21 giu 2019

Rifiuti e decoro, 200 agenti in borghese contro l’abbandono di rifiuti per strada


Palermo – Tolleranza zero per chi sporca in città e “ricerca delle prove dell’esistenza di un’organizzazione” dedica allo smaltimento illecito di rifiuti ingombranti.

Oggi pomeriggio a Palazzo delle Aquile il sindaco Leoluca Orlando ha presentato, insieme al Vice Sindaco, all’Assessore all’Ambiente e agli Amminsitratori Unici di RAP e RESET, una ordinanza sindacale che si affianca alla campagna #FacciamoUnPatto e che oggi stesso sarà presentata al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza.

Dieci punti per misure urgenti e straordinarie per contrastare il degrado e favorire il decoro urbano.

L’ordinanza che ha una durata di trenta giorni e sarà prorogabile, vede direttamente interessata, innanzitutto, la Polizia Municipale che metterà in campo 200 agenti, distribuiti sull’intero territorio cittadino, per il contrasto al fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti di ogni tipo. Gli agenti avranno il compito di vigilanza, controllo ed irrogazione di sanzioni. Il Comando, potrà ricorrere anche all’utilizzo di personale parzialmente non idoneo a specifiche attività d’istituto, al fine di non interrompere le attività ordinarie.

Una stretta riguarderà coloro che trasportano in modo illecito i rifiuti: per loro scatterà il di sequestro di mezzi utilizzati, che saranno affidati in custodia proprio alla Polizia Municipale, tranne che nei casi previsti dalla legge. In ogni caso, per coloro che saranno recidivi scatterà la confisca dei mezzi.

Sempre alla Polizia Municipale, in sinergia con il SUAP, viene dato il compito di attivare un sistema di controllo sulla regolarità degli interventi di sgombero di locali e cantine, nonché delle attività di smaltimento dei prodotti usati da parte degli operatori commerciali rivenditori, in particolare, di elettrodomestici, materassi e pneumatici, con verifica della relativa documentazione.

Anche la RAP dovrà aumentare il personale dedicato alle attività di controllo, questa volta con un incremento del personale destinato alla verifica delle attività svolte dalla società partecipata in materia di igiene ambientale e raccolta/trasporto dei rifiuti.

I 200 agenti della Polizia Municipale, cui è data indicazione di agire in borghese, dovranno anche effettuare il controllo delle aree indicate da RAP come quelle presso le quali maggiormente avviene il fenomeno del conferimento abusivo. Tale controllo dovrà avvalersi anche della più recente ed efficiente strumentazione video-fotografica.

La Polizia Municipale dovrà attivare un numero telefonico per le segnalazioni da parte dei cittadini che vogliano indicare comportamenti incivili da parte di altre persone. “Ovviamente – ha sottolineato il Sindaco – ogni segnalazione sarà oggetto di verifiche, ma vogliamo che tutti si sentano partecipi di un impegno per contrastare su tutti i fronti l’illegalità e l’inciviltà.”

L’Ordinanza contiene anche in modo esplicito l’indicazione agli uffici amministrativi di dare priorità alla individuazione di risorse e all’espletamento delle gare per tutti i servizi necessari alla rimozione dei rifiuti, compresi quelli non previsti dal contratto di servizio con RAP e quelli per la rimozione dell’amianto. E’ ovvio che la presenza ricorrente delle stesse persone dedite a commettere le stesse irregolarità sarà una prova del fatto che esiste una organizzazione, di cui poi dovrà occuparsi l’Autorità Giudiziaria.

Infine i due amminitratori di RAP e RESET, Giuseppe Norata e Antonio Perniciaro, hanno fornito alcuni dati sul lavoro svolto in questo periodo con la campagna #FacciamoUnPatto, che, ancora una volta, sottolinea la situazione straordinaria.

La RESET, raddoppiando gli interventi rispetto allo scorso anno, ha effettuato il diserbo su oltre 600 km di strade cittadine, con la contestuale rimozione dell’immondizia.

