18 giu 2009

Parcheggi: alla Zisa spreco e abbandono


Per la rubrica "Diventa articolista per un giorno":

Abito nel quartiere Zisa, precisamente in via Libero Grassi e ho assistito, per mesi, alla costruzione di un parcheggio di circa 200 posti auto che, adesso, a distanza di molti mesi dalla fine dei lavori, versa in condizioni di totale abbandono.
 
Quando ancora lo stavano costruendo, mi chiedevo quale fosse l’utilità di un parcheggio in una zona in cui problemi di posti auto non c’è ne sono mai stati. Le strade limitrofe, infatti, sono molto ampie e mai interessate da grossi volumi di traffico. Tutt’altro. L’unica spiegazione che mi sembrava plausibile era che, forse, quel parcheggio potesse essere destinato ai pullman turistici che a partire da Marzo-Aprile, e sino a Settembre inoltrato, sostano nella vicinissima e angusta piazza Cappuccini creando, in quel caso sì, una assoluta congestione del traffico in zona, e un pericolo per gli stessi turisti che rischiano di essere investiti da macchine e motorini “impazziti”.
 

Ma nulla di tutto questo: il parcheggio era stato destinato ad autoveicoli, bici e motori (ma quali?), ignorando del tutto che, invece, potesse essere un’infrastruttura utilissima per i flussi turistici. Il risultato? Il più totale abbandono: erbacce, immondizia (tema questo quanto mai attuale!), le strutture destinate alla sosta delle biciclette/motorini completamente divelte…e i nostri soldi??
Di seguito alcune foto del parcheggio in questione.
 
 
 
 
L’immagine seguente mostra la vicinanza del parcheggio inutilizzato con piazza Cappuccini e offre, a mio avviso, l’occasione per un ulteriore spunto di riflessione: il collegamento tra il parcheggio e la piazza è di fatto impedito da un vero e proprio “tappo”: via Libero Grassi termina, infatti, inspiegabilmente, su un terreno, anche questo in stato di totale abbandono (e che sovente si trasforma in discarica a cielo aperto davanti allo sguardo allibito e sdegnato dei turisti), quando in realtà il suo naturale prolungamento sarebbe proprio Piazza Cappuccini. Da quando io vivo in zona, 23 anni circa, l’arteria è incompleta.
 
 
 
Questo è il giro che oggi si deve fare per raggiungere la piazza dal nuovo parcheggio, (percorrendo, tra l’altro, una pericolosissima via, molto stretta, a doppio senso, e a visibilità molto ridotta).
 
 
 
Avanzo, dunque, così per gioco, qualche proposta per una riqualificazione della zona e per un utilizzo più sensato del parcheggio:
1)    Ri-destinazione di parte del parcheggio ai pullman turistici;
2)    Completamento di via Libero Grassi e collegamento della stessa con piazza Capuccini;
3)    Creazione di verde pubblico al posto del terreno-discarica con un percorso pedonale che consenta ai turisti ma anche ai cittadini Palermitani (che si devono recare al convento o all’annesso cimitero), di raggiungere agevolmente la piazza dal parcheggio.
 
Fin qui il punto sul parcheggio di via Libero Grassi…ma le stranezze del piano parcheggi previsto dalla nostra amministrazione non finiscono qua. Infatti, paradossalmente, a brevissima distanza dal parcheggio di via Libero Grassi, è sorto un nuovo parcheggio in zona via degli Emiri – via Nina Siciliana, con annessa (almeno questo, un intervento utile!) una bretella di collegamento tra via Nina Siciliana e viale Regione Siciliana. Anche in questo caso il parcheggio mi sembra di poter dire che non sia mai entrato in funzione (vedi foto) e anche in questo caso non si intuisce quale possa essere l’utenza di questa infrastruttura. Vedere per credere!
 
 
 
 
 
Come non parlare, infine, del ben più grande e potenzialmente utilissimo parcheggio di via Ernesto Basile nei pressi dell’Università, assediato, a distanza di qualche anno dal completamento dei lavori, da erbacce e spazzatura?? Anche in quel caso si sarebbe potuto pensare di destinare l’infrastruttura alla sosta dei pullman.
 
 
A mio avviso, infatti, il parcheggio di via Ernesto Basile, considerato lo spazio disponibile e la sua vicinanza con la stazione della metro Orleans, con l’autostrada, con lo scorrimento veloce per Sciacca, e con l’Università, sarebbe la location ideale per una stazione dei pullman (di cui Palermo a differenza di tante altre città europee, anche più piccole, è attualmente sprovvista) che consenta di riunire in un’unica struttura le numerose autolinee che attualmente fanno capolinea in via Basile e in via Paolo Balsamo (stazione centrale) e che ogni giorno consentono a migliaia di studenti e lavoratori di raggiungere il capoluogo. Si otterrebbe, in tal modo, un duplice effetto: si doterebbe la città di un’infrastruttura di fondamentale importanza e si libererebbe il centro dalla grande mole di traffico, causata dal transito e dalla sosta di questi pullman in arterie per nulla adeguate.
 
