Articolo
06 mar 2020

Amat installerà 17 stazioni di ricarica per auto elettriche

di Fabio Nicolosi

Nell’ambito della gestione della flotta del car sharing AMAT, la mobilità elettrica può costituire una delle chiavi per lo sviluppo dei servizi di mobilità condivisa della città di Palermo, in modo coerente con le linee guida e le iniziative dell’amministrazione comunale per il superamento delle problematiche relative al peso sul traffico urbano ed al conseguente inquinamento atmosferico. Il servizio AmiGo conta oggi una flotta di 24 autovetture elettriche, sul totale di 158, impiegate in modalità free floating, che verranno implementate, nell’anno in corso, di ulteriori 31 unità, da acquisire attraverso il riutilizzo delle economie degli investimenti previsti dal programma “fondi Fas delibera Cipe 69/2009 - interventi volti al miglioramento delle superfici viarie ed al potenziamento dei mezzi di trasporto urbano”, di cui dispone il comune di Palermo. La giunta municipale con delibera n. 14 del 30/01/2020, ha formalizzato il programma di rimodulazione, identificando un elenco di nuovi interventi fra i quali quello relativo al potenziamento dei servizi di car sharing per un ammontare di € 1.394.496,96 iva compresa. L’intervento Amat prevede l’estensione del servizio di car sharing AmiGo per l’area metropolitana di Palermo, ovvero, per il centro città e per le località che sono ricomprese nel raggio di 30 km dal capoluogo, attraverso l’incremento della flotta auto di ulteriori 96 autoveicoli di cui 31 elettrici/ibridi e 65 con motorizzazione termica a basso impatto ambientale, nonché la installazione di ulteriori 20 colonnine di ricarica per auto elettriche/ibride nelle aree di prelievo e rilascio, per ampliare i punti sul territorio cittadino in corrispondenza con i parcheggi del servizio. In data 23/12/2019, la società “mobile4us” s.r.l., che opera anche nel settore del car sharing elettrico, con sede in Puglia, ha fatto pervenire ad Amat, una nota, con la quale ha comunicato di voler procedere alla dismissione di colonnine per la ricarica rapida di auto elettriche, nuove di fabbrica, precedentemente acquistate per la propria organizzazione in Puglia, ma mai istallate e, a tal fine, ha presentando un’offerta spontanea. La valutazione tecnico/economica dell’offerta è ritenuta interessante e molto conveniente, in considerazione dei già menzionati programmi Amat per l’estensione del servizio di car sharing con auto elettriche, da acquisire con i fondi Fas. L'importo di € 34.400,00 oltre iva potrà essere integralmente rendicontato sul progetto finanziato dall’agenzia per la coesione territoriale – fondi Fas, secondo il piano dei costi approvato dalla giunta municipale. Considerata l’occasione della fornitura a basso costo in linea con i programmi aziendali, nonché tenuto conto che l’amat non subirà alcun aggravio di spesa, poiché l’importo di € 37.400,00 oltre iva potrà essere integralmente rendicontato sul piano costi del progetto pa01amat, relativo alla linea di finanziamento dei fondi Fas.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
20 feb 2017

