9 commenti per “
  • Orazio 1331
    18 dic 2019 alle 6:55

    A Palermo le piste ciclabili ci sono, a differenza di altre città. Possono non essere il massimo ma ci sono.

    Altra cosa è la loro concreta gestione, sosta selvaggia compresa.

    I nemici della contentezza hanno vissuto un pessimo momento a leggere questa notizia. Addirittura parlare bene di Palermo…per di più premiandola… che mala giornata eh?

    • punteruolorosso 2295
      18 dic 2019 alle 8:06

      ciao orazio, in questo caso c’è poco da essere contenti. il patto per palermo è saltato per via di inadempienze comunali e tirchierie giallo-verdi e giallo-rosse, e quindi mi sa che la greenway non la vedremo mai, né si parla più di quella costiera. sono sicuro che la colpa non sia direttamente di orlando, ma della macchina amministrativa che non funziona e del particolare periodo politico che sta attraversando il paese. si è deciso di non investire più in infrastrutture e lavoro, ma di dare i soldi ai cittadini. questo vale soprattutto per il sud. la lega ha sempre spinto perché le cose si facessero al nord, mentre i politici del sud hanno preferito ripiegare su sanatorie e assegni.

  • Metropolitano 3819
    18 dic 2019 alle 13:50

    In altre città, anche nel nostro Stato, esistono piste ciclabili ben delimitate dalla sede stradale; ibi è praticamente impossibile posteggiare a differenza di quelle di Palermo. Cercate con Google se ce l’avete e ne vedrete delle belle…

    Buone Feste a tutti (eccetto haters) !

  • Orazio 1331
    18 dic 2019 alle 14:32

    Tutto giusto, pure il fatto che in moltissime altre città non c’è neppure questo. Sia in Italia che all’estero.

    • belfagor 697
      19 dic 2019 alle 5:16

      Caro Orazio, se tu ritieni che le” piste ciclabili” di Palermo sono le “migliori d‘ Italia”, rispetto il tuo parere.
      Purtroppo, oltre Stefania Petiyx anche lo stesso Comune non è d’accordo con te. .
      Dovresti leggere la relazione dell’aprile 2015 redatta dall’Ufficio del Piano Tecnico del Traffico del Comune..sulle piste ciclabili esistenti. , dove furono evidenza le tante, troppe, criticità lamentate dagli utenti .
      Una vera bocciatura.
      Tale relazione e purtroppo rimasta nei cassetti dell’assessore a prendere polvere. infatti ad oggi tali criticità, alcune molto gravi, non risultano eliminate.

      • Orazio 1331
        19 dic 2019 alle 15:22

        No non ritengo che siano le migliori, manco le peggiori, poi ci sono moltissimi posti dove non esistono. Non conosco i criteri di assegnazione del premio, tu riporti quella dell’impegno della città, che sarebbe stato premiante.

        Di certo l’impegno c’è stato, pure tanto, in 15 anni siamo passati da zero a moltissime piste ciclabili, magari i risultati non sono stati ottimali (vedi le piste di Cammarata, vedi la pista – o presunta tale – di via Libertà, ma ci sono stati.

        Tra l’altro pure le “piste di Cammarata” basterebbe venissero meglio gestite con sanzioni per chi le occupa e con spostamento di pali e cestini, per essere molto più utili di come non siano oggi. Non di certo autostrade per ciclisti ma una soluzione sostenibile per potere andare in bici con tranquillità.

        Ti pare che non si siano impegnati? Se poi viviamo tra i porci, questo è un altro problema.


Lascia un Commento