04 ago 2020

Addio al camminamento ligneo, la giunta comunale approva il progetto di riqualificazione di Barcarello


La Giunta comunale ha approvato un progetto per la riqualificazione del lungomare di Barcarello, per cui ha chiesto alla Regione un finanziamento di circa 4 milioni a valere sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014/2020.

L’intervento che comprende tutta la sede stradale, compreso l’estensione lignea dello spazio pedonale, coprirà un’area di circa 24 mila mq.

Particolare importante è che il progetto prevede la dismissione dell’attuale passeggiata lignea (realizzata circa 12 anni fa) che proprio per la sua natura si è rivelata di difficile se non impossibile manutenzione in considerazione dell’ambiente costiero.

In particolare, il progetto prevede il rifacimento dello strato di usura della parte carrabile della strada ed il rifacimento dei marciapiedi, oltre ad una parziale sistemazione delle porzioni di terrapieno esistenti che si estendono oltre la strada.

Al fine di aumentare la superficie pedonale, sarà ampliato il marciapiede lato monte.

Per il rifacimento dei marciapiedi i lavori prevedono l’utilizzo di un basolato di pietra il cui colore e disposizione richiameranno quelli del tavolato del camminamento pedonale da dismettere, con orlature in pietra calcarea chiara.

L’intervento sarà completato dal posizionamento di elementi di arredo urbano, panchine e verde compatibile con l’ambiente.

“Contiamo su questi fondi comunitari – afferma il sindaco Leoluca Orlando – che è importante siano impegnati prima di fine anno. I nostri uffici hanno redatto un progetto che al di là del valore economico ha un grande valore per il decoro e la fruibilità di uno splendido tratto di costa. Una volta ultimato il progetto, sarà posta fine allo scempio di una passerella in legno che va continuamente aggiustata, ma soprattutto sarà restituita la passeggiata alla piena fruizione di palermitani e turisti”.


DESCRIZIONE DELLO STATO DEI LUOGHI
L’intervento riguarda un’are di mq 24.275 e comprende la strada esistente.
La parte carrabile, realizzata in conglomerato bituminoso, è in discrete condizioni di conservazione. Ai due lati della carreggiata sono previsi dei parcheggi in parallelo. I marciapiedi, in battuto di cemento con orlatura in pietra calcarea chiara, si trovano in cattive condizioni di conservazione.
E’ presente un filare di alberature ed un impianto di illuminazione di tipo stradale.
Il camminamento ligneo è collocato al di sopra di un terrapieno preesistente, contiguo all’invaso stradale ed è posto alla medesima quota di calpestio del marciapiede più prossimo alla scogliera, senza determinare con questo, alcuna soluzione di continuità. E’ costituito da un tavolato (deck), in essenza lignea tropicale Angelim Amargoso, composto da doghe di sezione mm 140 x 21 ancorate alla sottostante struttura portante per mezzo di viti in acciaio. Quest’ultima è costituita da travi di abete lamellare di sezione mm 120 x 160 (poste a coltello ad un interasse medio di mm 600) appoggiate su basamenti di conci di tufo sovrapposti a secco, poggianti a loro volta sul terrapieno di cui si è fatto cenno. Sul lato del marciapiede le travi sono ancorate al cordolo in calcestruzzo di cemento armato sottostante l’orlatura a mezzo di elementi scatolari di lamiera di acciaio dotati di alette laterali forate per il fissaggio della trave, a mezzo di viti.
Detto camminamento è oggi quasi del tutto sconnesso ed impraticabile.