Facciamo il punto sulla mobilità elettrica

di luigi77

Si è svolto qualche giorno fa a Roma l’ultimo meeting sulla mobilità elettrica al quale erano presenti cento tra inventori, aziende e start-up che si occupano di disegnare il futuro del mondo dei trasporti. Tra questi, un team di studenti del Politecnico di Milano sta lavorando alla trasformazione di un motore termico in elettrico. Un inventore di Padova ha creato un sistema senza fili per ricaricare la batteria dell’auto senza scendere; un gruppo dell’Università della Tuscia sta studiando un sistema roaming di ricarica internazionale (come per i telefonini); un’azienda di Reggio Emilia ha realizzato il cuore di un minibus elettrico che porta in giro i turisti in Svizzera;  un’azienda friulana ha realizzato stazioni di ricarica mobili e condivisibili; un’azienda di Teramo ha ideato un sistema di sostituzione rapida tra batterie scariche e batterie cariche. Erano presenti anche gli inventori dell’unica app al mondo per registrarsi contemporaneamente a più sistemi di car sharing. L’Italia è indietro nelle vendite, ma è avanti nel campo della ricerca. Le auto elettriche in giro per l’Italia sono soltanto 6000, pari allo 0.01% del parco veicolare circolante, numeri di gran lunga inferiori a quanto avviene in Norvegia (lì 1 auto su 4 è elettrica) ed in Olanda (1 auto su 10), Paesi che, assieme alla Cina ed agli Stati Uniti costituiscono il 70% del mercato mondiale. Alla fine del 2015, nel mondo circolavano soltanto un milione di auto elettriche. Si tratta di un mercato ancora di nicchia, poiché vi sono dei punti deboli ancora da superare, come la durata delle batterie, la velocità di ricarica e la bassa presenza di colonnine di ricarica. I ricercatori inventano, mentre le aziende - in attesa delle vendite - scommettono e rilanciano. L’Enel, secondo quanto afferma il suo AD, punta a diffondere il numero di colonnine di ricarica anche nei pressi delle case dei proprietari di auto elettriche, in modo da ricaricare le batterie e operare come centri di stoccaggio e di trasformazione di energia sulla rete e costituire un vantaggio economico per i proprietari. Per maggiori informazioni, potete consultare il video pubblicato al seguente link: http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/multimedia/ContentItem-dcca289d-8996-46f5-879c-53289edc20b4.html (dal minuto 10:28 al minuto 12:57)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 set 2015

Mind the date | Conferenza finale Muovity

di Andrea Baio

Tre anni di ricerca, un team di oltre 20 persone, centinaia di tester coinvolti: sono alcuni dei numeri che ruotano attorno a muovity, il progetto di ricerca di Mobilita Palermo sul social carpooling innovativo, finanziato dal MIUR all'interno del bando "Smart cities and communities and social innovation", rivolto alle regioni del Mezzogiorno.  La volontà è stata quella di creare un prodotto di ricerca innovativo, che superasse i potenziali ostacoli che attualmente limitano i servizi carpooling in Italia, introducendo meccaniche di coinvolgimento e fidelizzazione degli utenti. Alle spalle, una approfondito studio sulle abitudini di spostamento dei cittadini di Palermo e provincia, nonché delle criticità che attualmente vincolano la mobilità da e per Palermo. L'associazione Mobilita Palermo presenta i risultati ottenuti in questi tre anni, e le prospettive future per dare continuità a questo ambizioso progetto. L'appuntamento è fissato per venerdì 25 Settembre 2015 alle ore 15:00 presso la sala conferenze del Consorzio Arca - viale delle Scienze Ed. 16. Interverranno al dibattito su carpooling e sharing economy come strumenti di supporto alla mobilità urbana dei prossimi anni:   Andrea Baio - vicepresidente Mobilita Palermo Monica Guizzardi - responsabile comunicazione Consorzio Arca Giusto Catania - assessore alla mobilità del Comune di Palermo   Aderisci all'evento QUI

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 lug 2015

Arrivano le colonnine per la ricarica di auto elettriche

di Antony Passalacqua

Come preannunciato qualche settimana fa, sono in corso i lavori per l'installazione delle prime colonnine di ricarica per auto e scooter elettrici. I lavori fanno parte della recente fornitura al Car Sharing Amat di 24 auto Renault Zoe ad alimentazione elettrica e 16 colonnine di ricarica. Auto che costituiranno la prima flotta del Car Sharing elettrico in città e si andranno aggiungere alle altre auto a metano, già in servizio in città. I parcheggi che verranno dotati di colonnina di ricarica conduttiva di corrente, saranno rispettivamente: Park Ungheria, Park I. Florio, Park Teatro Massimo, Park Politeama, Park Notarbartolo, Park Malta, Park Campania, Park Porto. Sedici saranno complessivamente le colonnine di ricarica, i cui lavori sono già in corso. Qui le prime colonnine installate presso piazza Ungheria.

Leggi tutto    Commenti 7