La RAP è intervenuta in circa la metà della città rimuovendo oltre 7.200 ingombranti e, in generale, un quantitativo di rifiuti certamente eccezionale.

“I cittadini non hanno più alibi – ha detto Norata – perché con i Centri di raccolta, il ritiro a domicilio e le isole ecologiche mobili, chiunque vuole smaltire in modo corretto può farlo. Se questo non avviene c’è una responsabilità che va assolutamente perseguita.”

Norata ha anche mostrato alcune fotografie scattate durante il servizio, “che mostrano – ha detto – come in alcuni casi sia evidente che l’obiettivo è quello di sabotare il lavoro dell’azienda e dell’Amministrazione.”

Ha citato il caso, sempre più frequente, di abbandoni di rifiuti in mezzo alla strada, anche in mezzo alla carregiata, “quasi a voler mandare messaggi e segnali, che sono certamente inquietanti”.

Link con i dati sulle attività svolte durante l’inziativa #FacciamoUnPatto http://tiny.cc/FacciamoUnPatto

 

Una nostra considerazione: fra non molto entreremo nel vivo delle vacanze estive e in molti Enti cominceranno le turnazioni per le ferie. Il numero di 200 vigili rimarrà costante nel territorio? A quali servizi verranno tolti questi vigili?


discariche palermoingombrantirapreset palermorifiuti

11 commenti per “Rifiuti e decoro, 200 agenti in borghese contro l’abbandono di rifiuti per strada
  • belfagor 643
    22 giu 2019 alle 5:23

    Condivido le perplessità di Antony Passalacqua.
    Quello che colpisce è l’enfasi e il modo con cui ha comunicato questi provvedimento che di “straordinario” hanno poco.
    Orlando convoca un conferenza stampa “straordinaria” a Palazzo delle Aquile , alla presenza dei suoi collaboratori più stretti e fedeli , Giambrone e Catania, e annuncia :”SIAMO IN PRESENZA DI UN’ORGANIZZAZIONE CRIMINALE, da oggi comincia la ricerca delle prove. Spero di essere chiamato dalla Procura della Repubblica………Non ci sarà pietà per nessuno ,la città non può essere consegnata al crimine organizzato( sob!). Diciamo in modo chiaro che scatta la tolleranza zero “.
    Francamente abbiamo pensato a un attentato della mafia o a una città in balìa di bande di scippatori e rapinatori .
    Poi si scopre che il nostro sindaco parlava di….”munnizza” o meglio , dell’incapacità del Comune di pulire la città e di combattere l’inciviltà di alcuni suoi cittadini ( indigeni e d’importazione).
    Ci saremmo aspettati anche un minimo di autocritica ( la RAP e la RESET sono “creature” sue) e del mezzo fallimento della campagna #FacciamoUnPatto e della raccolta differenziata ma chiaramente …niente.
    Siamo di fronte alla solita strategia comunicativa cioè …la miglior difesa è l’attacco.

  • Orazio 1222
    22 giu 2019 alle 7:54

    Si spera che dalle parole si passi ai fatti ed inoltre personalmente spero che chi di competenza svuoti la campana del vetro sotto casa che trabocca da almeno tre settimane e a casa mia non ho più dove mettere il vetro da buttare.

  • huge 2259
    22 giu 2019 alle 8:26

    Secondo me il trucco è presto svelato… 200 agenti, sì, come organico a disposizione per questo compito. Ma non pensiate che ci saranno 200 agenti per strada al giorno. Da quei 200 selezionati per il servizio, diciamo 10 al giorno effettivamente in strada se siamo fortunati?

  • newpa 23
    22 giu 2019 alle 8:42

    Secondo me il periodo dei 30 gg risulta banale, in quanto come dice huge, da 200 si ridurranno a pochissimi. Comunque se questo possa servire ad avere svegliato in ns Sindaco, nel vedere che ha perso già da tempo il controllo della città, ben venga. Mio caro Sindaco, chi deve svuotare i cassonetti e pulire le strade? Facciamo come le spiagge che ce le puliamo noi? Chi deve vigilare per evitare che le spiagge diventino campeggi abusivi, impedendo di fatto di poter essere decenti ed a disposizione di tutti? Chi deve vigilare sulla miriade di venditori ambulanti abusivi, che occupano davanti ai suoi occhi tutti gli spazi dei marciapiedi? provi a camminare su una carrozzina a rotelle e ci faccia sapere quante volte è costretto a camminare per strada. Non si vanti dei problemi che adotta ritenendoli straordinari, questi sono interventi che un bravo Sindaco deve fare nel suo ordinario. Comunque se si sta svegliando, mi fa piacere!!!