Concludo qui il mio intervento nella speranza che possa costituire un valido spunto di riflessione. E’ mio interesse chiarire, qualora ve ne fosse ulteriormente bisogno, che chi scrive crede nel ruolo cruciale che i parcheggi possono e devono avere per lo sviluppo della nostra città. Occorre però che anche chi amministra la città ci creda e che i soldi dei cittadini vengano investiti nella realizzazione di infrastrutture realmente utili per la collettività, che non si rivelino delle vere e proprie cattedrali nel deserto, con il conseguente spreco di denaro pubblico.
 
Coriolano

cappuccinidegradoParcheggiparcheggio abbandonatipullmanterminalvia libero grassizisa

13 commenti per “Parcheggi: alla Zisa spreco e abbandono
  • Lele 6797
    18 giu 2009 alle 7:56

    complimenti per l’articolo che, concordo in pieno. non si ha alcun rispetto per i soldi pubblici. il parcheggio Basile ha anni che dicono che a breve sarà aperto. L’amministrazione è completamente disattenta ed incapace di prendere decisioni sagge. Credo che non ci sia bisogno di essere laureati per capire come sia quest’ultimo un terminal importantissimo per la città visto i vicini collegamenti spiegati molto bene nell’articolo. Spero che una luce d’intelligenza colpisca il palazzo della città per illuminare le menti!!! Ma…subito!

  • marcozs 361
    18 giu 2009 alle 8:52

    L’unico parcheggio del piano che ha un senso è quello di via ernesto basile.

    è in una posizione ottimale, perchè in teoria chi viene da fuori non entra in città con l’auto, la lascia lì e poi usa i mezzi pubblici, non ingolfando il centro.

    Ma perchè uno dovrebbe spendere tre euro per parcheggiare a km dal centro quando i marciapiedi di via roma sono gratis?

    Inoltre con l’apertura dei parcheggi tribunale, sturzo, ungheria chi viene da fuori città sarà disincentivato a lasciare l’auto in via basile, quasi fuori città, perchè può parchegiare direttamente in centro, senza neanche rischare sanzioni.

    E lo smog in centro aumenterà…

  • bacillino80 87
    18 giu 2009 alle 9:22

    E vi stupite???
    pensate che l’erbacce e l’incuria più totale la possiamo trovare anche nel super affolato parcheggio di Via Belgio.
    Nessuno lo pulisce da mesi e le erbacce sono alte come in un campo abbandonato di campagna. Aiuole sporche e piene di escrementi di animali.
    Se non vengono puliti i parcheggi piu’ utilizzati, credete davvero che verranno puliti quelli ancora non utilizzati??

    Secondo me tra poco i ragazzini della zona cominceranno ad utilizzarlo come pista per go kart o motorini….

  • Metropolitano 3205
    18 giu 2009 alle 10:50

    I soliti incompetenti. Promettono, promettono e poi giungiamo a questa data senza notare alcun cambiamento. Un po mi dispiace, perchè in questa città regna l’immobilismo assoluto. Il parcheggio di Via Basile ha un ampio spazio per poter essere utilizzato come terminal per gli autobus, ma ancora essi continuano ad occupare la strada di via Balsamo che non è adatta come capolinea, e riducono ad un budello una via così larga.
    Ma che diavolo succede in questa città ?
    Grazie Cammarata !

  • Metropolitano 3205
    18 giu 2009 alle 10:50

    I soliti incompetenti. Promettono, promettono e poi giungiamo a questa data senza notare alcun cambiamento. Un po mi dispiace, perchè in questa città regna l’immobilismo assoluto. Il parcheggio di Via Basile ha un ampio spazio per poter essere utilizzato come terminal per gli autobus, ma ancora essi continuano ad occupare la strada di via Balsamo che non è adatta come capolinea, e riducono ad un budello una via così larga.
    Ma che diavolo succede in questa città ?
    Grazie Cammarata !

    Complimenti per l’articolo, raga

  • Coriolano 53
    18 giu 2009 alle 11:07

    Salve ragazzi,
    desideravo ringraziare i fondatori/autori del forum per lo spazio dedicato a questo articolo e anche voi ragazzi che state intervenendo in proposito. Una brevissima puntualizzazione relativamente all’intervento di bacillino80: l’enfasi dell’articolo è sull’utilizzo, o meglio mancato utilizzo, dei parcheggi costruiti non sulla loro pulizia. E’ chiaro, poi, che dal mancato utilizzo delle infrastrutture derivi una situazione igienica pessima che è sotto gli occhi di tutti e che comunque mi sembra valga la pena sottolineare sempre…tanto per i parcheggi sfruttati quanto per quelli abbandonati.
    Concludo dicendo che hai azzeccato la previsione: gli unici utenti del parcheggio, attualmente, sono proprio dei ragazzi che l’hanno eletto a loro punto di ritrovo con tanto di gare di moto, sgommatine e musica a palla dal primo pomeriggio sino alla tarda serata.
    Grazie ancora.
    A presto

  • eddy 71
    18 giu 2009 alle 12:35

    Ma il parcheggio Basile non doveva accogliere tutti i pullman AST e SICILBUS e AMAT che fanno capolinea alla Stazione Centrale? Se non ricordo male questa grandissima idea doveva essere applicata a fine Marzo 2009…

  • Portacarbone 70662
    18 giu 2009 alle 13:10

    Teoricamente, nel parcheggio di via Nina Siciliana DOVREBBERO o POTREBBERO essere trasferiti i bus di piazza P. di Camporeale, così come si era vociferato, ma mi chiedo come le vetture possano raggiungere il nuovo terminal, calcolando che via Perpignano è davvero angusta da percorrere.

