06 ago 2020

MAL a Palermo, il Comune richiede fondi per adeguamento progettuale e successivo finanziamento per intera opera


Palermo – Nuovi sviluppi sul fronte finanziamento della Metropolitana Automatica Leggera relativamente al primo stralcio Oreto-Notarbartolo.

C’eravamo lasciati infatti lo scorso Gennaio con le associazioni Sicilia in Treno e Mobilita Palermo che avevano “interrogato” il Comune di Palermo circa la possibilità di richiedere appositi finanziamenti per la MAL. Risorse finanziarie vincolate alla partecipazione di un bando del MIT (Ministero Infrastrutture e Trasporti) per  l’accesso a risorse destinate al Trasporto Rapido di Massa.

Non tardò la risposta dell’Assessore G. Catania che, confermando la volontà a partecipare al suddetto bando, faceva notare che “l’avviso del Mit prevede l’inoltro di alcuni elaborati progettuali e di specifiche analisi dei trasporti da redigere secondo indicazioni specifiche. Questi documenti non erano ricompresi fra quelli facenti parte del progetto approvato.”

Da qui la necessità di reperire ulteriori somme per l’adeguamento progettuale e utili per la presentazione della domanda di finanziamento.  La scadenza dell’avviso del Mit era fissata per il 1/06/2020 ma  successivamente posticipata al 31/10/2020 causa lockdown.

La novità di oggi è che finalmente il Comune ha richiesto le somme necessarie per completare la documentazione progettuale e partecipare al bando per il finanziamento della Metropolitana Automatica Leggera.

E qui riportiamo il comunicato stampa dell’Amministrazione Comunale:

“L’Amministrazione comunale di Palermo ha provveduto a inoltrare l’istanza di finanziamento relativa al Fondo per la progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese, nonché per la revisione dei progetti delle infrastrutture già finanziate.

La richiesta ha interessato in particolare le due seguenti opere:

- ampliamento del sistema Tram con nuove linee in direzione di Arenella e Vergine Maria, a intersezione con la linea già programmata
su via Notarbartolo – via Marchese di Villabianca, per la redazione del progetto di fattibilità tecnico economica – importo richiesto pari
a 546 mila euro;

- Metropolitana Automatica Leggera (MAL) – revisione del progetto preliminare, per l’adeguamento dei computi estimativi, analisi prezzi, studi trasportistici, analisi costi benefici e compilazione tabelle ministeriali addendum MIT – importo richiesto pari a 300 mila euro.

A queste somme si aggiunge la richiesta, già trasmessa nei giorni scorsi, per 600 mila euro, per la progettazione delle le piste ciclabili già previste dal piano della mobilità dolce adottato dall’Amministrazione.


malmetropolitana automatica leggeraSegnalatiSicilia in trenosit

9 commenti per “MAL a Palermo, il Comune richiede fondi per adeguamento progettuale e successivo finanziamento per intera opera
  • danyel 676
    06 ago 2020 alle 9:42

    Ora riparlano di “metropolitana leggera automatica” …. ora … ma non era il caso di pensare al progetto MAL fin dall’inizio? Ha senso parlare di metropolitana dopo il passante e l’anello ferroviario? … Non sono proprio un esperto, stando così le cose: dove troverebbe la sua collocazione la metropolitana leggera automatica? non capisco …

    • punteruolorosso 2474
      06 ago 2020 alle 12:38

      secondo me ha senso, anche nel caso in cui facessero il tram.
      si tratta di mezzi diversi, che grazie all’interscambio (piazza politeama avrà anello, tram e metro, notarbartolo anche il passante) potrebbero permettere di raggiungere in poco tempo molti punti della città, lasciando l’auto a casa. sarà interessante poter portare a bordo le bici. la metro avrà un percorso molto più centrale del passante.

  • friz 1290
    06 ago 2020 alle 14:11

    ….è tutta una follia…. se il progetto per la MAL fosse stato pronto ovviamente ora si parlerebbe di realizzarla… invece il progetto non è ancora pronto…. dopo 8 anni di Giunta Orlando ancora non esiste il progetto per la Metropolitana… è ASSURDO… RIDICOLO… MA COSA HANNO FATTO NEGLI ULTIMI 8 ANNI? ….ecco come accade che, per colpa di una classe politica scarsa, Palermo rimane sempre indietro nella realizzazione delle opere pubbliche essenziali… ovviamente se ancora si deve fare il progetto molto difficilmente arriveranno a farselo finanziare….
    Spero che questa classe politica inadeguata, (mi riferisco alla classe politica che sta governando Palermo), quantomeno cancelli la linea tram che dovrebbe passare per via Roma e via Libertà, perchè è ovvio a tutti, che se venisse realizzata, la MAL a quel punto sarebbe molto meno urgente… e ancora più difficile da sostenere da un punto di vista finanziario… infatti sarebbe difficile coprire i costi di gestione per entrambe le linee (tram e Mal) lungo la stessa tratta…
    Speriamo che questa Giunta possa dimettersi quanto prima… questa città deve essere governata da gente che la voglia rilanciare e non da gente che sta lì solo per prendersi lo stipendio…

  • magick 41
    06 ago 2020 alle 19:21

    Ho paura che saranno soldi sprecati: com’è possibile pensare in due mesi di ricevere il finanziamento, revisionare i progetti e inoltrare richiesta per l’avvisto MIT?

