Articolo
02 set 2016

FOTO | Viale Regione: Si torna ai 70km/h, nuova battaglia vinta dai cittadini

di Fabio Nicolosi

Ancora una volta i cittadini l'hanno avuto vinta e tramite l'ordinanza n° 1030 del 02 Settembre è stata modificata la precedente ordinanza che modificava i limiti di velocità su viale regione siciliana da 70km/h a 50km/h. EDIT: Aggiunto il cronoprogramma dei lavori Tutto ha inizio qualche settimana fa, quando il comune dopo una sentenza che l'ha costretto a risarcire 600 mila euro per un incidente stradale avvenuto su Viale Regione Siciliana a causa di alcune radici degli alberi che hanno causato il dissesto della sede carrabile si è trovato a dover operare dei lavori per migliorare la situazione attuale ed evitare una pioggia di ricorsi. Vengono quindi ridotti i limiti di velocità da 70 a 50 km/h e tarati anche gli autovelox per permettere l'avvio dei lavori in sicurezza. Il popolo insorge sul web ma non solo con proteste su tutti i social network etichettando il provvedimento come provvedimento per far cassa o come ingiustificato. Duemila sono le multe pervenute al comando della polizia municipale di Via Dogali a pochi giorni dal cambio limite di velocità. Ma ecco la svolta, questa mattina dopo una nuova ordinanza limita la velocità solo nei tratti dove sono in corso i lavori eccezion fatta per il Ponte Corleone dove il limite è imposto a 30km/h a causa dell'instabilità dello stesso e nel tratto Mineo - Perpignano che era stato imposto a seguito degli incidenti mortali avvenuti. Intanto però questa mattina un sopralluogo effettuato dal giornalista Roberto Immesi di LiveSicilia ha dimostrato che questo retro-front era ampiamente evitabile. Vi riportiamo la sua esperienza: Questa mattina, alle 11.04, partiamo dalla rotonda Oreto percorrendo la carreggiata centrale in direzione Trapani. Il traffico è scorrevole, anche se le automobili procedono a velocità contenuta, grazie anche all’autovelox mobile posto poco prima dell’uscita Bonagia. Gli unici operai della Rap all’opera sono nella parallela di viale Regione, nel tratto iniziale che poi porta a via Albiri: una ventina di maestranze sul posto, intente a manovrare i mezzi mentre le auto scontano qualche rallentamento. All’altezza del ponte Corleone il limite si abbassa a 30, per i problemi di stabilità della struttura: qui la circolazione è veramente lenta, anche se restiamo sorpresi nel notare una vecchia Fiat 500 sorpassarci a destra usando la corsia d’emergenza. Code significative si notano soltanto nella parallela, prima dell’uscita per via Leonardo Da Vinci: qui gli incolonnamenti sono considerevoli, ma non riguardano la carreggiata centrale. L’arrivo, all’altezza del sovrappasso Lazio, fa segnare le 11.19. Da lì in poi il limite torna a 70 chilometri orari. Proviamo a fare il percorso inverso. Quando superiamo Lazio, sono le 11.22: anche qui il traffico scorre senza problemi. Si notano però, sulla sinistra, alcuni cartelli che delimitano piccole aree dissestate dalle radici, sia all’altezza di Salamone & Pullara che del nuovo Mediaworld. L’arrivo alla rotonda Oreto avviene alle 11.36. Ancora una volta l'amministrazione comunale non solo ha dimostrato il poco pugno duro su alcuni provvedimenti, ma ha anche dimostrato che l'ordinanza poteva essere migliorata in partenza evitando disagi, multe, lamentele e sopratutto mantenendo un clima disteso. Ecco il provvedimento E una galleria di immagini: Ecco il cronoprogramma dei lavori:

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
01 set 2016

Limite 50Km/h in Viale Regione Siciliana. Provvedimento per far cassa o per migliorare la sicurezza?

