03 giu 2008

Via Ernesto Basile: l’eterna incompiuta


Quanti di noi sono rimasti bloccati nel traffico di via Ernesto Basile?

La probabilità è altissima, visto che questa arteria è oramai diventata una vera giungla. Soffermiamoci un attimo per capire i principali problemi:

- partendo dal "fondo" il problema più lampante quanto inspiegabilmente trascurato è il tappo di via BRASA, dove ancora oggi si attesta un parcheggio del tutto selvaggio di bus e pullman di linea (provenienti dalle provincie limitrofe) che sono a servizio dell’Università. L’accostarsi di due vetture parallelamente provoca di fatto un enorme blocco alla circolazione, con conseguente ripercussione su Piazza Indipendenza e C.so Tukory.

*clicca sull’immagine per ingrandirla

Ci domandiamo: ma cosa ce ne facciamo del nuovissimo parcheggio costruito qualche centinaio di metri più su, che tra le altre cose prevede diversi postazioni bus, e che attualmente è vergognosamente utilizzato per fare il mercatino ? ? ? Basterebbe forse cambiare leggermente la sua destinazione d’uso e istituire un servizio navetta che permetta lo spostamento da un capo all’altro del viale…di certo fa ribbrezzo vedere tanto spazio non utilizzato o utilizzato male, oltre che parzialmente degradato dall’inutilizzo.

- Quasi difronte, in senso di marcia opposto, abbiamo un altro tappo in prossimità della diramazione per C.so Tukory e per P.zza Indipendenza, in prossimità del celebre Bar Massaro: l’eccessiva carenza di aree di sosta e l’inciviltà ricorrente di certa gente fa si che le auto vengono parcheggiate su più file. Difatto, nelle ore di punta, la coda di auto si potrae per diversi metri e rende davvero caotico questo tratto, ostacolando ANCHE e SOPRATTUTTO le ambulanze che devono raggiungere i vicini ospedali.

Come in altre zone della città, basterebbe qualche vigile in più (o qualche vigile visto che non se ne vedono quasi mai) che multi i trasgressori per educare gli incivili per esempio.

- L’ampia sede stradale porta gli automobilisti ad aumentare la velocità. Vista la presenza della cittadella universitaria adiacente, capita frequentemente che le auto siano costrette a fare brusche frenate per consentire gran parte degli studenti ad attraversare da un lato all’altro della carreggiata. La grande mole di pedoni provoca dunque continue interruzioni della marcia, oltre che facili incolonnamenti e incidenti pericolosissimi.

In prossimità dell’ingresso principale all’Università, da tempo, vi è un semaforo pedonale. Anche se non è molto funzionale, forse sarebbe il caso di installarne degli altri, quantomeno per salvaguardare l’incolumità degli automobilisti e dei pedoni stessi.

Probabilmente chi ci vive riscontrerà anche altre problematiche, ma queste sembrano quelle più "in auge" e che chiederebbero dei provvedimenti urgenti.


bar massarocongestione via ernesto basileparcheggio via ernesto basileproblemi trafficosemafori pedonaliviale delle scienze

Articolo successivo

23 commenti per “Via Ernesto Basile: l’eterna incompiuta

Comment navigation


Lascia un Commento