano (ma i soldi si), un’ amministrazione comunale completamete inefficente ed improduttiva, appalti di lavoro con tempistiche secolari, omertà pure dalle forze dell’ordine (dai vigili urbani alla carabinieri…) che ormai si sono assuefatti a tutto… insomma una tragedia!!!
    il problema è la nostra classe politica fatta di gente “vecchia”!!!
    il cui unico scopo è salire, arricchirsi e impostare i propri familiari…
    a loro non gliene frega niente di migliorare la città… anzi… più problemi ci sono… meglio è!!! e senno che ci stanno a fare…????
    non è possibile, e di questo me ne vergogno, che a Palermo non si riesca a raggiungere un livello di efficienza “sufficiente”…
    dopo questo mio piccolo “sfogo”e ritornando all’argomento, propongo di incominciare a fare sul serio!!! coinvolgendo Ditelo a RGS, STRISCIA LA NOTIZIA e tutti coloro che ci daranno voce.

  • sempriunacinne 91
    23 ott 2010 alle 21:44

    Cosa bisognerebbe fare???
    prendere tutti sti nullafacenti della Gesip (2600 dipendenti) e buttarli letteralmente sulla costa da Sferracavallo ad Aspra!!!
    fargli togliere tutti i deturpamenti di edilizia abusiva come piani di cemento, scheletri di strutture fatiscenti, scale e scalette, alghe putrefatte e maleodoranti, ripristinare le discese al mare e soprattutto ABBATTERE L’ABUSIVISMO!!!
    Lo sapete che ci sono tratti di costa dove le ville abusive hanno chiuso qualunque varco e si sono praticamente appropriati della costa?? fatevi una passeggiata tra Solunto e la Rotonda di Casteldaccia… o tra l’Addaura e VergineMaria… per esempio…

  • tasman sea 20
    24 ott 2010 alle 0:16

    @sempriunacinne

    è anche un fatto di destra e sinistra, credimi.
    io non sono politicizzato e vivo in germania, ma mi rendo sempre più conto che ai tanti problemi di questa città se n’è aggiunto uno, che si chiama PDL. un popolo di canaglie che ha il conflitto d’interessi come ragion d’essere e che chiama libertà la speculazione, democrazia l’abusivismo e lo sperpero di denaro pubblico, garantismo l’impunità dei corrotti, difesa dell’identità il razzismo più intollerabile. non è vero che quelli di sinistra sono uguali.
    fare di tutta l’erba un fascio non ci aiuta. è lui, il berluska, che vuole le new town (svuotano i centri storici e moltiplicano le auto), è lui che vuole il nucleare (con scorie magari in sicilia), che vuole gli inceneritori mentre le sue giunte sabotano la differenziata, che cade dalle nuvole quando si scopre che ci sono delle trivellazioni al largo della costa siciliana, che dirotta sul federalismo i soldi della metro leggera automatica, che fa tutto quello che gli dice la lega (incluse leggi pazzesche contro i diritti umani dei rifugiati), che continua a mantenere i privilegi fiscali e lo scacco della chiesa sulla pillola, che ha boicottato il wifi libero, che vuole mettere leggi restrittive sui blog, che difende israele quando uccide i palestinesi, che non ha dato a palermo i 150 milioni promessi per il dissesto del suo compare cammarata. per non parlare di scudi fiscali vari che si è infiocchettato per non pagare le tasse. la chiameresti libertà?
    questa è la destra oggi. xenofoba, antimeridionale, nordista. non penso ci sia peggio di questa cosa qui. è da un per cento, come gli straricchi, ma prende il trenta. incredibile. e noi che abbiamo ancora paura dei comunisti…ma va….!

  • sempriunacinne 91
    24 ott 2010 alle 8:36

    @ tasman sea

    guarda non buttiamo la questione sul piano politico tutti contro berlusconi… non è un problema di ideologia.
    il problema nasce da noi e dal nostro modo di essere.
    siamo accondiscendenti, comodisti e irrispettosi. Non tutti naturalmente ma la maggioranza si.
    E questo ha portato nel tempo, negli anni, una cultura del facile senza legge, del fare senza regole, dell’illegale ma soprattutto dell’ignoranaza!!!
    e mi dispiace ammetterlo ma Palermo è nettamente indietro sulla cultura del fare rispetto a città come Catania, Ragusa, Siracusa perchè se qui non mangiano tutti le cose non si fanno!!!
    ed il punto è proprio questo.
    Ecco perchè oggi NOI giovani discutiamo di questi flagelli, perchè non li condividiamo più, perchè ci vergognamo, perchè ci fanno rabbia e tristezza e questo è il primo passo per cambiare direzione e prendere coscienza che bisogna veramente dare un colpo di spugna.