di Fabio Nicolosi

In questi giorni non si parla d'altro sui social network e quindi abbiamo voluto approfondire la questione e fare il punto della situazione Da metà agosto, il Comune ha piazzato una serie di cartelli dalla rotonda Oreto a viale Lazio riducendo il limite di velocità da 70 a 50 chilometri orari. La notizia ha suscitate le ire di tantissimi cittadini che percorrono giornalmente l'arteria responsabile dello smistamento di gran parte del traffico in ingresso e uscita dalla città. Perché? Una necessità dovuta a una sentenza che ha obbligato il Comune a risarcire con 600 mila euro la famiglia di un motociclista, deceduto dopo aver perso il controllo del mezzo a causa dell’asfalto dissestato dalle radici degli alberi. Il pericolo, insomma, è che il Comune e la Rap siano tempestati di cause di risarcimento danni: per questo l’amministrazione ha deciso di imporre limiti più bassi, almeno fino a quando le radici non saranno eliminate. Quindi dobbiamo pensare che il comune abbia a cuore la salute dei propri cittadini o che in realtà vuole realmente evitare una pioggia di richieste di risarcimento? Ma non c'erano altri modi per effettuare questi lavori? Scartata l’ipotesi di tagliare gli alberi o di chiudere intere porzioni della circonvallazione, il Comune ha puntato sulla chiusura delle semicarreggiate. Quando partiranno i lavori? I lavori partiranno proprio tra qualche ora, intorno alle 10.30, all’altezza di via Oreto e si sposteranno via via verso Belgio (per un totale di 8 mila metri quadrati). Dureranno, secondo le previsioni, almeno una quindicina di giorni anche se tutto dipenderà da quello che i tecnici troveranno sotto il manto stradale. Man mano che i tratti di asfalto verranno rifatti, saranno anche aumentati nuovamente i limiti di velocità. Stando agli annunci, quindi, il limite di 50 chilometri orari, che ha già comportato 2 mila multe in una settimana, dovrebbe restare in vigore fino a metà settembre. Ma i lavori non potevano essere effettuati nel mese di Luglio o Agosto? No, perché la RAP, l'unica azienda che si occupa di rifacimento del manto stradale era occupata tra Corso Vittorio Emanuele e Via Maqueda. La partecipata del Comune metterà in campo 35 operai e mezzi nuovi di zecca (due pale meccaniche, una fresatrice a freddo e un rullo), a supporto verrà utilizzata una seconda squadra dopo che avrà terminato l’intervento in via Maqueda Il Co.I.M.E. ha ultimato ieri i lavori di messa in sicurezza del viadotto dello svincolo Brasa/Ernesto Basile, disposti dall'Ufficio Infrastrutture dell'Area Tecnica della Riqualificazione Urbana e Infrastrutture. Interventi sulle superfici di calcestruzzo e sulle armature metalliche del viadotto per ovviare al degrado provocato dalle infiltrazioni di acque meteoriche e dall'ambiente urbano chimicamente aggressivo Il comune ha anche diramato una comunicato invitando i cittadini ad utilizzare strade alternative a via Francesco Crispi dalle ore 18.00 alle ore 22.30 a causa dell'elevato numero di mezzi che usciranno ed entreranno nell'area portuale e che hanno causato lunghe code.

Leggi tutto    Commenti 21
Articolo
23 ago 2016

Viabilità | Viale Regione Siciliana: Lavori al cavalcavia Ernesto Basile

di Fabio Nicolosi

E' stata emessa dall'ufficio traffico l'ordinanza n° 1002 del 22 Agosto che limite la circolazione su Viale Regione Siciliana nei pressi del cavalcavia di Via Ernesto Basile a causa dei lavori di messa in sicurezza dell'infrastruttura stradale. I lavori interesseranno l'area già da Mercoledì 24 Agosto dalle ore 08 alle ore 14. Saranno quindi possibili code e rallentamenti. Ecco parte dell'ordinanza:

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
04 lug 2016

Amat | Linea 628: Causa lavori la linea effettua un percorso diverso

di Fabio Nicolosi

Causa lavori di scavo in Via Tommaso Natale nel tratto compreso fra via Fabio Besta e Piazza Tommaso Natale, la linea 628 dal 24/06/2016 effettua la seguente deviazione di percorso: – direzione Sferracavallo: pervenuta in Via San Lorenzo- a dx Via Fabio Besta – a sx Via Lanza di Scalea – Piazza Bolivar – Via Nicoletti – inversione di marcia altezza ex Coca Cola - Via Nicoletti – a dx V. Partanna Mondello – P.zza Mandorle – a dx P.zza Tommaso Natale - segue n.p. - direzione Stadio:pervenuta in P.zza Tommaso Natale – a sx Piazza Mandorle – Via Partanna Mondello – a dx Via Nicoletti – Piazza Bolivar – a dx Via Lanza di Scalea – a dx Via Fabio Besta – a sx Via San Lorenzo – segue n.p.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
07 giu 2016

