Articolo
04 lug 2010

Sicurezza stradale: firmata convenzione tra Polizia di Stato e ANAS

di Lele

Il Capo della Polizia, Antonio Manganelli, e il Presidente di Anas, Pietro Ciucci, hanno firmato il 02 luglio 2010 la nuova convenzione per ridurre l’incidentalità e innalzare i livelli di vigilanza sulla rete autostradale in gestione della Società. Più controlli di sicurezza, anche grazie all’impiego di tecnologie per la gestione del traffico, maggiore tempestività negli interventi ai cittadini, verifiche mirate a particolari settori della circolazione (come autobus, veicoli commerciali, trasporto merci pericolose), massima sinergia con il gestore delle strade per un’informazione all’utenza in viaggio tempestiva, puntuale e aggiornata.  La finalità principale è quella di potenziare gli strumenti volti a contenere il fenomeno infortunistico sulla rete autostradale in gestione Anas e di innalzare gli standard di sicurezza, tutto ciò nel rispetto degli obiettivi europei di riduzione del numero delle vittime da incidente stradale. Uno degli aspetti più rilevanti della nuova convenzione è quello che prevede il potenziamento dello scambio di informazioni, al fine di creare un sistema integrato di controllo. La convenzione avrà efficacia lungo le autostrade e i raccordi autostradali in gestione diretta di ANAS: • Autostrada A3 Salerno–Reggio Calabria; • Autostrada A19 Palermo–Catania; • Autostrada A29 Palermo–Mazara del Vallo; • Autostrada A90 Grande Raccordo Anulare di Roma; • Autostrada A91 Roma–Fiumicino; • Autostrada A18 Catania–Siracusa; • Tangenziale di Catania; • Raccordo Autostradale Sicignano–Potenza (RA5); • Raccordo autostradale Sistiana-Padriciano (RA13); • Raccordo Autostradale Trieste-Fernetti (RA14).  Ai consueti compiti svolti dalla Polizia Stradale sulle vie di grande comunicazione, l’impegno della Polizia di Stato indicato nella convenzione firmata è particolarmente orientato alla sperimentazione di nuovi moduli operativi con l’obiettivo di rendere maggiormente visibile la presenza della pattuglia accanto ai cittadini. Le nuove tecnologie a bordo dei veicoli Polizia consentiranno di rendere più efficace l’intervento grazie alla trasmissione in tempo reale delle informazioni e delle immagini alle sale operative, anche per la migliore assistenza e informazione dell’utenza in viaggio. Da parte sua ANAS si impegna allo studio e allo sviluppo di sistemi e tecnologie funzionali all’ottimizzazione dei flussi di comunicazione e alla velocizzazione dei controlli stradali e dell’attività contravvenzionale della pattuglia in ambiti mirati al contrasto dell’illegalità (sistemi di monitoraggio del traffico, tecnologie per l’acquisizione di immagini sulla viabilità autostradale). Tra gli altri aspetti innovativi, la convenzione prevede la possibilità di pianificare e realizzare servizi congiunti in occasione di particolari criticità, quali esodi estivi o eventi neve, e servizi mirati di controllo su alcune tipologie di utenza (in particolare sull’autotrasporto merci), anche attraverso attrezzature specifiche, oltre che la possibilità di adottare specifici piani per la prevenzione degli incidenti stradali con l’obiettivo di ridurre il tasso di incidentalità sulle autostrade ANAS. È prevista infine la possibilità di organizzare corsi di formazione congiunti per il personale dell’Anas e della Polizia di Stato, per creare comuni modalità di intervento e di informazione tra le strutture. A ridosso delle partenze per le vacanze estive, la convenzione va, peraltro, a rinsaldare una sinergia tra Polizia di Stato e ANAS che contribuirà a dare il massimo impulso alla collaborazione con Viabilità Italia, il Centro nazionale di coordinamento della viabilità, di cui entrambi i soggetti fanno parte.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2010

Rubrica sulla sicurezza stradale. Capitolo I°

di Lele

Guida sicura: che cosa è: guidare tenendo conto del comportamento degli altri, cioè avere la convinzione che la nostra sicurezza, spesso la nostra stessa vita, dipendono da: CONOSCENZE ED ESPERIENZE CALUTAZIONI E GIUDIZI TENTARE LA SORTE TRASGREDIREDECISIONI ED AZIONI così da prevedere le situazioni di pericolo e di agire per evitarle. I PRINCIPI DELLA GUIDA SICURA: -tenere conto del comportamento degli altri utenti della strada -guidare in modo da garantirci di non incorrere in incidenti che potevano essere   evitati -disporre di un mezzo in piena efficienza -tenere sempre sotto controllo l’ambiente esterno Sono comportamenti sbagliati: Arrivederci al prossimo capitolo... L'ESIBIZIONISMO la guida “aggressiva” la guida “sportiva” insistere in comportamenti “stupidi” abusare dei tempi di guida