  • tasman sea 20
    24 ott 2010 alle 9:22

    @sempriunacinnè

    hai ragione, c’è una cultura da fuorilegge.
    questo blog esprime tante idee che tendono a escludere la politica, ma che sono di per sé politiche. parliamo di amministrazione, di cultura, di diritti.
    anche questa è politica. sono convinto che mobilitapalermo stia agendo sulla nostra consapevolezza di palermitani in modo sottile ed efficace. è oggi in grado di fare squadra contro il ferrandelli di turno e di costringerlo a fare dietro-front. organizza convegni, a cui la politica non partecipa perché ha paura.
    detto ciò, tengo a ripetere che dal PDL-lega non arriverà mai niente di buono per palermo. pensa a tutti i progetti non finanziati e che giacciono al palo.

  • sempriunacinne 91
    24 ott 2010 alle 9:36

    ti quoto pienamente la direzione di cui parlavo è proprio questa.

    fare politica significa rappresentare e realizzare il volere della comunità non il proprio.

    spero che mobilità cresca e ci rappresenti e perchè no…

  • Luca 129
    24 ott 2010 alle 10:15

    @sempriunacinne
    Nel tuo post #22 hai detto veramente tutto quello che c’era da dire circa lo schifo che ci circonda.
    Ma le ville di cui parliamo e le schifezze che impediscono persino di accedere alle zone di balneazione pubblica appartengono spessissimo proprio a quella “Palermo bene” che vota centro destra o finge di essere di sinistra e intanto piazza parenti e amici dove vuole, mentre le persone oneste sono costrette spesso a emigrare…

    A mio parere nello scempio delle coste la Mafia non c’entra. Queste ville, vicino Porto Rais, da Carini in poi, e nella costa verso Aspra sono solo l’esempio dell’inutile egoismo ignorante del Palermitano che senza pensare al futuro dei suoi figli ha bloccato per sempre il futuro turistico di uno dei litorali piu’ belli al mondo.
    Fine!

  • Luca 129
    24 ott 2010 alle 10:21

    @tasman sea
    Hai detto cose molto vere, ma su una dissento.
    Sinistra o destra sono e saranno sempre la stessa cosa.

    La rinascita di Palermo e della Sicilia passano attraverso persone con degli IDEALI di legalita’ e lungimiranza, che sappiano programmare a lungo termine e attuare riforme e opere necessarie al territorio, sia per cambiare lo stesso sia per cambiare la testa di molte persone.
    E paradossalmente credo che non sia difficile , perhce’ se guardi il Siciliano all’estero ti rendi conto che e’ la persona piu’ educata, civile e rispettosa delle regole che esiste!

    Un esempio su tutti, che non ci riguarda purtroppo.
    Vendola…La Puglia grazie a lui ha ritmi di crescita e sviluppo paragonabile alla Lombardia…
    E a mio modestissimo parere, Vendola e’ molto molto lontano dai leader della sinistra attuale.

  • aware 255
    25 ott 2010 alle 7:27

    una precisazione, che vale per tutte le grandi opere da realizzare in una città.

    Prima di avviare una riqualificazione della lunga costa palermitana, un amministrazione sana deve:

    1) avere la certezza di disporre delle adeguate risorse finanziarie (parliamo di centinaia di milioni di euro!) per tutte le opere che devono realizzarsi, dalla bonifica per rendere balneabile l’acqua alle infrastrutture per renderne fruibile l’intera area costiera.

    2) soprattutto, prima dei soldi, serve avere un idea di quello che la costa deva diventare, e condividere questa idea con la popolazione attraverso delle giornate di informazione.

    3) cercare adeguati partner che possano gestire i vari tratti con la stessa serietà professionale di partner scandinavi.

    4) assicurare all’intera popolazione palermitana (dai ricchi ai poveri) la totale fruibilità quotidiana della zona costiera per prendere il sole e fare il bagno (l’essenziale per i poveri).

    5) avere un quadro chiaro sulla GESTIONE PLURIENNALE dell’ampio tratto di costa, cioè avere un programma articolato di come dover gestire la costa, e non improvvisare metodi gestionali stagione dopo stagione.

    Se non si hanno chiari questi punti, tutto cio’ che si farà in quel tratto di costa sarà solo un opportunità appanaggio di pochi soggetti che non hanno alcun interesse a riqualificare urbanisticamente e ambientalmente un patrimonio che deve essere fruito e goduto da centinaia di migliaia di palermitani + turisti.
    E se non ci sono queste centinaia di milioni di euro, stiamo solo perdendo tempo a scrivere le solite cose, che la costa è abbandonata, che l’amministrazione è …….. bla bla bla

  • tasman sea 20
    25 ott 2010 alle 7:54

    @luca
    quando dico sinistra mi riferisco molto più a un vendola che a un veltroni o d’alema. ieri il suo discorso è stato chiaro: priorità a lavoro e ambiente.
    il recupero e la salvaguardia come occasione di impiego- basta sfruttamento, speculazione eccetera. energie alternative.
    il PD non è chiaro su questi punti. spero si chiarisca presto. hanno paura di essere chiamati estremisti, quando oggi è estremista chi dice soltanto la verità.
    che si sveglino anche loro. ma un bersani dormiente mi piace molto più di un berluska pimpante.


Lascia un Commento