  • peppe2994 3361
    22 giu 2019 alle 12:34

    Per il discorso dei 200 agenti, non vengono tolti da nessuna parte.
    La municipale vaga per le strade della città.
    Quando gli viene detto di fare le multe alle auto in doppia fila si occupano di quello.
    Quando gli viene detto di multare chi conferisce illegalmente i rifiuti faranno questo.
    Per non so quale assurdo meccanismo, il vigile non può passeggiare in giro e fare multe per tutto a tutti e per ogni violazione, ma deve agire in base alle direttive del comandante, che a sua volta le ha ricevute dal sindaco.

    Io l’ultima volta, per il ritiro di un ingombrante ho aspettato 10 giorni. Ad un certo punto viene voglia non di portarlo nel cassonetto, ma di buttarlo direttamente dalla finestra.
    E’ chiaro che si chiama il tizio con il lambrettino, oppure si lascia la sedia e l’armadio nel contenitore di fronte casa la notte.
    L’unica cosa di criminale in questa vicenda è:
    1) Che non esiste il porta a porta in tutta la città. Spazzatura chiama spazzatura. non vedere i contenitori porta a meno abbandoni.
    2) Che non esiste un sistema organizzato per la raccolta di ingombranti. Al momento girano due impiegati con il camioncino, che possono fare ben poco, perché se il rifiuto è pesante, non possono certo portarselo a mano.
    Quel che servirebbe è un grosso camion in giro per la città, con braccio meccanico integrato. Ne basterebbero un paio per coprire decentemente tutta la città.
    Ma un piano del genere, organico e strutturato, non c’è.

  • belfagor 643
    30 giu 2019 alle 7:17

    Vigili, Orlando azzera tutto:Messina torna comandante
    Un Orlando furioso azzera i vertici della Polizia municipale di Palermo …… a essere silurato, infatti, non è solo il comandante uscente Gabriele Marchese, cosa di cui si vociferava da tempo, ma anche il vice Luigi Galatioto che, fino a ieri, era dato come nuovo numero uno dei caschi bianchi.
    Si dice che Orlando sia diventato letteralmente furioso per i risultati risicatissimi dell’operazione “tolleranza zero” sui rifiuti e in particolare per una nota diffusa da via Dogali in cui si riportavano numeri bassissimi di contravvenzioni…… torna a fare il comandante Vincenzo Messina, che questo ruolo ha già ricoperto dal 2012 al 2017 ma che oggi si ritrova una situazione più complessa tra pensionamenti e, assenza di concorsi……
    da LIVE SICILIA 29/06/2019

    • unaltronicola 184
      30 giu 2019 alle 11:16

      Veramente orrendo un commento che si basa su quello che “si dice”, anche se riportato
      Il pollice verso è mio

    • Normanno 438
      30 giu 2019 alle 12:53

      Chissà se un giorno,forse tra cento e forse più,quando gli uomini non saranno più uomini ma automi umani,quando non esisteranno più i panormosauri che sporcano benissimo,quando la rap che pulisce malissimo sarà solo un lontano ricordo,quando i vigli urbani palermitani che si imboscano negli uffici invece di stare nelle strade saranno tutti sottoterra,chissà se quel giorno un nostro lontano nipote vedrà Palermo libera dall’immondizia splendere di nuovo e tornare capitale europea.

  • danyel 583
    01 lug 2019 alle 16:58

    Come volevasi dimostrare: tutta una messa in scena! E Palermo è di nuovo sommersa dalla spazzatura … ma ancora ci prendono in giro?


Lascia un Commento