L’INTERVENTO
L’intervento può considerarsi a carattere manutentivo e comprende il rifacimento dello strato di usura della parte carrabile della strada ed il rifacimento dei marciapiedi.
Si prevede anche una parziale sistemazione delle porzioni di terrapieno esistenti che si estendono oltre la strada Nell’ambito di detti interventi si attua una parziale ridefinizione dei limiti delle parti carrabili e pedonali della sede stradale in modo che:
- il marciapiede lato monte possieda larghezza di ml 1,5, ad eccezione di alcuni punti ove la dimensione è comunque superiore a ml 0,90.
- la parte carrabile possieda una sezione costante di ml 8 (ml 6 di carreggiate e ml 2 per parcheggio in parallelo);
- Il marciapiede lato mare sia il più ampio possibile e comprenda, in alcuni tratti, delle sedute continue rivolte verso monte, delle sedute a gradonata rivolte verso il mare, in altri tratti, e, per l’intero tratto, un percorso ciclopedonale (coincidente con quello previsto nel PUDM.
Dati dimensionali
- Area dell’intervento – mq 24.275
- Lunghezza strada – mq 900
- Superficie carrabile – mq 10.441
- Superficie pedonale – mq 6.972
- Lunghezza seduta continua verso monte -
- Lunghezza sedute verso mare –
- Nuove alberature – n. 248
- Lunghezza percorso cicolpedonale – ml 950
- Superficie percorso ciclopedonale – mq 2.848,
- Terrapieno sistemato a verde – mq 3.270
Caratteristiche dei materiali
Per il rifacimento dei marciapiedi di prevede di utilizzare un basolato di pietra quarzarenitica, con conci allungati disposti a correre, che ripropongo la stessa orditura ed, in parte, la stessa coloritura del tavolato del camminamento pedonale da dismettere, con orlature in pietra calcarea chiara.
Sul lato mare si prevedono in alcuni tratti, degli innesti realizzati con conci prefabbricati di calcestruzzo colore sabbia chiaro.
Il fronte a mare è definito da un sistema di sedute che, nei tratti in cui l’andamento della strada presenta delle concavità sono articolate come gradinate che si rivolgono verso il mare e nei tratti in cui la strada presenta delle convessità, con una seduta continua che si rivolge verso monte.
Le gradinate sono realizzate sempre con elementi prefabbricati in cemento, di colore sabbia chiaro.
La seduta continua è, anche questa, realizzata in elementi prefabbricati in cemento di colore sabbia chiaro ed in parte rivestita con gli stessi conci di pietra quarzarenitica colore sabbia scuro della pavimentazione del marciapiede.

IL CANTIERE
Si prevede di articolare il cantiere in più fasi:
- Rifacimento marciapiedi lato monte – per tratti
- Rifacimento marciapiede lato mare – per tratti di massimo 200 metri
- Scarificazione asfalto e rifacimento strato di usura.
Le attività non interessare anno in alcun modo la scogliera naturale e le aree del “SIC ITA02006 Capo Gallo”. Considerata la prossimità con le aree di riserva e della rete Natura 2000, sarà posta particolare attenzione per:
- Contenere l’emissione e propagazione di rumore;
- Contenere l’emissione e propagazione di polvere;
- Evitare il trasporto vero la scogliera naturale e le aree protette, di materiale di cantiere attraverso
dilavamento.
In fase di progettazione esecutiva sarà predisposto un piano di monitoraggio ante, in corso e post opera.

COSTO DELL’INTERVENTO
Nel quadro Economico sono indicati l’importo dei lavori, pari ad € 2.718.318,35ed il costo complessivo dell’intervento, pari ad € 4.198.631,64.

CRONOPROGRAMMA
Si prevede che i lavori siano eseguiti in 12 mesi.


barcarelloligneamobilita palermppasserella pedonale barcarelloSegnalatisegnalazioniSFERRACAVALLOsuggerimenti

5 commenti per “Addio al camminamento ligneo, la giunta comunale approva il progetto di riqualificazione di Barcarello
  • cosiminuccio 14
    04 ago 2020 alle 9:43

    Andiamoci piano con euforici proclami. Non vorrei essere pessimista ma il fatto di avere approvato un progetto che non è cantierabile e che non abbia la copertura finanziaria mi sà di presa per i fondelli. In attesa del finanziamento, del progetto esecutivo, della gara d’appalto, della consegna dei lavori e del loro inizio (tempi stimati minimo 8 mesi e ci deve andare di lusso) saremo alla prossima stagione suggerirei al Sig. Sindaco che, così come suo costume, proclama “… sarà posta fine allo scempio di una passerella in legno che va continuamente aggiustata …” di dismette immediatamente la passerella con le maestranze Coime e ripristinare quel poco di pudore che ci rimane.

    • Irexia 896
      04 ago 2020 alle 10:14

      Sarebbe ben più adeguaato che i lavori cominciassero a settembre, massimo ottobre, in odo che alla prossima stagione tutto fosse pronto

  • Mario Palmesi 1
    04 ago 2020 alle 15:37

    Scusate, una domanda a chi ha approvato il progetto. Ma i palermitano non hanno bisogno dei servizi igenici? Passeggiando per il lungomare di Lignano Sabbiadoro. Ho notato che ogni 100 metri vi erano dei wc docce e servizi igienici gratis per tutti.


Lascia un Commento