Trenitalia | Terminate le scuole ecco i nuovi orari dei bus sostitutivi dal 1 Giugno

di Fabio Nicolosi

Terminate le scuole vengono modificati alcuni orari dei bus che operano sulla tratta Palermo Trapani in alternativa all'interruzione del traffico ferroviario Apprendiamo e riportiamo dal Comitato Pendolari Sicilia la variazione, che con la chiusura delle scuole, avviene ogni anno durante il periodo estivo. Di seguito la sintesi delle variazioni negli orari dei bus sostitutivi di Trenitalia a partire dal 01/06/2016 ( i nuovi orari sono presenti sul sito www.trenitalia.com) IN DIREZIONE PALERMO: Partenza anticipata di 5 minuti dei bus Pa 514 da Carini (alle 6.25) Pa 504 da Carini (alle 6.45) Pa 502 da Cinisi (alle 6.45). Tali bus, come tutti gli scolastici, a partire dal 10 giugno non circoleranno più e riprenderanno col nuovo anno scolastico. L'unico bus con destinazione Notarbartolo (Pa 512) partirà da Cinisi allo stesso orario ma da Piraineto in poi eliminerà soste eccessive alle fermate per arrivare alle 7.02 a Notarbartolo. Ciò consentirà di prendere il treno delle 7.08 per Palermo Centrale. IN DIREZIONE TRAPANI: Inseriti due nuovi bus con partenza da fiera: - Pa 545 delle 9.20 - Pa 547 delle 20.12. PER I GIORNI FESTIVI IN DIREZIONE PALERMO: Cancellate le corse, con partenza da Piraineto, delle ore: 9.10 (Pa 558) 11.30 (Pa 528) 14.15 (Pa 560) Restano invariati tutti gli altri orari. Sotto screen della tabella riepilogativa degli orari. foto prelevata dal sito Palermomania.it – tutti i diritti sono dell’autore della foto

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
20 mag 2016

Tram | Disattivazione semaforo incrocio via Pacinotti – via Leonardo da Vinci?

di hyrius

Il semaforo in questione è la causa congestionante della rovinosa situazione di via Pacinotti, che altrimenti potrebbe essere una bella via alberata con un traffico scorrevole. Dall'introduzione del tram la situazione (già da anni pessima) è peggiorata, poichè se oltre al rosso del normale semaforo si aggiunge il tram che ne prolunga la durata, si rischia di restare bloccati per 3-4 minuti che in ora di punta rappresenta il delirio assoluto. A causa di tale situazione vengono generate inoltre liti tra gli automobilisti giornaliere e impossibilità di passare anche ai mezzi di emergenza in certi momenti della giornata. E' accaduto che giorno 17 Maggio 2016 per qualche ragione siano stati disattivati i semafori lasciandoli giallo lampeggiante per 24 ore, risultato: nessun incidente, traffico scorrevole, nessun clacson, area non viziata dallo smog. Se questa dimostrazione non basta è sufficiente notare come sia scorrevole il traffico nel precedente incrocio dove furono disattivati i semafori circa 10 anni fa.

Leggi tutto    Commenti 13
Segnalazione
17 mag 2016

Via Bennici: la strada dimenticata

di belfagor

Nel giugno 2015 si iniziarono i lavori per la demolizione di un vecchio rudere pericolante che divideva Via Bennici con Via Messina Marine. Questi lavori servivano per aprire una strada che avrebbe permesso un collegamento tra le due arterie e per far passare la tubazione fognaria . Inoltre, visto che la vicina via Adorno, importante e trafficata arteria, che serve per collegare via Messina Marine con piazza Scaffa , Corso dei Mille e via Oreto, da tempo è in precarie condizioni ( c’è il rischio che il manto stradale possa sprofondare, come era accaduto qualche mese prima), l’apertura di tale strada avrebbe permesso una valida alternativa in caso di emergenza. Dopo quasi un anno, la strada non è stata completata , i lavori sono stati da tempo sospesi e il cantiere è pieno di erbacce e immondizia.. Chi pensa che si tratti di un opera di “alta ingegneria” si sbaglia di grosso. Si tratta di pochi metri che, in attesa della ripresa dei lavori per la condotta fognaria, potrebbero essere asfaltati, anche provvisoriamente, anche dagli operai comunali. Basta un po' di buona volontà e di capacità amministrative. E proprio per questo siamo pessimisti. Foto tratta da Meridionews

Leggi tutto    Commenti 6    Proposte 0