25 ott 2009

Piazza V.E. Orlando: restyling banale?


Per la rubrica “Diventa articolista per un giorno“:

Poiché Palermo non è Barcelona e poiché qui è raro vedere sorgere nuove piazze ancor meno se pedonali, la pedonalizzazione di Piazza Orlando era una rarissima occasione di rigenerazione estetica ed urbana del Centro Storico. Invece la nuova piazza risulta essere un banale coperchio di un parcheggio sotterraneo.

La piazza avrebbe dovuto includere panchine e lampioni artistici, non quelli venduti dagli ipermercati, una scultura moderna o una monumentale fontana per rendere questo ampio spazio un attraente luogo dove potersi incontrare o sedere, e più abbondante verde per equilibrare l’eccesso di cemento e di caos automobilistico dei dintorni.

Nel complesso avrebbe dovuto avere un forte carattere architettonico capace di riflettere sia l’imponenza della facciata del Palazzo di Giustizia sia l’ampiezza della piazza stessa che è stata invece divisa in due livelli per richiamare il cinquecentesco bastione d’Aragona col risultato finale di due banali piazzette al prezzo di una. Oltre al carente aspetto estetico, la piazza è imperfetta anche nella sua funzione di parcheggio: malgrado il diffuso uso delle moto che i Palermitani fanno, nessuno dei burocrati coinvolti ha voluto includere in superficie un’area per il loro parcheggio; il risultato è che il porticato, uno dei pochi esistenti in città e che poteva venire rivalorizzato con la pedonalizzazione della piazza, viene ora usato come parcheggio moto; il dito non va puntato verso i motociclisti ma verso chi ha voluto mancare di lungimiranza. Non è stato incluso neanche il parcheggio per le biciclette e nel 2009 questo è un pessimo segnale che l’amministrazione di una città dell’Unione Europea può dare.

Le decisioni dell’Assessorato all’Urbanistica del Comune di Palermo e degli architetti da loro selezionati hanno dato alla Palermo del 21° secolo una nuova piazza che evoca le banalità, gli errori e gli orrori dell’architettura e dell’ urbanistica degli anni 60.

Benedetto Bruno


parcheggio tribunalepiazze palermospazi pubblicivecchie mura palermo

49 commenti per “Piazza V.E. Orlando: restyling banale?

Comment navigation

  • monte_Pellegrino 597
    26 ott 2009 alle 20:24

    Ora, Ciccio, non esageriamo: Palermo è europea ed ha fatto tanti progressi negli ultimi anni!
    Per quanto riguarda le vie e le piazze chiuse al traffico io sono contrario e con me il palermitano medio. In democrazia decide la maggioranza e quindi mi fa piacere esserne parte! L’ipotesi di chiudere al traffico anche via volturno, la potrei prendere in considerazione soltanto se vi si mettessero i tapis roulant come hanno fatto a Roma in fondo a Via Veneto, proprio per agevolare chi non può camminare! Voi, ed anche io, siamo efficienti e in buona salute, ma bisogna mettersi in testa che ci sono tanti anziani, tante persone che non possono camminare a piedi, che hanno bisogno di arrivarci in auto.

  • huge 2185
    26 ott 2009 alle 21:34

    @monte_pellegrino, confessa! Il tuo nome e il tuo cognome iniziano per R e H, vero? E finiscono in …oberto ed …elg. :D :D
    Comunque hai ragione! E’ indegno di una città europea voler limitare in questo modo le libertà dei singoli individui impedendo loro di poter posteggiare in tripla fila dentro il negozio di turno. Mai nessuno che pensa a questi poveri vecchietti. Come faranno poi a raggiungere il centro?
    Io anzi toglierei anche i marciapiedi in modo da fare ulteriori corsie per le auto. Pensa te!

  • MAQVEDA 17489
    26 ott 2009 alle 22:07

    Ma infatti, che cattivoni che siamo a pensare che sia giusto adeguarsi come tutte le altre migliaia di città al mondo, meglio rimanere come siamo che siamo grandi;)

  • monte_Pellegrino 597
    26 ott 2009 alle 23:00

    Huge, non andare sul personale! Non so chi sia il tizio che hai menzionato :
    ” R e H, E finiscono in …oberto” . Sono un privato cittadino che esprime il proprio parere, per quello che può valere. Tu puoi essere a favore o contrario e lo puoi scrivere, ma da questo non ti autorizza ad andare oltre.

  • huge 2185
    26 ott 2009 alle 23:08

    Roberto Helg, presidente di confcommercio Palermo, da sempre contrario a qualsiasi forma di pedonalizzazione in città.

  • monte_Pellegrino 597
    26 ott 2009 alle 23:14

    io non lo conosco, ma s anche lui la pensa come la maggioranza dei Palermitani e quindi come me, mi va bene! Cosa hai contro? sei tu piuttosto in minoranza e devi adeguarti!

  • huge 2185
    27 ott 2009 alle 0:38

    Beh, che la maggioranza dei palermitani la pensi come te è tutto da dimostrare.
    Il centro di Palermo va interamente chiuso alle auto, ovviamente organizzando adeguatamente i mezzi pubblici. E’ una vergogna che strade come via Maqueda, corso Vittorio Emanuele o piazze come piazza Bologni, piazza San Domenico, ecc… siano invase dalle auto.
    Vista la classe politica che ci ritroviamo forse ci vorrà ancora un bel po’, ma alla fine ci arriveremo. Tranquillo che ci arriviamo, anche grazie a quelle minoranze di cui sono fiero di fare parte! ;)

  • blackmorpheus 54519
    27 ott 2009 alle 7:24

    @huge

    concordo in pieno. Se fosse per me sradicherei la cultura dell’automobile “a timpulata” domattina stesso. Coi palermitani si deve fare così purtroppo, solo dopo cominciano a capire i vantaggi.

  • Salvo68 77
    29 ott 2009 alle 0:38

    La nuova piazza antistante il tribunale è proprio orribile ! Sopratutto la parte superiore è spoglia e squallida e rappresenta un pessimo biglietto da visita per la nostra città (anche se le montagne di munnizza, gli allagamenti continui, l’abusivismo dilagante, i lavoratori GESIP che fanno nulla o gli “skipper”, dovrebbero togliere qualsiasi dubbio ai turisti sul fatto che la nostra città, grazie alla lungimirante ed efficiente amministrazione attuale, si avvia sempre più ad entrare trionfalmente nel Terzo Mondo, altro che città europea!)


Lascia un Commento