Articolo
24 ago 2015

Villino Florio: quale turismo?

di Alessandro Graziano

Uno di questi giorni di questo Agosto, per precisione lo scorso mercoledì 19 Agosto, mi sono trovato con degli amici di Napoli a far un giro nel quartiere Zisa. Oltre il castello e l'attigua chiesa li ho portati a vedere il Villino Florio, in viale Regina Margherita. Che fosse chiuso ahimè non era una novità ma lo stato di abbandono in cui versa è molto triste. Nel giardino pieno di sterpaglie è presente un cartello con il logo dell'Unione Europea su dei lavori in corso, ma tutto è come cristallizzato e fermo. Ai turisti è toccato vederlo dalla cancellata, coperto dagli alberi e dai cespugli troppo cresciuti e varie cartacce e sporcizia sparsa.   Da vari siti leggo che è  sede di rappresentanza della Regione Siciliana. La regione si presenta egregiamente infatti con una perla dello stile liberty palermitano abbandonata e chiusa. Un'isola e una città che vogliono puntare sul turismo per attivare nuovi posti di lavoro come possono permettere che molti monumenti ed edifici storici rimangano chiusi nel regno dell'incuria?

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
29 mag 2015

Degrado “sotto” piazza Indipendenza

di Alessandro Graziano

Per tutte le persone che passano spesso da Piazza Indipendenza e per i turisti, la piazza si mantiene in condizioni decorose. Non troppo sporca, un lieve strato di ordine, presenza di uffici regionali, una fermata del Passante Ferroviario a due passi dal Palazzo Reale e bei monumenti tutto attorno come Porta Nuova, la Cattedrale e  San Giovanni degli Eremiti. Ma è sotto la piazza, scendendo su via Colonna Rotta che il degrado regna indisturbato. Sul lato di piazza Indipendenza che costeggia la continuazione di Via Vittorio Emanuele che qui già diventa Corso Calatafimi la situazione è sconfortante. Anni fa per far posto al cantiere e alla galleria del passante ferroviario fu demolito un edificio in stile liberty. Bene noi siamo favorevoli a tali scelte se proprio necessarie per dotare la città di un servizio di trasporto, ma al posto dell'edificio oggi vi è una discarica abusiva in pieno centro. Oltre che le solite sterpaglie vista l'assenza di un servizio di cura degli spazi urbani. Affacciandosi dalla balaustra si può sia buttare qualsiasi cosa verso il basso che sorprendersi dello spettacolo da luogo incivile. Sotto terra non sappiamo se i cantieri procedano e a che ritmo ma sopra è uno scempio. Si parlava di realizzare in quest'area a cavallo tra via Colonna Rotta-Imera e piazza Indipendenza un insieme di scale ed aree a verde per permettere a turisti e non di raggiungere la piazza. In teoria poi nel vecchio progetto del PFP sopra l'area della futura fermata Imera Tribunale sarebbe previsto un parcheggio per i bus turistici. Nel frattempo rimane per i turisti (e per i cittadini ) uno spettacolo di degrado assoluto in un centro storico che ironia della sorte sembra sempre più periferia.  

Leggi tutto    Commenti 8