    Per quel che riguarda il parcheggio Basile, è già la seconda volta che annunciano l’inizio dei lavori, ma puntualmente non si vede nessuno.
    Alla base di questi ritardi ci saranno quasi sicuramente discordanze tra gli enti e la gestione dell’area.

  • samir 229
    19 giu 2009 alle 1:35

    Abbiate pazienza ragazzi!…….(ehehehehe)…
    l’assessorato al pubblico immobilismo di palermo si stà adoperando in tutti i modi con le tecniche “lumaca e tartaruga” per potere dar eun senso alla mobilità di questa città selvaggia.
    Stanno lavorando per noi…!……Palermo avrà il suo terminal bus come si deve….non scoraggiatevi…sò da fonti certe che il progetto rientra nel “piano cinquantennale” della immobilità pubblica!!! quindi i nostri nipoti forse vedranno il nuovo Terminal BUs di Viale delle Scienze!!! eheheheheh
    cmq serve tempo per capire come fare il tutto..servono dei geni…degli studi di Zichichi e company!!!…..
    voi qua..la fate facile!!!….
    ma non è bella e affascinante via Balsamo e la astazione centrale piane zeppe dei bus!!!????….se li portano via la zona perderebbe il suo splendore!!…il suo gusto di smog…e il suo fascino dato dai clacson dei pullman!!….
    e poi spostare tutto in via Basile significa adeguare gli ingressi….i servizi….i segnali….mettere le navette…..è un caos!!..MA POI CHE FRETTA C’è…DICONO CHE il mondo durarà ancora parecchi anni……..ehehehhehehehehehehheheheheheheheehehhehe

    RAGAZZI…SPACCHEREI IL MONDO!!!..FACCIAMO CAMBIARE PALERMO!!!
    facciamo qualcosa per ottenere un terminal bus da città europea!!..che merita palermo!!!

  • Tomas27 17
    20 giu 2009 alle 17:42

    Non riesco a capire, dicevano che per il Parcheggio della via Nina Siciliana si aspettava soltanto l’ Enel per attivare i punti luce… e tutto assurdo arrivare a costruire un grande parcheggio per poi non renderlo fruibile a tutti!! non sarebbe male l’idea di trasferire come capolinea tutti gli autobus…ma con la via perpignano veramente stretta per via anche dei residenti in quella via che usano il marciapiede come parcheggio! restriggendo ovviamente la strada che tra l’altro e doppio senso con una grande affluenza di macchine (basterebbero dei paletti di ferro lungo l’estremità del marciapiede per rendere la camminata dei pedoni più sicura e lo scorrimento delle auto più rapida)

  • antony977 165912
    21 giu 2009 alle 2:20

    Sul parcheggio Basile: evidentemente o all’assessorato si grattano le xxxxxx oppure l’assessore TINERVIA è un autorevole cazzaro.
    Cmq la nostra posizione sul futuro terminal bus Basile non si farà attendere.Martedì sapranno come la pensiamo

  • marcozs 361
    21 giu 2009 alle 13:24

    L’assessorato all’immobilismo citato da Samir è una figura prevista dallo statuto della Regione Sicilia, ed opera in base all’articolo V che recita:

    “se non siamo tutti d’accordo, la pasta non si cala”

    L’assessore ha iniziato a lavorare a pieno regime con l’azzeramento della giunta Lombardo, ed il sussegente casualissimo annuncio del Sindaco di Palermo di azzerare la giunta comunale.

    Se a qualcuno sfuggisse come possa l’azzeramento di una giunta regionale costituire ostacolo alla costruzione di un terminal dei bus,
    vi basti ricordare i collegamenti tra ditte concessionarie delle linee extraurbane e politica.

    Collegamenti tanto velati e ben nascosti, che sulle fiancate di una di queste linee troverete la scritta “Cuffaro”, cognome che non sò a voi, ma a me mi ricorda qualcuno che negli ultimi tempi non è stato particolarmente d’accordo con l’amministrazione Lombardo.

  • brillantezio 12
    09 lug 2009 alle 11:27

    Metropolitano, i tuoi dubbi sono legittimi ed la loro soluzione ahime è per me fin troppo semplice: la zona di via balsamo, negozi, bar, riciclaggio di denaro, pizzo vive esclusivamente su questo continuo viavai di pullman. Vuoi che possano spostare i pullman in via basile e perdere questo importante pacchetto di voti?!?!


Lascia un Commento