17 feb 2017

Grandi Stazioni: ultimata la copertura del nuovo terminal bus


La squadra di lavoro impegnata nei lavori di realizzazione del nuovo terminal per il bus extraurbani nell’area limitrofa al binario 10 della Stazione Centrale si muove in fretta per ultimare l’edificio nei tempi previsti.

Negli ultimi giorni è stata effettuata una colata di calcestruzzo sul tetto, e si è proceduto alla costruzione di un casolare.

Non ci è ancora ben chiaro se il tetto sarà fruibile dall’utenza, dato che da progetto è comunque prevista una copertura tramite pensilina.

A proposito di quest’ultima, in corrispondenza del dislivello tra la parte più alta e quella più bassa dell’edificio sono state già montante le piastre di ancoraggio per consentire “l’incastro” della copertura.

Un po’ deludente la scelta di murare l’esterno, quando si sarebbe potuto optare per soluzioni più eleganti come l’utilizzo di vetrate ad esempio.

Successivamente, si procederà con la costruzione della centrale anti-incendio in fondo all’area di pianta triangolare, dopodiché si procederà con le opere di rifacimento di piazza Cupani –  ripavimentazione e  messa a nuovo dei punti luce – e con la pedonalizzazione parziale di piazza Giulio Cesare.

Per quanto riguarda quest’ultima, si procederà con la rimozione della pensilina bus dove attualmente risiede il chiosco AMAT, per pedonalizzare tutta l’area antistante la stazione con basole di pietra lavica etnea.

Questa nuova pavimentazione donerà un tocco di eleganza alla piazza, che oggi giace nel degrado assoluto, nonostante le perplessità legate al fatto che la pietra lavica non appartenga al nostro patrimonio architettonico e possa rivelarsi pertanto una scelta un po’ azzardata.


grandi stazionigrandi stazioni palermomobilita palermopalermo centraleSegnalatiterminal bus

8 commenti per “Grandi Stazioni: ultimata la copertura del nuovo terminal bus
  • phrantsvotsa 462
    17 feb 2017 alle 12:50

    Vedo che si stanno dando una mossa, bene!
    La pietra lavica è bellissima….sono sicuro che il risultarto sarà desueto ma elegante. In fin dei conti i contrasti a volte servono ad accentuare l’armonia e l’eleganza architettonica

  • fabio77 688
    17 feb 2017 alle 13:12

    I basuli i Catania sono diffuse in tutta la Sicilia; pertanto nessuna perplessità sulla pietra lavica.
    Piuttosto io mi chiedo: quali compagnie di trasporto usufruiranno del terminale bus?

  • peppe2994 2776
    17 feb 2017 alle 18:46

    Ma è una struttura a due piani?
    Non si capisce bene, sembra ce ne sia uno con il tetto più basso ed uno più alto.

    • Andrea Baio 54499
      17 feb 2017 alle 19:22

      no, è ad un piano. Sul tetto c’è questo casolare, ma non si capisce bene se sia solo la rampa delle scale coperta da una pensilina, o ci sarà un locale adibito a qualcosa

      • danyel 352
        19 feb 2017 alle 19:45

        Beh, a parte la scelta di murare l’esterno della struttura, mi auguro opteranno per un colore quanto meno accettabile …

    • huge 2126
      18 feb 2017 alle 11:13

      Al secondo piano ci sono dei locali tecnici di proprietà di RFI (quindi non al servizio del terminal).
      Devono ancora essere alzate le pareti, unificando la struttura col vano scale che vediamo già alzato in fondo.

  • friz 761
    17 feb 2017 alle 20:28

    …..anche io penso che con le vetrate l’edificio sarebbe stato molto, molto più bello… ma è meglio di niente… è comunque un passo avanti….


Lascia un Commento