27 mar 2010

Pedonalizzazione: il sogno diventa realtà?


Rambla, Barcellona

Apprendiamo dal quotidiano “La Sicilia” quanto segue:

L’amministrazione comunale ha deciso di rendere stabile la chiusura al traffico nei fine settimana degli assi di via Maqueda e via Roma interessati negli ultimi mesi da esperimenti che hanno ottenuto un grande successo da parte dei cittadini e dei commercianti. Si stanno organizzando, in tal senso, i servizi connessi. Poi, quando saranno riorganizzate le linee dei bus e sarà fluidificata la circolazione con l’entrata in vigore del piano urbano del traffico, la pedonalizzazione delle due arterie sarà definitiva tutti i giorni della settimana.
Per questo l’assessore al Centro storico, Maurizio Carta, annuncia lo stanziamento di 200 mila euro per la manutenzione degli spazi aperti interessati dalle iniziative; di 214 mila euro per dieci interventi su altrettanti impianti di illuminazione nelle piazze dei due assi, il primo dei quali sarà in piazza San Domenico; e di 24 mila euro per la manutenzione degli impianti di illuminazione in via Maqueda e ai Quattro canti. Ciò per migliorare la qualità degli spazi che saranno fruibili ai cittadini anche nelle ore serali e notturne interessati dalla chiusura alle auto. Il tavolo tecnico della mobilità nel centro storico, aggiunge l’assessore Carta, sta studiando con l’Amat delle iniziative per migliorare i servizi attorno alle aree pedonalizzate. Infatti, occorre evitare la formazione di lunghe code nella zona di via Crispi e di piazza Massimo, formate dai tanti cittadini che cercano di raggiungere in auto i parcheggi per poi proseguire a piedi. Bisogna creare dei servizi pubblici alternativi che siano efficienti e affidabili nelle giornate festive.

Che sia in atto un cambiamento epocale per la storia della nostra città? Noi incrociamo le dita e mettiamo a disposizione tutte le nostre risorse affinché la realizzazione di tutto questo sia possibile. Certo fa effetto immaginarsi le due arterie principali di Palermo percorribili interamente a piedi! Qualcosa sta cambiando, anche nella mentalità, staremo a vedere nei mesi a seguire…


assessorecentro storicoisola pedonaleisole pedonalimaurizio cartamobilita palermopedonalizzazioneSegnalatispazi pedonalivia maquedavia roma

Articolo successivo

21 commenti per “Pedonalizzazione: il sogno diventa realtà?

Comment navigation

  • 4Palermo 1
    29 mar 2010 alle 12:57

    Sono daccordo con “grillo79″, il bike-sharing è attuabile coinvolgendo le strutture alberghiere presenti in città, le quali otterrebbero un valore aggiunto nei servizi da loro offerti ai turisti.
    Ma il Comune dovrà fare la sua parte, incentivando tali attività turistiche disponibili al bike-sharing, agevolando il loro servizio con “benefit” di vario genere.
    Potrebbe essere una valvola di sfogo per molti precari e affini comunali, che finalmente potrebbero svolgere un servizio davvero socialmente utile.
    Sarebbe fantastico poter noleggiare una bici a “villa Niscemi” e lasciarla al “Charleston” a Mondello (ritornando in autobus).
    PS x chi noleggia la bici il bus è gratis….

    utopie ???


Lascia un Commento