06 feb 2020

Collettore fognario | Estratta la talpa che ha scavato il tratto tra via Guardione e via Roma


Ne avevamo dato annuncio con un post nel canale Telegram (iscrivetevi per rimanere aggiornati con gli ultimi articoli) giorno 23 Gennaio.

Nei giorni 4 e 5 febbraio si chiudeva Via Roma nel tratto tra via Cavour e via F. Bentivegna per l’estrazione della mini-talpa utilizzata dal consorzio Sikelia per lo scavo del tunnel del collettore fognario.

Le attività come da programma si sono concluse entro gli orari stabiliti.

Ecco alcuni scatti:

Non é ancora noto dove sará portata la talpa per procedere con gli scavi.

Vi terremo aggiornati


acqua dei corsariacque nereacque piovaneallagamentiborgomanerobuccheri la ferlacollettore fognariocosta suddepuratoredisinquinamento costa sudfiume oretofoce oretoimpianto di sollevamentonovaraoretoospedaleromagnoloSegnalativia messina marine

12 commenti per “Collettore fognario | Estratta la talpa che ha scavato il tratto tra via Guardione e via Roma
  • peppe2994 3413
    06 feb 2020 alle 10:10

    Dietro le questioni fognarie, come in tutto del, resto, c’è enorme confusione derivata da enormi problemi.

    Vorrei capire la situazione di piazza Camporeale, ovvero se e quando si completerà lì.

    Punto due, ricordo una vecchia vicenda caduta nell’assoluto silenzio. I lavori del collettore si fermarono in viale dei Picciotti perché il progetto, vecchio, non teneva conto del tram in via d’Aosta,quindi era necessaria una variante. Questi lavori sono stati eseguiti? È una vicenda vecchia di anni.

    Punto 3, se il collettore dovrà arrivare ad Acqua dei Corsari, i lavori da fare non sono pochi. Alla Bandita e sulla statale per Ficarazzi non si è mai mossa una foglia. Gli unici interventi eseguiti sono stati su via Laudicina, dov’è stata posizionata una condotta enorme come opera a scomputo di Forum. Non capisco se e come questo abbia a che fare con il collettore.

    Sarebbe bello un articolo completo su collettore, dalla a alla z, con l’elenco di tutti i lavori eseguiti e da eseguire.

    • huge 2272
      07 feb 2020 alle 8:19

      Se non sbaglio il tratto che passa da piazza Camporeale è in corso di riappalto. Era stato pubblicato un articolo alcuni giorni fa proprio qui su MobPA.

    • belfagor 698
      07 feb 2020 alle 15:43

      Le domande di Peppe meriterebbero una risposta.
      Purtroppo le notizie sulla “questione fognaria” sono poche e molto lacunose.
      Per esempio i lavori nella costa sud si sono interrotti da anni e non si sa più niente. Eppure senza questi lavori il collettore fognario rimarrà un “eterna incompiuta”.

      • punteruolorosso 2296
        07 feb 2020 alle 16:42

        ma attualmente, non essendo completato il collettore, dove scaricano tutti quei quartieri?
        so solo di sferracavallo, con il pennello a mare che dovrebbe essere mantenuto per le sole acque bianche una volta finiti i lavori di fondo verde. fino a quel momento sferracavallo e tutta la zona nord scaricano al largo del marconi.

    • huge 2272
      07 feb 2020 alle 8:21

      Immagino temporaneamente e per questioni di spazio, in attesa che si concludano i lavori preliminari in zona Amari.

      • Irexia 809
        07 feb 2020 alle 19:37

        A proposito di via Amari… Un paio di giorni fa ho visto che Striscia la notizia ha denunciato il fatto che i lavori che si stanno facendo là hanno portato dell’acqua in superficie tanto che i garage e, soprattutto, le fondamenta dei palazzi sono “ammargiati”. Stefania Petyx ( e il bassotto) sono anche andati da Orlando a chiedere lumi in merito.
        Ammetto che non ne sapevo niente: qualcuno invece conosce la questione e quali rimedi si vogliono approntare?

        • huge 2272
          08 feb 2020 alle 9:47

          Gli allagamenti sono causati dalle palificate realizzate in area porto per la galleria dell’anello che hanno creato una sorta di diga che ha leggermente alzato il livello di falda (lì già di per sé molto superficiale, essendo vicini al mare).
          Il problema era stato ovviamente previsto in fase progettuale e tenuto in considerazione con la progettazione di una serie di sifoni opportunamente dimensionati che permetterebbero alla falda di superare la galleria riportandola alla sua quota originaria ed eliminando così gli allagamenti.
          Purtroppo questi sifoni non potranno essere realizzati finché non verrà scavata la galleria.

          Sarebbe “opportuno” che la D’Agostino si desse una mossa in area portuale, e non solo su via Amari.

          • punteruolorosso 2296
            08 feb 2020 alle 15:18

            risposta di ottimo livello tecnico, grazie


Lascia un Commento