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
27 mag 2010

Viabilità: nuove opere in Sicilia, Tangenziale di Palermo!

di Lele

Potrebbe trovare finalmente respiro il traffico veicolare proveniente dalle Autostrade A19 e A29 che finisce col riversare un sovraccarico di mezzi e automezzi pesanti sulla circonvallazione di Palermo; il progetto per risolvere l’annoso problema è lì ad un passo dall’approvazione e ha un nome; Tangenziale di Palermo, già inserito all’ordine del giorno del piano nazionale dell’ANAS e che potrebbe essere inserito all’interno delle infrastrutture che questo Governo intende varare. A dare impulso al progetto ha provveduto l’incontro tenutosi a febbraio scorso tra il presidente della provincia di Palermo, Giovanni Avanti ed il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli, insieme al presidente del Consiglio Provinciale Marcello Tricoli, all’assessore della viabilità Gigi Tomasino ed al senatore Antonio Battaglia. Il progetto della Tangenziale palermitana è inserito su un programma di più largo respiro che prevede anche il collegamento delle due autostrade A19, Palermo Catania e A 29, Palermo Punta Raisi, Trapani, Mazara del Vallo, uno snodo questo di circa 18 chilometri che costerebbe intorno a 875 milioni di euro. “Puntiamo molto su questo progetto - ha sottolineato il Presidente Avanti - che andrebbe a incidere radicalmente sull’intero sistema viario di Palermo e del suo hinterland, favorendo la mobilita’ e lo sviluppo. Con l’inserimento nell’intesa quadro il progetto potrebbe ottenere un finanziamento di 300 milioni di euro, mentre la restante parte verrebbe coperta attraverso la finanza di progetto”. All’incontro palermitano il Presidente Avanti ha anche sottoposto al Ministro Matteoli la possibilità di intervenire anche sulla Corleone-Mare, un tratto di strada che potrebbe mettere in comunicazione il centro del paesi di Corleone direttamente con l’aeroporto palermitano, un’opera questa che riguarda ben 14 comuni siciliani e che si dipanerebbe con un percorso di circa 38 chilometri al costo di poco più di 250 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 28
Articolo
10 mar 2010

Mobilità. Altri progetti futuri…

di Lele

In base al programma infrastrutturale 2007-2013 i progetti futuri in tema di mobilità nella provincia di Palermo, sono tantissimi ed importanti. Come ad esempio: -A19 terza corsia tra Bagheria e Giafar -Rimodulazione e potenziamento dello svincolo di Villabate ed eliminazione della viziosità dei due curvoni -Stazione di Palermo, arretramento verso Brancaccio -A29 terza corsia in entrata verso Palermo (in fase di studio) -Completamento del raccordo (circonvallazione) tra A19 e A29 -Svincolo di Bagheria, arretramento verso Palermo Nell'ultimo incontro tra Anas e fit-Cisl tenutosi a Palermo, si è chiesto a gran voce l'accelerazione per questi progetti, per poter appaltare subito queste mega opere. Speriamo quanto prima!!! Intanto, il comune di Palermo ha ottenuto dal Ministero dei trasporti un finanziamento di 248 mila euro, per uno studio di fattibilità mirato ad approfondire il ruolo della città come snodo del sistema metropolitano della sicilia occidentale.

Leggi tutto    Commenti 19
Articolo
08 mar 2010

Svincolo Brancaccio…il tempo passa!

di Lele

Dopo un anno e mezzo e le tante promesse, compresa l'eliminazione del cavo Enel, che per mesi ha costretto la ditta a rallentamenti, i lavori sono sempre allo stesso punto. Le rampe, sono solo per la parte iniziale (lato viadotto) ultimate e pronte  per essere asfaltate. Ma la parte finale, che si collegherà alla A19, è sempre ferma al punto iniziale. Sono stati creati i muretti di delimitazione, ma ancora passeranno mesi prima che comincerà a prender forma sul serio questo svincolo maledetto. Sembra che, si sia abbattuta una maledizione. Ormai è  un miraggio la realizzazione, un opera costata un sacco di soldi pubblici ed ancora incompleta. Abbiamo il dubbio che dopo l'ultimazione, si perderà tempo per le autorizzazioni, quella burocrazia stupida che fa bloccare tutto ogni qualvolta le opere si completano. Ci riferiamo alle autorizzazioni dell'Anas, dei VV.FF., del comune, della regione, della Asp, e chi ne ha, più ne metta. Inutile inserire foto, perchè non ci sono novità, appunto!!!  

Leggi tutto    Commenti 9