  • friz 1290
    06 ago 2020 alle 20:18

    Oltretutto aggiungo un’altra considerazione… la Cosa Assurda è che solitamente in una città che deve realizzare una metropolitana tutte le migliori energie e tutti i più grandi Sforzi della Giunta comunale si concentrano per realizzare il Miglior Progetto possibile della Metro, e gli altri progetti (compreso il tram ovviamente), passano in secondo o terzo piano… di solito, nelle città civili, la realizzazione di una linea della Metropolitana è il momento più importante della progettazione di una città… di solito si parte dal primo giorno del mandato a LAVORARE per la Metropolitana… e ovviamente viene organizzato un Grande concorso Internazionale di Architettura per realizzare il Miglior Progetto Possibile…. qui, a Palermo, invece, con questa giunta comunale che ruota attorno ad Orlando, per 8 anni nessuno ha mosso un dito, e poi, alla fine, mentre ormai tanti in città chiedono le dimissioni del sindaco, improvvisamente e velocemente ci si muove in fretta e furia per realizzare un progetto preliminare…. Follia allo stato puro…. un progetto per la Metropolitana non si deve realizzare Velocemente di fretta e furia…. deve nascere da un concorso internazionale di Architettura fortemente pubblicizzato a Livello Mondiale…. e un tale concorso deve rimanere aperto per molto tempo per dare modo agli studi di Architettura interessati di fare un Bel Lavoro… ma se a fine mandato fai tutto questo velocemente, è logico che dopo 8 anni non arrivi a finanziarlo….
    Speriamo che questa giunta comunale possa dimettersi presto… o quantomeno essere sfiduciata… questa città non può essere governata in maniera tanto ridicola! Palermo merita di meglio… molto meglio….
    Buona serata!

    • danyel 676
      08 ago 2020 alle 13:14

      Guarda, per me è tutta propaganda … non dimentichiamoci che il mandato di Orlando sta scadendo grazie a Dio .. quindi quale modo migliore per farlo risalire nella popolarità e nei sondaggi? torniamo a parlare di Metropolitana Leggera Automatica, che tutta Palermo ha sempre desiderato ..

  • belfagor 773
    08 ago 2020 alle 8:34

    In una lettera inviata al sindaco Orlando dal deputato nazionale del Movimento 5 Stelle Adriano Varrica , si denuncia che nel giro di 24 ore, il Comune avrebbe presentato allo stesso fondo del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti ,due istanze antitetiche e incompatibili tra loro.
    Il riferimento è alla richieste di accesso al “Fondo per la progettazione di fattibilità delle infrastrutture “ per lo studio di un collegamento tra il porto e le autostrade ( il cosiddetto tunnel ) e anche per lo studio di fattibilità dell’ampliamento del sistema tram e la revisione del progetto preliminare della metropolitana automatica leggera (Mal).
    Secondo l’on. Varrica:
    “Dalle informazioni in nostro possesso la seconda istanza, relativa ad ampliamento del tram e realizzazione della Mal non dovrebbe avere alcuna validità perché in contrasto con la precedente” .
    “ Restiamo stupiti – prosegue la lettera – sulla richiesta di risorse per il completamento del progetto preliminare della Mal, perché lo scorso marzo, il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti ha sbloccato oltre 200.000 euro richiesti dal Comune col medesimo scopo e dunque risulta incomprensibile la ratio di questa richiesta, soprattutto in considerazione del fatto che le tempistiche di erogazione delle risorse del fondo progettazione non sarebbero compatibili con la partecipazione del Comune di Palermo al bando in scadenza per il trasporto rapido di massa.“
    Inoltre :
    “Nel comunicato di presentazione alla stampa dell’iniziativa del Comune si fa riferimento ad ulteriore istanza per il fondo in oggetto, ‘presentata pochi giorni fa’, per finanziare con 600.000 euro la progettazione delle piste ciclabili. Risulta nostro dovere informarla che l’istanza per tale intervento è stata già presentata dal Comune nell’ottobre 2019 e finanziata con decreto direttoriale Mit del 16 dicembre 2019.”
    In parole povere, il Comune ha chiesto dei finanziamento per progetto che sono stati….già finanziati.
    “ Di questa circostanza l’abbiano peraltro informata oltre un mese fa, chiedendo di conoscere lo stato di avanzamento di tale intervento ( senza aver avuto risposta ).
    A questo punto rinnoviamo la nostra richiesta, temendo che tutto sia fermo e che le risorse siano a rischio.
    Su tutti questi aspetti risulta necessario un chiarimento e, qualora venissero confermate le evidenze qui rappresentate, l’individuazione di responsabilità politiche e amministrative. “
    L’on Varrica conclude la sua lettera al sindaco :
    “O l’Amministrazione ha agito senza alcun coordinamento e con estrema superficialità o la seconda istanza, con grossolane lacune procedurali e di contenuti, è stata volutamente depositata solo per finalità politiche e propagandistiche. In entrambi i casi sarebbe grave”.

    • punteruolorosso 2474
      08 ago 2020 alle 8:50

      spero che sul tunnel si vada avanti, e che l’inimicizia politica non porti le opposizioni al boicottaggio di opere fondamentali per palermo. immagino che i 5stelle abbiano una corsia preferenziale sul governo nazionale, e che quindi possano, con il dott. cancellieri che ne è stato un promotore, portare avanti il tunnel.
      quanto alla metro, vedremo. speriamo che il dott. varrica si sbagli.


Lascia un Commento